Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement
Chakra schema

Come chakra si definiscono punti all'interno del corpo dove il Chi (energia psicofisica) si concentra. Nel corpo umano ne esistono sette, tutti locati nel tronco e su una singola linea verticale.

Ogni chakra ha un significato ben preciso e gestisce una specifica emozione. Ognuno può essere aperto o chiuso, in diretta dipendenza dallo stato d'animo dell'individuo. Quando un chakra è aperto, l'energia è libera di scorrere, mentre un chakra chiuso ostruisce il flusso. Se si vuole aprire i chakra, si deve seguire un ordine preciso, altrimenti l'energia non seguirà il flusso corretto. Guru Pathik afferma che bere succo di banana-cipolla aiuta a liberare i chakra.

Per illustrare i chakra, Pathik usò con Aang l'esempio di una serie di laghetti connessi tra di loro, inizialmente ostruiti della presenza di sporcizia e alghe. Per colpa di questo blocco, il che rappresenta i tormenti emozionali della persona, il flusso d'energia si arresta e diventa debole, fino a rischiare di arrestarsi. Quando rimuove simbolicamente le alghe e la sporcizia dai laghetti, l'acqua ricomincia a scorrere limpida, attraversando ogni laghetto con nuova energia.

I colori dei chakra sono molto simili allo spettro della luce visibile, partendo dall'energia più bassa (rosso) fino a quella più alta (viola). Per una volta non seguono il ciclo degli elementi, l'ordine è diverso.

Storia[]

La prima volta che viene menzionato il concetto dei chakra fu nell'anno 296 prima del genocidio, dove Lao Ge avvertì Avatar Kyoshi che il suoi chakra dell'acqua e dell'aria stavano traboccando per via del suo allenamento eccessivo. Anche se sapeva che la ragazza ancora non sapeva cosa fossero i chakra, Lao Ge la informò che lui preferiva lavorare con persone che hanno i chakra o completamente chiusi o completamente aperti, non quelli a metà. Secondo il suo ragionamento quelli con i chakra solo parzialmente aperti erano instabili e potevano subire l'influsso sproporzionato dei loro emozioni più forti. Le spiegò che poteva lavorare con il suo dolore, ma i suoi sensi di colpa per un killer erano un ostacolo.

Quasi trecento anni dopo, nell'anno 100 DG, Avatar Aang collaborò con il Guru Pathik ad aprire e suoi sette chakra per imparare a controllare lo Stato dell'Avatar in tempo per la cometa di Sozin. il Saggio avvertì il ragazzo che il processo, una volta iniziato, non poteva essere interrotto fino al completamento dell'apertura di tutti e setti i chakra.

Anche se si trattava di una sfida notevole, Aang riuscì ad aprire i primi sei chakra con successo affrontando il suo vero essere. Ma le cosa cambiarono quando Pathik, per l'ultimo chakra, gli rivelò che doveva lasciare il suo amore verso Katara, la sua determinazione vacillò. Ci provò lo stesso, ma a un passo dal successo vide una visione della ragazza in gravi difficoltà e prese la decisione di valutare più il suo legame terreno che l'energia cosmica. Questa scelta di interrompere il processo gli bloccò completamente i chakra e gli tolse la possibilità di entrare nello Stato dell'Avatar. Più tardi Iroh commentò questo che non vale la pena sacrificare l'amore per sete di potere.

Quando però poco dopo lui e Katara vennero attaccati da Azula, Zuko e il Dai Li, Aang fu costretto a ritentare di abbandonare l'amore per Katara e riuscì ad aprire il settimo chakra. Con questo entrò nello Stato dell'Avatar, ma in quel istante venne colpito a tradimento dal fulmine di Azula alla schiena e ferito quasi mortalmente. Nonostante Katara riuscì a riportarlo in vita e di guarirlo, il suo settimo chakra venne danneggiato e bloccato nuovamente, il che lo escluse nuovamente dallo Stato dell'Avatar.

In seguito Aang mostrò di nuovo gli emozioni che era riuscito a superare per aprire gli altri chakra, bloccandolo e frenandolo per tutto il suo viaggio attraverso la Nazione del Fuoco. Questo stato divenne acuto specialmente durante il giorno prima della invasione programmata per il Giorno del Sole Nero, mostrandosi in insonnia, attacchi di panico e paranoia. Il ragazzo affrontò Il Signore del Fuoco Ozai senza aver mai più avuto accesso allo Stato dell'Avatar e stava per essere sconfitto, finché un colpo del suo avversario non lo scaraventò contro una roccia appuntita e lo colpì proprio alla sua cicatrice sulla schiena, dove era stato colpito dal fulmine, e liberò il blocco di energia.

I sette Chakra[]

Emozione Blocco Posizione colore
Terra Sopravivenza Paura Base colonna vertebrale Rosso
Acqua Piacere Sensi di colpa Basso ventre Arancione
Fuoco Forza di volontà Vergogna Stomaco Giallo
Aria Amore Dolore/lutto Cuore Verde
Suono Verità Bugie Gola Blu
Luce Consapevolezza Illusioni Fronte Indigo
Pensiero Energia cosmica pura Legami terreni Vertice del cranio Viola


Esempi presi dalle esperienze di Aang:

Terra: Meditando, Aang vede davanti a sé le sua paure, il che incluse lo spirito blu che lo attaccava con le sue spade, Katara che venne trascinata sotto terra da Fong, l'arrivo della cometa di Sozin e lui stesso che, nello Stato dell'Avatar, distrutte tutto quello che gli sta intorno. Alla fine si vide essere circondato dalle fiamme e davanti a lui comparire un uomo immerso nel fuoco che sembra il Signore del Fuoco Ozai. Dopo essersi liberato di questi pensieri, Aang tira un profondo respiro di sollievo e esce dalla meditazione, Pathik gli fa i complimenti per aver aperto il primo chakra.

Acqua: Quando gli viene chiesto di cosa si sta dando la colpa, Aang si ricorda del momento in cui lasciò la sua ultima lettera a Gyatso per scappare dal Tempio dell'Aria del Sud dopo aver saputo che i monaci lo volevano mandare via per continuare il suo addestramento da Avatar. Subito dopo si ricorda di come abbia ferito i soldati innocenti alla fortezza di Fong nello Stato dell'Avatar. Pathik lo avvisò di accettare che queste cosa sono accadute, non può far nulla contro il passato e deve impedire che questi ricordi gli offuscano il giudizio e avvelenano l'energia. Se vuole essere un'influenza positiva per il mondo, deve perdonare sé stesso, cosa che il ragazzo riuscì a fare e aprì cosi il secondo chakra.

Fuoco: Pathik chiese a Aang di cosa si vergognava e quando era deluso da sé stesso. Gli sbalzò in mente subito il momento in cui si era lasciato prendere dall'euforia di aver iniziato a dominare il fuoco che aveva esagerato e ustionato le mani di Katara. Con l'espressione seria e addolorata spiegò che in quel momento si era giurato di non usare mai più il dominio del fuoco. Il Guru però rispose che non può respingere una parte importante della sua vita, lui è l'Avatar, per cui anche un dominatore del fuoco, cancellare questo aspetto non gli poterà mai l'equilibrio interno. Aang accettò il suo obbligo come Avatar e aprì il terzo chakra.

Aria: Alla domanda di meditare sul suo dolore maggiore, Aang visualizzò davanti a sé tutti i Nomadi dell'Aria che sono stati uccisa dalla Nazione del Fuoco dopo la sua scomparsa dal tempio all'inizio del genocidio alla viglia della Guerra dei Cent'Anni. Gyatso era ovviamente il promo della fila, dietro seguivano vari maestri, amici e compagni. L'amore, cosi spiegò Pathik, è una forma di energia che circonda tutte le persone; l'amore dei Nomadi dell'Aria continua ad esistere nel cuore di Aang ed è rinato sotto nuova forma. Osservandoli con lo sguardo malinconico, Aang vede le forma dei dominatori dell'aria deceduti si dissolvono in fumo e formano una forma nuova, quella di Katara. Lasciando scorre via le sue lacrime, lascia scorrere via anche il suo dolore.

Suono: Quando Pathik gli spiega che il chakra del suono viene bloccato dalle bugie che si ripetiamo a noi stessi, Aang si ricorda del momenti in cui non aveva rivelato subito a Sokka e Katara che lui era l'Avatar e quando gli aveva ammesso che non voleva neanche esserlo. Il Guru spiegò che non poteva mentire della sua stessa natura e che doveva accettare il suo destino a testa alta. Aang accettò questa idea e aprì il quinto chakra.

Luce: Il Guru Pathik spiegò che l'illusione più grande del mondo è quella della separazione; tutte le cosa che si pensano siano segregate, in realtà fanno parte di una cosa unica. Aang usa questo immediatamente concetto sulle quattro nazioni, Pathik annuisce e aggiunge che i popoli vivono some se fossero divisi, ma in realtà fanno parte dell'unico genere umano. Il ragazzo capì che questo voleva dire che le divisioni erano inutili, a cosa il Guru aggiunse che questo valeva anche per i quattro elementi, dato che anche loro sono solo quattro espressioni dell'energia. Spiegò che, per esempio, anche il metallo era solo terra purificata, per caso coincidendo con il momento in cui, lontano da loro, Toph scopre il dominio del metallo.

Pensiero: Quando gli viene chiesto cosa lo tenne attaccato alla terra, Aang poté solo pensare a una cosa: Katara. Stavolta la richiesta del Guru era molto controversa: per liberare questo chakra doveva rinunciare ai suoi legami terreni, ovvero al suo amore. Aang reagì con incredulità, ricordano che qualche ora fa l'amore era una cosa positiva, e ora non lo era più? Inoltre chiese come poteva rinunciare al suo amore in cambio dell'energia cosmica? Pathik gli ripeté la necessità di questo passo radicale per poter controllare perfettamente lo Stato dell'Avatar, cosi il ragazzo si arrese e provò a meditare. Si visualizzò sotto forma astrale e nello Stato dell'Avatar e stava per connettersi con essa, ma una visione inaspettata di Katara, che si trovava in serie difficoltà, lo fermò. Aang si disconnesse immediatamente e tornò nella realtà, privandosi dello Stato dell'Avatar all'ultimo momento. Pathik cercò di fermarlo con l'avvertimento che, se non portava a termine il suo allenamento, non poteva più accedere allo Stato dell'Avatar, ma il ragazzo ignorò questo avvertimento e si affrettò ad andare a salvare Katara. Qualche giorno dopo, quando a Ba Sing Se era cosi in difficoltà da essere costretto a cercare di riapre questo chakra nuovamente e ci riuscì lasciando andare Katara, Aprì l'ultimo chakra ed ricevette l'accesso alla fonte infinita dell'energia cosmica dello spirito dell'Avatar. Ma in quel momento venne colpito dal fulmine di Azula che gli bloccò il chakra nuovamente. Il chakra venne sbloccato definitivamente per caso, quando, durante la battaglia contro Ozai, Aang venne scaraventato contro una roccia appuntita colpendo la sua cicatrice alla schiena e rilasciò l'energia lì accumulata, premettendogli di entrare nuovamente nello Stato dell'Avatar.

Trivia[]

  • Il concetto degli chakra nella vita reale origina dall'India antica e pone una parte delle basi di alcuni sistemi religiosi e filosofici. La posizione dei chakra, la loro funzione e il loro blocco sono presi quasi uno ad uno dalle carte sui chakra reali.
  • Le posizioni della mani che Aang esegue per ogni chakra sono presi dai cosiddetti "mundra", posizioni precise della meditazione Yoga per sbloccare i chakra. Ogni chakra a una posizione precisa associata e devono essere tenuti per almeno tre minuti per ogni chakra.
  • La posizione del secondo chakra non viene detta espressamente, dato nell'Induismo si spiega che si trova vicino agli organi sessuali- non certo adatto a un cartone animato per bambini.
  • Il tatuaggio dei dominatori della combustione Uomo Combustione e P'Li si trova sulla fronte, ovvero sul punto del chakra della luce. Mentre quella posizione si dimostra molto potente, è anche un notevole punto debole, dato che i loro poteri possono essere bloccati se qualcosa li colpisce in quel punto. Entrambi vennero colpito da un sassolino, mentre l'Uomo Combustione si beccò anche il boomerang di Sokka sulla fronte.
  • Toph ha dimostrato di aver sbloccato il chakra della luce quando ha realizzato che terra e metallo sono la stessa cosa, superando l'illusione che invece erano cose distinte. Usando questo spunto ha capito che anche il metallo purificato contiene ancora particelle di terre, il che le permise di dominare il metallo.
  • Il concetto del CHI venne menzionato già alcune volte, per esempio per la guarigione, ma i chakra vennero introdotti della storia solo nella puntata "il Guru".
  • Il principio dei chakra é quello di potersi staccare dal mondo per aver accesso al potere illimitato dell'energia cosmica. Ma Avatar Yangchen spiegò ad Aang che l'Avatar debba sperimentare la vita umana e le sue emozioni per non dimenticarsi quanto siano preziosi e perché li deve proteggere, il che significa che un Avatar non sarà mai in grado di staccarsi completamente dal mondo.
  • Zaheer invece ci è riuscito dopo la morte di P'Li, il che gli diede la capacità del volo libero.
  • I chakra fanno una ricomparsa nella copertina del fumetto di Legend of Korra: "Patterns in Time".
  • Iroh indirettamente cerca di far aprire a Zuko il chakra del fuoco quando gli consiglia di abbandonare il suo orgoglio per sconfiggere la vergogna (Il dominio della terra), l'emozione che lo blocca. Facendo quello, Zuko riesce ad imparare il re-indirizzamento del fulmine.
  • Sembra che aprire il chakra del fuoco sta stato il più difficile per Aang, almeno seguendo i commenti di Pathik. Difatti lo deve sbloccare di nuovo per imparare il dominio del fuoco dai Guerrieri del Sole e ci riesce quando abbandona la vergogna di aver ferito Katara ("I maestri del dominio del fuoco").
  • Guru Pathik era della ferma convinzione che per controllare lo Stato dell'Avatar e lo Spirito dell'Avatar (Raava), un Avatar debba abbandonare l'amore, ma non è vero del tutto. È possibile amare e aprire il chakra del pensiero, come dimostrato da Avatar Kuruk e Avatar Roku che hanno avuto perfetto controllo sullo Stato dell'Avatar nonostante amassero Ummi e Ta Min, rispettivamente. Anche Korra sa entrare nello Stato dell'Avatar nonostante ami Asami, anche se ha effettivamente avuto grossi problemi quando aveva dentro di se le tracce di veleno.
  • Quando Toph spinge Korra a rimuovere da sola le tracce di veleno dal proprio corpo, la incita a lasciare scorrere via le sue paure, la stessa frase che Guru Pathik ha detto a Aang quando ha aperto il chakra della terra. Quindi è probabile che quello era bloccato, e difatti Korra dopo riesce a rientrare nello Stato dell'Avatar. Zaheer potrebbe invece averla aiutata a sbloccare quello della luce, togliendole l'illusione che i suoi poteri abbiano un limite, quando invece per lui non era così.
  • Quando Korra sblocca il suo dominio dell'aria in "Fine dei giochi", è possibile che nel momento in cui stava temendo che Mako perdesse il suo dominio gli abbia fatto superare ogni tentennamento o dubbio sul suo amore; il chakra dell'aria si trova nel cuore e ha a che fare con l'amore.
  • Le proiezioni cosmiche di Aang e Korra che vedono mentre meditano sui loro attacchi terreni sono basati sul concetto indù dell'essere, l'essenza di una persona staccato dal corpo e dalla mente chiamato Àtman (आत्मन्).
  • Durante l'apertura dei chakra di Aang, le sua visoni sono filtrare nei colori dello spetto visivo e dei colori dei chakra. Inoltre combaciano anche i posti dove stanno meritando: per il chakra della terra in una caverna, per quello dell'acqua dietro a una cascata, per quello del fuoco su un crepaccio all'alba, il chakra dell'aria in un'area vasta e aperta, quello del suono i un posto con un forte eco, quello della luce con il sole alto in cielo e infine quello del pensiero sul punto più alto del tempio.
Advertisement