Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è un fumetto corto che si inserisce tra nelle avventure viste del secondo libro: Terra di La Leggenda di Aang e del terzo, Fuoco, che venne pubblicato in patria da “Nick Mag Presents: Avatar: The Last Airbender" nel 18 settembre dl 2007 e poi riproposto dalla dalla Dark Horse Comics in “The Lost Adventures”. Giunse in Italia all'interno della antologia “Le avventure perdute”, pubblicata nel febbraio del 2024 dalla Tunuè Comics.

Trama[]

Mentre Iroh é seduto nella sua cella a Ba Sing Se, due guardie del fuoco si lamentano del fatto di come il fratello del Signore del Fuoco Ozai e uomo tanto stimato e rispettato viene trattato in quel modo ignobile. Zuko, seduto accanto, sembra essere ugualmente triste per questa situazione, ma poi si alza di scatto e li sgrida per osare parlare bene di un traditore del suo stampo e gli ordina di tornare subito al lavoro lanciandogli contro una palla di fuoco come avvertimento.

Più tardi incontra Azula in quello che alcune ore prima era stata la sala del trono del Re della Terra, la quale gli annuncia di aver ultimato i preparativi per il loro glorioso ritorno in patria domani sera. Scettico, Zuko le chiede come faccia con il governo di Ba Sing Se che dopo la sua caduta era in mano sua, cosi la principessa gli spiega di aver trovato la persona perfetta capace di eseguire gli ordini del Signore del fuoco in modo spietato e senza fare domande: Joo Dee. Scocciato, Zuko annuncia di non voler venire con lei, dato che ha visto che non avrà bisogno di lui, il che irrita Azula che gli ricorda che loro padre lo accoglierà come un eroe dopo che loro due, insieme, avevano sconfitto l’Avatar. Tuttavia, il principe rimane cocciuto e si allontana imbronciato ripetendo il suo annuncio: non vuole venire con lei.

Seriamente arrabbiata per i capricci di suo fratello, Azula irrompe nella stanza di Ty Lee e le ordina di ascoltarla immediatamente. Insieme all'artista da circo, la ragazza trova un sistema per convincere Zuzu a venire in patria con lei, ricordandosi del fatto che lui e Mai avevano avuto una cotta una per l’altro da bambini e propone di farli socializzare nuovamente. Quando Ty Lee le chiede come facciano, Azula sorride in modo malizioso e annuncia di avere già un piano.

Quella sera, Azula ordina ad alcuni agenti del Dai Li di preparare un tavolo per due nel giardino del palazzo ponendo molta pressione su di loro affinché sia tutto perfetto. Zuko e Mai arrivarono poco dopo e vedono il tavolo apparecchiato per due, ma si rendono presto conto che Azula deve tramare qualcosa, dato che gli aveva raccontato la stessa storia per attirarli qua. Dato che gli dispiace lasciar andare a male il cibo preparato che non sembra neanche essere male, i due decidono di sedersi lo stesso e di mangiarlo. Zuko nota subito che sembra quasi cibo della Nazione del Fuoco, seppure non abbastanza speziato, e ordina all'agente Dai Li che suona uno strumento intorno a loro di smetterla subito. Il vedere l’agente andarsene con la testa china per la sgridata fa ridacchiare Azula e Ty Lee che stanno osservando la scena da dietro un cespuglio, il che li fa scoprire. Beccati in flagranti, Azula incolpa Ty Lee di trovarsi in questa situazione indegna, ma non riesce ad impedire che Zuko e Mai, ormai scocciati da questi schemi, si ne andassero.

I due fanno una passeggiata serale nelle strade di Ba Sing Se dove s'imbattono in Jin che riconosce Zuko come “Lee”. Il principe si prende uno spavento mentre Mai si trattiene dal rivelare la verità perché si sta divertendo troppo. Quando Jin chiede chi fosse quella ragazza, Zuko, in imbarazzo, la presenta come una collega dal circo e una lanciatrice di coltelli. Stando al gioco, Mai si offre di fargli vedere la sua abilità spingendo Zuko verso la fontana accanto e lo posiziona davanti ad esse con un pesce sulla testa, il quale trafigge con precisione con un ghiacciolo. Offre e Jin di insegnarle, cosa che la ragazza accetta dopo un momento di esitazione. Temendo per la sua vita, Zuko si scansa dal ghiacciolo in arrivo ma perde l’equilibrio e cade dritto nella fontana, bagnandosi dalla testa ai piedi.

I due salutano Jin e continuano la loro passeggiata dove Zuko si lamenta con Mai per il fato che avrebbe potuto farlo fuori. Mai però corre ridendo chiamandolo più volte “Lee” per prenderlo in giro, finché Zuko non la raggiungere e nota arrossito che si stesse finalmente divertendo, il che gli piace molto. Anche Mai arrossisce e annuncia che alcune cose non sono cambiate nel corso degli anni, per poi avvicinarsi per un bacio.

Il giorno dopo, Ty Lee vede felice come “i due piccioncini” siano tornati insieme mentre Azula ancora non è soddisfatta. Speranzosa, Mai chiede a Zuko se volesse tornare alla Nazione del Fuoco insieme a lei, ma il ragazzo esita ancora, cosi la principessa nota con pathos di come Iroh venga portato sulla nave come un infimo prigioniero e si chiede ad alta voce se potrà sopravvivere a questo lungo viaggio faticoso. Questo commento ha l’effetto desiderato e Zuko annuncia di voler tornare in patria con loro, ignorante delle smorfia soddisfatto di Azula che, con un tono ironico, dichiara che fosse una decisione tutta sua.

Personaggi apparsi[]

  • Zuko
  • Mai
  • Azula
  • Ty Lee
  • Agenti del Dai Li
  • Joo Dee
  • Jin
  • Iroh

Trivia e note[]

  • Questo fumetto ha luogo tra “Il Regno della Terra è sconfitto” e “Il risveglio”, e si evolve in contemporanea con eventi del videogioco “Escape from the Spirit World”.
  • È il primo dei fumetti corti senza nessuno del Team Avatar e che ha come protagonisti Zuko e Azula.
  • Si scopre solo dopo la ragione per l'insistenza di Azula di voler far tornare Zuko a casa insieme a lei, ovvero per usarlo da eventuale carpo espiratorio e rete di sicurezza nel caso che l'Avatar fosse ancora vivo.
  • La fontana è la stessa che si è vista in “I racconti di Ba Sing Se: il racconto di Zuko” dove Zuko e Jin si erano incontrati.
  • Quando Zuko cade nell'acqua, Mai commenta che ora “erano alla pari”, riferendosi dell’occasione quando lui, da bambino, l’aveva fatto cadere nella fontana del palazzo in “Il viaggio di Zuko”.
  • Venne pubblicato nella rivista “Nick Mag Presents: Avatar: The Last Airbender” insieme a “Freestyle del fruttivendolo”, Il ponte”, “È una cosa naturale” e “Ora di ginnastica”.
  • Non è chiaro ufficialmente se ha un significato più profondo, ma il nome di “Izumi” (come la figlia di Zuko) si traduce in “fontana”.
  • Per qualche mese, Joo Dee è la governatrice di Ba Sing Se e del Regno della Terra.  

Riferimenti[]

  1. nickmag comics (2007-09-18). Avatar Magazine #2. The Comic Book. Retrieved on December 20, 2012.
  2. ↑ Acastus (2007-09-14). "All Avatar Nick Magazine Hits the Stands!". AvatarSpirit.net. Archived from the original on June 11, 2012. Retrieved on July 27, 2013.
  3. ↑ Estoesta, Joann, Wahlander, Lisa, Huebner, Andrew, Scheppke, Gary, MacMullan, Lauren, Mattila, Katie, Ridge, Justin, Volpe, Giancarlo (writers) & Spaulding, Ethan (director). (September 29, 2006). "The Tales of Ba Sing Se". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 15. Nickelodeon.
Advertisement