Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questa crisi scosse le relazioni diplomatiche tra la Nazione del Fuoco e il Regno della Terra che si stavano appena rimarginando dopo la fine della Guerra dei Cent’anni, portando a una battaglia a tre fazioni che per un pelo non portò a una nuova guerra. Tuttavia, ha decretato la fine del Movimento per la Restaurazione dell’Armonia e portato una svolta importante per le colonie della Nazione del Fuoco nel Regno della Terra.

Preludio[]

Dopo la fine della guerra, il nuovo Signore del Fuoco Zuko e il Re della Terra Kuei si misero d’accordo di impegnarsi a riportare la pace e l’armonia nel mondo scosso da cento anni di conflitto; un punto chiave di questo “Movimento per la Restaurazione dell’Armonia” fu lo scioglimento delle colonie della Nazione del Fuoco nel Regno della Terra. Per un anno, questo processo procedette senza grandi intoppi, partendo dalle colonie più recenti, di cui abitanti spesso erano felici di poter tornare nella Nazione del Fuoco.

Promessa Katara separa Zuko e Aang

Aang litiga con Zuko

Tuttavia, nell'anno 101 DG, Zuko si ritirò improvvisamente e, apparentemente senza nessuna causa logica, da questo progetto mentre si trovava a Yu Dao, la colonia più vecchia di tutte. Aang e Katara cercarono di fargli cambiare idea, ma invano, dato che il loro amico aveva deciso di non voler distruggere il duro lavoro che i suoi cittadini avevano compiuto in più di cento anni e si sentiva obbligato a proteggerli. Nella città era in atto una situazione molto delicata, dato che, mentre gli abitanti si rifiutavano categoricamente di andarsene formando la “Resistenza di Yu Dao”, la popolazione civile delle terre circostanti voleva buttargli fuori con la forza per imporre il Movimento per l’Armonia a tutti i costi e stava protestando davanti ai cancelli.

Promessa 2 Re Kuei decisione

Re Kuei non vuole indietreggiare

Aang e Katara due ragazzi andarono quindi dal Re della Terra a Ba Sing Se per cercare di convincerlo a discutere la faccenda con il Signore del Fuoco, ma questo reagì con rabbia e delusione. Temendo di venir visto nuovamente come un Re debole, decise di rimanere duro e forte e annunciò che avrebbe mandato le sue truppe per “imporre l’armonia” con la forza. Spaventato da tale reazione non caratteristica per il monarca, l’Avatar tentò di dissuaderlo da tale progetto cosi drastico, ma Kuei gli rispose con un tono gelido che, se non era con lui, era contro di lui. Aang e Katara non poterono far altro che tornare velocemente a Yu Dao per avvertire tutti di questa minaccia.

Anche Zuko, che ormai era tornato nel suo palazzo nella capitale della Nazione del Fuoco, seppe di questi piani ostili grazie alle sua spie sparse nel Regno della Terra. Sconcertato dal fatto che suo padre, a cui aveva chiesto consiglio in prigione, avesse previsto una tale reazione, decise che era obbligo suo proteggere la sua gente e ordinò a malavoglia alla sua flotta per partire verso Yu Dao per scacciare via l’armata del Re della Terra.

Promessa 3 Zuko parla con Iroh

Deve proprio farlo?

Intanto, Toph e Sokka, che erano tornati brevemente all'accademia del dominio del metallo, vennero presi da Suki con una mongolfiera per aiutare Aang e Katara con questa crisi. Toph e Sokka decisero di voler fermare l’armata di Zuko che si stava avvicinando a Yu Dao per impedire una escalation del conflitto.

Battaglia[]

Promessa 1 Ghigno Fiuta Api Lanciolungo proteste

I protestanti davanti a Yu Dao

Dopo essere tornato a Yu Dao, Aang dovette ammettere a Fiuta-Api, la capa dei protestanti che volevano scacciare via gli abitanti di Yu Dao, di aver fallito a trovare un accordo con il Re della Terra. Come promesso, la ragazza prosegui quindi con il suo piano e irruppe nella città per affrontare la resistenza che si era rifiutata di arrendersi neanche di fronte alla minaccia di doversela vedere con l’esercito della terra. Fiuta-Api e Lanciolungo dovettero realizzare che un suo compagno dei Combattenti per la Libertà, Ghigno, stava insieme a Kori Morishita, figlia del sindaco e capa della resistenza. Ghigno spiegò che Yu Dao ormai non facesse più parte né del Regno della Terra, né della Nazione del Fuoco, ma era una cosa unica. Per un momento, la situazione sembrava potersi risolvere in modo pacifico, finché un protestante impaziente non scatenò una rissa violenta. Le due fazioni iniziarono a battersi fino all’arrivo dell’armata del Re della Terra.

Nel frattempo, Toph, Sokka e Suki si erano infiltrate del sottosuolo per accedere a uno dei carri armati di metallo del Signore del Fuoco. Una volta preso il comando del veicolo, Sokka chiese a Toph di allentare tutte le viti degli altri carri armati per destabilizzarli, cosi Suki si avvicinò a più carri armati possibili.

Promessa 3 Arrivo Armata terra

Arriva l'esercito della terra

A Yu Dao, i membri del Fanclub ufficiale dell’Avatar Aang vollero aiutare Aang, ma questo, ancora arrabbiato con loro per una questione culturale di prima, respinse la loro offerta. Il Generale How annunciò gli ordini del Re della Terra- anch’egli presente nascosto su una mongolfiera- che il Regno della Terra stesse reclamando l’ex-colonia della Nazione del Fuoco e che i coloni rimasti a Yu Dao venissero considerati dei criminali che subiranno l’arresto a vista. Pochi minuti dopo arrivò anche l’armata della Nazione del Fuoco capitanata dal Signore del Fuoco in persona; How chiese ad Aang di porre fine a questo conflitto uccidendo il comandante nemico: Zuko. In quel momento si fecero vedere Sokka e Toph, la quale dominò le viti allentate facendo crollare i carri armati a terra immobili e inutili, annullando il loro vantaggio tecnologico. Le due armate si scontrarono quindi a piedi iniziando la battaglia, il che spinse Aang ad entrare nello Stato dell’Avatar per cercare di fermare questa violenza insensata dando la colpa a Zuko e la sua decisione di abbandonare il progetto.

Promessa Aang Roku meditazione

Aang parla con Roku

Katara se lo prese da parte e lo allontanò dalla battaglia per parlargli con calma. Una volta lontani, gli confessò di aver capito i sentimenti di Zuko dopo aver visto la famiglia di Morishita; una famiglia multiculturale come lo potrebbero essere loro in un possibile futuro. Ma, se il Movimento per la Restaurazione dell’Armonia dovesse essere portato a termine fino in fondo, questo sarebbe possibile? Katara lo lasciò con il consiglio di andare a meditare per trovare la riposta a questa domanda mantenendo la mente lucida.

Promessa 3 Ho Tun Penga Tipo Dark attacco

Salvati dai studenti di Toph!

Intanto, la battaglia si stava infuriando sempre di più con il Team Avatar che si stava impegnando a separare le due fazioni per impedire inutili spargimenti di sangue. In loro aiuto corsero i membri del fanclub, dimostrando sincero impegno e temerarietà a voler calmare gli spiriti bollenti come veri Nomadi dell’Aria. Dopo essere tornata, Katara propose di seguire il loro esempio, ovvero disarmare le truppe prima che sia troppo tardo: Suki e Toph si occuparono di quelle del fuoco mentre lei di quella della terra e Sokka del gruppo di Fiutaapi. Il Team Avatar si divise per scendere sul campo di battaglia, ma Suki e Toph si ritrovarono presto in difficoltà per il numero di soldati da affrontare che iniziavano a sopraffarli. Quando sembrava che stessero per essere sconfitte, vennero salvati dalla comparsa inaspettata dei tre studenti della accademia del metallo Penga, Ho Tun e Tipo Dark che sconfissero i soldati usando il dominio del metallo sui loro elmi.

Promessa 3 Katara offerta per Kuei

Katara convince Kuei a scendere

Katara iniziava ad attaccare le truppe della terra con il suo dominio finché non notò la mongolfiera del Re direttamente sopra di lei e creò una spirale di ghiaccio per salirci. Lì trovò Re Kuei da solo, accovacciato in un angolo impaurito, e lo criticò per il suo atteggiamento passivo, dato che voleva dimostrarsi tanto coraggioso sul campo di battaglia. Dopo una breve discussione, Kuei dovette riconoscere di non sapere assolutamente nulla delle persona che le sue decisioni stavano influenzando e accettò l’invito della ragazza di scendere a terra per vedere con i suoi occhi.

Promessa 3 Aang salva Zuko

Aang salva Zuko

Nonostante tutti gli sforzi, la battaglia stava per aumentare di intensità e violenza, finché i soldati non vennero fermati da una forte luce che eruppe a qualche chilometro di distanza. Aang aveva trovato la sua risposta meditando con Roku ed era entrato nello Stato dell’Avatar per tornare a Yu Dao. In una dimostrazione impressionante del dominio della terra, alzò la colonia di una dozzina di metri separandola cosi dal campo di battaglia. Purtroppo, un Zuko stupefatto che credeva che fosse venuta la sua ora, cadde nel dirupo creato da tale azione, ma Aang lo afferrò salvandogli la vita. All’arrivo di Katara e Re Kuei, Aang uscì dallo Stato dell’Avatar e gli spiegò che in questo momento non stava combattendo solo contro la Nazione del Fuoco, ma anche la sua stessa gente, la Tribù dell’Acqua e un Nomade dell’Aria- stava combattendo un mondo nuovo. Inoltre, aggiunse, che per lui le colonie erano ormai non appartenevano più a nessuna delle nazioni ed erano una cosa a parte. Finalmente, Kuei, si prese un momento di silenzio e ebbe l’epifania che le azioni erano state sbagliate; allo stesso momento, Zuko realizzò che invece aveva avuto ragione per tutto il tempo. Questa realizzazione e lo stress accumulato nelle ultime settimane lo fecero collassare a terra esausto.

Conseguenze[]

Promessa 3 AAng saluta Roku

Aang rompe con Roku

Mentre Zuko era ancora incosciente, Aang lo portò a Ba Sing Se da suo zio mentre lui discusse con Roku per tutto il tempo sulla discussione che aveva avuto prima. Alla fine, il ragazzo giunse alla conclusione che non avesse più bisogno della guida del suo precedessore, dato che il mondo era cambiato troppo nel frattempo. Tra le lacrime, Aang strappò via il medaglione del fuoco dal suo rosario per la meditazione, facendo sparire la visione di Roku.

Quando Zuko infine si risvegliò, il giovane Signore del Fuoco rivelò di aver capito che doveva perdere decisioni per sé stesso senza una rete di sicurezza e chiese perdono ad Aang per avergli fatto fare quella promessa di ucciderlo se fosse diventato come suo padre. Per trovare un miglior equilibrio emozionale, Zuko rivelò il suo desiderio per riconnettersi con la parte della famiglia che veniva da sua madre Ursa- in seguito avrebbe iniziato una ricerca che lo portò a Hira’a.

Frattura Kori annuncia governo Yu Dao

Un governo multiculturale

Ora che la pace tra la Nazione del Fuoco e il Regno della Terra era stata nuovamente cementata, venne organizzato un incontro tra i capi di stato sotto la supervisione dell’Avatar. Infine, si giunse alla soluzione di implementare un come forma di governo per Yu Dao una coalizione con rappresentanti da entrambe le nazioni. Questa soluzione nuova senza precedenti venne accolta anche dalle altre colonie che iniziarono a diventare sempre più autonomi; questo processo avrebbe portato alla creazione della Repubblica delle Nazioni Unite.

Sul piano internazionale, il Signore del Fuoco Zuko e il Re della Terra Kuei firmarono il Patto di Yu Dao per proteggere la pace tra le nazioni, in più Zuko annunciò di pagare riparazioni al Regno della Terra per aiutarlo a ricostruire quello che era stato distrutto durante la guerra. Questa decisione non fu molto popolare tra i suoi sudditi che ancora spesso credevano alla propaganda sparsa dei Signori del Fuoco precedenti che gli fece credere di essere stati nel giusto.

Poco dopo, Aang ebbe una riunione con le sezioni del suo fanclub di Yu Dao e Ba Sing Se dove accettò i loro sforzi e li invitò ad aiutarlo a proteggere e tenere in vita la cultura dei Nomadi dell’Aria. Da questi membri nacquero gli Accoliti dell’Aria.  

Advertisement