Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il decimo capitolo del primo libro di La Leggenda di Korra: Aria. Il titolo è di nuovo semi-tradotto per significato.

<<< episodio precedente

Ripasso e Sinossi[]

“La rivoluzione di Amon si rafforza! Prima ha attaccato l’arena di dominio sportivo, poi si è scoperto che dietro i guanti dei Paritari e le loro armi si celava Hiroshi Sato, e infine Amon ha teso un’imboscata a Tarrlok, privandolo del suo dominio, e ha quasi catturato la stessa Avatar! Ora tutti si chiedono, dove colpirà Amon la prossima volta?”

Korra si riprende e racconta la verità su Tarrlok e Amon, che sembra preparare le sue mosse finali. Uno ad uno i consiglieri vengono rapiti, solo Tenzin si salva, ma l'attacco dei Paritari su Città della Repubblica ormai è in atto, attaccano persino la centrale di polizia. La Squadra Avatar riesce a salvare il maestro dell'aria che ritorna a casa sua per vedere che la sua famiglia si è ampliata: è nato suo figlio Rohan. Purtroppo il gruppo deve dividersi, lui scappa con Lin e la sua famiglia, mentre la Squadra Avatar si rifugia nei sotterranei della città in attesa dell'Arrivo della flotta delle Forze Unite. La famiglia di Tenzin viene attaccata durante la fuga, Lin si sacrifica per far scappare la famiglia di Tenzin, i Paritari la catturano e Amon le toglie il dominio.

Storia[]

Korra si riprende dalle ferite subite in seguito alla fuga dalla sua prigionia

Al Tempio dell’Aria, Korra sta ancora dormendo dal giorno precedente per riprendersi dalle ferite e dalla fatica accumulata. Mako le sta accanto preoccupato, mentre Asami li osserva di nascosto. Nel frattempo Tenzin torna dalla sua famiglia, accarezza la pancia sempre più imponente della moglie, molto vicina al parto, mentre i figli gli chiedono di Korra, e il dominatore promette loro che andrà tutto bene.

Il gruppo si scambia le notizie

Qualche ora più tardi Korra si sveglia e divora subito il suo pranzo, affermando che finalmente inizia a ristabilirsi. Tenzin e Lin la devono interrompere e chiedono informazioni sugli avvenimenti accaduti durante il suo tempo da prigioniera, così Korra inizia a raccontare, partendo dal fatto che Tarrlok sia il figlio di Yakone. Lin connette subito i due punti, ora è chiaro come poteva dominare il sangue senza la luna piena. Quando l’Avatar continua dicendo che Amon lo ha catturato e gli ha tolto il dominio, e che ci mancava poco che catturasse anche lei, i due reagiscono scioccati, specialmente Tenzin che afferma con aria nefasta che Amon sta diventando sempre più audace, e che forse presto potrebbe pensare di chiudere la partita. 

Asami confronta Mako con la verità

Asami aiuta Pema nei lavori in cucina, ogni tanto la donna si lamenta dei calci del bambino in grembo, ma afferma che sta bene. Arriva Mako che vorrebbe dell’acqua calda per fare il tè a Korra, ma la giovane Sato reagisce particolarmente acida, sbuffando che essendo un dominatore del fuoco potrebbe pensarci da solo. Percependo l’aria pesante, Pema si scusa, lasciando la giovane coppia da sola. Asami viene subito al dunque e accusa Mako di avere sentimenti per Korra, ma il giovane dominatore del fuoco lo nega, così Asami rivela di sapere del bacio. Il ragazzo si sente colpito, ma anziché rispondere, cerca di incolpare Bolin per averlo spifferato, poi cerca di cambiare argomento, ma la donna non demorde e lo incita a una risposta. Quando non la riceve, lo spinge da parte e se ne va, affermando che la loro relazione è appesa a un filo.

Meglio essere cauti... specialmente con Meelo!

Nel giardino del tempio, Tenzin chiede a Lin di salvaguardare la sua famiglia mentre lui va al municipio per una riunione d’emergenza, e la donna accetta volentieri. Ma la sua voglia diminuisce subito quando Pema gli molla Meelo per fargli il bagno e il ragazzino ride che gli scappa anche da andare in bagno.

il Tenente si traveste da disinfestatore

Nello stesso istante anche la consigliera del Fuoco si sta preparando per la riunione e sta per salutare suo marito, quando qualcuno bussa alla porta. Quando apre, si presentano due impiegati che affermano di venire per la derattizzazione, ma la donna nega di avere un problema di questo genere. I due impiegati si rivelano il Tenente e un suo assistente che folgorano prima lei, poi suo marito.

Tenzin riesce a sconfiggere i nemici

Tenzin atterra con Oogi sul tetto del municipio, sopra di lui tre impiegati stanno lavando la cupola di vetro, ma anche loro si rivelano essere agenti di Amon. Ma al contrario della sua collega, Tenzin riesce a reagire in tempo ed evade il primo attacco a sorpresa, affrontando i nemici scaraventandoli lontani. L’ex-assistente di Tarrlok accorre agitato e lo avverte che secondo Saikhan gli altri membri del Consiglio sono stati tutti catturati, e ora Tenzin è l’unico membro del governo ancora libero e funzionante.

Hiroshi assume la sua posizione al fianco di Amon

In quei momenti numerose esplosioni fanno scuotere la terra e diversi dirigibili dei Paritari compaiono in cielo. Dall’Isola dell’Aria lo vedono anche Lin, Korra, Asami, Bolin e Mako: è iniziato l’attacco decisivo di Amon. Su uno dei dirigibili si trova anche Hiroshi Sato che guarda ancora una volta la foto con la sua defunta moglie e la piccola Asami, per poi prendere il posto accanto ad Amon che sta osservando l’attacco.

Korra si sente tagliata fuori da questa discussione

La Squadra Avatar raggiunge la terra ferma tramite una barca e cerca subito l'auto di Asami che lei aveva lasciato quando sono stati arrestati. La trovano grazie a Korra, solo che si trova sotto un palo della luce ed è piena zeppa di multe; l’Avatar si difende dicendo che era rimasta da sola e che aveva già detto chiaro e tondo che non sapesse guidare. Bolin si preoccupa di più delle multe, ma Mako le incenerisce senza pensarci, spaventando suo fratello, essendo normalmente devoto alla legge. Ora il governo ha altre cose a cui pensare che alle multe! Quando Mako vuole sedersi come sempre davanti accanto ad Asami, questa sbuffa dicendo che potrebbe anche sedersi dietro, accanto alla donna del sud, la quale si chiede scombussolata cosa stia succedendo tra loro due.

Tenzin genera una bolla d'aria per proteggersi dal gas

Tenzin corre alla centrale di polizia, dove riceve il rapporto da Saikhan secondo cui Amon ha attaccato tutti i quartieri in simultanea, e la polizia perciò non ce la fa a stargli dietro. Davanti a questo problema, Tenzin ordina di stabilire un contatto col generale delle Forze Unite. Il messaggio è stato trasmesso appena in tempo, perché le linee risultano subito interrotte e suona l’allarme generale dell’edificio, poi va via anche la corrente: un attacco diretto alla centrale di polizia! Tenzin si accorge subito del gas che sta entrando per i condotti dell’aria e ordina a Saikhan di chiuderli, ma devono uscire subito da lì.

Il gruppo viene circondato dai mecha dei Paritari

Il gruppo riesce a passare i corridoi infestati dal gas grazie al dominio dell’aria e raggiungono l’aria aperta, ma si ritrovano subito circondati dai mecha di Sato. I macchinari stavolta sono anche dotati di potenti magneti e con essi catturano subito i membri dell’unità di metallo della polizia con le loro armature, Tenzin non può impedirlo e ben presto si ritrova da solo. All'inizio riesce a tenerli alla larga, ma viene atterrato, e deve osservare impotente come Saikhan e gli altri membri della polizia vengono portati via dai Paritari, poi perde conoscenza.  

Mako rimanda indietro il fulmine del mecha

In quel momento arriva sulla scena la Squadra Avatar: Asami lancia la sua auto addosso ai mecha nemici, sconfiggendone due in un colpo solo, mentre i dominatori affrontano gli altri. Mako rimanda indietro l’attacco elettrico di uno di loro, mentre Korra ostruisce i tubi di scarico di un altro con dell’acqua. Asami corre in aiuto di Tenzin che sta per essere caricato anche lui su un camion e sconfigge cinque Paritari da sola con l’aiuto del suo guanto elettrico. Quando il maestro dell’aria si riprende, si unisce anche lui alla battaglia e insieme riescono a sconfiggerli. Hiroshi osserva tutto con un binocolo e rimane disgustato dal fatto di dover vedere sua figlia combattere al fianco di questi sporchi dominatori, ma Amon lo rassicura che presto la riavrà indietro.

L'Isola dell'Aria sotto attacco

In quel momento Tenzin si accorge con grande shock di una nave aerea nemica che si sta avvicinando a casa sua nel tempio, dove c’è la sua famiglia. Il Tenente e i suoi uomini atterrano sull’Isola del Tempio dell’Aria, e Lin ordina alla famiglia di Tenzin di nascondersi subito, ma un grido di Pema la spaventa: sta per nascere il bambino sotto queste circostanze!

I figli di Tenzin scongiurano la prima invasione

I membri del Loto Bianco affrontano i bloccanti, ma si aggiunge una seconda nave dei Paritari, mentre Lin Beifong affronta il Tenente e i suoi seguaci e ne batte alcuni, ma viene nuovamente atterrata dalle scariche elettriche del Tenente. A salvarla stavolta sono nientemeno coloro che doveva proteggere: i figli di Tenzin, che dimostrano grande coraggio e tecnica, sconfiggendoli con facilità. In quei momenti sopraggiunge Tenzin con la Squadra Avatar, e il dominatore dell’aria si arrabbia con Lin per averli lasciati combattere, ma la donna ribatte dicendo che senza di loro probabilmente sarebbe morta, e lui li ha addestrati bene!

La famiglia saluta l'ultimo arrivato

Tenzin corre da sua moglie e sente il pianto di un neonato: è nato il suo quarto figlio! Per un momento si dimentica di tutto e abbraccia sua moglie che gli mostra l’ultimo arrivato, un bel maschietto dagli occhi verdi! Arrivano anche gli altri figli che lo salutano subito, e Jinora chiede come lo vorranno chiamare, al quale Tenzin risponde che il suo nome sarà Rohan. Purtroppo Korra deve interrompere la scena felice e tranquilla, perché stanno per arrivare altri dirigibili.

i due gruppi si dividono

Tenzin, Lin e la Squadra Avatar escono all'aperto e vedono infatti l’arrivo di altri tre dirigibili dei Paritari che si stanno avvicinando dalla città; Tenzin rivela il suo piano di voler nascondere la sua famiglia in un posto sicuro, e Lin decide di andare con loro per proteggerli, perché non permetterà che succeda qualcosa agli ultimi dominatori dell’aria rimasti al mondo. A Korra invece ordina di nascondersi nei sotterranei di Città della Repubblica e di attendere l’arrivo delle Forze Unite per preparare il contrattacco, ma la ragazza non è contenta di dover attendere, ma accetta lo stesso, capendone la validità. Un abbraccio e i due gruppi si dividono: Korra e gli altri su Naga, i dominatori dell’aria e Lin su Oogi. Come previsto, due dei dirigibili nemici inseguono i bisonti volanti, mentre il terzo attacca l’isola per catturare Korra. La Squadra Avatar scappa su Naga, mentre i dominatori del Loto Bianco bloccano il nemico. Durante la fuga, il Tenente cerca di sorprendere il gruppo, ma Naga lo colpisce semplicemente con una zampata e lo scaraventa giù per un dirupo. Korra usa una bolla d’acqua per permettere a loro di respirare, mentre Naga nuota sott’acqua verso il porto di Città della Repubblica.

Lin decide di sacrificarsi per il bene della famiglia di Tenzin

La famiglia dei dominatori dell’aria e Lin stanno per essere raggiunti dal nemico che cerca di catturarli con una rete che la dominatrice del metallo riesce a distruggere, e riesce poi ad agganciarsi alla fune. Si volta indietro e ordina che, qualunque cosa accada a lei, non devono tornare indietro per salvarla. Tenzin capisce cosa sta insinuando e cerca di fermarla, ma è troppo tardi: l'ex capo della polizia è già saltato su una delle navi aeree. Appena atterrata, strappa via l’involucro di metallo del dirigibile e lo fa precipitare lontano, ma quando vuole ripetere la stessa azione con il secondo, viene attaccata a sorpresa e sconfitta dal nemico. La famiglia di Tenzin può solo osservare da lontano, e persino Meelo è impressionato e la considera la sua nuova eroina, cosa che Tenzin asseconda con tristezza.

La Squadra Avatar vede l'isola invasa dal nemico

La Squadra Avatar nel frattempo ha raggiunto la sponda e s’infiltra nelle fogne di Città della Repubblica, e ancora una volta si voltano per guadare l’isola al tramonto assediata dal nemico. Mako continua a rimanere al fianco di Korra, e Asami sbuffa infastidita, ma li insegue lo stesso quando entrano nelle fognature.

Lin preferisce perdere il dominio piuttosto che tradire Korra

Scende la sera sotto un cielo piovoso e Lin viene riportata all’Isola dell’Aria per essere presentata davanti ad Amon in catene. Il capo dei Paritari le offre di lasciarle il dominio se in cambio gli rivela dove si trova l’Avatar, ma la donna non collabora, chiamandolo mostro. Completamente neutrale a questa risposta, Amon si porta dietro alla donna che accetta la sentenza con stoicismo da eroina, e le poggia il pollice sulla fronte, togliendole il dominio.

Nello stesso momento, in alto mare, un ufficiale porta il messaggio di Tenzin in nome dell’Avatar dal Generale Iroh che chiede assistenza contro Amon che ha conquistato Città della Repubblica. La sua flotta, composta da una dozzina di navi da guerra, sarà sul posto fra tre giorni.

Una speranza: la flotta delle Forze Unite si avvia verso Città della Repubblica

>>>episodio successivo

Personaggi apparsi[]

Korra

Tenzin

Asami Sato

Mako

Bolin

Naga

Jinora

Pema

Ikki

Meelo

Rohan

Lin Beifong

Amon

Tenente

Hiroshi Sato

Saikhan

Iroh II (debutto)

Trivia e note[]

  • Questa è la seconda volta che vediamo nascere qualcuno, la prima fu Hope nell'episodio "Il passo del serpente" (Libro Due: Terra capitolo 12)
  • Jinora è a conoscenza della relazione tra Lin e suo padre
  • Per la prima volta vediamo Korra con i capelli sciolti
  • Il giornale, che legge il marito della Consigliera del Fuoco, davanti ha una foto di Tarrlok
  • Il giornale si chiama 聯合日報, Notizie Giornaliere
  • In "Il dominatore del sangue" Naga non era in grado di portare (o non voleva) l'intera Squadra Avatar, ma stavolta lo fa
  • Korra menziona i momenti dopo l'arresto in "Il dominatore del sangue" e il fatto di non saper guidare
  • La tecnica con cui Lin Beifong distrugge il dirigibile dei Paritari è molto simile a come sua madre Toph distrusse il sistema di navigazione di una nave aerea della Nazione del Fuoco (La cometa di Sozin - Un mondo nuovo)
  • La tecnica con cui Tenzin scaraventa via l'ultimo mecha dei Paritari è molto simile al "Dolore millenario" di Naruto
  • La scena finale ricorda molto il finale dell'episodio "Il maestro del dominio dell'acqua" (Libro Uno: Acqua capitolo 13): entrambi hanno il comandante di una flotta in piedi sul ponte che ordina una rotta specifica. Inoltre entrambi sono i terzultimi episodi della rispettiva serie
  • Il generale della Flotta Unita si chiama Iroh
  • I dirigibili dei Paritari portano sempre lo stemma di "Parità" 平
  • Piccolo errore: il messaggio per il Generale Iroh è stato mandato dal consigliere Tenzin, ma l'ufficiale afferma che l'abbia mandato l'Avatar Korra (errore presente anche nell'originale)
  • Il nome di Rohan è tratto dal nipote di Brian Konietzko che è di discendenza indiana
Advertisement