Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è un fumetto corto che ha luogo all’interno delle vicende viste nel terzo libro di La Leggenda di Aang: Fuoco. Era stato pubblicato per la prima volta da “Nickelodeon Comics Club” nel 2009 e riproposto nel volume di raccolta “The Lost Adventures” della Dark Horse Comics. Raggiunse l'Italia nell'antologia “Le avventure perdute” nel febbraio del 2024, pubblicato dalla Tunuè Comics.

Trama[]

Dopo il fallimento dell’invasione della Nazione del Fuoco durante l’eclissi, il Team Avatar ha dovuto ritirarsi al Tempio dell'Aria dell’Ovest per riformare un piano di azione. Mentre Zuko, da poco diventato il maestro del dominio del fuoco di Aang, sta iniziando il suo riscaldamento per la lezione, accorre un Sokka energetico e chiede se abbia voglia di una lezione di “dominio della spada”. All'espressione esasperata del principe lo informa che Aang è occupato con Toph con il dominio della terra e che quindi erano rimasti da soli come “dominatori della spada”, un termine che Zuko disprezza subito. Questo si volta e sta per andarsene, non senza chiarire che il suo livello nell'arte della spada sia alcuni livelli superiori al suo, per cui gli consiglia di allenarsi con Il Duca. Colpito nell'onore, Sokka sfodera la sua spada e lo sfida a un “Spada Kai”, un termine appena inventato da lui che, ancora una volta, infastidisce il dominatore del fuoco. Tuttavia, il suo onore lo obbliga ad accettare anche se in realtà non aveva per nulla voglia, anche solo per porre fine alla lagna del guerriero del sud.

Pochi minuti dopo, si sono riuniti tutti gli occupanti del tempio intorno ai due dominatori della spada che si affrontano all'interno di un cerchio che funge da arena. Zuko avverte il suo avversario di essersi allenato con Piandao sin da giovane, quindi per lui era un principiante. Aang funge da arbitro che esige un incontro di spade pulito, una cosa che per Zuko è una contraddizione in sé. Dopo il fischio d’inizio, i due spadaccini iniziano il duello, il principe con le sue fidate spade gemelle mentre il guerriero della Tribù dell’Acqua con la sua spada di metallo spaziale. Katara fa il tifo per suo fratello mentre Toph per Zuko e tutti osservano il duello che, dopo pochi minuti, vede Zuko in netto vantaggio. Grazie alla sua tecnica superiore, fa perdere l’equilibrio a Sokka che cade all'indietro e quindi perde il match. Il suo onore non gli permette di arrendersi e chiede la rivincita, la quale non trova un finale diverso, così neanche il match successivo.

Dopo l’ennesima sconfitta, Zuko gli chiede perché non si possa arrendere nonostante la sua evidente inferiorità, ma Sokka ribatte che sta parlando quello che ha inseguito l’Avatar per ben tre anni senza successo. Fingendo un attacco a sorpresa, Sokka attacca ancora una volta, ma fallisce ancora quando Zuko gli batte semplicemente l’arma dalle mani. Per un momento, sembra che il guerriero del sud si stia arrendendo, finché non si ricorda della sua seconda arma a sua disposizione, ovvero il suo boomerang. Zuko scansa l'attacco e lo rimprovera di usare il boomerang nel dominio delle spade; si sta già rialzando quando si rende conto di aver usato il termine disprezzato “dominio della spada”, il che lo distrae abbastanza da non accorgersi del ritorno del boomerang che lo colpisce sulla nuca. Aang dichiara comunque Zuko come il vincitore perché, in effetti, Sokka aveva barato, ma questo particolare non scoraggia il perdente che dichiara di essere anche stato battuto con le spade, ma che avesse stracciato Zuko con le parole.

Personaggi comparsi[]

  • Sokka
  • Zuko
  • Aang
  • Katara, Toph, Il Duca, Teo

Trivia e note[]

  • Zuko racconta di essere stato un allievo di Piandao da giovane, lo stesso di Sokka, il che allude all'episodio “L’arte del combattimento
  • Il termine “Spada Kai” è un riferimento all’”Agni Kai”, il duello tradizionale tra dominatori del fuoco
  • Dato che Zuko è il maestro di Aang che sa già dominare il fuoco, ma Hakoda e Suki ancora non sono presenti al tempio, quindi questo fumetto ha luogo tra “I maestri del dominio del fuoco” e “La Roccia Bollente (prima parte)
  • Il modo in cui Sokka colpisce Zuko alla nuca ricorda il loro primo duello in “Il ritorno dell’Avatar”. È comunque fortunato a non aver subito ferite dall'impatto.
  • Toph, essendo cieca, non si accorge che sta tenendo su il cartello di Zuko a testa in giù, Il Duca le viene in aiuto
  • Nell'originale, Sokka fa un gioco di parole quando afferma alla fine “I may have lost the battle of swords, but I have won the battle of words!”
  • Sokka crea un nuovo “dominio”, ovvero il “dominio della spada”, così come anche il “dominio della motivazione” in “La promessa”. Sembra voler essere davvero un dominatore di qualcosa…
Advertisement