Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Il Dai Li (戴笠) è una forza di polizia segreta di Ba Sing Se che controlla la sicurezza pubblica, cattura e interroga dissidenti e protegge la eredità culturale di a tutti i costi. Erano stati fondati da Avatar Kyoshi con il compito principale della protezione della cultura con lo scopo secondario di impedire che gli interessi del Re della Terra vengano attaccati da persone o gruppi anarchici. I loro membri sono dominatori della terra altamente allenati assolutamente fedeli al loro comandante.

Purtroppo nei corso dei decenni questo compito del Dai Li venne distorto fino a obbedire non direttamente al Re della Terra attuale, ma solo al loro capo che lo usava per scopi egoistici. Long Feng, Gran-Segretario di Re Kuei fino all'anno 100 DG, riuscì ad assicurarsi il potere eliminando ogni segno di dissidenza o pericolo grazie ai suoi agenti e riducendo la figura del Re della Terra a una sua polena. La corruzione del Dai Li era cosi profonda che non esitarono a tradire Long Feng e di scegliere al suo posto Azula come nuovo capo, un nemico di stato del Regno della Terra. In seguito riuscirono a riconquistarsi la fiducia del Re della Terra e tornarono ad essere la fedele guardia del corpo durante il governo di Regina Hou-Ting.

Storia[]

Origine[]

Il Dai Li venne creato in origine da Avatar Kyoshi in un anno finora imprecisato tra il 270 AG e il 82 AG come risposta a un tentato attacco rivoluzionario contro il governo del 46° Re della Terra con lo scopo principale della conservazione dell’eredità culturale di Ba Sing Se. In seguito a questo attacco alla monarchia, Kyoshi fece cambiare il regno in una monarchia costituzionale e il Dai Li doveva essere un’ultima sicurezza contro attacchi contro di essa.

I candidati a diventare agenti vennero addestrati in un modo particolare del dominio della terra e con una severità importante, dando moltissimo peso a segretezza, efficacia e precisione, il che la fece diventare una sorta di polizia segreta. Kyoshi le passò il modo efficace e freddo di eseguire missioni tattiche imparato da Jianzhu e la tecnica speciale di Yu di usare i guanti di pietra per arrestare i sospettati. Secoli dopo, lo spirito di Kyoshi ha dichiarato a Aang di pentirsi di aver creato il Dai Li, dato che non era potuto immaginare quanto corrotto possa essere diventato.

Era di Re della Terra Jianlun[]

Dopo la morte di Kyoshi, i Saggi della Terra volevano mantenere la pace e la prosperità che l’Avatar aveva creato nell’intero regno. Durante il periodo di gioventù di Kyoshi questi Saggi si erano dimostrati profondamente corrotti, ma nei decenni successivi hanno cercato di redimersi e di dedicarsi completamente al loro ruolo di consulenti e studiosi. Ora osavano anche esprimersi contro la corruzione come nel momento in cui il Re della Terra Jialun ha cercato di manipolare la costituzione a suo favore per garantirgli potere assoluto. Quando Avatar Roku era stato ancora giovane e si dedicava all'addestramento per padroneggiare i quattro elementi, il Dai Li obbedì fedelmente al Re della Terra quando gli ordinò di eliminare ogni singolo Saggio della Terra in quella che sarebbe diventata la “Notte dei Saggi zittiti”, il che dichiarò la fine dell’ordine. Ai suoi membri venne data la scelta di evolversi o di venir eradicati; i pochi saggi rimasti divennero i Grandi Lettori e i loro tempi vennero riaperti nella forma delle "Sala di Studio imperiali”, strettamente controllati dal Re.

Il Re Jialun si finse sempre innocente e debole davanti al mondo, ma in realtà era un uomo estremamente cauto e calcolatore che manipolava qualsiasi cosa per dargli un beneficio. Non esitò a creare conflitti artificiali con altre nazioni o anche tra i vari stati del suo regno per dare ai cittadini qualcos'altro da odiare. Il Dai Li rispose ad ogni suo ordine per eradicare ogni resistenza contro la corona in erba, un esempio era l’eroe del popolo Langzi che era a capo di una organizzazione che voleva eliminare politici corrotti che sfruttavano il popolo comune.

Cospirazione di Ba Sing Se[]

Dai Li Long Feng

Long Feng controlla il Dai Li e il Re della Terra

Col passare del tempo, la crudeltà e la corruzione del Dai Li si evolse sempre di più ed era pronti a tutto per mantenersi lo stato di élite. Nell'ultimo terzo della Guerra dei Cent’Anni questo venne sfruttato da un agente spinto dall'orgoglio estremo di nome Long Feng che fece carriera tra i ranghi del Dai Li fino a diventarne il capo e Gran-Segretario del Re della Terra, il che gli diede un potere quasi assoluto.

Joo-Dee base

l'armata di "Joo Dee"

Da quel momento Long Feng controllò persino la selezione degli agenti quando erano ancora bambini per essere manipolati fin dall'infanzia per diventare i suoi servi fedeli. Questi costituirono la polizia segreta di Long Feng che, grazie ad essa, era de facto il dittatore di Ba Sing Se. Dato che il solo parlare della guerra all'interno delle mura della capitale era considerato un reato, il Dai Li controllò la massa di immigrati e fuggitivi con estrema attenzione e rimosse chiunque osava infrangere questa regola di ferro. Queste persone vennero portate al Lago Laogai per essere sottoposti a un lavaggio del cervello e poi rilasciati nel pubblico per non dare sospetti. Tuttavia, il controllo di Long Feng sui suoi sottoposti non era assoluto, diversi agenti, incluso il suo primo ufficiale, non servivano lui per semplice fedeltà, ma solo perché gli davano un beneficio personale. Questo particolare divenne importante durante il colpo di stato di Ba Sing Se verso la fine della guerra. Tra i suoi agenti si trovavano anche diverse donne che venivano sottoposta a un lavaggio del cervello per presentarsi con il nome “Joo Dee” e agire tra i cittadini come agenti in incognito, presentandosi come guide turistiche o altro.

L2 E14 Jet Dai Li

Jet viene arrestato dal Dai Li

Quando, nella primavera dell’anno 100 DG, il Team arrivò a Ba Sing Se per informare il Re della Terra attuale di una strategia per dare un colpo mortale alla Nazione del Fuoco, il Dai Li si mise subito in azione per impedirgli di vedere il monarca ignorante del fatto che era in corso una guerra da quasi un secolo. Mandarono uno dei loro agenti Joo Dee che si avvicinò a loro come guida turistica, ma in realtà doveva rallentare e ostacolare il gruppo nella loro missione.

L2 E17 Long Feng piano

Long Feng segue solo i suoi piani

I quattro ragazzi però si dimostrarono insistenti e tentarono di infiltrarsi a palazzo di nascosto durante una festa, ma Il Dai Li li arrestò con una efficacia paurosa e senza insospettire gli altri ospiti. Aang, Sokka, Katara e Toph vennero portati al cospetto di Long Feng che gli rivelò la sua cospirazione, ma li minacciò anche di non rivelare a nessuno quello che sapevano se volevano rivedere Appa, il bisonte dell’aria di Aang che dopo mille peripezie era finito in mani sue.

L2 E17 Spirito Blu agente Dai Li

Zuko cattura un agente Dai Li

Il Team Avatar obbedì a denti stretti finché non incontrano Jet che gli offrì di aiutarli a ritrovare Appa. In realtà, il ragazzo era stato arrestato dal Dai Li dopo aver attaccato Zuko in pubblico gridando che erano dominatori del fuoco e nemici della guerra e poi portato al lago Laogai per subire il lavaggio del cervello. Questa manipolazione lo spinse proporre di seguire una traccia che avrebbe portato il gruppo sulla lontana Isola della Coda di Balena per allontanarli. Dopo aver scoperto la verità, il gruppo di ragazzi lo riportò alla realtà e si avviarono per questo lago dove scovarono la basa segreta del Dai Li. Nello stesso momento Zuko, travestito da Spirito Blu, catturò uno degli agenti per costringerlo a rivelare la posizione della loro base e dove tenevano Appa, informazioni che ricevette. Gli agenti lo attaccarono senza nessuna pietà, ma vennero sconfitti, anche se Jet venne ucciso da Long Feng. Dopo il ritorno in superficie, questo stava per catturare il Team Avatar, ma fortunatamente Appa, liberato nel frattempo da Zuko, venne in loro aiuto e gli permise la fuga.

L2 E18 Long Feng arresto

Long Feng viene arrestato dai suoi stessi uomini

Dopo questa agognata riunione, il gruppo irruppe nel palazzo e riuscì finalmente a parlare con il Re della Terra nonostante la resistenza degli agenti e delle guardie di palazzo. In seguito riuscirono anche a convincere Re Kuei della verità sulla situazione politica fuori dalle mura di Ba Sing Se e anche della cospirazione di Long Feng. Il Re lo fece arrestare e costrinse il Dai Li a servire solo lui, anche se in realtà la maggior parte rimase fedele al loro capo.

Alleanza con Azula[]

L2 E20 Azula discorso al Dai Li

Azula fa tremare persino loro!

A insaputa di tutti, pochi giorni dopo Azula era riuscita ad infiltrarsi a Ba Sing Se travestendosi come Guerriera Kyoshi insieme a Mai e Ty Lee e si fece scoprire dal Dai Li di proposito per entrare in contatto con Long Feng in prigione. Stipulò con lui un accodo di assumersi il comando temporaneo sul Dai Li per eseguire i suoi ordini per architettare un colpo di stato, ma in realtà stava manipolando la loro fedeltà per allontanarsi da lui. La sua tattica funzionò e dopo pochi giorni gli agenti iniziarono rispettare Azula come un leader molto più efficace e competente di Long Feng. Quando iniziò il l´colpo di stato, gli agenti arrestarono i membri del Consiglio dei Cinque, i Generali più alti del Regno, e anche il Re della Terra in persona. Dopo la rimozione del monarca dal trono, Long Feng tentò di riassumersi il suo vecchio ruolo di capo del Dai Li e ora anche capo di stato, ma il suo tentato tradimento di Azula fini nel tradimento dei suoi uomini in confronto suo.

Azula Zuko catacombe

Il Dai Li ha giurato fedeltà a Azula

Gli agenti giurarono fedeltà alla Nazione del Fuoco senza nessun pentimento, dimostrando il livello corruzione raggiunto, anche se uno di loro, catturato da Iroh, sputò subito il rospo sui piani di Azula che avvertì il Team Avatar del colpo di stato. Gli altri obbedirono a Azula e la seguirono anche nella catacombe di cristallo dove si unirono a lei e Zuko contro Aang e Katara, cancellando in loro ogni speranza di vittoria o fuga. Anche se rimasero brevemente sorpresi dallo Stato dell’Avatar di Aang, gli diedero comunque il tempo necessario alla Principessa del Fuoco per colpirlo a tradimento. Pochi giorni dopo gli agenti commisero un altro reato che avrebbe fatto rabbrividire Kyoshi, ovvero la distruzione delle mura esterne di Ba Sing Se, preparando il terreno per l’invasione della Nazione del Fuoco. Una volta alzata la bandiera del fuoco sopra il palazzo imperiale, Azula promosse Joo Dee ad “amministratore supremo d’affari”, cementando ulteriormente l’autorità del Dai Li sulla città.

Dopo il suo ritorno in patria, Azula si mantenne il controllo sul Dai Li, ma conferì l’amministrazione sul posto al primo ufficiale di Long Feng. Inoltre si portò dietro alcuni dei suoi agenti che le vennero in aiuto durante l’eclissi quando la Principessa era senza potere attaccando il Team Avatar. Gli agenti vennero sconfitti, ma avevano fatto perdere tempo prezioso a Aang, Sokka e Toph.

L3 E20 Azula Dai Li

Azula licenzia i suoi agenti

Gli agenti servirono Azula fedelmente per i prossimi mesi, finché la Principessa non divenne sempre più mentalmente instabile. Pochi giorni prima dell’avvento della Cometa di Sozin infine questa decise di licenziarli all'improvviso per aver commesso un piccolo errore, ovvero averci messo ben cinque minuti per arrivare dopo essere stati chiamati. Ormai presa dalla paranoia, sospettò che la tradirebbero come avevano fatto con Long Feng, cosa che gli agenti presenti negarono di aver mai avuto in mente. Azula li ignorò e dichiarò il loro esilio, il che li obbligò a lasciare la Nazione del Fuoco per tornare a Ba Sing Se.

Caccia ai nuovi dominatori dell'aria[]

Dopo la fine della guerra, il Dai Li giurò nuova fedeltà alla corona e tornarono al loro ruolo di polizia segreta, ma seguirono soltanto gli ordini del monarca in carica. Quando 174 anni dopo, sotto il governo della Regina Hou-Ting, comparvero dal nulla persone con il dominio dell’aria in seguito alla Convergenza Armonica, il Dai Li esegui gli ordini della regina di catturarli in segreto per costringerli ad arruolarsi nel nuovo reggimento dei dominatori dell’aria sotto il diretto controllo di Hou-Ting.

B3 E04 allenamento Dai LI

L'addestramento dei Dai Li

Una volta catturati, queste persone civili vennero sottoposti da agenti del Dai Li a un allenamento duro e spietato per spezzargli lo spirito e farli diventare servi fedeli della corona come loro. Le reclute vennero attaccare con macigni di terra e dovevano scansarsi se non volevano essere investiti, oppure colpirsi a vicenda anche se l’avversario era nettamente inferiore. Ogni segno di ribellione venne severamente punito sia con violenza fisica che prigione solitaria a tempo indeterminato. Gli agenti incaricati del loro addestramento gli rifiutarono il diritto di essere persone libere e li trattarono come possessioni della Regina che non avevano altra scelta che servirla.

Un giorno catturarono un ragazzo di nome Kai, un ragazzino che camminava per le strade dell’anello superiore usando il suo dominio dell’aria per derubare le persone ricche. Questo venne sottoposto allo stesso addestramento severo degli altri, ma si dimostrò sia di un talento naturale che di carattere ribelle che non accettava ordini ingiusti. Un giorno, quando prima si rifiutò di colpire un'altra recluta, venne criticato pesantemente, e poco dopo addirittura punito fisicamente quando infine per aver osato alzare la voce a riguardo attaccare i compagni più deboli.

B3 E04 aria respinge terra

Insieme contro il nemico

Fortunatamente il Team Avatar scoprì la base segreta dove vennero tenute le reclute e s’infiltrò una notte per liberarli. Il gruppo si divise e riuscì a liberare i prigionieri, ma Mako, Jinora e Bolin, che erano andati a prendere Kai separatamente, vennero intercettati da tre agenti Dai Li che li dichiararono nemici di stato e si preparavano ad eliminarli. Dopo una breve schermaglia però vennero sconfitti dai ragazzi. Una volta dato l’allarma generale, tutti gli agenti del Dai Li attesero Korra e i suoi amici in superficie e, seguendo l’ordine della Regina, passarono all'attacco. Grazie alla collaborazione tra il Team Avatar e i dominatori dell’aria liberati, gli agenti vennero tuttavia respinti e non poterono impedire la fuga dei nemici.

Dai Li Loto Rosso

Affrontano il Loto Rosso

Qualche settimana dopo, quando Zaheer e i suoi compagni si presentarono davanti alla Regina con Mako e Bolin catturati come “regalino di cortesia”, due agenti del Dai Li presenti nella sala del trono aprirono una porta nel pavimento per mandare i due fratelli in prigione. Poche ore dopo un agente informò Hou Ting del messaggio di allarme del dirigibile che doveva portare Korra da Ba Sing Se, il che spinse Zaheer a passare all'azione. Il Loto Rosso fece irruzione della sala del trono e sconfisse gli agenti del Dai Li presenti con grande facilità, lasciando la Regina della Terra in balia di Zaheer.

Abilità e Credo[]

Un aspirante agente Dai Li viene scelto secondo della sua abilità nel dominio della terra e inizia l'allattamento all'età di tredici anni. Durante il suo periodo di addestramento viene forgiato per sviluppare uno spirito d'acciaio, impavido, freddo e assolutamente privo di emozioni. Un agente adulto è considerato un maestro del dominio della terra superiore alla guardie del Re che segue ogni ordine senza fare nessuna domanda. Già dal periodo di fondazione vennero allenati specialmente dell'arte della precisione e della segretezza per agire nell'ombra senza essere notati.

Dai Li guanti roccia

I guanti di roccia

A parete la loro caratteristica divisa nera e verde con l cappello a forma di cono portano guanti e scarpe fatte di materiale terreno per poter dominare al momento e di muoversi velocemente sulla superficie di pietra slittando. Grazie a questo possono anche aggrapparsi ai muri e anche sul soffitto per scalarli e attaccare dall'alto oppure spiare senza essere visti. Le loro armi caratteristiche sono i guanti di roccia che lanciano contro l'avversario per catturarlo e inchiodarlo contro un muro o al pavimento, e una lunga catena di metallo con lo stesso scopo. Le usano con una maestria tale che sembra che dominio il metallo, ma in realtà non è cosi.

Generalmente vengono chiamati per una missione lavorando in coppia, come visto quando hanno spiato la casa del Team Avatar o quando hanno protetto Azula.

Per assicurare la posizione di potere di Long Feng, Il Dai Li ha usato tecniche per manipolare le menti delle persone simile a un lavaggio del cervello. Lo usano per arruolare persone esterne che non si unirebbero a loro di spontanea volontà o per fargli credere che a Ba Sing Se non ci fosse nessuna guerra. Grazie a queste tecniche possono anche far perdere la memoria o installare uno parola chiave che scatena una risposta particolare. Nonostante la loro segretezza, i cittadini sanno istintivamente di non sfidare il Dai Li e sono cauti a non farsi beccare.

Trivia[]

  • La letteratura della Cina antica piana di storia di una polizia segreta che agiva nell'ombra che faceva "sparire" persone non grate, ma che tradivano anche i loro capi per seguire il nemico.
  • Il loro abbigliamento sembra essersi inspirato a quello di agenti del governo dell'era della dinastia di Qing
  • Il loro nome 戴笠 ha due significati, ovvero per primo letteralmente "portare (Dai) un cappello (Li)". Un Li é un cappello particolare a forme di cono portato spesso da contadini e pescatori contro la pioggia. Quando uniti in una singola parola, diventa una parola simile a "agente". Inoltre era stato il nome di una persona reale, ovvero il Tenente Dai Li, un membro del governo cinese al potere nella prima metà del ventesimo secolo e ai suoi tempi uno delle persone più temute della nazione. Era stato il capo della temuta polizia Chiang Kai-Shek e la società paramilitare fascista della maglietta blu e, durante il suo periodo di maggior potere, aveva sotto di sé oltre 50.00 agenti che erano esperiti nella sorveglianza, cattura e assassinio di dissidenti. Non si sorprende che il Dai Li venne chiamato in suo onore...
  • Il Dai Li somiglia anche alla Guardia Pretoria dell'antica Roma che erano la guardie del corpo dell'imperatore, ma che in più di una occasione finirono per tradirlo come nel caso di Caligula. Altri esempi di "polizie segrete" sono i Janissari dell'impero Ottomano i i Jinyiwei durante la dinastia Ming.
  • Secondo i creatori, la forza dei dominatori del metallo della polizia di Città della Repubblica é stata anche inspirato al Dai Li con i loro cavi per catturare criminali.
  • Anche se non è canonico, F.C.Lee, l'autore dei romanzi di Kyoshi, crede che questa abbia cerato il Dai Li anche per tenere sotto controllo il Re della terra per poterlo eliminare se dovesse rivelarsi pazzo o corrotto.
Advertisement