Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Detta anche "Città Capitale" oppure "Città Imperiale" (皇家首都, Huángjiā shǒudū), questa è il centro della Nazione del Fuoco dove risiede anche il Signore del Fuoco. Si trova sull'isola più grande della nazione, situata ad Ovest dell'arcipelago.

La Città Capitale é una delle più grandi del mondo, al suo centro si trova il Palazzo Imperiale e il Hari Bulkan, la zona centrale che si trova direttamente nella bocca del vulcano spento, anche chiamata Città Caldera. Si raggiunge attraverso un cammino stretto e estremamente ben guardato che arriva su partendo dal porto e passa attraverso un forum vuoto per ricevimenti. La Città Porto è la casa per la popolazione meno ricca e i lavoratori, mentre i nobili risiedono nella Città Caldera.

Dopo Ba Sing Se, la Città Capitale è famosa per essere la città più sicura del mondo, la protezione si passiva che attiva, grazie alla flotta marina posizionata al porto, ha impedito che venisse attaccata dirittamente durante la Guerra dei Cent'Anni. Ci fu un solo attacco diretto durante l'eclissi che però fallì nonostante che gli invasori erano arrivati fino alla porte del Palazzo Imperiale.

Storia[]

Era di Kuruk e Kyoshi[]

Avatar Kuruk incontrò la sua nuova compagnia di squadra Hei-Ran al Porto del Primo Signore e si innamorò subito di lei. Non esitò a dichiararsi, ma la dominatrice del fuoco lo zittì con un tono freddo, il che fece ridere Jinazhu e Kelsang a crepapelle. Poco dopo però, la donna chiarì che sentimenti romantici erano proibiti soltanto mentre era in servizio.

Nell'anno 296 AG, Avatar Kyoshi viaggiò alla capitale della Nazione del Fuoco in onore del Festival di Avatar Szeto. A palazzo quasi causò una crisi politica che però venne oscurata dall'attacco feroce e crudele di Yun che causò vari morti e spinse il governo a dichiarare un lock-down totale. Alcune settimane dopo, Signore del Fuoco Zoryu fece apparire un sosia di Yun che confessò pubblicamente di aver agito in cospirazione con il clan Saowon- una menzogna- il che permise l’ordine della estirpazione dell’intero clan per altro tradimento.

Era di Roku[]

Già da bambini, Roku e Principe Ereditario Sozin erano stati amici che vivendo al palazzo imperiale, dove si divertivano a sfidarsi in continuazione. Fu anche lì che, durante le festività dei sedicesimi compleanni dei due amici, venne rivelato al pubblico che Roku era il nuovo Avatar, inoltre, dodici anni dopo, dove questo sposò la sua fidanzata Ta Min.

Alcuni anni dopo, la Capitale ospitò un simposio internazionale delle tecnologie delle Quattro Nazioni dove studiosi e dottori di tutto il mondo presentavano le loro scoperte e le loro innovazioni. Purtroppo la situazione divenne tesa quando si scoprì che una quantità considerevole del prezioso metallo di meteorite era stato rubato, il che fece arrabbiare specialmente il ministro Khuchtei che lo considerò un furto alla Nazione del Fuoco. Taqukaq, Capotribù dell’acqua, incaricò Bo, Chegu, Ema, Sherab e Norbu, Nomadi dell’Aria che Avatar Roku aveva mandato dal Tempio dell’Aria del Sud, a mantenere la pace; questi riuscirono ad evitare un conflitto.

Poco dopo in città iniziarono i preparativi per il matrimonio reale tra Principessa Zeisan e il monaco Khandro con feste e celebrazioni. Dato che la donna poteva decidere liberamente il programma, decise e di tenere un simposio pre-matrimonio in piazza Hari Bulkan con vari nobili, ufficiali militari e membri della corte imperiale, ma lasciandolo anche aperto al pubblico. La Principessa aveva in mente di discutere le lezioni del Vento Guidatore denigrando anche la politica sempre più xenofobica di suo fratello Sozin.  Quando questo ne venne a sapere, il Signore del Fuoco incaricò suo ministro Zianda a iniziare una compagna di discreti azione dei Nomadi dell’Aria che vivevano nella Nazione del Fuoco. Zianda e Mio decisero di far travestire alcuni soldati del fuoco come Nomadi dell’Aria e di usare aggeggi che simulavano il dominio dell’aria per creare caos al simposio. Quando il gruppo di Mio rubò alcuni vestiti dei monaci una settimana prima del simposio, la monaca Riohson iniziò a sospettare di questo complotto contro Zeisan ma non poteva avvertirla perché era sotto stretta osservazione di alcuni soldati del fuoco. Era costretta a lasciare questo compito ai suoi alleati Nyanchi, Boin, Ezra e Zeebee.

L3 E06 Roku avverte Sozin

Roku da un ultimatum a Sozin

Alcuni anni dopo, Avatar Roku seppe dei piani di invasione di alcuni territori del Regno della Terra e confrontò Sozin con queste accuse, ma al posto del suo amico vide solo un monarca assettato di potere. Vedendo che era impossibile farlo ragionare con le parole, entrò nello Stato dell’Avatar e creò un tornado che distrusse parte del palazzo imperiale, lasciando Sozin con l’avvertimento di non perpetuare la sua politica imperialistica.

Era di Aang[]

Invasione capitale

L'invasione in atto

La Capitale rimase intoccata dalla Guerra dei Cent’Anni per via delle sue difese eccezionali instaurati da Signore del Fuoco Azulon. Subì l’unico attacco diretto nei mesi finali della guerra dove una squadra d’assalto composito da membri del Regno della Terra e della Tribù dell’Acqua. Grazie ai loro nuovi sottomarini, gli invasori sotto il comando di Hakoda e Sokka riuscirono ad infiltrarsi attraverso la stretta rete difensiva e di atterrare nel Porto e di farsi strada fino a raggiungere la Città Caldera.

Il piano prevedeva che loro usassero a suo favore la perdita del dominio del fuoco durante l’eclissi mentre Avatar Aang doveva andare a scovare Signore del Fuoco Ozai e di sconfiggerlo prima della fine dell’evento astronomico. Purtroppo per loro, il piano fallì e la Capitale rimase sotto il controllo della Nazione del Fuoco e quasi tutti gli invasori vennero arrestati.

L3 E20 Zuko Azula fiamme

Uno scontro brutale

Alcune settimane dopo, la Città Caldera era il luogo del Agni Kai potenziato dalla Cometa di Sozin per la successione al trono tra il Principe Zuko e la Principessa Azula. I due dominatori si scontrarono con una violenza notevole distruggendo vari edifici vicino al palazzo con le loro fiammate. Ultimamente Azula venne sconfitta dopo aver preso di mira Katara, la quale però riuscì ad ingannarla e di sconfiggerla usando il dominio dell’acqua. In seguito alla caduta di suo padre, Zuko venne incoronato a nuovo Signore del Fuoco davanti alla piazza imperiale.  

Due anni dopo, la città ebbe un momento di crisi in seguito al rapimento di sempre più bambini per mano di alcune persone che si fecero passare come le Kemurikage. Spinto dal voler dimostrarsi forte e della paura, Zuko dichiarò un lock-down della città e usò la polizia per inseguire i sospettati, finché non si scoprì che era stata opera di Azula. Dopo la risoluzione della crisi, il Signore del Fuoco radunò i suoi cittadini e si scusò pubblicamente di come aveva mal gestito questa situazione.

Governo[]

Essendo la capitale dell’intera Nazione, questa città è anche la sede di tutta l'amministrazione centrale e delle colonie attive durante la guerra. L'amministrazione relativamente contenuta è sotto il controllo diretto del Signore del Fuoco e include vari ministri, tra cui un ministro della guerra. Durante la guerra, il ruolo di ministro era quasi sempre occupato da un alto ufficiale militare. La capitale è anche la sede dei Saggi del Fuoco che sono l'autorità spirituale della Nazione del Fuoco.  

Descrizione[]

La capitale non è solo una città unica, ma più essere divisa in diversi distretti: Il Palazzo Imperiale, la Città Porto e Hari Bulkan, al centro della Città Caldera, che si trova nella bocca di un vulcano spento. Sulle facciate laterali del vulcano, a nord e a sud della Città Porto si trovano altre due insediamenti.

Le strade sono affiancate da negozi e vari edifici per la vasta popolazione e sono disposti a forma di cerchio partendo dal brodo circolare della bocca del vulcano per poi unirsi nella piazza centrale. Dalla Città porto parte una strada con dozzine di tornanti stretti che sale per la montagna e condurre all'entrata del vulcano, dalla quale si può vedere tutta la Città Caldera. Nonostante questo, le e strade con i suoi innumerevoli vincoli possono diventare un labirinto per chi non li conosce.  

Porto del Primo Signore[]

Porto capitale

Il porto in relazione al vulcano

Questo è il porto ufficiale della capitale ed è abbastanza grande da poter accogliere una dozzina di navi da guerra della Nazione del Fuoco di classe Imperatore o più dozzine di navi più piccole. L’entrata al porto è sigillata da un muro massiccio affiancato da due torri che sono equipaggiati con catapulte abbastanza potenti la lanciare arpioni capaci di penetrare corazze di acciaio rinforzato e attaccati a una catene motorizzata che più sollevare pesi di dozzine di tonnellate. In mezzo alle due torri è eretto un cancello che può essere aperto o chiuso per far lasciar passare le navi o no. Il cancello si stenda anche sott’acqua, ma quella porzione è abbastanza arrugginita e rappresenta un punto debole.   

Corso[]

L3 E10 Verso la capitale

Vista sul corso

Situato ancora nel porto e che lo collega con la Città Porto, questo corso è una piazza impressionante dove la nobiltà della Nazione del Fuoco tiene i suoi raduni celebrativi per la sua popolazione. Inoltre, è anche l’unica strada dalla quale si può raggiungere la Città Caldera partendo dal mare ed è la strada più guardata di tutta la nazione. Chiunque chi sia riuscito a superare sia il blocco in mare, i Cancelli di Azulon che la il muro marino del porto, doveva ancora vedersela con le difese di questo corso. Non solo rappresenta il potere militare della Nazione del Fuoco per incutere rispetto, ma, essendo una stretta naturale, funge anche da ulteriore difesa della capitale.

La strada, larga dozzine di metri, è affiancata da scogliere alte sui quali si trovano delle torri di guardia con la vista in-ostruita su cosa succede a terra e armati di balestre e cannoni. Nelle scogliere si nascondono portoni con cari armati che possono essere rilasciati al bisogno. Alla sua fine, prima dell’inizio della Città Porto, si trova una guarnigione con soldati d'élite che poffre solo uno stretto passaggio attraverso il quale si può passare. L’edificio possiede una torre molto alta, dalla quale non solo si ha una vista perfetta su tutto il corso, ma dal quale il Signore del Fuoco può dare discorsi alla sua armata. Per via dell’importanza di questa strada celebrativa, Ozai si é incoronato a Re Fenice proprio al corso imperiale.  

Città Porto[]

Trovandosi tra il corso e l’iniziale salite del vulcano, questa città ospita la grande maggioranza della popolazione civile della capitale. È più povera della Città Caldera, dato che offre casa ai lavoratori e a persone di classe sociale inferiore, il che gli conferisce un certo stigma negativo. Poter trasferirsi su nella città Caldera è considerato una fortuna e comporta un netto miglioramento dello stato sociale.

La Città Porto è un insediamento largo che si estende per quasi un terzo della circonferenza del vulcano e contiene distretti sia residenziali che industriali. La sua industria produce metalli raffinati per la costruzione di carri armati, navi da guerra e altre armi per la difesa della capitale. Ad Ovest della città si trova il grande Parco di Zoryu dove gli abitanti amano spendere il loro tempo libero.

Non sorprende che la Città Porto sia anche la patria di tanti criminali; durante la fase finale della Guerra dei Cent’anni, venne dominata dalla gang Burning Ember, inoltre era stato anche lì che Zuko ha incontrato l’Uomo Combustione per assoldarlo come killer. In contrasto a questo, il Parco di Zoryu era il territorio dei Fire Finches, una gang di bambini della strada borsaioli e imbroglioni. (da Avatar: Legends RPG)  

Città Caldera/ Hari Bulkan[]

L3 E11 davanti al palazzo imperiale

Il palazzo al centro della Città Caldera

ome già si intuisce dal nome, la Città Caldera è stata costruita nella bocca di un vulcano spento ed è la casa dei membri più ricchi e nobili della Nazione del Fuoco. Gran parte della casa sono vere ville lussuriose di nobili che non sempre vivono qua ma mantengono la loro villa per prestigio. Ukano ha abitato qua fino alla sua promozione a governatore di Nuova Ozai e ci è tornato dopo la sua espulsione. Per via dello spazio ristretto, le case in genere non sono così spaziose come d'altra parte, per cui i nobili preferiscono tenersi abitazioni secondarie in altre località della nazione. Lo stile di architettura è più verticale per utilizzare al meglio lo spazio a disposizione, ma la feroce competizione per il possesso di terreno all’interno della città ha portato a un aumento esponenziale dei prezzi.

A parte i distretti di residenza, la Città Caldera ospita anche alcune accademie del dominio del fuoco e la prigione più severa dell’Isola centrale. Inoltre, è anche la sede del Palazzo Imperiale e del Tempio Centrale dei Saggi del Fuoco. Persone comuni della Nazione del Fuoco non possono entrare nella Città Caldera a meno che non ricevano un invito ufficiale del Signore del Fuoco che è molto raro.

L3 E02 prigione

La prigione centrale

La Città Caldera viene protetta da una serie di torri da guardia e bunker ostruire nel brodo del vulcano spento, ma dopo la sua ascesa al trono, il Signore del Fuoco Sozin ha fatto costruire una strada per salire nel cratere come difesa aggiuntiva. Questa è molto tortuosa e stretta, costringe un eventuale invasore di proseguire in fila indiana, inoltre viene controllata da dozzine di torri da guardia con una vista diretta sulla strada. Inoltre, la salita costante permette alle forze di difesa di ritirarsi verso i punti più alti per far piovere fuco e proiettili sugli invasori.

Hari Bulkan contiene una serie di laghi bellissimi che sono conosciuti nella nazione sotto il nome in-ufficiale di “Regina e le sua figlie”. Si crede che nessuna barca ha il permesso di salirci, ma durante la Festa di Szeto si sono viste piccole imbarcazioni con lanterne.

Attualmente, la Signora del Fuoco Izumi e i suoi ufficiali hanno proposto alle altre nazioni di erigere ambasciate a Hari Bulkan per continuare a fortificare le loro relazioni pacifiche e produttive.  

Palazzo Imperiale[]

Palazzo imperiale

Il palazzo da fuori

Nel centro del cratere e della città si trova il Palazzo Imperiale della Nazione del Fuoco in cui risiedono il Signore del Fuoco e la sua famiglia. Il palazzo è uno degli edifici più riconoscibili ed iconici dell'intera nazione e si erige nel centro di un area bruciata a terra priva di alberi o altri ostacoli e circondato da un muro che lo separa dal resto della città. Un Unità di dominatori speciali d'élite fungono da guardie del palazzo e sono noti e famosi per essere fedeli e crudeli con qualsiasi invasore. Fuori dalle mura del palazzo si trovano alcuni giardini e ville usati dalla famiglia imperiale estesa come quella di Ozai quando non era stato l’erede al trono.

I cancelli principali del palazzo portano a un passaggio di metallo illuminato da torce e guardati da una truppa di dominatori del fuoco ad entrambi i lati. I muri sono pieno di picchi buchi che permettono di spiare le persone che entrano che attaccarli con frecce o palle di fuoco. Il pavimento del passaggio è vuoto può essere aperto con una lave per far cadere eventuali invasori nel piano sottostante e catturarli. Il passaggio poi conduce al giardino centrale

Sala del trono[]

Sala trono

La sala del trono

Il Signore del Fuoco occupa la sala del trono per conferenze ufficiali dove si siede su un trono ornamentale molte scali sopra i suoi subordinati. Dietro e davanti a lui ardono alte fiamme per separarlo ulteriormente dalla “gente comune” e di incutere timore e rispetto. Durante la guerra, la sala del trono era stata anche il luogo in cui vennero discussi i piani di guerra dal Signore del Fuoco e i suoi Generali più alti, dato che era altamente protetto ed isolato da orecchie indecenti. L'intera architettura della sala del trono aveva il compito di intimorire chiunque entrava, un’eredità dei Signore del Fuoco della guerra.  

Arena[]

Agni Kai camera

L'arena per gli Agni Kai

Nei piani più alti del palazzo si trova una camere molto lungo e parzialmente coperta dove ebbero luogo gli Agni Kai disputati all'interno degli occupanti del palazzo, inclusi i membri della famiglia imperiale e dell’alta nobiltà. Quest’arena era stata anche il luogo in cui si affrontarono Ozai e Zuko davanti a un vasto pubblico, tra cui anche Zhao, Iroh e Azula, e che finì con l’esilio del principe.  

Galleria Imperiale[]

La Galleria Imperiale è una sala molto alta e vasta dove vengono esposti i ritratti commemorabili dei Signore del Fuoco del passato e quello attuale; finora si sono visti quelli partendo dal padre di Sozin fino a quello di Ozai. Dalla Galleria Imperiale partono diversi corridori che portano a varie stanze.

Salone di bellezza[]

l palazzo era in possesso di un salone di bellezza privato con dozzine di servi e damigelle. Azula era nota per passarci molto tempo durante il periodo di governo di suo padre.  

Giardino[]

L2 E07 Zuko bambino Ursa

Ursa e Zuko nel giardino

Il giardino si trova a sud-ovest del palazzo ed è un luogo di rilassamento e ricreazione per la famiglia imperiale e i suoi ospiti. Il giardino è molto variegato e ben curato, offre una grande varietà di fiori da tutto il mondo e un grande laghetto con tartanatre. Nella loro gioventù, Sozin e Roku si divertivano ad allenarsi nel dominio del fuoco nel giardino. Ursa portava qua spesso i suoi figli per giocare e di dare da mangiare alle tartanatre, Azula ha invitato spesso anche Mai e Ty Lee per giocare, ma anche per fare scherzi a Zuko.  

Giardino delle Anime Tranquille[]

Il Giardino delle Anime Tranquille è nient’altro che il cimitero per i membri della famiglia imperiale che non erano stati Signori/e del Fuoco e di alti funzionari della sua corte. È un luogo isolato e lugubre, si raggiunge solo attraverso un passaggio segreto che si trova sul tetto del palazzo, almeno è quello noto finora.  

Tempio e Piazza dell'incoronazione[]

Aang Zuko incoronazione

Zuko e Aang davanti alla piazza

Il Tempio dell'incoronazione e la piazza adiacente sono tra le strutture più vecchie del palazzo. Si trovano a sud-est del palazzo accanto a uno dei laghetti ed è il luogo cerimoniale per eventi straordinari come il funerale di un Signore del Fuoco e l'incoronazione del suo successore. Era stato lì che Zuko ha sfidato Azula interrompendo la sua incoronazione e l’ha affrontata in un Agni Kai potenziato dalla cometa. Il loro duello ha danneggiato parte degli edifici intorno alla piazza, ma erano stata riparati in tempo per l’incoronazione di Zuko a nuovo Signore del Fuoco, il quale ha accolto membri da tutte le nazioni sulla piazza per annunciare la fine della Guerra dei Cent’anni.  

Sala di Zoryu[]

Questa grande sala multifunzionale è in parte una scuola, un luogo d’incontro e anche un auditorium che si trova nella zona est del Hari Bulkan. È stato battezzato in onore del Signore del Fuoco Zoryu ed è dominata da una immensa sala per le conferenze centrale, ma offre anche una serie di stanze più piccole per incontri e lezioni.  

Piazza centrale[]

Questa piazza quadrangolare è stata concepita per essere un luogo c'incontro pubblico e di annunci per tutti gli abitanti della capitale ed è sempre piena di gente. Per via della sua posizione, funge anche da passaggio tra i vari quartieri della città, anche per questo c'è sempre qualcuno che la usa anche solo per passare. Quando non ci sono eventi speciali sulla piazza, tutte le strade e entrate che portano ad essa sono aperte a tutti. Questo permette agli abitanti di muoversi liberamente, anche se ci sono delle guardie, specialmente nelle vicinanze del palazzo. In caso di un evento speciale, i soldati aumentano di numero e gli accessi alla piazza vengono controllate per impedire che visitatori non voluti si avvicinino troppo alla zona residenziale della città. Era stato qua che la Principessa Zeisan ha tenuto il suo simposio durante l’era dell’Avatar Roku.  

Mercato aperto[]

Come ci si aspetta da una capitale, ci sono parecchi mercati per cibo, vestiti, gioielli e oggetti di ogni genere. Il più grande si trova intorno alla piazza centrale che, per ovvi motivi, invita i venditori di usare a loro vantaggio le celebrazioni speciali per poter esporre il loro assortimento a un prezzo molto più alto del solito. Un esempio era stato il tempo prima del matrimonio della Principessa Zeisan dove i sarti e venditori di vestiti di altissima qualità hanno sommerso il mercato con le loro esposizioni.

Luoghi particolari[]

Prigione Centrale[]

La prigione della Città Capitale è una struttura grande, lugubre e imponente, fatta di pietre possenti e fortificati che si trova in un cratere separato a sud-ovest della città. In questa prigione vengono portati i criminali più infami e pericolosi della Nazione del Fuoco, tra cui anche le Guerriere Kyoshi (a parte Suki) catturare da Azula e Iroh prima della sua fuga. Dopo l'invasione fallita, vennero portati qua anche gran parte degli invasori catturati come Huu, il Meccanico o Bato. In questo periodo di tempo, uno degli ufficiali era stato Poon di cui atteggiamento sadico e arrogante peggiorò ulteriormente la situazione dei prigionieri. In seguito alla sua sconfitta da parte dell’Avatar Aang, un Ozai senza dominio venne anche lui imprigionato qua.  

Tempio dei Saggi del Fuoco[]

Tempio Centrale Saggi del Fuoco

Il tempio del fuoco

Il Tempio Centrale è sotto l’amministrazione dei Saggi del Fuoco, così come altri tempi in tutte la nazione come anche quello sull’Isola della luna crescente. Seguendo la tradizioni, gli Avatar della Nazione del Fuoco dovrebbero essere portati prima qua per poter iniziare il loro addestramento nei altri domini. Sotto al tempio si trovano le Catacombe della Ossa di Drago che possono essere raggiunti soltanto attraverso un passaggio segreto sotto il giardino del tempio.  

Catacombe della Ossa di Drago[]

Le Catacombe della Ossa di Drago sono una serie di camere sotterranee che servono come le tombe dei precedenti Signori del Fuoco, ma sono anche una specie di archivio della storia della Nazione del Fuoco. I murali mostrano eventi storici, miti e leggende della nazione che vengono spiegati con pergamene posti nei punti importanti.  

Accademia Imperiale del Fuoco per Ragazze[]

Questa accademia è la più prestigiosa dell’intera nazione che offre una severa educazione militare esclusivamente per donne. Le studentesse sono esclusivamente discenditi dalla famiglie nobili e vengono ducate sia nel combattimento che nella strategia militare, con lo scopo di generare futuri Generali. Tra le sua studentesse più famose sono Rangi, Azula, Ty Lee e Mai.  

Sottosuolo e bunker[]

Nel suolo sotto la città e sopratutto sotto il palazzo, si trova una rete di passaggi formati naturalmente dall'attività vulcanica. Questi tunnel portano a diverse camere scavate artificialmente trasformate in bunker durante l’era di Sozin. A parte il fatto che si tratta di un vero e proprio labirinto, altri ostacoli sono laghi di lava e torrenti d’acqua che rendono il passaggio molto pericoloso per chi non conosce i suoi insidi. Questo labirinto é stato usato per operazioni segreti e speciali. Sokka, Aang e Toph si sono avventurati durante l’invasione nella disperata ricerca dei Signore del Fuoco durante l’eclissi.

Ozai Zuko Sole Nero

Ozai e Zuko nel bunker

Uno di questi bunker venne ampliato ed arredato per poter accogliere il Signore del Fuoco con stile e proteggere lui e i capi dello stato durante un eventuale attacco diretto alla capitale. Le sua stanze sono ben nascoste e isolate, costruite in metallo per impedire l’accesso a dominatori della terra. Questo, ovviamente, non funzionava contro qualcuno come Toph che, usando il suo senso sismico e il dominio del metallo, non ha avuto problemi a trovarli e a irrompere. Era stato qua che lei, Aang e Sokka hanno affrontato Azula, mentre nel bunker del Signore del Fuoco, Zuko ha sfidato Ozai per annunciare il suo tradimento.   

Abitanti degni di nota[]

  • Chaejin
  • Dairin
  • Fai Lan
  • Generale Gong
  • Generale Iroh (trasferito)
  • Ilah
  • Li
  • Liva
  • Lo
  • Kunyo (prima dell'esilio)
  • Mai
  • Ukano
  • Ming
  • Pin-Yi
  • Principe Lu Ten
  • Principessa Azula
  • Principessa Ursa
  • Principessa Zeisan
  • Rini
  • Saggio del Fuoco Bai
  • Saggio del Fuoco Niuan
  • Saggio del Fuoco Shyu
  • Signore del Fuoco Azulon
  • Signore del Fuoco Chaeryu
  • Signora del Fuoco Izumi
  • Signore del Fuoco Ozai
  • Signore del Fuoco Sozin
  • Signore del Fuoco Zoryu
  • Signore del Fuoco Zuko
  • Sunlin
  • Ty Lee
  • Guardiano Poon
  • Wenli
  • Xaipan

Trivia[]

  • Nella lingua filippina, hàri bùlkan si traduce in "Vulcano Re" o "Re volcano"
Advertisement