Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Fumetto corto che è stato rilasciato dalla casa editrice Dark Horse Comics il 3 magio del 2014 in occasione del Free Comic Book Day e incluso successivamente nel volume di raccolta “Team Avatar Tales”. Raggiunse l'Italia nell'antologia “Le avventure perdute- I racconti del Team Avatar” nel febbraio del 2024, pubblicato dalla Tunuè Comics.

Trama[]

Sokka e Suki si godono una giornata libera da ogni obbligo per fare un giro in una cittadina sul lungomare della Nazione del Fuoco. La giovane coppia trova un negozio di conchiglie da collezione del signor Mister Conchiglia, il guerriero del Sud si dimostra subito estremamente entusiasta e dichiara questo negozio il “più figo di sempre”. Sorpresa da tale zelo, Suki si meraviglia del fatto di non aver mai saputo di questa passione per le conchiglie, il proprietario del negozio si intromette dichiarando con aria da sapientone che le sue conchiglie non sono ordinarie, ma conchiglie da collezione da tutto il mondo.

Sempre più gasato, Sokka spiega che solo un vero intenditore di conchiglie sappia riconoscerle e le rivela di collezionare conchiglie da quando era in fasce- un dettaglio che finora era sfuggito alla Guerriera Kyoshi. Dopo un momento di esitazione, Sokka si corregge aggiungendo che ha sempre voluto collezionare conchiglie da quando era in fasce. Si prende una conchiglia e invita Suki a metterla sull'orecchio, dato che gli sembra di sentire un piccolo Aang che sta dominando l’aria, ma viene fermato dal proprietario che lo avverte di stare attento con questo pezzo raro da collezione. Mentre Suki studia il resto della merce sugli scaffali - che sembrano tutti uguali- con un certo scetticismo, Mister Conchiglia cerca di vendere la conchiglia di prima a Sokka, proponendogli un ”affare”: al posto dei soliti quindici ban gli dà due esemplari da trenta ban complessivi. Questa offerta entusiasma il ragazzo finché non si ripiglia e capisce che non avrebbe risparmiato nulla con questo “affare”; Suki ridacchia e lo chiama uno sciocco per esserci quasi cascato.

Mentre la giovane coppia si scambia una serie di battute, entra nel negozio una ragazza di nome Giya e viene notata subito dall'assistente del proprietario, Jojan. Mister Conchiglia la guarda disgustato e la dichiara subito una finta collezionista basandosi soltanto sulla sua percezione personale che le ragazze non sappiano apprezzare le conchiglie e vengono solo trascinate nel suo negozio dai loro ragazzi per far finta di essere fiche come loro. I due la tengono d’occhio con aria prepotente mentre guarda la merce fino a prendere una conchiglia particolarmente delicata. Mister Conchiglia l’avverte subito di toccare la sua merce solo con le mani pulite e si appresta a spiegarle l’origine di questa conchiglia, ma Giya lo precede identificandola correttamente come una “marmosetta eremita del Regno della Terra” e che, basandosi sul numero delle costole assiali, debba avere alcune centinaia di anni, dimostrando di intendersi veramente di conchiglie. Quando chiede quanto costerebbe, il proprietario inizia a trattarla come una bambinetta e l’avverte che è più che potrebbe mai permettersi, iniziando a ridacchiare con arroganza.

Shells Suki Jojan

Jojan la vuole buttare fuori

Frustrata, Giyu mette la conchiglia a posto, ma Suki, avendo percepito l’aria tesa, decide di intromettersi e chiede se ci fosse un problema. Con una aggressività improvvisa, Mister Conchiglia le ordina di farsi gli affari suoi, ma Suki non si lascia intimorire e ribatte altrettanto inviperita che lui dovrebbe trattare i suoi clienti con più rispetto. Stufo di queste risposte, il proprietario ordina a Jojan di allontanare la ragazza ribelle dal suo negozio, ma Suki si rifiuta ed esige di togliere le sue mani da lei, dato che era perfettamente in grado di uscire dalla porta da sola. Sokka, che sta ancora studiando le conchiglie in mostra, dichiara con indifferenza che farebbero meglio ad ascoltarla, ma Mister Conchiglia butta fuori anche lui consigliando di insegnare delle buone maniere alla sua ragazza.

Jojan ordina a Suki si smettere di agitarsi e l’avverte che verrà nominato impiegato del mese se ci andrà pesante con lei. Ormai seriamente arrabbiata, la Guerriera Kyoshi gli dà un ultimo avvertimento di lasciarla libera, spronando Sokka a rimettere a posto la conchiglia che ha in mano dichiarando con calma che li aveva avvertiti. Un secondo dopo, Suki scaraventa Jojan a terra con una mossa da arte marziale, così Mister Conchiglia decide di prendere in mano la situazione personalmente e di "insegnarle le buone maniere" attaccando la ragazza con il dominio del fuoco. Con un sorriso calmo, Sokka chiede alla sua ragazza se le serva una mano, ma questa si limita a ringraziarlo per l’offerta con un bacetto sulla guancia, ma annuncia che non ne ha bisogno. In poche mosse, la Guerriere Kyoshi evade gli attacchi di fuoco e blocca il Chi dell’avversario, lasciando i due uomini a terra inermi. Sokka la segue quando lascia il negozio e nota curioso come le conchiglie abbiano preso fuoco durante l'alterazione, il che lo fa insospettire che ci fosse qualcosa di losco. Terrificato, Mister Coniglia sveglia il suo assistente e gli ordina di andare a prendere i secchi per spegnere le fiamme.

Sulla strada del porto, Suki ferma Giyu che si era allontana mortificata da questa esperienza e si presenta alla ragazza spaventata. Questa la ringrazia per averla difesa e le chiede dove avesse imparato a combattere così, così Sokka dichiara con orgoglio che Suki è una Guerriera Kyoshi; Giyu riconosce questo nome come le donne guerriere del Regno della Terra che sono al servizio della guardia reale del Signore del Fuoco. Un po' confusa, le chiede come mai non indossasse il suo make-up, cosa che Suki spiega con il fatto che lo portano solo quando sono in servizio.

Con lo sguardo triste, Giya afferma di voler essere forte come lei, dato che idioti come il proprietario del negozio erano molto comuni da queste parti. Sokka si fa avanti con la proposta di lasciarsi insegnare qualche mossa da Suki, cosi potrà difendersi da sola da gentaglia come questa. La ragazza però rifiuta l’offerta e si accinge ad andarsene, dichiarando che non sarà mai forte come Suki.

Kyoshi and her warriors

Kyoshi e le sua prima guerriere

Prima che potesse andarsene, Suki le racconta una storia dell’Isola di Kyoshi prima che diventasse un’isola e che aveva un lungo mercato sul lungomare simile a questo. E anche lì c'erano un sacco di idioti che causavano problemi, ma ogni tanto passava l’Avatar Kyoshi e se ne occupava. Dopo l’ennesimo incidente, offrì alle donne del posto di insegnarle come difendersi da sole e in pochi anni aveva riunito un piccolo gruppo di discepole -donne di origini umili- che divennero poi le prime Guerriere Kyoshi. Al termine del suo racconto, Suki chiarisce che la forza non è una cosa innata, ma qualcosa che si impara.

Le ripete l’offerta, ma Giyu dichiara ancora di essere troppo timida per una cosa del genere da sola, cosi Sokka la prende per le spalle e la scuote ricordandole di essere una donna e che volesse sentire il suo ruggito. Con un sorriso timido, Giyu finisce la sua frase e chiede di poter portare delle amiche, una condizione ovviamente ben accettata. Alcune ore dopo, Suki torna al mercato in veste di Guerriera Kyoshi e inizia la sua lezione nel suo stile di combattimento a un gruppo di ragazzw, ma anche Sokka.

Personaggi apparsi[]

  • Sokka
  • Suki
  • Giyu
  • Mister Conchiglia
  • Jojan

Trivia e note[]

  • La localizzazione temporale di questo fumetto non è facile, ma ci sono indizi:
  • Nella versione originale, Mister Conchiglia ha un altro nome, ovvero “Seashell San” che si può tradurre appunto come “Mister Conchiglia”; nel wiki inglese viene presentato con il nome “San”
  • Si viene a sapere che la creazione delle Guerriere Kyoshi precede la creazione dell’Isola di Kyoshi
  • Questo fumetto è l'unica collaborazione diretta tra Erin Hicks e Gene Luen Yang, entrambi scrittori delle graphic novel di Avatar
Advertisement