Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Chit Sang era stato un prigioniero della "Roccia Bollente", la prigione più sicura della Nazione del Fuoco, che continuò ad dichiarare di essere stato accusato ingiustamente. Un uomo orgoglioso e ribelle, divenne presto una vittima preferita di alcune guardie che lo maltrattavano spesso, ma non si lasciò spezzare. Si unì ai piani di fuga di Sokka, Zuko, Hakoda e Suki, riconquistandosi la libertà.

Storia[]

Vita in prigione[]

Non si sa per quale ragione, ma Chit Sang venne condannato a servire la sua sentenza nella Roccia Bollente, la prigione più sicura e temuta della Nazione del Fuoco. Continuò a dichiarare di essere stato accusato e condannato ingiustamente, ma non spiegò mai i motivi di tale dichiarazione. Comunque sia, si rifiutò di arrendersi completamente e, anche se stava attento a non fare troppi casini, la sua natura ribelle venne a galla spesso, istigando spesso reazioni aggressive da parte delle guardie che rasentavano il bullismo.

Nell'estate dell'anno 100 DG, Chit Sang venne nuovamente sgridato dal suo aggressore preferito per non essersi inchinato quando gli era passato davanti. Il prigioniero rispose con calma che una regola del genere non esisteva e cercò di tornare nella sua cella senza causare problemi, infastidendo la guardia per la sua passività. Questa lo provocò infine attaccandolo alle spalle con una frusta di fuoco, costringendo Chit Sang a difendersi usando il suo dominio del fuoco. Con questo aveva effettivamente infranto una delle regole basi della prigione, ovvero l'uso del dominio per prigionieri, venendo quindi condannato a alcune ore nel frigo.

L3 E14 Direttore Chit Sang

Nel frigo

Durante la sua sentenza Chit Sang ricevette visita da parte del direttore che affermò di aver sentito che aveva tentato la fuga usando il dominio del fuoco. Il prigioniero tentò di difendersi, ma gli venne tagliata la parola dal direttore che lo avverti che finora nessuno era mai riuscito a fuggire dalla Roccia Bollente e che preferiva tuffarsi personalmente nell'acqua bollente piuttosto che infrangere questo record. In seguito lasciò Chit Sang ancora a finire la sua sentenza nel frigo, notando con soddisfazione che stava tremando dal freddo e aveva persino le labbra blu.

L3 E14 Gruppo piano di fuga

Portatemi con voi!

Qualche ora dopo essere stato liberto, Chit Sang sentì parlare Sokka, Zuko e Suki di un piano di fuga e voleva farne parte. All'esitazione del ragazzi li minacciò di spifferare tutto alle guardie, costringendoli quindi a prenderlo con loro. Il piano consisteva di svitare uno dei frigoriferi per usarli come barca isolata per passare sopra l'acqua bollente del lago. Chit Sang e Zuko fecero finta di iniziare una lite, affinché il principe decaduto venisse portato nel frigo come punizione di aver usato il dominio del fuoco.

Chit Sang ustionato

Che dolore!

Il piano stava funzionando, così Chit Sang attese gli altri al bordo del lago con un amico suo e la sua ragazza, impaziente di partire. Quando però gli altri tre decisero di rimanere indietro per la flebile speranza che sulla gondola di trasporto di nuovi prigionieri si potesse trovare Hakoda, Chit Sang e i suoi compagni non si lasciarono fermare a partirono la soli. Purtroppo la fortuna non era dalla loro parte, il caldo e la corrente lentissima esaurirono presto la loro pazienza e la resistenza fisica. Frustrato e stufo, Chit Sang si prese un pezzo dell'isolamento e cercò di usarlo come remo, ma alcuni spruzzi dell'acqua quasi bollente gli caddero sulla mano e lo fece gridare dal dolore. Questo avvertì le guardie del tentativo di fuga e i tre amici vennero ripresi.

L3 E15 Chit Sang accusa guardia

Chit Sang si prende la sua vendetta

Sapendo che Chit Sang da solo non sarebbe mai stato abbastanza astuto da confabulare un piano di fuga del genere, il direttore della prigione ordinò di interrogarlo. Dato che il prigioniero si dimostrò cocciuto, lo fece sospendere a testa in giù per ore per costringerlo a parlare. Chit Sang si arrese e promise di rivelare la talpa, ma quando venne messo al cospetto dei sospettati, identificò non Sokka, ma la guardia bulla che lo aveva tormentato cosi tante volte. Fortunatamente il direttore gli credé, ragionando che non era stato un caso che la guardia lo aveva buttato nella stessa cella che avevano usato per il tentativo di fuga.

Fuga da prigione[]

L3 E15 Chit Sang inizia rivolta

Rivolta!!!

Grazie alla sua "collaborazione", Chit Sang venne liberato e tornò nel cortile, dove Sokka lo ringraziò per non averlo tradito. Il dominatore del fuoco però rispose che l'aveva fatto solo per essere incluso nel secondo tentativo di fuga che sapeva che già in elaborazione, cosi il ragazzo non ebbe altra scelta di accettare. Dopo che Hakoda fallì a istigare una rivolta tra i prigionieri, parte del loro piano di fuga, Chit Sang si mise in atto alzando solo un co-prigioniero sopra la testa e gridando "Rivolta!!", il che era abbastanza da scatenare gli altri e iniziare una battaglia caotica. Persino Hakoda dovette ammettere che era stata impressionante.

L3 E15 Direttore ordina taglio fune

Il direttore si é liberato!

Usando il caos a loro favore, Suki e Sokka riuscirono a catturare e legare il direttore della prigione che Chit Sang se lo portò via in spalle durante la loro corsa verso la gondola. Purtroppo, mentre erano già in viaggio verso la libertà sopra il lago bollente, la gondola venne fermata da Azula e Ty Lee, mentre il direttore rimase fedele alla sua promessa di preferire di morie piuttosto di permettere la fuga e ordinò di tagliare la fune. Questo venne impedito dal tradimento di Mai, cosi il gruppo raggiunse l'altra sponda del lago per poi correre verso l'aeronave di Azula con la quella questa era venuta.

Il gruppo raggiunse il Tempio dell'Aria dell'Ovest dopo il tramonto dove Chit Sang si presentò agli altri e si aggiunse brevemente al Team Avatar.

Saluti a tutti[]

Quando alcuni giorni dopo il tempio venne bombardato dalla flotta di Azula, Chit Sang fuggì insieme a Hakoda, Teo, Il Duca e Haru sull'aeronave rubata per non essere più rivisti. Non si sa di cosa ne fu in seguito e se, dopo la fine della guerra, era stato assolto.

Personalità[]

Chit Sang era stato un uomo egoista, ribelle e opportunista che pensava solo al suo vantaggio personale, ignorando anche consigli degli altri. Ma era anche capace di mostrare gratitudine e cooperazione per il bene comune; ha dimostrato la sua sincerità quando non ha tradito Sokka come la spia tra le guardie persino dopo ore di tortura. Il suo egoismo e la sua impazienza lo hanno portato a insistere di portare avanti il primo tentativo di fuga ignorando la richiesta di Sokka di aspettare un altro po', poi si è tradito quando, per accelerare il tragitto, si è ustionato la mano con l'acqua del lago.

Si rese conto che l'errore era stato totalmente suo e non di Sokka, per cui decise di non tradirlo e di invece aiutare nel secondo tentativo che alla fine ebbe successo anche grazie al suo contributo. Anche se sembrava che abbia rinunciato a una parte del suo egoismo, una frazione è rimasta, dato che non ha invitato la sua ragazza e il suo amico per il secondo tentativo.

Trivia[]

  • Anche se brevemente, Chit Sang era stato il secondo membro adulto del Team Avatar dopo Hakoda.
  • Ha ricevuto il suo nome in onore del padre di May Chan, la scrittrice dell'episodio "Roccia Bollente, Parte 1".
  • Nonostante sia un cittadino della Nazione del Fuoco, sembra non provare antagonismo o odio in confronto del Team Avatar.
  • Era stato il primo dominatore del fuoco natio della Nazione del Fuoco senza gli occhi ambra, rossi o castani.
Advertisement