Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Fumetto corto che ha luogo all’interno della trama del primo libro: Acqua di La leggenda di Aang e che fu pubblicato in patria nella collana “Nick Mag Presents: The Last Airbender" nel settembre del 2007 e riproposto in versione libreria in “The Lost Adventures” dalla Dark Horse Comics. Giunse in Italia all'interno dell’antologia “Le avventure perdute - I racconti del Team Avatar” nel febbraio del 2024.

Trama[]

Goloso come al solito, Momo si avvicina a un banco di un fruttivendolo pieno di frutti, stando attento a non svegliare un porcospino-cinghiale domestico che sta dormendo sulle scale del negozio. Tuttavia, mentre stende la mano verso uno dei frutti, l’animale si sveglia e inizia subito ad attaccare il ladro che fugge via. Il lemure volante usa l'abilità di volo per scappare insieme a un piccolo carretto pieno di frutti tra le zampe, inseguito dal porcospino-cinghiale infuriato. Quando vuole volare sopra un ostacolo per superare un portone, l'inseguitore gli morde la sua lunga coda facendogli perdere velocemente altitudine per via del peso aggiuntivo. Questo porta a un risultato misto e caotico: il carretto si schianta contro il portone, Momo riesce ad afferrare la trave soprastante arrotolando la coda intorno ad essa con il porcospino-cinghiale ancora attaccato. Questi non può lasciare la presa per non cadere da quella altezza ed è costretto ad osservare impotente come Momo inizia a mangiare il suo frutto rubato.

Trivia[]

  • Questo fumetto di sole due pagine apparve nel secondo volume di “Nick Mag Presents: The Last Airbender” insieme a “Il ponte”, “È una cosa naturale”, “Di nuovo a casa” e “Ora di ginnastica
  • È l’unico fumetto colorato in colori monocromatici e senza nessun dialogo
  • Il nome originale del porcospino-cinghiale è Boar-q-pine, la traduzione sembra ripetitiva per via della doppia comparsa della nozione “porco” e “cinghiale”
  • È quasi impossibile collocare questo fumetto all'interno della storia in modo preciso
Advertisement