Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


I draghi sono una specie animale antica che è il dominatore originale del fuoco, capace di sputare fuoco naturalmente. Hanno dimostrato la vera via del dominio del fuoco ai Guerrieri del Sole e anche al primo Avatar, Wan, per questo motivo, i draghi sono esseri venerati sia nella Nazione del Fuoco che nella civiltà dei guerrieri del Sole. Purtroppo, sono stati portati quasi all'estinzione per via di una caccia crudele istigata dal Signore del Fuoco Sozin.

Storia[]

Draghi esistevano già più di diecimila anni fa e vivevano nelle foresta spirituali insieme agli spiriti con scarsi contati con gli umani che invece si erano rifugiati sui gusci delle tartarughe leone.

B2 E07 Wan Drago

Wan impara da un drago

Introno al 9832 AG, Wan era stato esiliato dalla sua comunità su una di queste tartarughe leone dopo aveva rubato il dominio del fuoco, ma gli venne permesso di poterlo tenere per avere una possibilità di difendersi dai pericoli delle foreste spirituali. Dopo essersi conquistato l’amicizia di alcuni spiriti, iniziò a vivere insieme a loro per due anni, durante i quali incontrò anche un drago bianco che eseguì movimenti intrecciati ed eleganti mentre stava sfrecciando attraverso il cielo. Imitando questi movimenti, Wan perfezionò il suo dominio del fuoco acerbo e creò la forma del Drago Danzante che venne poi trasmesso ai Guerrieri del Sole e raggiunse persino l’era moderna.

Fang

Fang

Per millenni, draghi e umani vissero in simbiosi; queste creature vennero rispettate e addirittura venerate dai dominatori del fuoco come i dominatori originali. Non era raro che un essere umano e un drago strinsero amicizia che durava per tutta la vita- non come padrone e servo, ma come compagno di vita di pari grado. Era noto che l'Avatar Roku aveva un drago di nome Fang mentre Sozin ne aveva uno dal nome ignoto.

Drago di Sozin

Il drago di Sozin

Questo cambiò radicalmente durante l’era del Signore del Fuoco Sozin che era perseguitato dal desiderio di voler apparire più imponente e temibile di suo padre dopo aver perso popolarità tra i nobili della corte dopo lo scandalo del Centro di apprendimento del Fuoco e dell’Aria. Per riconquistarsi il rispetto perduto, orchestrò la prima caccia ai draghi che costò la vita solo a pochi esemplari. Questo nuovo sport venne accolto con grande voracità dai nobili della Nazione del Fuoco, al quali venne promesso fama e potere se potevano dimostrare di aver ucciso un drago, in tale caso si erano conquistati il titolo onorario di “Drago”. In aggiunta, venne sparsa la favola che anche il suo dominio del fuoco si sarebbe moltiplicato per mille volte, aumentando ulteriormente l’entusiasmo e la fedeltà dei nobili in confronto ai Signore del Fuoco. Questi iniziarono ad entrare in competizione tra di loro, accelerando la caccia sempre più brutale e sanguinosa.

Murale Guerrrieri sole

la cultura dei Guerriere del Sole venere i draghi

La caccia ai draghi scatenò intensi dibattiti etici tra i nobili e le autorità spirituali come i Saggi del Fuoco che inizialmente si preoccuparono molto del fatto che stavano massacrando i dominatori del fuoco originali. Spiriti oscuri vennero attratti dai siti delle tragedie e si iniziarono ad osservare sempre più avvenimenti inquietanti che spaventarono la popolazione. Sozin voleva nascondere questi fatti dal mondo e creò una squadra speciale che doveva gestire questi avvistamenti senza che nessuna se ne accorse, con discreti successi. Le Tribù dell’Acqua si accorsero dei danni spirituali recati al mondo e mandarono spedizioni ai siti dei draghi morti. Anche stavolta, Sozin reagì prontamente e lanciò una propaganda contro di loro dove gli diede la colpa per questi avvistamenti e ogni occorrenza anomala giunta alle orecchie del pubblico. Più o meno in quest’era, i Guerrieri del Sole si ritirarono dal mondo e iniziarono a vivere in segreto per conservare quello che restava della cultura originale del dominio del fuoco, facendo credere al mondo che si fossero semplicemente estinti.

Nei primi anni, la caccia ai draghi era rimasta ancora su piccola scala, dato che Aang non si era accorto di questo durante i suoi anni d'infanzia. Tuttavia, pochi anni prima del Genocidio dei Nomadi dell’Aria, lui e suo amico Kuzon beccarono di bracconieri vicino ai Tempio dell’Aria del Sud che volevano rubare delle uova di un drago che viveva lì nascosto dagli occhi di tutti. I due ragazzi impedirono il furto e consegnarono l’uovo alla madre, ma questo atto di generosità non aveva peso in conforto alla tragedia susseguente.

Ran shaw

I due draghi giudicano Zuko e Aang

Nei prossimi decenni, la caccia si espanse in maniera esponenziale e portò questa specie sull'orlo dell’estinzione. Nell'anno 99 DG, si era creduto che si fossero estinti del tutto, dato che il Generale Iroh aveva dichiarato di aver ucciso l’ultimo drago, conquistandosi il titolo di “Drago dell’Ovest”. Tuttavia, questa dichiarazione si rivelò una bugia quando Aang e Zuko, alla ricerca del vero dominio del fuoco, avevano ritrovato i Guerrieri del Sole e anche i due ultimo draghi rimasti in vita, Ran e Shaw. Il capotribù si fece però promettere ai due ragazzi di non rivelare nulla di tutto questo per proteggere la loro civiltà ed eredità.

Druk

Druk

Non si sa esattamente quando, ma alcuni anni dopo nacque Druk, un discendente di Ran e Shaw, che divenne il compagno di Zuko . Ma anche con lui, i draghi rimasero una specie sull'orlo dell’estinzione e solo pochi umani erano alla conoscenza di che esistevano ancora e che ne avevano visto uno dal vivo. Durante il peridio dopo-guerra, dove la Nazione del Fuoco era spinta dal desiderio di voler correggere egli errori del passato, si sperava che si trovassero dei draghi ancora ignoti e non documentati per potere creare delle riserve naturali e di ricreare la loro specie. Ovviamente esistono anche persone maliziose e arroganti che invece sperano di poter incontrare un drago solo per poterlo catturare e possedere.  

Anatomia[]

Un drago é un rettile enorme con un corpo longilineo coperto di scaglie con una testa ornata da lunghe corna dalla forma variabile e con una coda lunga e sottile. In confronto alo suo corpo snello, la sua testa sembra molto grande; ha un muso allungato con narici prominenti, una fitta barba e due baffi lunghi che nascono dalle labbra superiori. Il colore delle scaglie varia moltissimo, dato che si sono visti draghi rossi, blu, bianchi e verdi.

Drago verde

Il drago verde

Inoltre esistono almeno di sottospecie di draghi, quelli alati e quello non alati. Anche la loro forma varia moltissimo da sottospecie a sottospecie, cosi come il colore delle sue scaglie. Tra quelli alati, alcuni hanno un solo paio di ali molti grandi, mentre altri hanno un paio di ali grandi con un secondo paio di ali più piccole extra. L’unico drago visto senza ali é quello dell’era di Wan che potrebbe essere anche stato uno spirito di drago, capace di volare anche senza ali.

Anche se non sono completamente immuni al loro elemento, le scaglie offrono una protezione significativa contro il fuoco e anche le esplosioni, come visto con Druk che, nonostante venne colpito in pieno dal colpo di combustione di P’Li, non riportò ferite e venne solo scaraventato indietro.  

Comportamento[]

Draghi sono creature antiche e intelligenti che sono capace di comunicare con gli umani attraverso la telepatia. Generalmente preferiscono vivere in solitudine, ma possono stringere una relazione molto stretta con un umano di cui si fidano ciecamente, arrivando persino a difenderlo anche in punto di morte. Anche se, per ovvi motivi, fanno paura, sono animali generalmente calmi e posati, capaci di dimostrare fiducia e amicizia; in genere lo dimostrano leccando le persone che hanno conquistato la loro fiducia.  

Simbolismo[]

Il simbolismo dei draghi rossi e blu appare più volta all'interno della storia di “Avatar”; si può notare che, in genere, il drago rosso simboleggia l’onore e la bontà mentre quello blu rappresenta seduzione e la malignità.

L2 E18 Zuko sogno draghi

I due draghi nel sogno

Durante la sua permanenza a Ba Sing Se, Zuko ha sognato di essere il Signore del Fuoco senza la sua cicatrice. Accanto a lui vide due draghi, uno blu e uno rosso,m che gli stavano dando consigli; quello blu parlava con la voce di Azula mentre quello rosso con quella di Iroh. Il drago blu voleva ferire Zuko incoraggiandolo ad andare a dormire “per sempre” mentre quello rosso gli consigliò di “fuggire”. Alcuni giorni dopo, questo sogno si rivelò essere stato un sogno premonitore che divenne realtà nello scontro nella catacombe di Ba Sing Se. Zuko scelse di combattere al fianco di sua sorella tradendo suo zio, ma finì presto per pentirsi di tale scelta.

I due draghi rappresentarono anche il conflitto tra Roku e Sozin, dato che quello dell’Avatar era rosso mentre quello del Signore del Fuoco blu. I due erano stati amici d’infanzia che col tempo si erano allontanati moltissimo fino a diventare nemici. Entrambi i draghi erano presenti all'eruzione del vulcano dell’isola di Roku dove Sozin tradì il suo amico di tempo lasciandolo morire tra le nubi piroclastiche. Lui fuggi sul suo drago mentre Fang volò dal suo amico per morire insieme a lui.

Anche gli ultimi due draghi rimasti al mondo, Ran e Shaw, sono una coppia di un drago blu e uno rosso. Anche se non sono stati definiti distinzioni in personalità o nome, quello rosso si unì a Zuko e quello blu a Aang mentre i due eseguivano la forma del Drago Danzante. Alla fine della dimostrazione, quando era giunto il momento del verdetto, le coppie si scambiarono e ora era Aang che si ritrovò davanti al drago rosso e Zuko davanti a quello blu. Ran e Shaw li decretarono degni e gli mostrarono il vero dominio del fuoco originale.  

Esemplari noti[]

Druk

Fang

Ran e Shaw

Drago verde

Drago bianco

Drago di Sozin

Animale base[]

I draghi del mondo di Avatar sono inspirati da una varietà di leggende di varie culture. Esteticamente, l’influenza più grande proviene dalla cultura cinese: corpi lunghi serpentini, baffi lunghi, orecchie a forma di pinne, occhi feroci, un muso canino e la posizione delle corna e le gambe; uno dei nove tipi di draghi cinesi ha anche le ali. I draghi di Avatar hanno quattro dita, una caratteristica dei draghi coreani e vietnamiti.

In altre mitologie astatiche, i draghi sono apparentatati come una chimera tra lucertole, cammelli, capre, pipistrelli ed altri animali, ma la loro apparizione sembra essere stata semplificata per l’animazione e adattata al pubblico occidentale. La loro abilità di sputare fuoco invece proviene dalle mitologie europee e sono una caratteristica tipica dell’idea occidentale di “drago”. Questo spetto era la basa che collega il draghi al dominio del fuoco, dato che i draghi asiatici sono spesso associati più all'acqua.  

Trivia[]

  • Nella cultura cinese, il colore di un drago rappresenta la sua origine geografica, draghi blu abitano spesso nell'acqua mentre draghi rosso provengono dal sud.
  • Ran e Shaw volano intorno come Tui e La in un cerchio eterno, il che simboleggia il taijitu, il simbolo del yin e yang.
  • Anche di due draghi nel sogno di Zuko non hanno le ali, come quello bianco di Wan.
Advertisement