Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


I Combattenti per la Libertà (in originale "Freedom Fighters") erano stati in gruppo di guerrieri partigiani di ragazzi orfani che avevano subito le violenze della Nazione del Fuoco e decisero di collaborare sotto la guida di Jet per infastidire il più possibile gli invasori e scacciarli dalla loro patria. Purtroppo i loro mezzi si evolsero da semplici atti di sabotaggio fino ad attentati terroristici, dove erano in ballo le vite di centinaia di vite di civili.

Il gruppo sviluppò un sistema di comunicazione segreto usando versi di uccelli e ognun membro era uno specialista in un settore determinato di combattimento. La loro base si trovò nella foresta vicino alla cittadina di Gaipan, conquistata dalla Nazione del Fuoco, e i ragazzi si diedero da fare per tagliargli ogni rifornimento e di sabotarli in ogni modo possibile. Ovviamente erano ricercati dal nemico, ma riuscirono a tenersi nascosti per molti mesi. Dopo l'incontro con la quadra Avatar il gruppo si divise e alcuni membri si allontanarono, mentre altri rimasero fedeli al loro ideale.

Storia[]

Guerriglia nella foresta[]

L1 E10 rifugio sugli alberi

Il rifugio sugli alberi

Avatar Aang e i suoi amici incontrarono questo gruppo quando, per puro caso, misero piedi in un campo militare della Nazione del Fuoco. I Combattenti per la Libertà apparvero all’improvviso e li salvarono con un attacco a sorpresa che sbaragliò il nemico, poi li portarono al loro nascondiglio sugli alberi. Jet si infatui di Katara che ammirò le sue abilità e provò compassione per lui per la perdita dei suoi genitori. Sokka invece era subito dubbioso e non nascose la sua antipatia per Jet, credeva che non gli stesse dicendo tutta la verità.

L1 E10 Sokka accusa Jet

Sokka ha capito il piano!

Aiutò lo stesso il gruppo nei preparativi per liberare un villaggio di nome Gaipan dalle grinfie della Nazione del Fuoco che si trovava ad alcuni chilometri a valle di un lago artificiale. A insaputa di Aang, Katara e Sokka, Jet aveva in mente di liberare il villaggio distruggendolo dopo aver fatto saltare in aria la diga, il che avrebbe condannato alla morte sia i suoi abitanti che gli occupanti. Fortunatamente, Sokka scoprì il piano perfido e riuscì ad evacuare il villaggio appena in tempo, dato che nel frattempo Jet era riuscito a manipolare Aang e Katara ad aiutarlo. In seguito a questo, i tre ragazzi abbandonarono i Combattenti per la Libertà dichiarandolo un traditore verso la sua stessa gente.

A Ba Sing Se[]

L2 E12 Zuko incontra Jet

Un incontro casuale

Dopo questi avvenimenti, parte del gruppo abbandonò Jet, il che portò allo de facto scioglimento dei Combattenti per la Libertà. Privi ora di una causa, Jet, Fiuta-Api e Lanciolungo decisero di cercare rifugio a Ba Sing Se per lasciarsi dietro alle spalle la vita da vigliante e iniziare una nuova vita per bene.

L2 E17 Gruppo infiltrazione Laogai

Il gruppo collabora

Durante il viaggio, il trio s’imbatté in Zuko e Iroh, che avevano la stessa destinazione, ma viaggiarono sotto falso nome. Per caso, Jet scoprì che erano due dominatori del fuoco, il che accese in lui la sete di vendetta e iniziò ad avere la fissa di voleri denunciare alle autorità. I suoi amici cercarono di fermarlo e di convincerlo di lasciar perdere, ma il ragazzo causò una tale scena da attirarsi l’attenzione del Dai Li che lo arrestarono. Jet rispuntò alcune settimane dopo lavato di cervello che si offrì di aiutare nella ricerca di Appa; dopo essersi liberato dalla manipolazione, lui e i suoi compagni aiutarono il Team Avatar nella missione nel covo del Dai Li. Purtroppo, Jet venne ucciso da Long Feng sotto il lago Laogai, Katara finalmente gli perdonò i suoi crimini.

Attacco alla Nazione del Fuoco[]

L3 E10 Meccanico Teo Fifone Duca

Fifone e Il Duca insieme al Meccanico

Dopo la caduta di Ba Sing Se, Fifone e il Duca, in viaggio da soli che si erano imbattuti nella flotta di Hakoda, incontrarono il Team Avatar mentre era in fuga con un Aang ancora in coma. Aiutarono i loro amici a passare un posto di blocco per permettere all’Avatar di raggiungere la Nazione del Fuoco. Fino al giorno dell’eclissi, i due aiutarono Hakoda nei preparativi per l’invasione assistendo specialmente al Meccanico nella costruzione di bombe. Fifone e il Duca furono anche parte della invasione, ma dovettero fuggire insieme agli altri quando questa falli. Il gruppo era costretto a separarsi; Fifone rimase insieme agli adulti e rimase indietro per permettere la fuga dei ragazzi, incluso il Duca, mentre lui e gli altri vennero arrestati e imprigionati in una prigione della Nazione del Fuoco.

Fifone Duca Toph Ippo fine guerra

alla incoronazione

Il Duca raggiunse il Tempio dell’Aria dell’Ovest insieme al Team Avatar dove divenne amico di Haru e Teo e si divertì ad esplorare la costruzione antica. Purtroppo, anche il tempio venne attaccato alcuni giorni dopo, il che spinse il gruppo alla fuga; Il Duca fuggì insieme ai suoi amici mentre Aang e gli altri scapparono su Appa. Dopo la fine della guerra, il Duca viaggiò alla Nazione del Fuoco per riunirsi con Fifone, nel frattempo liberato dalla prigione, per assistere alla incoronazione di Zuko a nuovo Signore del Fuoco.

A Yu Dao[]

Promessa 1 Ghigno Fiuta Api Lanciolungo proteste

Fuori gli invasori!

Un anno più tradi, nel Regno della Terra, Fiuta-Api aveva riorganizzata i Combattenti per la Libertà con Ghigno, Lanciolungo e alcuni membri nuovi. Stavolta la loro causa era quella di accelerare il Movimento delle Restaurazione dell’Armonia che si era bloccato dopo che Yu Dao si era rifiutata di collaborare; volevano scacciare via gli ultimi colonialisti rimasti che non volevano tornare alla Nazione del Fuoco. Il gruppo era immerso nell’ennesima protesta quando Aang e i suoi amici arrivarono a Yu Dao e reagirono con iniziale gioia di vedere l’Avatar, credendo che era arrivato per aiutargli. Vedendo però la sua esitazione, Fiuta-Api dichiarò un ultimatum di tre giorni per scacciare via gli occupanti, altrimenti lei e gli altri protestanti passeranno alle armi.

I tre giorni passarono senza nessun resultato, così Fiuta-Api ignorò le suppliche di Aang di dargli più tempo e ordinò l’assalto alle porte di Yu Dao con un ariete di pietra che l’Avatar distrusse quasi subito. I frammenti di roccia però stavano per travolgere i protestanti, incluso la loro capa, che venne salvata da Aang. Fiuta-Api ammise di sentirsi incolpa per essere riuscita a distrarlo abbastanza per permettere ai suoi amici di sfondare il muro della città con una trivella meccanica.

Promessa 3 Fiuta api Lanciolungo felicitazione

Missione riuscita?

I Combattenti per la Libertà invasero Yu Dao attraverso questa apertura e s’imbatterono subito della fazione opposta, ovvero la Resistenza di Yu Dao, di cui fece inaspettatamente parte anche Ghigno. Lui e Kori tentarono di iniziare negoziamenti per convincere Fiuta-Api a lasciarli stare, ma questi vennero interrotti quando un protestante impaziente iniziò un litigio. Aang terminò la schermaglia buttando fuori città i Combattenti per la Libertà con il dominio dell’aria, ma in quel momento arrivarono sul posto sia l’armata del Re della Terra e quella della Nazione del Fuoco. La tensione salì alle stelle e quando iniziò la battaglia, i Combattenti per la Libertà corso in aiuto dei soldati della terra, a parte Fiuta-Api e Lanciolungo che invece si scontrarono nuovamente con Kori e Ghigno finché Sokka non li separò.

Aang infine terminò la battaglia entrando nello Stato dell’Avatar e usò il dominio della terra per alzare Yu Dao una decina di metri dal campo di battaglia, bloccando l’accesso a tutti i contestanti. Quando Katara portò il Re della Terra Kuei giù dalla sua mongolfiera per incontrare le persone che dipendevano dalla sua decisione, i Combattenti per la Libertà lo incitarono di portare a termine il Movimento per la Restaurazione dell’Armonia e ignorare ogni dissuasione, il Re gli ordinò di zittirsi.

Membri noti[]

Jet (ex- capo)

Fiuta-Api

Lanciolungo

Il Duca

Fifone

Ghigno

Trivia[]

  • I Combattenti per la Libertà sono inspirati ai Freedom Riders, un gruppo di americani che, negli anni 60, volevano abolire la segregazione razziale nelle facoltà pubbliche.
  • Il loro atteggiamento somiglia anche ai Ragazzi Perduti di Peter Pan e della banda di Robin Hood.
  • I loro nomi potrebbero essere anche soprannomi, dato che non sonno cinesi o di un'altra lingua asiatica; anche nel doppiaggio originale sono nomi inglesi.
Advertisement