Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement
Azula fulmine Agni Kai

Questa è una abilità specializzata inerente al dominio del fuoco che permette al dominatore di generare elettricità separando le energie positive e negative dentro di lui per poi emetterli attraverso le punta delle dita ("lightningbending"). E' estremamente pericoloso e necessita un cuore calmo e posto, per cui viene anche chiamato "il fuoco del sangue freddo". Esiste in due varianti che sono collegati, ma non necessariamente correlati: la generazione dei fulmini ("Lightning generation") e il loro reindirizziamento ("Lightning redirection").

Storia[]

Per secoli, il dominio del fulmine era stato così raro da diventare quasi più una leggenda urbana e che si iniziava credere che fossero solo storielle. Circa quattrocento anni prima del genocidio, era quasi sconosciuto, ma la maestra del dominio del fuoco di Kyoshi, Rangi, ha però raccontato che esistono alcune persone anziane residenti nella nazione del Fuoco che lo avevano visto fare davvero. Poco dopo comparve uno dei pochissimi praticanti di quest’arte documentato di quell’era, Xu Ping An, un criminale e comandante del gruppo irriverente dei Colli Gialli Rivoluzionari, che ha usato questa sua abilità per unire intorno a sé un’armata che stava devastando il Regno della Terra. Questo venne sconfitto da Jianzhu che lo ha fatto poi imprigionare dai suoi alleati nella Nazione del Fuoco per studiare il modo in cui ha potuto imparare a dominare i fulmini e replicarlo.

Nell'anno 296 AG, i rimanenti degli alleati di Xu Ping An lo liberarono dalla prigionia, ma Avatar Kyoshi lo sfidò a duello per fermare la sua sete di vendetta.  L’abilità di Xu di lanciare fulmini sorprese la giovane ragazza e venne colpita in piena; riuscì a sopravvivere solo per caso, dato che il metallo della sua armatura fece da persa a terra e scaricò l’elettricità nel suolo. Dopo un duello violento, Xu venne sconfitto e ucciso da Kyoshi quando questa entrò nello Stato dell’Avatar, ma le lasciò comunque delle cicatrici vistose su avambracci e mani.

L2 E01 Azula allenamento fulmine

Azula si è allenata arduamente nel dominio del fulmine

Grazie a questi studi, la Nazione del Fuoco si rese conto che la generazione di fulmini non era una leggenda, ma un’abilità a portata di mano per dominatori del fuoco abili. Rimase comunque un’abilità molto rara, riservata al cerchio interno della famiglia imperiale e officiali militari alti. Verso la fine della Guerra dei Cent’Anni gli unici esponenti di questo gruppo d’élite erano Iroh, Signore del Fuoco Ozai e sua figlia Azula.

Aang colpito da fulmine

Azula colpisce Aang

Azula ha imparato quest’arte difficile sotto gli occhi attenti e severi di Lo e Li e lo ha usato senza tanti scrupoli contro suo fratello Zuko. Qualche mese dopo, anche il principe espresse la volontà di voler imparare quest’arte, ma il suo tormento emozionale interno gli impedì di creare fulmini. Suo zio gli insegnò almeno la tecnica per difendersi da attacchi del genere con il reindirizzamento dei fulmini, da lui inventata. Azula aveva quasi posto fine al Ciclo degli Avatar colpendo Aang alla schiena mentre si trovava nello Stato dell’Avatar. Il ragazzo é riuscito a sopravvivere per il rotto della cuffia grazie alle cure di Katara, ma gli rimase una cicatrice al punto d'entrata sulla schiena e una sulla piante del piede dove il fulmine era uscito dal suo corpo.

L3 E11 Ozai attacca Zuko

Ozai attacca suo figlio

Anche Ozai era capace di creare fulmini molto potenti senza tanto tempo di carica, come dimostrato dopo la fine dell’eclissi contro suo figlio con intento omicida. Lo ha usato poi anche contro Avatar Aang durante la comparsa della Cometa di Sozin, ma entrambe le volte il suo fulmine venne reindirizzato e fallì a colpire il bersaglio.

Iroh aveva chiarito che per generare fulmini lo stato emotivo dell’utente doveva essere calmo e posto, ma una Azula mentalmente instabile era stata comunque capace di generare fulmini potenti durante il suo Agni Kai contro Zuko e Katara.

Ricerca 1 Azula scaccia falene

Azula genera un fulmine globulare

Mentre Signore del Fuoco Zuko interrogava Azula sulla sua conversazione con Ozai, questa lo attaccò a sorpresa dopo essersi liberata appena dal camice di forza con minimi movimenti e tempo di caricamento. Più tardi ha dimostrato che era in grado di regolare la potenza della scarica quando ha dato una scossa innocua a Sokka per zittirlo. Durante il suo tentativo di fuga sulla strada per Hira’a Azula ha usato un fulmine per distrarre Aang e attaccare un’allucinazione di Ursa in un fiume. Quando il gruppo venne poi attaccato da uno sciame di apifalene, Azula creò un fulmine globulare a mezz’aria per attutare gli insetti spirituali e indirizzarli via da loro. Irata dall’interferenza di Rafa e Misu nella missione di ritrovare Ursa, una Azula impaziente li attaccò, ma Zuko reindirizzò il suo fulmine e lo mandò verso il cielo. Usò un altro fulmine per irrompere nella casa di Noriko e Noren distruggendo il tetto e attaccò nuovamente suo fratello che lo rispedì ancora una volta al mittente senza però ferirla seriamente.

Quando era a capo delle Kemurikage, Azula ha attaccato le Guerriere Kyoshi, ma Zuko lo respinse ancora una volta. Più tardi però Azula dimostrò che anche lei aveva imparato a reindirizzare i fulmini e lo rispedì contro Zuko che venne scaraventato via, ma senza gravi ferite.

B1 E03 Mako elettrico

Mako come generatore di elettricità

Settant’anni dopo il dominio del fulmine si sparse ulteriormente sulla popolazione generale, anche se veniva ancora considerato raro. Si era migliorato molto nella velocità in cui si carica il fulmine e venne creato persino il posto di lavoro in centrali elettriche dove dominatori del fulmine crearono l’elettricità usata poi nelle macchine delle fabbriche. Mako ci ha lavorato per alcune settimane e non era per nulla l’unico dominatore del fulmine lì presente.

Zolt fulmine

L'ultimo fulmine di Zolt

Zolt il Fulmine, capo della Triade del Triplo Terrore, era un criminale famoso per la sua abilità e lo aveva insegnato tra l’altro a Mako. Al sospetto di Amon attaccò il capo dei Paritari con una scarica imponente, ma nonostante questo non poteva impedire che Amon gli togliesse il dominio per ridurre il fulmine prima a un getto di fuoco e poi al nulla. Anche Mako usò il suo fulmine più volte contro i Paritari dimostrando che anche lui poteva controllare il voltaggio per stordire un avversario senza ucciderlo. Nonostante era sotto l’influsso del dominio del sangue di Amon, Mako era riuscito a muoversi quei pochi centimetri per generare una scarica abbastanza forte da scaraventare il nemico attraverso la stanza, ma non abbastanza potente da ucciderlo. Iroh II ha usato il fulmine per abbattere due aeri dei Paritari in aria.

Mako fulmine mecha

Mako rischia la vita per fermare Kuvira

Il dominio del fulmine rimase sempre l’asso nella manica di Mako che usò quasi sempre in casi estremi come quando ha difeso il corpo di Korra nell’Albero del Tempo da spiriti oscuri. Più tardi lo usò come ultima carta nel suo duello contro Ming-Hua colpendo l’acqua di un lago sotterraneo per usarlo come conduttore e colpire fatalmente la dominatrice dell’acqua. Tre anni dopo Mako usò il fulmine per colpire il nucleo del mecha di Kuvira composto da liane spirituali e farlo esplodere. Prendendosi il tempo necessario per caricarsi ha potuto mantenere il flusso per un periodo esteso, anche se l’uso prolungato gli ha ustionato gravemente l’avambraccio sinistro.

Creazione[]

L2 E09 Iroh dimostrazione fulmine 2

Iroh dimostra la tecnica

La creazione di un fulmine richiede una mente calma e posta senza turbazioni mentre il dominatore separa la sua energia nelle due componenti Yin e Yang, interpretati come un potenziale elettrico positivo e negativo. Generalmente il processo richiede un periodo di caricamento per generare questo potenziale eseguendo dei movimenti circolari e fluidi con entrambe le braccia come se stesse raccogliere potere dall’aria. Quando è pronto, il dominatore fa collidere le due energie che tendono a volersi riunire e crea così una corrente elettrica proporzionale alla differenza di potenziale accumulata. La scarica esce poi generalmente dalla punta delle dita; in realtà il dominatore non la “domina”, la guida soltanto dove la desidera mandare. Se lo stato d’animo non è adatto al processo, l’equilibrio non è raggiunto e si sbaglia la tempistica, si rischia così di creare invece solo una esplosione violenta e incontrollata.

Iroh fulmine

Iroh II abbatte un aereo in volo

Questo spiega la ragione per il periodo di caricamento che lo differenzia dal dominio del fuoco solito. L’abilità del dominatore non si misura solo nella potenza del suo fulmine, ma anche nel tempo di caricamento, minore è, più abile è. È possibile creare fulmini con movimenti minimi come dimostrato da Azula e Mako, entrambi capaci di creare una scarica con pochi centimetri di libertà di movimento, ma la potenza del fulmine è ridotta. Xu Ping An, il primo dominatore del fulmine documentato ufficialmente, era stato così abile da poter generare fulmini facendo solo un respiro profondo e di sparare più fulmini a rapida successione. Generare fulmini è un processo stancante, per cui per lavorare nelle centrali elettriche si preferisce assumere giovani ragazzi forti.

Normalmente si lancia un fulmine solo per colpire l’avversario, ma con l’abitudine si può anche mantenere un flusso di energia costante che si mantiene finché l’utente lo desidera o ha le forze. Azula era in grado di generare anche un fulmine globoso che controllava a distanza fino a un certo punto.

Effetti[]

L3 E21 Zuko Katara osservono Azula

La cicatrice sul petto di Zuko

La scarica elettrica è altamente pericolosa o addirittura letale per il bersaglio, a meno che non riesce a reindirizzarlo in qualche modo. Ovviamente dipende dalla potenza, dato che ci sono stati casi dove la vittima è sopravvissuta, come Amon che ha preso in pieno petto la scarica di Mako che però, per via del suo movimento ristretto, forse non era stata molto potente. La padronanza del dominio del fulmine per sé non permette una difesa contro altri fulmini, per fare ciò si deve imparare una tecnica separata, il reindirizzamento dei fulmini.

L3 E01 Katara guarisce Aang

Katara tratta le ferite di Aang

Quando il fulmine colpisce la regione del cuore è altamente letale; sia Zuko che Aang sono riusciti a sopravvivere a un colpo diretto da parte di Azula solo grazie alle cure pronte di Katara. Il Nomade dell’Aria era clinicamente morto e venne salvato soltanto da Katara che ha usato su di lui l’acqua spirituale che le ha amplificato il potere di guarigione, mentre Zuko era vivo e cosciente, ma il suo cuore aveva subito gravi danni. Il Principe aveva usato la tecnica di reindirizzamento, ma la sua posizione impropria e l’esecuzione affrettata hanno fatto sì che una parte della elettricità gli era rimasto in corpo e gli ha attraversato il cuore.

Korra Mako fine

Anche dopo settimane non riesce ad usarlo bene

Entrambe le vittimi hanno ricevuto un ricordo permanente di questa esperienza in forma di cicatrici di ustione elettrica, quella di Aang era ancora aperta dopo un mese e gli ha causato molto dolore. Anche quella di Zuko al petto era ancora aperta durante la sua incoronazione e Mai ha dovuto aiutarlo a vestirsi. La cicatrice sul braccio di Mako, causato dall’uso troppo prolungato del dominio del fulmine, ci ha messo messi a guarire e gli è rimasta una cicatrice vistosa.

Utenti noti[]

Xu Ping An

Azula

Ozai (non più)

Iroh

Iroh II

Zolt (non più)

Mako

Trivia[]

  • Secondo il maestro Kisu, il direttore coreografico di arti marziali della serie animata, i movimenti della generazione dei fulmini sono tratti da una forma del Kung Fu Shaolin del Nord "Il Drago spara i suoi baffi".
  • "Dominio del fulmine" e "Generazione dei fulmini" sono usati come sinonimi anche nel doppiaggio originale
  • Mako ha usato il suo fulmine in ogni episodio finale di di un libro di La Leggenda di Korra (contro Amon, contro gli spiriti oscuri, contro Ming-Hua e contro Kuvira)
  • Non si sa che l'elettricità viene creata esclusivamente tramite il dominio o anche con altre risorse, se fosse così il dominio del fulmine dove essere abbastanza sparso.
Advertisement