Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

Per altri eventi simili consultare gli articoli corrispondenti (Fuga di Pohuai, Fuga dalla Roccia Bollente)


Questo è il quindicesimo capitolo del primo romanzo su Kyoshi "L'ascesa di Kyoshi".

Sinossi[]

Kyoshi e Rangi sono ancora seduti a tavola con i tre criminali quando sentono arrivare la polizia alla casa del tè. Lek sgrida Lao Ge per l’avvertimento ritardato e promette di metterlo mai più di guardia, ma non può far nulla contro gli agenti che si posizionano intorno a loro, guidati dalle tre persone che se ne sono andati via prima. Kirima deride Lek per la sua presunta abilità di individuare gli infiltrati mentre Kyoshi teme già che questi agenti sono stati mandati da Jianzhu. Si rende presto conto che non può essere, ma che piuttosto era la conseguenza del semplice fatto che prima aveva dichiarato apertamente di essere figlia di criminali come una stupida.

Il capitano della squadra li dichiara in arresto in nome del governatore Deng e gli ordina di abbassare le armi; questo nome fa paura a Kyoshi perché lo ha visto più volte alla tenuta dell’Avatar e sa che è un alleato stretto di Jianzhu. Il nuovo ordine dell'ufficiale di gettare le armi le fa rivelare di essere, difatti, l’unica ad essere armata con il ventaglio da guerra, cosi si alza dalla sedia per tira fuori l’altro ventaglio dalla cintura. Il capitano interpreta questo come un atto ostile e ordina ai suoi uomini di catturare le due ragazze, le quali devono ammettere che sono in evidente inferiorità numerica. Cinque poliziotti si buttano su Kyoshi ma vengono abbattuti da una raffica di fuoco da parte di Rangi, il che spinge Wong e Lao Ge scagliarsi anche loro contro gli avversari. Inizia una battaglia caotica dove Kyoshi, in preda al panico, prende il tavolo da Pai Sho e lo lancia contro i poliziotti abbattendoli. Nuovi agenti pullulano nella sala, ma scivolano su una lastra di vino creata da Kirima che si dimostra una dominatrice dell’acqua molto abile.

Kyoshi alza il suo piede e ripete la mossa di prima per far saltare l’intero edificio, il che crea la distrazione necessaria per la fuga, dato che tutti tranne i loro nuovi alleati perdono l’equilibrio. Lek ordina a tutti di uscire dal retro lasciando Lao Ge indietro, dato che sa che il vecchio se la caverà benissimo. Nella cucina usano una porta nascosta per svignarsela e si ritrovano nella piazza centrale dietro la casa, i due uomini di guardia vengono velocemente eliminati da Lek. Fortunatamente per il gruppo, Rangi aveva conservato il suo senso dell’orientamento e può dire con precisione dove si trova Pengpeng, cosi il gruppo si avvia per raggiungere il bisonte volante.

Kyoshi si rende contro della ragione per la quale non vengono nuovamente circondati dai poliziotti, dato che Lao Ge sta affrontando un intero plotone da solo muovendosi in un modo inaspettato e con una agilità impressionante e imprevedibile come se fosse ubriaco. Lei capisce che sta usando il dominio del terra in modo sottile e maestoso per confondere gli avversari che falliscono a colpirlo. Rangi indica agli altri la direzione per la fuga, ma questi vengono fermati dai dominatori della polizia che gli bloccano la strada alzando un muro. Lek, Wong e Kirima continuano a correre verso il muro come se volessero spacciarsi contro, ma a grande sorpresa della ragazza nuova iniziano ad alzarsi in aria usando una tecnica speciale dei rispettivi domini creandosi scale in aria per avanzare. Il trio riesce cosi a seguire Rangi sui tetti mentre Kyoshi rimane a terra sbalordita e disorientata e sta per essere imprigionata dalla polizia. Mentre corre per il labirinto di stradine e vicoli, Rangi la salva mostrandole la giusta via con palle di fuoco e la incita a seguirla. Alla fine però finisce in un vicolo cieco e tenta di imitare la tecnica appena vista da Lek e Wong, ma fallisce miseramente rischiando di inciampare e schiantarsi contro il muro davanti a lei. Istintivamente, chiude gli occhi per ripararsi dall'impatto, ma a sua grande sorpresa domina istintivamente la terra e su apre un varco nel muro lasciando indietro un buco grande esattamente come lei. Ripete l’azione più volte e ad ogni impatto chiede perdono per i danni causati alle case, costringendosi a concentrasi sui segnali di Rangi. Alla fine si ritrova davanti a un vicolo troppo stretto per lei, quindi decide di essere un ariete che sfonda le mura delle case come carta di riso. Per la prima volta, prova soddisfazione in questa dimostrazione di potere e distruzione che le da un senso di libertà finora mai provato. E, finalmente, si riunisce con i suoi nuovi alleati.

Rangi è ancora in testa e sta usando una variazione della tecnica dei daofei dove emette getti di fuoco dai piedi per compiere salti sovrumani. Nonostante la situazione tesa, Kyoshi non può far altro che ammirare la sua amica e quanto bella sia in aria, davanti alla luna, circondata dalle fiamme. Fortunatamente, si strappa in tempo da questa visione e si concentra sul prossimo ostacolo da superare che segna l’arrivo alla periferia della città. Lek corre verso il boschetto ragionando che fosse l’unico posto dove nascondere un bisonte volante; Pengpeng lo sta per attaccare giusto nel momento in cui arrivano anche Rangi e Kyoshi che calmano l’animale.

Il gruppo di daofei sale sul bisonte volante mentre Rangi prende in mano le redini per farla decollare. Vedendo l’eccitazione di Lek di salire su Pengpeng, la dominatrice del fuco lo calma notando che intorno ai Templi dell’Aria ce ne siano molti da vedere. Wong spiega che in passato ne avessero avuto uno anche loro, di nome Longyan, che fosse stato il bisonte di Jesa. Questa dichiarazione scombussola Rangi che sa che solo dominatori dell’aria possono addomesticare uno di questi animali. Kyoshi riesce ad evitare la conversazione imbarazzante per ora, dato che devono prendere su Lao Ge che era sfuggito alle decina di poliziotti. Con uno sguardo pungente, Rangi chiede poi a Kyoshi se sua madre fosse stata una Nomade dell’Aria, cosa che la sua amica confessa solo a malavoglia, sapendo che aveva nuovamente ferita la dominatrice del fuoco per avere tenuto segreto questo particolare. Difatti, il fatto che esisteva una dominatrice dell’aria criminale è uno shock per Rangi, più di venire a sapere che la sua amica era figlia di criminali o l’Avatar. Kirima e Wong percepiscono l’imbarazzo tra le due ragazze mentre Lek non se ne accorge e si congratula con i suoi compagni che, con un bisonte volante, la Compagnia dell’Opera Volante fosse tornata in attività.

Kyoshi, Rangi e i daofei si accampanano sulla riva di un torrente prosciugato dove Lek, Wong e Kirima si addormentano velocemente. La soldatessa invece non riesce a dormire per la rabbia per gli eventi della giornata mentre l’Avatar teme nuovi incubi. Pensando che la sua amica si fosse finalmente addormentata, Kyoshi la copre con una coperta per poi andare a fare una passeggiata sulla riva del fiume. Li infine, trova Lao Ge a meditare sotto un albero, il quale la sgrida per essere cosi rumorosa- specificando che sta parlando del suo spirito, abbastanza irrequieto da poter causare un tifone nel Mondo degli Spiriti. Kyoshi dichiara che grazie al diario di sua madre sa chi fosse lui, ovvero Tieguai l’Immortale. Lì Tieguai viene descritto come una leggenda e che sia vecchio duecento anni, cosa che la ragazza pone da parte come una leggenda e viene confermato da Lao Ge che si definisce un “umano, non uno spirito”. Kyoshi continua spiegando che l’aveva capito dalla frase nel diario “Tieguai combatte con una stampella” che inizialmente l’aveva portata a cercare una persona con una stampella di legno o una gamba malandata, finché non lo ha visto combattere contro i poliziotti.

Improvvisamente serio, Lao Ge si avvicina alla ragazza appollaiandosi su un ramo che non dovrebbe tenere neanche un uccello, figuriamoci un essere umano, e le chiede perché stesse cercando l’Immortale Tiguai, cosa che nemmeno Jesa ha mai fatto. Kyoshi spiega che probabilmente aveva paura di lui, dato che ha usato la loro attività di contrabbandieri per spostarsi per eliminare i suoi bersagli come Tieguai l’Assassino. Citando nuovamente il diari, aggiunge che sua madre aveva ricostruito il suo schema comparando i loro viaggi e alcune morti inspiegabili, come un’ombra che si muove attraverso il Regno della Terra spegnendo vite apparentamento senza un disegno riconoscibile, tra cui anche il quarantesimo Re della Terra. Ogni volta che Lao Ge si allontanava dalla banda, qualcuno moriva.

Il vecchio deve ammettere di aver sottostimato Jesa per la sua perspicacia e chiede a Kyoshi cosa voglia fare, consegnarlo alla giustizia? La ragazza lo nega e dichiara di volere che lui le insegnasse come uccidere qualcuno. Lao Ge non si scompone e le consiglia di “colpirlo in testa molto forte con una pietra”, ma Kyoshi risponde che dominare ed uccidere non siano la stessa cosa, ricordandosi della facilità con la quale Jianzhu aveva ucciso Yun e poi Kelsang. Per vendicarsi, deve essere in grado di farlo anche lei, togliere la vita a qualcuno senza esitare quando arriva il momento. Lao Ge la consiglia di andare a dormire, dato che ha appena imparato la prima lezione, il che la ragazza interpreta come averla accettata come allieva. Questo il vecchio non lo nega, ma l’avverte che forse continueranno solo quando lui riterrà il momento giusto. Dopo averlo salutato, Lao Ge chiede a Kyoshi di mantenere il suo segreto davanti agli altri, cosa che lei promette senza esitare, cosi Lao Ge promette di mantenere anche il suo segreto.

Note[]

Continuità[]

  • Lao Ge avverte Kyoshi che nelle sua condizioni attuali nel Mondo degli Spiriti causerebbe un tifone, il che è in riga con il commento di Iroh in "Una nuova era spirituale" dove avverte Korra che le sue emozioni hanno influsso sul Mondo degli Spiriti, specialmente quelli dell'Avatar.
  • Rangi ha appena inventato la tecnica della propulsione del fuoco (o scale di fuoco in questo caso), Azula si dimostrerà una maestra in questo.

Rivelazioni[]

  • Jesa viene rivelata essere una Nomade dell'Aria che ha avuto un bisonte volante di nome Longyan.
  • Kyoshi quindi è anche per metà Nomade dell'Aria.
  • Il gruppo di Jesa e Hark si chiama la "Compagnia dell'Opera Volante".
  • Lao Ge è l'identità segreta di un assassino temibile chiamato "Tieguai l'Immortale". E sembra aver già capito chi sia Kyoshi.

Trivia[]

  • Lao Ge sa del Mondo degli Spiriti e degli effetti che lo stato d'anima ha su di esso, il che implica che lo può raggiungere attraverso la meditazione.
  • Kyoshi finora è l'unico Avatar noto dalle origini etniche miste.

Riferimenti[]

  1. O'Bryan, John (writer) & MacMullan, Lauren (director). (April 28, 2006). "Avatar Day". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 5. Nickelodeon.
  2. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer) & Graham, Ian (director). (August 22, 2014). "Enter the Void". The Legend of Korra. Book Three: Change. Episode 12. Nick.com.
  3. ↑ Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (October 21, 2005). "The Deserter". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 16. Nickelodeon.
  4. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Seven, "The Iceberg". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
Advertisement