Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


La creazione dell'Impero della Terra era stata la conseguenza della missione della Generale Kuvira di stabilizzare il Regno della Terra caduto nell'anarchia dopo l’assassino della Regina della Terra Hou-Ting nell'anno 171 DG. Aveva già completato la sua missione e doveva presto riconsegnare il suo potere al legittimo successore al trono, il Principe Wu, ma la donna annunciò pubblicamente che la causa di questa situazione disastrose fosse stata la completa incompetenza dei Monarchi della Terra, per cui dichiarò di prendere il posto del Re della Terra e di trasformare il Regno della Terra nell'Impero della Terra sotto la sua guida diretta. Dopo aver annesso i territori rimasti finora liberi, aveva intenzione di riprendersi anche il territorio che ormai appartenevano alla Repubblica delle Nazioni Unite con la forza, ma la sua invasione venne fermata dall’Avatar Korra e i suoi alleati. Dopo la sua sconfitta, Kuvira si arrese e dichiarò la fine dell'Impero della Terra.

Storia[]

Preludio[]

Dopo la morte della Regina della Terra per mano di Zaheer e l’uscita di scena forzata dell’Avatar Korra per via del suo avvelenamento per colpa del Loto Rosso, il Regno della Terra cadde nell'anarchia totale. Tenzin e il Presidente Raiko chiesero a Suyin Beifong di prendere in mano la situazione per stabilizzare la sua nazione, ma la matriarca di Zaofu si rifiutò obiettando che usando la forza militare per diffondere la sua ideologia l’avrebbe fatta diventare una dittatrice odiata da tutti.

Kuvira partenza

Kuvira parte per Ba Sing Se

La capitana delle sua guardie di sicurezza, Kuvira, che era stata cresciuta con la credenza che la monarchia fosse una forma di governo arcaica, reagì a questa dichiarazione con shock e si convinse che la sua madre adottiva avesse tradito la sua nazione. Conoscendo troppo bene la sensazione di venir abbandonati, la donna non poteva stare lì ad osservare come la sua nazione subisse lo stesso destino e dichiarò di voler occuparsene personalmente. Ignorando gli ordini diretti di Suyin, Kuvira riunì le sue guardie e alcune delle persone più benestanti di Zaofu per partire per Ba Sing Se nella missione di pacificare la capitale.

Riunire il regno[]

B4 E01 Kuvira grande unificatrice

Non consoce pietà

A capo di questa armata improvvisata, Kuvira riusci a portare a fine la sua missione e stabilizzò Ba Sing Se in pochi mesi. Questo successo colse l'attenzione dei governatori del mondo che la nominarono governatrice temporanea del Regno della Terra e un Generale dell’armata. Tuttavia, dovette promettere di consegnare il suo potere temporaneo al legittimo erede al trono una volta che i territori fossero stati pacificati a sufficienza, promessa che Kuvira diede. Assorbendo i resti dell’armata del Regno della Terra nelle sua forze, l’armata di Kuvira crebbe esponenzialmente e nei prossimi tre anni viaggiò in continuazione per liberare le province dai banditi e criminali che stavano terrorizzando la popolazione in cambio di un giuramento di fedeltà verso di lei. Questa sua tattica non sempre trasparente le affibbiò il soprannome di “Grande Unificatrice” in segno di rispetto e di paura.

B4 E03 Kuvira dichiarazione

Kuvira annuncia la creazione dell'Impero della Terra

Nell'anno 174 DG, il regno era stato pacificato e riunito per il novanta per cento, il che era stata la soglia dopo la quale la missione di Kuvira venne dichiarata compiuta. La Generale venne invitata a Città della Repubblica per assistere alla cerimonia di incoronazione del Principe Wu a nuovo Re della Terra dove doveva far fede alla sua promessa di abdicare in favore al nuovo monarca. Inizialmente, Kuvira sembrava di collaborare, ma dopo aver ricevuto la medaglia di valore, la Grande Unificatrice rinnegò l'autorità di Wu e dichiarò la fine del Regno della Terra davanti ai governatori del mondo scioccati. Inoltre, annunciò la formazione del suo “Impero della Terra” sotto il suo controllo in-disputato e annunciò di voler portare una nuova era di proprietà ai suoi cittadini- seguito da un avvertimento serio a chiunque voglia intromettersi negli affari interni dell’impero, minacciandoli di volerli schiacciare.

Dopo che lei e la sua armata erano partiti dalla città, Kuvira ordinò a Varrick di creare una tecnologia capace di utilizzare l'energia apparentemente infinita delle liane spirituali come una sorgente di energia elettrica e, forse, come arma.

B4 E05 parata

l'armata di Kuvira alle porte di Zaofu

L'ultima città ancora rimasta libera allora fu Zaofu, cosi Kuvira fece marciare la sua armata contro la città del metallo per costringerli alla resa senza combattere, ben conscia che tutto il mondo la stava osservando con diffidenza. Non fu comunque una grande sorpresa quando Suyin si rifiutò di capitolare, quindi Kuvira le diede un ultimatum di ventiquattro ore, dopodiché o si sarebbe unita all'Impero della Terra o sarebbe stata conquistata con la forza. Korra, appena ripresosi dalla sua riabilitazione, tentò di fare da mediatrice, ma Suyin intralciò i suoi sforzi con un attacco notturno dove lei e i suoi figli Wei e Wing infiltrarono l’accampamento militare per assassinare Kuvira nel sonno. Questa però aveva anticipato una tattica del genere e li catturò con facilità usando Zhu Li come esca per attirarli in una trappola.

B4 E05 Kuvira Korra tregua

Korra cerca di trattare con lei

Dopo l'annuncio della cattura di Suyin, Wei e Wing, Korra, Opal e Jinora incontrarono l’armata di Kuvira nei presidi di Zaofu per le trattative. La dittatrice avvertì che, anche se fosse l’Avatar, si stava immischiando in faccende interna di un’altra nazione, per cui non aveva nessun diritto di darle ordini. Sapendo bene che Korra non si fosse ancora ripersa del tutto, la sfidò a un duello una contro una con in ballo il destino di Zaofu per poter conquistare la città senza usando la violenza e in modo “legale”. Kuvira vinse il duello, ma fallì a catturare l’Avatar; in compenso ora poteva marciare a Zaofu senza dover temere nessuna resistenza. Una volta entrata, diede ai cittadini due opzioni: o inchinarsi davanti a lei giurandole fedeltà eterna e vivere come cittadini dell'impero oppure venir arrestati e condannati come traditori. Gli unici a ribellarsi furono Baatar e suo figlio Huan, gli altri obbedirono terrorizzati. Con la conquista di Zaofu, il Regno della Terra era praticamente riunito sotto la bandiera dell'Impero della Terra.

Mantenimento del potere[]

Agente di Kuvira

L'agente di Kuvira

Nonostante abbia ripudiato il Re Wu come Monarca della Terra, Kuvira desiderava catturarlo lo stesso per cancellare anche questa ultima minaccia, ben conscia che tanti abitanti del vecchio regno erano ancora fedeli alla monarchia. A tal proposito mandò degli agenti fino a Città della Repubblica con l’ordine di portarlo da lei, ma tutti loro tentativi vennero fermati dal Team Avatar.

Kuvira vedeva come nemici chiunque possa intralciarla, inclusi semplici abitanti del regno che non erano di discendenza pura della terra o che non le avevano giurato fedeltà assoluta. Aveva già fatto costruire numerosi “centri di rieducazione” che in realtà non furono altro che prigioni per accogliere traditori, dissidenti e persone provenienti da altre nazioni come le Tribù dell’Acqua o la Nazione del Fuoco. Affidò al Comandante Guan uno di questi centri vicino a Gaoling, il quale si specializzò nella “creazione” di soldati perfetti e ciecamente fedeli. Inoltre Kuvira fece costruire un muro fortificato che proteggeva il confine con la Repubblica Unita, controllata da soldati armati.

B4 E07 Kuvira palude

Kuvira nella palude

Bolin e Varrick, dopo il loro tradimento, vennero ricercati in tutto l’impero e s’imbatterono in un gruppo di fuggitivi mentre erano in viaggio verso la Repubblica Unita. Collaborando, il gruppo riusci a superare un posto di blocco per continuare la strada verso Città della Repubblica per avvertire i governatori del mondo dei piani di Kuvira di costruire un cannone ad energia spirituale dalla potenza devastante. Intanto, Kuvira e il suo fidanzato Baatar Jr avevano raggiunto la Palude Nebbiosa dove iniziarono a raccogliere liane spirituali direttamente dall’Albero Banyano con una aggressività tale da scatenare la rabbia degli spiriti.

Dichiarazione di guerra alla Repubblica Unita[]

(articolo completo: "Invasione della Repubblica Unita")

B4 E11 armata contro colosso

Davanti a lei sembrano formiche

Alcune settimane dopo l’annessione di Zaofu, il lavoro al cannone ad energia spirituale venne completato da Baatar Jr nonostante ripetuti tentativi di sabotaggio da parte di Zhu Li. Finalmente pronta, Kuvira dichiarò di voler ora invadere la Repubblica Unita per prendersi quello che, secondo la sua credenza, era stato rubato al Regno della Terra settant’anni prima per colpa dell’Avatar Aang e il Signore del Fuoco Zuko. Quando Zhu Li riuscì a fuggire dalla pena di morte per alto tradimento durante la dimostrazione del cannone spirituale, Kuvira ordinò di anticipare l'invasione di una settimana, conscia del fatto che la sua ex-assistente avrebbe rilevato i suoi piani al nemico. Il cannone venne montato su un mecha gigante che poteva trasportarlo molto più velocemente che un treno, inoltre non aveva bisogno di binari. L’armata si mise in marcia raggiungendo il confine con la Repubblica Unita dopo pochi giorni, sorprendendo tutti. Oltrepassò il confine distruggendo un posto di guardia, ma venne avvistato dal Team Avatar che volevano andarle incontro, il che le fece perdere il fattore di sorpresa. Tuttavia, niente e nessuno poteva impedire che il mecha e la sua armata raggiunsero i pressi di Città della Repubblica poche ore dopo dove Kuvira costrinse il Presidente Raiko alla resa incondizionata, minacciando la vita di migliaia di soldati.

B4 E12 colosso intatto

Il colosso avanza nella città

Tuttavia, la resistenza non si arrese e un gruppo composto dal Team Avatar, la Nazione dell’Aria e la famiglia Beifong affrontò il nemico apparentemente imbattibile in una battaglia urbana per il destino della Repubblica Unita e il Regno della Terra. La battaglia causò ingenti danni alla città fortunatamente evacuata in precedenza e terminò con la distruzione del Colosso mentre il suo cannone venne scaraventato via e finì nella foresta degli spiriti. Korra inseguì la dittatrice fin nella foresta che ritrovò la sua arma abbandonata impigliata tra le liane spirituali e tentò di obliterare l’Avatar con essa. L’energia, già instabile di suo, andò completamente fuori controllo quando si connesse con le liane e fece sbalzare via Kuvira che finì proprio davanti alla bocca del suo stesso cannone. Korra la salvò mettendosi tra la donna e l’arma e, usando il dominio dell’energia, deviò la corrente di energia. La massa di energia scaturita da questa reazione incontrollata però trafisse la barriera tra il mondo materiale quello spirituale e finì per creare un nuovo portale spirituale nel centro di Città della Repubblica.

B4 E13 Kuvira Korra mondo spiriti

Korra e Kuvira nel Mondo degli spiriti

Le due donne vennero trasportate nel Mondo degli Spiriti dove si risvegliarono incredule e Korra tentò ancora una volta di spingere Kuvira alla resa. Le due donne discussero sulle loro motivazioni; la donna della Tribù dell’Acqua dichiarò di essere simili come persone, un fatto che la dittatrice faticò molto ad accettare. Inoltre la rassicurò che aveva capito che la sua passione e devozione di voler riunire il Regno della Terra aveva avuto origini nella sua infanzia infelice e il desiderio di non lasciare la sua nazione abbandonata e indifesa. Concluse con la nozione che anche lei aveva sperimentato la sensazione di paura e dubbi in se stessa se poteva ancora essere l’Avatar, per cui poteva capirla.

Riflettendo, Kuvira accettò di aver esagerato e commesso dei crimini terribili, così, quando lei e Korra tornarono a Città della Repubblica, dichiarò immediatamente la fine della battaglia e la sua resa incondizionata. Tentò di chiedere perdono alle sorella Beifong, ma venne ammanettata e scortata via per essere imprigionata in attesa della sua udienza. La sua armata seguì l’ordine di resa immediata e riconsegnò il potere alle rispettive autorità locali, ripristinando il Regno della Terra.

Conseguenze[]

Il breve tempo di governo di Kuvira giunse così a termine dopo pochi mesi, ma la sua eredità ebbe un impatto significativo su tutto il mondo. Nonostante abbia compiuto la sua missione di riunificazione del Regno della Terra con evidente successo, il Re Wu decise di abolire la monarchia in favore a una federazione di stati indipendenti con governi eletti democraticamente simili alla Repubblica Unita. Tuttavia, questi suoi piani non furono accolti con gioia universale, alcune fazioni si opposero con favore come i fedeli alla monarchia e alcuni resti dell’Impero della Terra che si erano rifiutati di seguire l’ordine di resa. Il più avido di potere fu il Comandante Guan che aveva il comando sui centro di rieducazione della provincia di Gaoling e che annunciò di voler partecipare alle elezioni come candidato regolare. In realtà, voleva conquistarsi il potere manipolando le menti dei cittadini con una macchina per il lavaggio di cervello inventato dalla dottoressa Sheng per poi riportare al potere l’Impero della Terra sotto il suo comando in maniera apparentemente “legale”. Il suo tentativo venne fermato dal Team Avatar con l’aiuta di Kuvira stessa che voleva portare fine al suo impero con le sue stesse mani.

B4 E13 Portale degli Spiriti

il nuovo portale

Inoltre, nonostante non avesse mostrato nessuna affinità o rispetto per faccende spirituali, il cannone di Kuvira aveva avuto un impatto massiccio su entrambi i mondi. La creazione accidentale del terzo portale spirituale aveva portato a un ulteriore avvicinamento tra uomini e spiriti, il che però non era privo di crisi e successioni e avrebbe sicuramente generato altri conflitti nel futuro.

I danni a Città della Repubblica furono cosi grandi da aver reso inabitabile quasi tutto il centro città sfollando migliaia di persone che furono costretti ad abitare in tende fino alla fine delle costruzione di nuove case. Il modo inappropriato in cui il Presidente Raiko aveva trattato queste emergenza aiutò anche l’elezione di Zhu Li come nuova presidentessa della Repubblica Unita, la quel però doveva affrontare seri problemi finanziari legati agli sforzi di ricostruzione.

Eventi inerenti:[]

Riferimenti[]

  1. Hedrick, Tim (writer) & Zwyer, Melchior (director). (October 17, 2014). "The Coronation". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 3. Nick.com.
  2. Hamilton, Joshua (writer) & Heck, Colin (director). (December 12, 2014). "Kuvira's Gambit". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 11. Nick.com.
  3. DiMartino, Michael Dante (writer) & Zwyer, Melchior (director). (December 19, 2014). "The Last Stand". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 13. Nick.com.
  4. Hamilton, Joshua (writer) & Graham, Ian (director). (October 31, 2014). "Enemy at the Gates". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 5. Nick.com.
  5. Avatar Legends RPG on Kickstarter August 3rd!. MagpieGames.com (July 12, 2021).
  6. ↑ Hamilton, Joshua (writer) & Heck, Colin (director). (October 3, 2014). "After All These Years". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 1. Nick.com.
  7. ↑ Hedrick, Tim (writer) & Zwyer, Melchior (director). (November 7, 2014). "The Battle of Zaofu". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 6. Nick.com.
  8. DiMartino, Michael Dante (writer) & Heck, Colin (director). (November 14, 2014). "Reunion". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 7. Nick.com.
  9. ↑ Hamilton, Joshua (writer) & Graham, Ian (director). (November 28, 2014). "Beyond the Wilds". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 9. Nick.com.
  10. ↑ Hedrick, Tim (writer) & Zwyer, Melchior (director). (December 5, 2014). "Operation Beifong". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 10. Nick.com.
  11. ↑ Hedrick, Tim (writer) & Graham, Ian (director). (December 19, 2014). "Day of the Colossus". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 12. Nick.com.
  12. DiMartino, Michael Dante (writer), Wong, Michelle (artist), Ng, Killian (colorist). Ruins of the Empire Part One (May 21, 2019), Dark Horse Comics.
Advertisement