Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Quest'uomo era una delle guardie della prigione Roccia Bollente ed era noto per essere molto arrogante e prepotente con i prigionieri, trattandoli molto male. Non si conosce il suo nome e per breve tempo era stato accusato di essere una spia.

Storia[]

Quando Suki arrivò alla prigione nella primavera dell'anno 100 DG, quest'uomo era di turno a servire come guardia alla gondola che scortò i nuovi arrivati dalla mongolfiera fino alla stazione a monte della funivia. Notando l'espressione scioccata della ragazza dopo aver visto le misure di sicurezza della prigione, iniziò a sogghignare soddisfatto e la avvertì che poteva anche scordarsi qualsiasi speranza di poter fuggire. Finì la frase con la nota sadica che "lei ora apparteneva a loro".

L3 E15 Chit Sang accusa guardia

Stai mentendo!

Nei messi successivi venne promosso a guardia nel cortile, dove s'impegnò ad essere più odioso possibile, e la sua vittima preferita era Chit Sang. Quando Sokka e Zuko si erano appena intrufolati nella prigione e travestiti da guardie, stava giustamente cercando di provocare Chit Sang per avere una scusa per punirlo. Iniziò la discussione sgridandolo per non essersi inchinato davanti a lui quando passava, ma il prigioniero non abboccò e rispose con calma che non esisteva una regola del genere. Quando questo poi si scusò e stava per tornare nella sua cella, la guardia non si arrese e lo attaccò con la sua frusta di fuoco alle spalle per costringerlo a difendersi usando anche lui il dominio del fuoco, vietato severamente ai prigionieri. Dopo aver ricevuto la reazione desiderata, iniziò a ridere e annunciò che ora si era guadagnato una seduta nel frigo e ordinò a Sokka e un'altra guardia di portarlo via.

Guardia prepotente spaventata

Non sono un traditore!

Dopo il tentativo di fuga fallito di Chit Sang e due dei suoi amici, questo accusò la guardia di essere un traditore che li aveva aiutati nella fuga, anche se ovviamente non era vero. Il direttore credette al prigioniero e non alla sua guardia, la quale venne arrestata e interrogata. Continuava a giurare di essere innocente, ma vedendo che nessuno gli credeva, iniziò a cadere nel panico. Fortunatamente per lui l'interrogatorio venne interrotto dall'arrivo della principessa Azula, alla quale bastavano pochi secondi di studio per giungere alla conclusione che la guardia era innocente. Susseguentemente venne liberato e ristabilito.

Personalità[]

Questa persona era molto crudele e arrogante verso persone che riteneva inferiori. Era un uomo solitario e asociale senza amici o persone fidate con cui parlare, cosi scaricava la sua rabbia maltrattando i prigionieri. In quei momenti si sentiva superiore e con del potere, come quando esigette che Chit Sang s'inchinasse davanti a lui. Ma sotto la sua corazza aggressiva, crudele e sadica era solo un uomo solo, frustrato e debole.

Advertisement