Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


La famiglia Chou era la dinastia dominante della città sopra la tartaruga leone del fuoco, nell'era di Raava circa diecimila anni fa, che governò con mano di ferro. Consisteva praticamente del padre e i suoi tre figli, preferivano non avere a che fare con i cittadini, raccoglievano viveri e ricchezze senza condividerli con gli altri, condannandoli alla povertà.

Storia[]

Dopo aver scoperto Wan che aveva nuovamente rubato un sacco con dei viveri, i tre fratelli Chou lo inseguirono per le strade della città . All'inizio Wan riuscì a scappargli prendendosi anche gioco di loro, ma riuscirono a raggiungerlo quando il ragazzo si era fermato per mangiare uno dei pezzi di pane. Il fratello più grande venne sorpreso da un pezzo di pane che Wan gli lanciò in faccia, ma il fratello medio gli tese una gamba e lo fece inciampare. Il fratello più piccolo rise che ancora una volta avevano impedito che il ladruncolo potesse rubare qualcosa da loro. Il grande Chou sollevò Wan e lo lanciò giù per il muro dritto in un recinto di animali domestici come punizione per la sua insolenza.

B2 E07 Wan esita

Wan esita a colpire uno dei fratelli Chou

Qualche giorno prima di sera un gruppo di uomini mascherati si riunì davanti al cancello del castello per chiedere viveri, e i fratelli si offrirono di sgomberare l'entrata da questi insolenti. Anche se si trovavano in inferiorità numerica erano sicuri della loro vittoria su quei plebei, dato che a differenza di loro erano armati .Ma appena messo piede fuori dal cancello uno di questi ladri mascherati si fece avanti e li sbaragliò con il suo dominio del fuoco. I fratelli si ripresero presto e chiamarono i rinforzi. Insieme alle guardie affrontarono gli intrusi, il dominatore del fuoco mascherato li fermò per permettere ai suo compagni di scappare con il bottino. Il fuoco di Wan li divise, il piccolo Chou usò il momento per saltare addosso all'uomo mascherato, ma venne scaraventato via dopo qualche momento di lotta. Si accorse del dominatore del fuoco sopra di lui, pronto a dargli il colpo di grazia e iniziò a implorarlo di risparmiarlo. Ma quando alzò lo sguardo si sorprese nel riconoscerlo come Wan e la sua paura svanì. L'esitazione di Wan nel colpirlo si rivelò fatale, dato che permise al Chou più grande di catturarlo. Con la sua confidenza ristabilita, il piccolo Chou si spolverò gli abiti e derise Wan per non avere il fegato di usare il suo potere fino in fondo.

B2 E07 Wan tartaruga esilio

I Chou condannano Wan

I fratelli Chou trascinarono Wan davanti al loro padre che ordinò di portarlo al cospetto della tartaruga leone, il guardiano della città. Il signor Chou ordinò a Wan di rivelare le identità dei suoi compagni, e al suo rifiuto concluse che non aveva altra scelta che esiliarlo dalla città. Il piccolo Chou, ancora arrabbiato per lo spavento di prima, chiese che gli venisse anche tolto il dominio, ma la tartaruga leone permise a Wan di tenerlo per poter sopravvivere nella foresta.

Il dominio della famiglia Chou continuò per alcuni anni finché alcuni cittadini lasciarono la città per sfuggire alla loro influenza e alle loro regole obsolete. Dato che qualche anno dopo, in seguito alla Convergenza Armonica, le tartarughe leone avevano terminato di eseguire il loro ruolo come guardiani, le città sui loro gusci vennero sciolte e la popolazione si espanse in tutto il mondo, ed è possibile che la dinastia dei Chou abbia perso potere e si sia estinta poco dopo.

Advertisement