Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il capitolo otto del primo libro: Aria di La leggenda di Korra. Ancora una volta il titolo non è una traduzione letterale di quello originale, che sarebbe più "Quando gli estremi s'incontrano". Inoltre è potenzialmente spoiler per chi conosce la prima serie.

Riassunto e Sinossi[]

“Città della Repubblica è in guerra! Dopo aver scoperto che suo padre, Hiroshi Sato, collabora con il nemico, Asami si è rivoltata contro di lui. Sconfitta per l’ennesima volta dai Paritari, il capo della polizia Lin Beifong rassegna le dimissioni. Con l’esercito dei Paritari sempre più forte, chi aiuterà l’Avatar a fermare Amon e a ristabilire l’equilibrio?”

Asami, Mako e Bolin si trasferiscono sull'Isola del Tempio dell'Aria, mentre Saihkan prende il posto di Lin come capo della polizia. L'Avatar si sente un fallimento, così i suoi amici le propongono di formare in suo aiuto la "Nuova Squadra Avatar". Il Quartetto si mette in moto e già nella prima notte riescono ad acciuffare un gruppo di Paritari, ma il consigliere Tarrlok ordina loro di non intralciarlo o verranno arrestati. La situazione per i non-dominatori peggiora di giorno in giorno, perché una legge di Tarrlok gli permette di arrestarli a volontà, e quando la Squadra Avatar cerca di impedirlo, subiscono la stessa sorte. Korra lo cerca da sola per costringerlo a rilasciarli, ma diventa vittima del potere segreto del Consigliere. Cos'ha in mente Tarrlok con lei?

Storia[]

B1 E08 arrivo all'isola

Asami, Mako e Bolin arrivano sull'isola

Bolin, Pabu, Mako e Asami raggiungono l’Isola del Tempio dell’Aria, dove vengono attesi da Korra e dai figli di Tenzin. Appena scesi, l’attenzione dei bambini si sposta dagli esseri umani al piccolo furetto di fuoco che non gradisce tutto questo scalpore e scappa via con Naga. Nel frattempo Mako ringrazia Korra per aver inviato gli Accoliti dell’Aria che lo avevano aiutato nel trasloco, ai cui ringraziamenti si aggiunge Asami che ha portato una buona dozzina di valigie. Il gruppo si avvia verso il tempio, Naga insegue Pabu, mentre Asami si meraviglia di Meelo che ad un tratto afferma che la trova carina e vuole una ciocca dei suoi capelli. Ikki fa loro un breve tour del tempio, parlando come sempre come una mitragliatrice e non si lascia confondere neanche dalle molteplici domande di Bolin, sorprendendo tutti con i dettagli.

B1 E08 Korra spavento

Ikki rivela il segreto di Korra, facendola saltare dallo spavento

Jinora e Meelo accompagnano Mako e Bolin al dormitorio dei maschi, Korra e Ikki invece mostrano ad Asami la sua camera. La camminata fin lì diventa incandescente quando la bambina dal nulla spiffera ad Asami che a Korra piace Mako; la ragazza del Sud si prende uno spavento enorme, mentre Asami nega di aver saputo di questo particolare. Incavolata, l’Avatar prende la giovane Sato con sé e ordina a Ikki di sparire. Finalmente da sole, Korra mostra ad Asami la sua nuova dimora, che ovviamente è molto più spartana del lusso della sua villa, ma la giovane donna è contenta, dato che qua niente le ricorda suo padre. Qualcuno bussa alla porta e Korra, pensando che fosse ancora Ikki, si arrabbia, ma si blocca spaventata quando entra Tenzin, il quale era venuto per salutare Asami e prendere Korra per la nomina del successore di Lin Beifong, il capitano Saikhan.

B1 E08 Saikhan discorso

Saikhan tiene il suo discorso come nuovo capo della polizia

Saikhan tiene un discorso davanti alla centrale di polizia, e augura a Lin una pronta guarigione, in seguito loda più volte Tarrlok per il suo impegno nella lotta contro la minaccia dei Paritari. La notizia che Saikhan risponderà direttamente a lui per ogni aspetto riguardante i Paritari, sorprende Tenzin e Korra che non lo vedono di buon occhio, specialmente riguardo la promessa che la polizia offrirà ogni aiuto a Tarrlok e alla sua unità speciale.

´B1 E08 Korra provoca Tarrlok

Korra cerca di opporsi a Tarrlok, ma lui sorride

Tenzin si avvicina al suo collega del Consiglio dopo la fine della cerimonia, chiedendogli sospettoso cosa abbia fatto per ingraziarsi il nuovo capo della polizia (sicuramente non cose legali). L’uomo della Tribù dell’Acqua del Nord ride di questa accusa chiamandolo complottista per poi rivolgersi a Korra, chiedendole quando tornerà nella sua Unità Speciale. La donna incrocia le braccia imbronciata e si rifiuta di ritornare in questo suo “progetto auto-celebrativo” e gli dice in faccia che ha capito che sta usando tutti (lei, Tenzin, Lin, Saikhan) per i suoi scopi personali, ma questo finirà adesso. Tarrlok non la prende sul serio e ribadisce che Korra deve stare coi piedi per terra, visto che non è ancora un vero Avatar e finora è stata soltanto una mezza Avatar in addestramento, e non vede progressi nel suo dominio dell'aria. Questo commento colpisce la ragazza duramente, così Tarrlok si allontana sorridendo e con l'avvertimento che, se non vuole unirsi a lui, sarebbe meglio che non gli stia tra i piedi.

B1 E08 Tenzin consola Korra

Tenzin consola Korra che si sente un fallimento

I due tornano al tempio; durante il volo Korra si lamenta del fatto che, nonostante ormai abbia imparato tutti gli insegnamenti di Tenzin, non sappia ancora emettere neanche un filo d’aria e si sente un fallimento. Tenzin ribadisce che ora deve solo superare il suo blocco interno e le chiede se è mai riuscita ad entrare in contatto con le sue vite precedenti, ossia gli altri Avatar. Come prima reazione Korra lo nega, ma poi dopo il suggerimento che potrebbe averlo scambiato per un sogno, ammette di aver avuto ultimamente strane allucinazioni: ha visto Aang che si trovava in una situazione critica insieme ad altre persone. Tenzin annuisce pensieroso e le raccomanda di meditare su questo, perché forse lo spirito di Aang sta cercando di dirle qualcosa.

B1 E08 squadra avatar

La formazione della Nuova Squadra Avatar!

Quella sera Korra si allontana dagli altri e si siede su una sporgenza rocciosa sopra il mare a rimuginare, e alla fine inizia a piangere dalla frustrazione. Arrivano Bolin (con Pabu), Mako e Asami che le chiedono cosa succede, e la ragazza del sud ammette di sentirsi sola e un fallimento, il peggior Avatar di sempre. I due fratelli le ricordano che neanche Aang era stato un maestro in tutti e quattro gli elementi quando ha affrontato il Signore del Fuoco Ozai e che non era stato da solo, aveva accanto a sé i suoi amici. Bolin ha un’idea: perché non formano la “Nuova Squadra Avatar”? I quattro amici si tengono la mano, molto soddisfatti di questa idea, ma il momento epico viene interrotto dall'arrivo inaspettato (e puzzolente) di Meelo.

B1 E08 Tarrlok arrivo sulla scena

Tarrlok arriva sulla scena, ma non è per nulla contento del lavoro della Squadra Avatar

Quella sera inizia la prima missione della Squadra Avatar: Asami si mette il guanto che le aveva dato suo padre e che aveva adattato alle sue esigenze, e ora sono pronti. Dato che Naga si rifiuta di fare da cavallo da carico per loro, Asami si offre di usare la sua auto privata per andare in pattuglia. Sulla satomobile, su richiesta di suo padre, era stata installata una radio della polizia, e ora Asami ne capisce la ragione, così i quattro vengono a sapere di un attacco a una pattuglia della polizia. Per caso i Paritari in fuga incrociano la loro strada, così si mettono all'inseguimento. Grazie ai domini riescono a rimanergli alle calcagna e ad eliminare due delle moto, poi Asami mette fuori gioco altri due bloccanti grazie al suo guanto elettrico. Alla fine fermano il camion, quando finalmente arriva la polizia con un Tarrlok arrabbiato, ma al posto dei ringraziamenti ricevono lamentele e l’ordine di non immischiarsi mai più nel lavoro della polizia.

B1 E08 azione polizia anti popolo

La polizia arresta dei non-dominatori senza accuse

Di ritorno al Consiglio, Tarrlok propone ai suoi colleghi una legge che incrimina chiunque abbia anche solo contatti sparsi con i Paritari e vieta ai non-dominatori di uscire di notte; Tenzin obietta chiamandolo esagerato e contro-produttivo, ma ovviamente anche questa legge controversa passa quattro a uno, come sempre.

Quella sera, la Squadra Avatar torna sulle strade e sente di un nuovo attacco nel povero quartiere del Dragone. Appena arrivati, notano subito che le luci del quartiere sono spente e che c’è una situazione decisamente delicata: centinaia di persone sono circondate dalla polizia e decisamente non sono armate o pericolose. Saikhan avverte che chiunque dei non-dominatori che non torna a casa subito, verrà arrestato sul posto per resistenza alla polizia. I civili notano l’arrivo dell’Avatar e la implorano di aiutarli, così il quartetto va a cercare Tarrlok che coordina tutta l’azione.

B1 E08 Korra minaccia Tarrlok

Arrabbiata, Korra esige che i suoi amici vengano liberati, ma senza successo

Ma il consigliere si rifiuta categoricamente di lasciar andare quelle persone, affermando che sono tutti quanti Paritari e quindi il nemico. Ormai ha deciso, ordina di arrestare tutti per sospetta appartenenza all'organizzazione terrorista, e l’ordine viene seguito senza pietà. Arrabbiata, Korra li ferma, permettendo ad alcuni di scappare, ma facendo infuriare Tarrlok sempre di più. Il suo occhio quindi cade su Asami e l’arresta per essere una non-dominatrice che ha violato il coprifuoco, inoltre suo padre è un noto Paritario, e questo per lui basta e avanza per l’arresto. Quando Mako e Bolin si oppongono senza usare violenza, senza pietà subiscono subito la stessa sorte. Korra si arrabbia e alza due macigni per intimidire Tarrlok, ma questo la minaccia di finire in galera insieme ai suoi amici, così non ha altra scelta che arrendersi. Quando si chiudono le porte dell'auto della polizia, Tarrlok ride della figura barbina e dell'impotenza dell’Avatar, che però promette che non è ancora finita.

B1 E08 Tenzin Saikhan

Evento raro: persino Tenzin si arrabbia con Saikhan!

Korra chiede aiuto a Tenzin, ma neanche l’autorità del consigliere riesce farli rilasciare. Saikhan non molla e riferisce sempre che si devono rivolgere a Tarrlok. Il dominatore dell’aria cerca di farlo ragionare, ribadendo che ogni cittadino di Città della Repubblica abbia diritto a un processo leale prima di finire in prigione, ma nulla, per la polizia sono solo dei terroristi e li trattano come tali. Korra lo sgrida chiamandolo il peggior capo della polizia di sempre, a cui si aggiunge anche il solito tanto placato Tenzin.

B1 E08 Korra confronta Tarrlok

Korra parla con Tarrlok in privato

Quella sera Korra non riesce a dormire e si avvia per il municipio dove risiede Tarrlok nel suo ufficio, e tra le nuvole di neve sbuca la luna nascente. Saluta Naga ed entra nell'edificio dove vede le luci accese: il consigliere è ancora lì. Senza preavviso apre una finestra e incita Tarrlok a una chiacchierata privata, così il suo assistente viene mandato a casa. Una volta da soli, Korra afferma che Tarrlok sta facendo esattamente quello che Amon sta criticando, cioè sta usando il suo potere per opprimere e terrorizzare il popolo. Ma al posto di farlo arrabbiare, Tarrlok ribatte lo stesso argomento su di lei, perché anche lei voleva terrorizzarlo per liberare i suoi amici. L’uomo propone un affare: lei esegue i suoi ordini senza fiatare e lui libererà i suoi amici, ma Korra si rifiuta, avendo capito che quello era stato lo scopo fin dall’inizio.

B1 E08 Tarrlok vs Korra

I due dominatori si affrontano senza risparmiarsi

La situazione degenera quando Korra lo accusa di star diventando peggio di Amon e Tarrlok la attacca a tradimento, ma la ragazza riesce ad evadere l’attacco potenzialmente letale. I due iniziano un combattimento feroce: Korra usa i suoi tre elementi, mentre Tarrlok mostra la sua maestria nel dominio dell’acqua. Le lame di ghiaccio la colpiscono e la feriscono, ma l’Avatar risponde con la rivoluzione completa di un intero muro dietro al consigliere, spingendolo attraverso il muro giù nella sala conferenze.

B1 E08 Korra bloccata

Sorpresa non gradita: Korra bloccata dal dominio del sangue di Tarrlok

Korra sembra aver vinto, ormai Tarrlok è messo alle strette, ma quando la ragazza vuole buttarsi su di lui con pugni di fuoco, lui tira fuori il suo asso nella manica assiduamente nascosto: il dominio del sangue. Korra rimane bloccata e dolorante, e Tarrlok promette che dato che gli ha dato fastidio abbastanza, ora deve toglierla di mezzo. La ragazza cerca di resistere e si chiede come è possibile che lui ci riesca senza la luna piena, che è l'unica "fonte" che dovrebbe renderlo in grado di usare questo potere. Il consigliere finisce la tregua dicendo che ci sono tante cose che non sa di lui e la scaraventa violentemente per la stanza, facendole perdere conoscenza. In questi momenti altre visioni sbalzano nella mente di Korra: Sokka, Toph, Aang e sempre quell'uomo misterioso che sembra possedere un potere simile a quello di Tarrlok che si trovano nel mezzo di quello che sembra un'udienza.

B1 E08 Tarrlok in fuga

Ormai Tarrlok è deciso a tutto

Korra si sveglia poco dopo, ma si ritrova legata e nel retro di un camion, e Tarrlok le promette che non rivedrà Città della Repubblica mai più. Impotente, l'Avatar Korra non può fare nulla per impedire che Tarrlok la porti via in un posto nella montagne che promette di essere così sperduto che nessuno la troverà mai più.

B1 E08 Korra rapita furgone

Tarrlok la cattura e la rinchiude in un camion... dove la porterà?

Personaggi apparsi[]

Korra

Mako

Asami

Bolin

Tenzin

Tarrlok

Saikhan

Assistente di Tarrlok

Naga

Pabu

Trivia e note[]

  • Lin Beifong si sta ancora riprendendo dalle ferite riportate, perciò non è presente alla nomina del suo successore.
  • Shiro Shinobi torna a narrare l'intro dell'episodio.
  • E' stata Lin stessa a proporlo come successore.
  • Asami usa il guanto elettrico ricevuto da suo padre.
  • Korra ha la sua terza visione: stavolta si vedono chiaramente Aang, Toph e Sokka che subiscono il dominio del sangue.
  • Tenzin reagisce molto entusiasta quando Korra gli racconta che ha visto suo padre Aang.
  • Le leggi di Tarrlok sono simili a quelle del nazisti contro gli Ebrei; riducono e cancellano i loro diritti come cittadini liberi. Altro esempio è la legge NDAA anti-terrorista dopo l'attacco alle Torri Gemelle del 2001 negli USA, permettendo di arrestare persone anche solo al minimo sospetto e di detenerli a tempo indeterminato (a Guantanamo).
  • La scena in cui Pabu lecca via la lacrima di Korra è inspirato a un ricordo di Konietzko dove suo cane lo aveva consolato allo stesso modo dopo che entrambi erano stati aggrediti da un cane randagio.
  • Si scopre che Tarrlok è un dominatore del sangue e riesce a farlo anche senza la luna piena.
  • Per la prima volta vediamo qualcuno che sanguina in La Leggenda di Korra, anche se, per ovvi motivi, le ferite sono ridotte a tagli superficiali. In realtà, Korra avrebbe sanguinato parecchio.
  • Korra subisce il dominio del sangue per la prima volta.
  • Sokka e Aang lo subiscono per la seconda volta (vedasi "Il lato oscuro della luna"), Toph invece per la prima volta.
  • Dietro alla cascata nell'ufficio di Tarrlok si vede l'immagine di Tui e La, le due divinità della luna delle Tribù dell'Acqua.
  • Il duello tra Korra e Tarrlok è molto simile a quello dell'Avatar Roku e Signore del Fuoco Sozin: in entrambi i casi l'Avatar si confronta con il reggente del potere con un'azione illegale contro il popolo e viene attaccato a tradimento..
  • Piccolo errore: Asami cambia vestito tra una scena e l'altra.
  • Piccolo errore: La cascata di Tarrlok si interrompe all'inizio della rivoluzione del muro, ma nella scena successiva continua a cadere
  • In tutto il Libro Uno, questo episodio è stato quello con il peggior numero di ascolti
Advertisement