Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

Daofei (盜匪, dàoféi) è un termine che descrive l’insieme dei gruppi di fuorilegge organizzati del Regno della Terra che seguono i loro codici d’onore e le loro tradizioni. Storicamente, alcuni daofei sono diventati talmente potenti da usurpare il potere su alcuni ufficiali del Regno della Terra. Alcuni gruppi hanno costruito propri villaggi e città nascosti noti solo ai loro fratelli giurati, come per esempio Hujiang.

Essere un membro di un gruppo daofei significare vivere la loro cultura criminale e rinnegare la legge ufficiale; la maggior parte dei daofei rimase tale fino alla morte, non importava la traiettoria che la loro vita abbia preso nel frattempo. Persino Kyoshi continuò a vedersi come parte della loro cultura anche lungo dopo essere diventata attiva come Avatar. Ciononostante, se qualcuno rompeva con loro in modo permanente violando per esempio i codici, la comunità non lo vedeva più come parte di essa, il che equivaleva spesso a una condanna a morte violenta. Al contrario di queste sfaccettature, gli ufficiali della prosecuzione della legge del Regno della Terra tendevano speso a chiamare ogni fuorilegge un daofei, anche se non ha mai fatto parte di un gruppo daofei o non ha mai fatto un giuramento oppure dopo che è stato espulso.

Storia[]

I daofei sono un fenomeno antico e specifico del Regno della Terra, dato che criminali e fuorilegge delle altre nazioni non sono mai riusciti a raggiungere il loro livello di potere ed influsso. L’opinione prevalente era che la colpa fosse del potere limitato e fluttuante del Monarca della Terra e le immense differenze culturale all'interno del regno gigantesco.

Dopo la morte prematura dell’Avatar Kuruk, molti gruppi di daofei divennero più spavaldi e assettati di potere quando le province centrali del regno iniziarono a cadere nel caos. Una frazione daofei, i Colletti Gialli, organizzò una vera e propria rivolta contro il governo e devastarono immense lande nel nome di credenze fanatiche. Il loro capo, il sanguinario Xu Ping An, si fece chiamare il “Generale di Pandimu”, una nazione immaginaria nella sua testa che descriveva il suo paese ideale. Sotto la sua guida, i Colletti Gialli diedero libero sfogo alla loro violente crudeltà ammazzando uomini, donne e bambini senza pietà. L'armata del Regno della Terra si rifiutò di difendere alcune delle province più distanti dalla capitale, il che permise ai ribelli di saccheggiare liberamente fino alla loro sconfitta brutale al Passo Zhulu per mano di Jianzhu.

Xu Ping An venne catturato ed imprigionato per essere studiato dalla Nazione del Fuoco per capire l’origine della sua rarissima abilità del dominio del fulmine. Jianzhu uccise cinquemila Colletti Gialli; torturò a morte i loro dominatori della terra mentre seppellì vivi quelli non-dominatori. Anche se questo assassinio di massa soffocò la rivolta, alcuni dei fedeli a Xu rimasero in vita; Mok e Wai giurarono vendetta e fondarono la Società del Fiore d’Autunno per prepararsi alla rinascita costruendo una nuova rete criminale dal nulla.

La Compagnia dell’Opera Volante invece fu un piccolo gruppo di daofei fondata dalla Nomade dell’Aria ribelle Jesa e suo marito dominatore della terra Hark. Grazie al bisonte volante di Jesa di nome Longyan, il gruppo divenne famoso come contrabbandieri capaci di raggiungere ogni angolo della nazione in poco tempo e senza essere beccati dai posti di blocco. Le abilità da attore di Hark acquisti al Teatro Reale di Ba Sing Se invece diedero al gruppo una copertura credibile come artisti vaganti. Un altro membro degno di nota fu Lao Ge, l’alter ego segreto del famoso assassino Tieguai l'Immortale. Jesa iniziò a sospettare di lui, ma non ebbe il coraggio di confrontarsi con lui. Il fatto che il gruppo fosse composto esclusivamente da dominatori, lo rese una rarità tra i daofei.

L’attività del gruppo rallentò dopo la nascita della figlia di Jesa e Hark nell'anno 312 AG, Kyoshi, finché i due daofei decisero di lasciarla a Yokoya credendolo più sicuro che la loro vita da fuorilegge. La Compagnia dell’Opera Volante ritornò a lavorare a pieni ritmi e reclutarono un ragazzino della deserto Si Wong di nome Lek. Tuttavia, il loro successo venne a mancare dopo la morte per una febbre di Jesa e Hark nell'anno 299 AG che portò alla fuga di Longyan e quindi del loro primario mezzo di trasporto. La Compagnia dell'Opera Volante perse gran parte del loro influsso e si rifugiò alla Baia del Camaleonte dove finì per indebitarsi con altre figure più losche della regione e dovette accettare la Società del Fiore d’Autunno come anziani per proteggersi.

Tre anni dopo la morte dei fondatori, Kyoshi e Rangi contattarono il gruppo dopo essere fuggite da Jianzhu. Poco dopo il loro incontro, il Governatore Deng ordinò un raid alla loro sede, la casa del tè della Signora Quiji, che costrinse ai fuorilegge di fuggire sul bisonte volante di Kyoshi, Pengpeng. La Compagnia dell’Opera Volante era già felice di tornare alla attività, ma finì per dovere pagare il loro debito con la Società del Fiore d’Autunno quando furono costretti a collaborare a un attacco alla fortezza del Governatore Te Sihung. In quel periodo appresero che Kyoshi era l’Avatar e la accettarono come sorella daofei, inoltre iniziarono ad addestrarla nei vari domini.

Durante il raid, Xu Ping An venne liberato e dichiarò la rinascita incombente dei Colletti Gialli, ma Kyoshi riconobbe il suo errore di aver collaborato alla sua liberazione e lo sfidò a un duello Lei Tai. Il capo dei Colletti Gialli accettò e riusci a sorprendere l’Avatar con il suo dominio del fulmine, ma Kyoshi entrò nello Stato dell'Avatar e lo uccise, sopprimendo la rinascita del pericoloso gruppo daofei prima che avesse iniziato sul serio.

Nel corso dell’anno successivo, Kyoshi sconfisse una banda di daofei chiamati “Emerald Claws” che stava terrorizzando gli abitanti della provincia di Gintong. In seguito, dichiarò che la proprietà delle lande fosse riportata allo stato prima degli attacchi, il che fece arrabbiare il Governatore Shing che aveva usato questi attacchi a suo favore spingendo la sua gente alla servitù.

Dopo la sconfitta di Yun per mano di Kyoshi, un gruppo di daofei con il nome di Three Lanterns Special Club si fece avanti con la richiesta di volersi unire alla Compagnia dell’Opera Volante per aiutare l’Avatar, ma questi si insospettirono quasi subito. Kirima affidò a un gruppo di persone con il compito di infiltrare questo gruppo per rivelare il loro vere capo e i suoi motivi.

Alcuni daofei erano ancora attivi verso al fine della Guerra dei Cent’anni, tra cui anche Jiang, una pirata del fiume che aiutò Katara a passare un posto di blocco della Nazione del Fuoco. Durante l’era di Korra, l'eredità dei daofei venne in un certo senso portata avanti dalle “triadi” che operavano a Ba Sing Se e a Città della Repubblica. La cultura dei daofei ebbe una breve rinascita durante il periodo di anarchia nel Regno della Terra, ma venne soffocata da Kuvira e il suo Impero della Terra.

Noti gruppi di daofei[]

(attenzione, alcuni nomi sono ancora inediti in italiano, in questo caso si procede ad elencare il nome inglese)

  • Banda dello Scorpione
  • Colletti Gialli
  • Compagnia dell’Opera Volante
  • Emerald Claws
  • Fanged Mercenaries
  • Ghost Tigers
  • Jade Spear
  • Paper Knifes
  • Quinta Nazione (Il loro stato tra i daofei è ambiguo, anche se molti lo hanno considerati “daofei del mare”. I loro membri erano quasi composti esclusivamente da discendenti delle Tribù dell’Acqua e si videro come una società completamente separata. Forse è più corretto chiamarli semplicemente “pirati”)
  • Three Lanters Social Club
  • Triad of the Golden Wing
  • Società del Fiore d’Autunno (alter ego dei Colletti Gialli)

Noti daofei non affilati a un gruppo[]

  • Jiang
  • “Zhu l'Acchiappaluna“, un criminale con il naso suino che era famoso per il suo rastrello che usava in combattimento come arma. Ha combattuto al fianco della compagnia dell’Opera Volante ed è temuto per la sua irascibilità.
  • Meili, una daofei opportunistica del villaggio Zigan che voleva usare la vulnerabilità del villaggio e prendere controllo della zona mentre gli abitanti erano troppo disorganizzati per ribellarsi.
  • Famiglia Omo, una famiglia daofei che è riuscita a sopravvivere i secoli facendo sempre affari sporchi opportunistici. Rimase fedele al suo sangue da fuorilegge fino nell'era di Korra, dato che la sua discendente Jargala è la capa della Triade dei Cristalli Rampicanti di Città della Repubblica.

Costumi[]

La cerimonia di giuramento per diventare un daofei era una cosa molto presa sul serio. Normalmente, ebbe luogo in una grande sala dove il giurato sta in piedi sotto un arco di spade e lame, poi deve recitare a memoria i cinquantaquattro giuramenti. I tre più importanti erano rispettare i fratelli e sorelle e obbedire agli anziani, mai seguire la legge e mai prendere dei soldi da qualcuno fedele alla legge. Se dovesse rompere questi giuramenti, lo attenderebbero conseguenze molto infauste, le lame sopra la testa gli servano da monito di cosa potrebbe attenderlo.

A parte quello, il processo di unirsi a un gruppo puo variare, alcuni gruppi sono più formali di altri e pretendono standard di lealtà e forza più alti che altri. Per un daofei, la sua reputazione è più importante della sua vita e deve accettare una sfida a un duello ad ogni costo, altrimenti caderebbe in disgrazia. Se un gruppo dispone di tecniche o abilità particolari, questi vengono conservati con avidità, non è raro che qualcuno che li vede senza permesso, rischia di venir ucciso. In ogni caso, daofei dimostrano un forte disprezzo per un uomo della legge, il che è il peggior insulto che un fuorilegge più pronunciare.

I daofei mostrano ai loro fratelli giurati un saluto di mano particolare: la mano sinistra appiattita che rappresenta il popolo comune fedele alla legge sopra la quale viene posta la mano destra chiusa a pugno che invece rappresenta la comunità dei fuorilegge che li martella.

Trivia[]

  • Secondo Yun, gran parte dei daofei rispetta comunque l’Avatar, forse per via della loro tendenza alla superstizione riguardo i suoi poteri spirituali oppure solo per mera intimidazione.
  • L’usanza dei daofei di usare sopranomi come identificativo venne adottata anche nelle triadi come la Triade del Triplo Terrore che emerse nella Repubblica delle Nazioni Unita, centinaia di anni dopo l’era di Kyoshi.
  • In Cinese, Dàoféi vuol dire “bandito”.

Riferimenti[]

  1. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Sixteen, "The Agreement". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  2. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Eight, "The Fracture". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  3. ↑ Descriptions, Avatar: Generations. Navigator Games & Square Enix Mobile London (August 11, 2022). Square Enix.
  4. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Eighteen, "The Town". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  5. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Wan Shi Tong's Adventure Guide, Version 1.0, 2022, p. 73.
  6. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Thirty-Two, "Hauntings". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  7. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 21, 2020). Chapter One, "Unfinished Business". The Shadow of Kyoshi. Amulet Books.
  8. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter One, "The Test". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  9. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Twenty-Six, "The Challenge". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  10. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Seven, "The Iceberg". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  11. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Thirty-One, "The Return". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  12. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Twenty-Five, "The Raid". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  13. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Fourteen, "The Introduction". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  14. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Fifteen, "Escape". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  15. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Twenty-Seven, "Dues". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  16. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 21, 2020). Chapter Six, "The Performance". The Shadow of Kyoshi. Amulet Books.
  17. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Core Book, Version 1.0, 2022, p. 264.
  18. "Hegemon's Folly", Avatar: Generations. Navigator Games & Square Enix Mobile London (May 16, 2023). Square Enix.
  19. ↑ Hicks, Faith Erin; Hedrick, Tim (writer), Wartman, Peter (artist), Matera, Adele (colorist), Betancourt, Jimmy (letterer). Katara and the Pirate's Silver (October 13, 2020), Dark Horse Comics.
  20. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Core Book, Version 1.0, 2022, p. 86.
  21. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Twenty-Two, "Conclusions". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  22. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 21, 2020). Chapter Nineteen, "The Companion". The Shadow of Kyoshi. Amulet Books.
  23. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Wan Shi Tong's Adventure Guide, Version 1.0, 2022, p. 72.
  24. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Core Book, Version 1.0, 2022, p. 41.
  25. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Wan Shi Tong's Adventure Guide, Version 1.0, 2022, p. 91.
  26. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Wan Shi Tong's Adventure Guide, Version 1.0, 2022, p. 15.
  27. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Three, "The Boy From Makapu". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  28. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Republic City, Version 1.0, 2023, p. 54.
  29. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Core Book, Version 1.0, 2022, p. 37.
  30. ↑ Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Six, "Promises". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  31. ↑ From older Welcome to Republic City online game, originally on Nick.com. Game now broken, archived at The Lost Lore of Avatar Korra - Triple Threat Triads.
Advertisement