Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Haru era stato un giovane dominatore della terra di cui villaggio era stato attaccato dall'armata della Nazione del Fuoco circa cinque anni prima dell'inizio della storia. Essendo un dominatore, suo padre venne catturato e portato via, spingendo il figlio ad allenarsi da solo e in segreto. Si riconquistò la speranza dopo l'incontro con Katara, Aang e Sokka e, dopo la liberazione di suo padre Tyro e gli altri dominatori della terra rapiti da una prigione sul mare, decise di unirsi alla resistenza contro gli oppressori, Partecipò anche all'invasione durante il sole nero, ma, dopo la sconfitta, venne anche lui costretto alla fuga verso il Tempio dell'Aria dell'Ovest. Riuscì a fuggire dall'attacco di Azula inseme agli altri e alla fine era presente alla cerimonia di incoronazione di Zuko a Signore del Fuoco.

Storia[]

Gioventù[]

Haru nacque come figlio unico da Tyro e sua moglie e, dopo aver scoperto che aveva ereditato il dominio della terra da suo padre, venne allenato da lui.

Quando nell'anno 94 DG il suo villaggio venne invaso dalla Nazione del Fuoco e il ragazzo osservò come suo padre e gli altri dominatori combatterono validamente per respingere i nemici nonostante l’evidente inferiorità numerica. Purtroppo il miracolo non avvenne e vennero sconfitti e deportati, il che lasciò Haru da solo con sua madre. Per via della nuova legge fondata dagli invasori che gli permetteva di deportare ogni dominatore della terra che incontravano, la madre di Haru gli vietò di mostrare a chiunque la sua abilità. Il ragazzo però continuò ad allenarsi in segreto per sentirsi più vicino a suo padre e sperando un giorno di poterlo vendicare.  

Da vittima a guerriero[]

L1 E06 Haru madre shock

Ma cosa volete da noi?

Nell'autunno dell’anno 99 DG, Haru si stava allenando come al solito da solo nel bosco quando venne sorpreso da Aang, Katara e Sokka e, spaventato, scappò subito a casa senza dargli nemmeno il tempo di parlargli. Purtroppo per lui il trio di stranieri lo inseguì fino al suo villaggio dove rischiavano di spifferare il suo segreto alle autorità. In un primo momento Haru negò di averli visti, ma Aang e Katara, non capendo il suo problema, lo riconobbero come il ragazzo che si stava allenando nel dominio della terra. Sua madre lo sgridò subito per la sua sconsideratezza e lo ricordò di cosa era successo a Tyro. Pochi attimi dopo alcuni soldati del fuoco entrarono nel negozio di sua madre per chiedergli le tasse che questa riuscì a pagare soltanto a grandissima difficoltà. Katara dopo gli chiese perché non combatteva, con i suoi poteri potrebbe ribellarsi, ma questo rispose che vorrebbe, ma sapeva che da solo non ce la farebbe. Le rivelò così che ormai era rimasto da solo come unico dominatore della terra rimasto, dato che tutti gli altri, incluso suo padre, sono stati portati via come prigionieri.

L1 E06 Katara Haru miniera

Devi salvarlo, Haru!

Colpita da questa ingiustizia, Katara accompagnò Haru a fare qualche passo dove il ragazzo ammise che le parole di conforto e speranza lo avevano fatto ricordare suo padre, poi le raccontò la sua storia. A fine racconto, Katara gli mostrò la sua collana al collo e gli raccontò che quello era l’unico ricordo di sua madre, anche lei morta per colpa della Nazione del Fuoco.

Al loro ritorno, i due sentirono il rumore di una esplosione in una delle miniere di carbone vicine e corsero a vedere. Al loro arrivo trovarono un uomo anziano mezzo sepolto da una frana e, dopo alcune parole di incoraggiamento, Haru usò il suo dominio per salvarlo. I due tornarono alla casa di Haru per andare a dormire, ma purtroppo il ragazzo venne svegliato bruscamente da una pattuglia del fuoco che era venuta per portarlo via: quel vecchio lo aveva tradito senza nessun rimorso. Impossibilitato di ribellarsi, Haru non fece resistenza e si lasciò arrestare.

Il ragazzo e altri dominatori della terra vennero portati con una nave fino a una piattaforma di metallo in mezzo al mare che serviva per fondere il minerale di ferro per creare ogni sorta di arma. I prigionieri vennero accolti dal direttore che li trattò con arroganza e sadismo, considerandogli la peggior feccia della terra. La situazione sembrava tetra, a parte il fatto che tra gli altri prigionieri Haru ritrovò suo padre che però in questi anni aveva perso ogni volontà di combattere e si limitava a sopravvivere.

L1 E06 Katara Haru Tyro

Incontro in prigione

A sua insaputa, Katara si era fatta arrestare come apparente dominatrice della terra per salvarlo e lo raggiunse qualche giorno dopo. Impressionata dal suo coraggio, Haru la accolse felice e le presentò suo padre che però non si dimostra lontanamente pronto a una eventuale fuga e si era già arreso. Il suo discorso di incoraggiamento non suscitò nessun risultato, Haru era l’unico ancora speranzoso, ma si dovette arrendere alla maggioranza.  

Haru ribellione

Ora basta!

La mattina seguente Katara, con ora l’aiuto di Sokka e Aang, voleva ritentare di istigare una ribellione, ma ancora una volta i prigionieri rimasero apatici e si rifiutarono di agire. Grazie a uno stratagemma di Sokka e Aang la piattaforma venne riempita da una frana di carbone della fonderia, ma Tyro e gli altri esitavano ancora di ribellarsi nonostante il loro elemento ora a portata di mano. Il guardiano, che aveva visto tutto e derise Katara e gli altri, si stava già voltando via quando venne colpito in testa da un pezzo di carbone lanciatogli da Haru che lo fissò con odio e disprezzo. Il dominatore del fuoco attaccò subito con una fiammata, ma questa venne bloccata da un muro di carbone creato dagli altri dominatori della terra che finalmente avevano ritrovato la loro grinta.

Dopo una lotta violenta che portò alla sconfitta dei soldati del fuoco, Haru, Tyro e gli altri finalmente potevano tornare a casa loro e il ragazzo ringraziò Katara per avergli ridato la speranza e la voglia di combattere per la loro patria. Le offrì di unirsi al loro nuovo movimento di resistenza, ma la ragazza declinò l’offerta quando si accorse che aveva perso la sua amata collana. Dopo il loro ritorno a casa, i ribelli scacciarono i soldati del fuoco dal villaggio di Haru per poi espandere la loro missione anche sui territori circostanti.

Giornata del Sole Nero[]

Haru Tyro invasione

Si é anche fatto crescere la barba...

Mezz’anno dopo, Haru e Tyro vennero reclutati da Sokka per la squadra d’assalto dell’invasione durante l’eclissi. Come dominatori della terra facevano parte delle truppe a terra che avanzavano all'interno di carrarmati mossi dal loro dominio. Raggiunsero la capitale come previsto, ma purtroppo Aang non riuscì a trovare il Signore del Fuoco in tempo per sconfiggerlo e l’invasione si rivelò un fallimento. Purtroppo il nemico gli tagliò anche la loro via di fuga distruggendo i sottomarini lasciati al porto, minacciando di intrappolare tutti sull'isola. Per avere almeno una speranza di vittoria per il futuro, Tyro si unì al suggerimento di Hakoda di arrendersi per permettere ai giovani di fuggire, tra cui anche Haru. Il ragazzo dovette così nuovamente salutare suo padre, il quale lo consolò sorridendo che ormai sapeva come comportarsi in una prigione del fuoco. Haru, Aang, Katara, Sokka, Toph, Teo e Il Duca così fuggirono su Appa per rifugiarsi al Tempio dell’Aria dell‘Ovest.

L3 E14 gruppo intorno al fuoco

Insieme agli altri

Lì Haru strinse amicizia con Teo e il Duca e con loro andò immediatamente a scoprire i segreti del tempio. Poco dopo trovarono alcuni nascondigli e anche un posto perfetto per permettere a Haru di allenarsi nel dominio della terra. Era spesso in giro, perciò non era presente quando l’Uomo Combustione attaccò Aang, anche se probabilmente non avrebbe potuto essere d’aiuto comunque. Il ragazzo partecipò a diverse attività come spettatori di un “duello di dominio della spada” tra Sokka e Zuko oppure aggiungendosi al club di Sokka originariamente riservato ai non-dominatori.

Purtroppo le giornate gioiose ebbero termine quando Azula attaccò il tempio con la sua flotta di aeronavi. Il gruppo dovette separarsi, Haru fuggì con Hakoda, Teo, Il Duca e Chit Sang e non si rincontrarono fino alla cerimonia di incoronazione di Zuko come nuovo Signore del Fuoco. Lì si congratulò nuovamente con Katara e la ringraziò ancora per avergli dato la speranza e la voglia di combattere, il che aveva portato alla fine della guerra.

Personalità e Abilità[]

Haru è un ragazzo calmo e riservato che vuole stare per i fatti suoi, ma le circostanze lo spingono a dover lottare. La perdita di suo padre lo ha colpito molto fino a spingerlo a ignorare l'ordine di sua madre e il pericolo di essere scoperti per allenarsi nel suo dominio per sentirsi vicino a lui. È un idealista che vorrebbe cambiare, ma gli mancava sempre l'ultima spinta che si è rivelata Katara. Una volta in ballo, non si arrende facilmente ed era pronto d accompagnare suo padre in prigione.

Haru è un dominatore della terra decente che per la gran parte della sua gioventù si era dovuto allenare da solo basandosi sugli insegnamenti di suo padre. Il suo potere era molto fine e silenzioso, segno del fatto che lo aveva dovuto sviluppare in segreto, poteva per esempio trasformare delle pietre in sabbia in pochi attimi o liberare un uomo da una frana senza ferirlo. Inoltre aveva una buona moire, colpendo il guardiano della prigione con precisione alla testa da una certa distanza. Allo stesso tempo era capace di manipolare una grande quantità di carbone per creare un muro difensivo contro le fiamme nemiche che ha resistito alle fiamme di mezza dozzina di soldati. Poteva anche comprimere una grossa quantità di carbone in una sfera di piccole dimensioni, abbastanza duro da penetrare le porte di metallo della prigione. A differenza di tanti altri dominatori della terra, Haru preferisce usare le mani anziché i piedi- difatti lui indossa delle scarpe, forse anche quello in ricordo del periodo in cui doveva fingersi un non-dominatore.  

Comparsa[]

Avatar: La Leggenda di Aang[]

Libro uno: Acqua (水)[]

  • 106. "Imprigionati"

Libro tre, Fuoco (火)[]

  • 310. "Il giorno del Sole Nero, prima parte: L'invasione"
  • 311. "Il giorno del Sole Nero, seconda parte: L'Eclissi"
  • 312. "Il cambiamento di Zuko"
  • 313. "I maestri del dominio del fuoco" (senza dialogo)
  • 314. "La Roccia Bollente, prima parte" (senza dialogo)
  • 316. "I Predatori Meridionali" (senza dialogo)
  • 321. "La Cometa di Sozin, quarta parte: Un Mondo nuovo" (senza dialogo)

Fumetti di Avatar[]

  • Iss. #21. "Il dominio della spada" (senza dialogo)
  • Iss. #22. "^Vietato ai dominatori"

Avatar videogiochi[]

  • Avatar: Generations
  • Avatar: The Last Airbender: Quest for Balance

Trivia[]

  • In Giapponese "Haru" ((春, はる) vuol dire "primavera", che é anche la stagione del dominio della terra.
  • Durante la conferenza prima della invasione Sokka nota brevemente che Haru ora ha una barba; una battuta anche tra i fan che spesso lo deridono per questo.
  • Dopo Jet, Haru è uno dei ragazzi che apparentemente hanno brevemente vinto il cuore di Katara, anche se qua per motivi di compassione e destino famigliare.

Riferimenti[]

  1. "Prison Rig", Avatar: Generations. Navigator Games & Square Enix Mobile London (July 4, 2023). Square Enix.
  2. Hubbard, Matthew (writer) & Filoni, Dave (director). (March 25, 2005). "Imprisoned". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 6. Nickelodeon.
  3. DiMartino, Michael Dante (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (November 30, 2007). "The Day of Black Sun, Part 1: The Invasion". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 10. Nickelodeon.
  4. Ehasz, Aaron (writer) & Dos Santos, Joaquim (director). (November 30, 2007). "The Day of Black Sun, Part 2: The Eclipse". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 11. Nickelodeon.
  5. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim (director). (July 19, 2008). "Sozin's Comet, Part 4: Avatar Aang". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 21. Nickelodeon.
  6. ↑ From older Avatar: The Last Airbender official site, originally on Nick.com. Encyclopedia now broken, archived at The Lost Lore of Avatar Aang - Character: Tyro.
  7. Descriptions, Avatar: Generations. Navigator Games & Square Enix Mobile London (August 11, 2022). Square Enix.
  8. ↑ From older Avatar: The Last Airbender official site, originally on Nick.com. Encyclopedia now broken, archived at The Lost Lore of Avatar Aang - Chapter Ten: The Day of Black Sun Part 1 - The Invasion.
  9. ↑ Ehasz, Elizabeth Welch, Hedrick, Tim (writers) & Spaulding, Ethan (director). (July 14, 2008). "The Western Air Temple". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 12. Nickelodeon.
  10. ↑ Wilgus, Benjamin (writer), Ridge, Justin (artist), Dzioba, Wes (colorist), Comicraft (letterer). "Swordbending" (2009), Nickelodeon Comics Club.
  11. ↑ Wilgus, Benjamin (writer), Garagarza, Elsa (artist), Dzioba, Wes (colorist), Comicraft (letterer). "No Benders Allowed" (2009), Nickelodeon Comics Club.
  12. ↑ Ehasz, Elizabeth Welch (writer) & Dos Santos, Joaquim (director). (July 17, 2008). "The Southern Raiders". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 16. Nickelodeon.
  13. ↑ Miscellaneous, Avatar: Generations. Navigator Games & Square Enix Mobile London (August 11, 2022). Square Enix.
  14. ↑ Jisho (Web). Jisho.org. Retrieved on December 24, 2017.


Advertisement