Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo uomo dal nome sconosciuto era stato il capitano di una nave di pirati che saccheggiavano i mari tra la Nazione del Fuoco e il Regno della Terra verso la fine della Grande Guerra. Lui e il suo equipaggio si guadagnavano da vivere rubando oggetti di valori e vendendoli al miglior offerente, a tale motivo visitavano spesso dei porti per attirare potenziali clienti. Il capitano venne sempre accompagnato dal suo pappagallo-iguana fedele che si posava spesso sulla sua spalla.

Storia[]

Non si sa da quanti anni ha già salpato per mare e come si è guadagnato il titolo di Capitano, ma quest’uomo si è costruito una ciurma di uomini fedeli e combattivi, tutti non-dominatori, con i quali saccheggiava il mare alla ricerca di oggetti di valore da rubare e vendere al miglior offerente.

All'inizio dell’anno 100 dopo l’inizio della Grande Guerra, il capitano aveva scelto proprio il porto per vendere la sua merce al quale si erano rivolti Aang, Sokka e Katara per comprare viveri. Il suo secondo in comando persuase Aang a salire sulla sua nave e il capitano, appena vide Momo, dimostrò il suo interesse per questo animaletto, convinto che potrebbe venderlo a un buon prezzo. Il ragazzo però rifiutò l’offerta e continuò a perlustrare i vari oggetti sospettosi che erano stati messi in mostra all'interno della nave. Katara trovò un rotolo di pergamena del dominio dell’acqua dimostrò il suo interesse, e il capitano le spiegò che lo aveva trovato “a buon prezzo” al Nord: gratis. Ma quando la ragazza volle comprarlo, l’uomo la informò che era molto raro e che aveva già un cliente interessato che era disposto a pagare duecento monete d’oro. Ovviamente questo prezzo era di gran lunga fuori dalla portata delle risorse finanziarie del gruppo, così Aang cercò di trattare sul prezzo, ma il capitano poté solo ridere di questo tentativo buffo.

L1 E09 Capitano con Zuko

Accetta di collaborare

Poco dopo che il gruppo aveva lasciato la sua nave però si accorse che mancava il rotolo e capì che erano stati loro a rubarlo. Ordinò ai suoi uomini di inseguirli, ma tornarono a mani vuote, dato che il gruppo era riuscito a fuggire tramite l’uso del dominio dell’aria. Casualmente, poco dopo, salirono sulla sua nave il principe Zuko e Iroh che, orecchiando la loro discussione riguardo “un monaco con una freccia tatuata sulla fronte”, decisero di assoldare i pirati per catturare l’Avatar. Trovarono Katara quando si esercitava da sola nel dominio dell’acqua, ma Zuko lo “convinse” di continuare la ricerca per portargli l’Avatar minacciando di bruciare il prezioso rotolo.

L1 E09 Zuko contro Capitano

Combatte contro Zuko

Il gruppo di pirati catturò facilmente Aang e Sokka e stavano per scambiarlo con la pergamena, finché non seppero da Sokka che Aang era l’Avatar e li convinse che consegnarlo al Signore del Fuoco gli avrebbe reso infinitamente di più di questo stupido rotolo. Il Capitano dichiarò l’accordo con Zuko come terminato e iniziò a combatterlo e sfidò il principe a un duello, mentre i suoi uomini tennero a bada i soldati del fuoco. Nonostante che Zuko combatté con il suo fuoco, il Capitano si difese egregiamente usando solo la sua spada, ma il loro combattimento venne interrotto da Iroh che gli rivelò che la sua nave era stata rubata e che si stava allentando. Bestemmiando, il Capitano iniziò la ricorsa e si aggiunse ai suoi uomini che in turno avevano rubato la barca di Zuko, ma alla fine la sua nave cadde giù da una cascata alta e si sfracellò al suolo.

L1 E18 pirati accettano incarico

Accettano l'incarico di uccidere Zuko

Alcune settimane più tardi, i pirati vennero assoldati dall'Ammiraglio Zhao che gli offrì uno scrigno di oro per eliminare il principe Zuko. Il capitano non partecipò in questa missione, ma i suoi uomini salirono sulla nave del principe per riempirla di esplosivo e farla saltare in aria. A loro insaputa e quella di Zhao, Zuko era riuscito a sopravvivere, ma a quel punto si erano già allontanato con il bottino.

Trivia[]

Advertisement