Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Nota: clicca qua per l'articolo su Re di Omashu, Bumi.

Questo é il fratello maggiore di Tenzin e Kya e quindi primogenito di Avatar Aang e Katara. Al contrario dei suoi fratelli è nato come non-dominatore e ha preso il nome del migliore amico dei vecchi tempi di suo padre, il Re Bumi di Omashu.

La sua mancanza non lo ha limitato, si è arruolato nell'esercito delle Nazione Unite e ha fatto carriera, salendo fino al rango di Comandante per via delle sue tattiche non ortodosse e ingegnose. Di carattere eccentrico e spiritoso è in netto contrasto con la serietà del suo fratellino e i due spesso non vanno d'accordo, Bumi ama prenderlo in giro. Possiede un senso particolare dell'umorismo che ogni tanto trabocca in scemenze, portandolo a fare figure barbine, le sue storie d'avventura spesso non sono vere. Segretamente in lui gemoglia l'invidia per le attenzioni che suo padre Aang aveva dato a Tenzin, e si sente un fallimento per non essere nato dominatore dell'aria. Per questo esula della comparsa del suo dominio dell'aria dopo la Convergenza Armonica e lavora sodo per padroneggiarlo, dimagrendo visibilmente e calmandosi un po.

Come suo fratello e padre Bumi ha una barba folta e capelli disordinati, si veste spesso con abiti simili alle uniforme della flotta. dopo essere venuto a conoscenza del suo dominio, inizia a vestirsi e comportarsi come un Nomade dell'Aria.

Storia[]

Gioventù[]

La famiglia di Aang con Bumi bambino

Lui è il primogenito di Aang e nato come l’unico non-dominatore nella famiglia dell’Avatar. Per questo è diventato un bambino capriccioso, cocciuto e casinista, che aveva bisogno di costante monitoraggio. Venne chiamato in onore dell'migliore amico di suo padre della sua gioventù, il Re Bumi di Omashu, con il quale quasi divide il carattere. Come sua sorella si distanziò da suo padre che si focalizzava più sui suoi doveri di Avatar e dopo aver scoperto che suo fratello minore era un dominatore dell’aria, sulla sua educazione nella cultura dei Nomadi dell’Aria. Per fortuna l’invidia rimase sotto controllo e i tre fratelli uniti, Bumi supportava Kya quando questa rivelò il suo orientamento sessuale.

A detta sua, da giovane fu rapito e portato via in un sacco di patate per essere costretto ad arruolarsi nelle Forze Unite, ma non è sicuro che sia stato davvero così. In ogni caso ci rimase e fece carriera, specializzandosi in missioni di salvataggio, come una volta nelle montagne intorno a Ba Sing Se, dove guidò i suoi uomini attraverso il deserto di Si Wong combattendo contro tribù ostili e catturando una banda di pirati. Si fece una reputazione come comandante imprevedibile e astuto che si serve di tattiche poco ortodosse, facendo uso del suo intelletto e la sua mera forza fisica. Gode del rispetto dei suoi colleghi, incluso il Generale Iroh. Afferma di aver vinto una volta una gara di lancio di pietre contro un dominatore della terra, vincendo anche un trofeo.

170 DG[]

Arriva Bumi!

Seguendo la richiesta di aiuto da parte di Korra alle Forze Unite per sconfiggere i Paritari, la flotta di Iroh venne annientata dagli aerei di Hiroshi Sato. Bumi doveva guidare i rinforzi, ma una comunicazione del Generale lo fermò e gli ordinò di aspettare vicino all’isola della Sabbie Rosse fino a ricevere carta bianca per l’attacco. Seppe solo dopo che aveva evitato di subire un’altro attacco dei Paritari per un soffio e attese fino alle fine delle ostilità.

Bumi arrivò con i rinforzi poco dopo, passando accanto all’Isola del Tempio dell’Aria con la sua nave, dove si divertì a ridere e fare pose stravaganti, una volta per intrattenere i suoi nipoti, ma forse anche per infastidire so fratello. Tenzin sbuffò annoiato quando seppe che doveva sopportare suo fratellone iperattivo, mentre Jinora, Ikki e Meelo erano contenti dell’arrivo dello zio.

171 DG[]

Vita da pensionato[]

Sei mesi dopo il suo arrivo a Città della Repubblica, Bumi si ritirò dalla sua carica di ufficiale della flotta e si trasferì al Tempio dell’Aria. Un giorno fece da giudice di una gara di scooter aereo tra Jinora, Korra, Ikki e Meelo, agitando la bandiera a scacchi a fine corse e annunciando Korra come vincitrice nonostante le lamentele di Ikki.

Bumi si gode le difficoltà di Tenzin

Durante il litigio con Tenzin, Bumi prese la parte dell’Avatar, quando lei insistette che ormai aveva imparato il dominio dell’aria a sufficienza, a gran noia di suo fratello. Quando lui chiese se era troppo tardi da ritirarsi dalla pensione, Bumi rise che le carte erano state ormai firmate e consegnate, promettendo di rimanere al suo fianco per tutto il tempo, punzecchiandolo alla guancia. Continuò a deriderlo, affermando che non era capace neanche di rilassarsi durante una vacanza e suggerì di accompagnarlo per vedere questo fantomatico “Tenzin vacanziere”.  Questo stava per opporsi, quando Korra suggerì di passare prima alla sua tribù per visitare il festival degli Spiriti dei Ghiacciai. Bumi rise che questo non poteva vietarlo, dato che loro madre lo aveva invitato apposta.

Prende in giro il suo fratellino

Una volta arrivati al polo Sud, i fratelli si riunirono con loro sorella Kya che si unì a lui subito per prendere in giro il povero Tenzin. Questo continuò anche al banchetto in onore di Unalaq, dove Bumi sorrise del rischio che il dominatore dell’aria venga spodestato dal capotribù dell’acqua. Quella notte Bumi fu svegliato da un attacco di uno spirito oscuro, ma quando arrivò sul posto era già stato calmato e purificato da Unalaq. Osservò come Korra licenziò Tenzin come mentore spirituale, dato che riteneva che non aveva più bisogno dei suoi insegnamenti e lo ringraziò per il lavoro svolto finora.

Quando la mattina dopo Tenzin si stava preparando per la partenza per il Tempio dell’Aria del Sud, su richiesta di Katara a Bumi fu permesso di accompagnarlo, dato che la madre riteneva che dovrebbe spendere più tempo insieme ai fratelli. Dato che il non-dominatore faticò a salire su Oogi, Tenzin gli aiutò con un piccolo getto d’aria.

Problemi in famiglia[]

Bumi e Kya frustrati da questo trattamento secondario

Una volta arrivati al Tempio dell’Aria del Sud, Bumi e Kya chiesero aiuto per i loro bagagli, ma finirono per essere infastidirti dal commento di un’accolite che pensava che loro fossero i servi di Tenzin. La loro frustrazione aumentò ancora quando la donna si meravigliò del fatto che Aang avesse avuto altri figli e che non erano dominatore dell’aria.

La mattina seguente la famiglia iniziò la vacanza rilassandosi, Bumi interruppe la pace saltando su una rocca con soltanto addosso dei boxer e un mantello sbottonato, mostrando a tutto la sua pancia all’aria. Quando Tenzin sorrise quanto questi momenti lo ricordavano delle vacanze spese assieme con solo padre, i suoi fratelli lo ricordavano che loro non erano mai stati invitati a queste fantomatiche vacanze con papà. La situazione venne risolta dall'arrivo di Jinora e Meelo, il quale chiese senza tatto se nella pancia di Bumi ci fosse un bambino. Alla domanda di Pema i due bambini confessarono che avevano infastidito Ikki fino a farla scappare via. Durante la sua spiegazione oltre il limite del credibile Meelo parlò anche di uno squalo-polipo che fece scattare l’ex-ufficiale, affermando che era la sua nemesi. Dopo essersi calmato, Bumi si aggiunse ai suoi fratelli nella ricerca della bambina.

Bumi prende in giro il fratellino

Allontanandosi sempre di più dal tempio, Bumi prese in giro suo fratello facendo brevemente finta di essere Ikki dietro a un cespuglio. Quando Kya si riunì a loro, Tenzin si chiese cosa possa aver sbagliato nell'educazione dei suoi figli, alla quale da donna spiegò che era stata la stessa ragione di loro padre, erano sempre troppo preso dal loro lavoro e delle loro responsabilità. Bumi pizzichi la guancia di Tenzin sorridendo che Aang però aveva sempre avuto tempo per il suo dominatore dell’aria. L’interessato negò questa tesi, affermando che loro padre li aveva sempre amati ugualmente per poi meravigliarsi perché stavano discutendo robe del passato. Quando Tenzin si allontanò, Kya e Bumi risero che scappare dai problemi era “tipico di un dominatore dell’aria”.

Bumi si lamenta di essere l'ultimo

Calò la notte, Bumi intrattenne loro due con delle storielle del suo passato da militare fuori da Ba Sing Se che infastidirono suo fratello che critico la sua mancanza di realismo.  Il non-dominatore ripose scocciato che stava soltanto abbellendo la storia per loro. Kya intanto aveva presto trovato delle tracce di ikki che conducevano giù acanto a una cascata. Ma anziché seguire quella strada, Bumi propose di scendere direttamente per la cascata, istigandoli con la scommessa che, se ce la faceva un non-dominatore come lui, per dei dominatori non dovrebbe esserci nessun problema. Ma a sua gran rabbia i suoi fratelli lo presero alla lettera e lo sorpassarono grazie ai loro poteri e quando Tenzin gli offrì di aiutarlo, Bumi si rifiutò cocciuto, ma in seguito scivolò e cadde rovinosamente nell’acqua.

Il commento di Bumi fa arrabbiare Tenzin

Dopo essere uscito dall'acqua, Kya iniziò a curarlo e lo sgridò per non accettare che c’erano cose che un non-dominatore non riusciva mai a fare, ma Bumi sbuffò che lei non era sua madre. Questo commento irritò la donna così tanto che smise di guarirlo e fece cadere l’acqua nella sua mano sulla testa di suo fratello. Bumi si rivolse a Tenzin per aiuto, ma questo commentò che nonostante sia il più anziano, era sempre stato il più infantile, mentre lui, il più giovane, aveva sempre dovuto essere quello responsabile. Kya si arrabbiò per questo commento, affermando che era stata lei ad aver abbandonato tutto per consolare loro madre al Sud. Tenzin ribadì che lui aveva avuto troppi impegni e la responsabilità di conservare le tradizioni dei Nomadi dell’Aria, ma i suoi fratelli ribadirono che non aveva dovuto fare tutto da solo, anche loro erano figli di Aang come lui. Lei e Bumi iniziavano a pentirsi di essersi uniti a questa vacanza, mentre Tenzin sbuffò che non aveva mai avuto l’intenzione di portarli con sé e gli ordinò di tornare al tempio per aspettare se Ikki magari era tornata da sola, mentre lui andava avanti a cercarla da solo.

Kya consola Bumi

Verso sera, Bumi visito la stanza degli Avatar e si avvicinò a quella di suo padre e iniziò a chiedersi se aveva fatto il suo meglio per tenere alto il suo onore e aiutare il mondo. Con aria triste chiese la statua se era fiero di lui, oppure lo considerava una delusione. In quel momento arrivò Kya che gli rassicurò che era sicuramente fiero di lui e lo consolò con un abbraccio.

I tre guardano una vecchia foto di famiglia

Dopo il ritorno di Tenzin con sua figlia, i tre fratelli si scusarono per come si erano trattati, Bumi si scusò in particolare per aver proiettato le sue frustrazioni su di lui. In onore di questo momento felice, Kya tirò fuori dalla tasca una foto che le aveva dato dietro Katara che mostrava i genitori con loro da bambini.

Alcuni giorni dopo Bumi seguì con orgoglio e stupore lo show di lemuri volanti orchestrato da Meelo.

Missione Mondo Spirituale[]

Bumi e Kya sono scettici del commento di Tenzin

Dopo essere arrivato al Tempio dell’Aria dell’Est, Bumi stava conducendo una discussione accesa con sua sorella, dove cercava di convincerla di aver una volta vinto una gara di lancio di pietre contro un dominatore della terra, ma la donna non gli credeva. Furono interrotti dall’annuncio dell’itinerario della giornata di Tenzin, ma prima di potersi avviare vennero fermati dalla comparsa inaspettata di Korra. Dopo che la ragazza aveva raccontato un sommario degli eventi che si erano persi per via dell’isolamento durante la loro vacanza, Bumi ne rimase profondamente sconvolto. Quando il suo fratello minore affermò di essersela aspettato, lei e Kya lo fissarono scettici.

Bumi con Bum-Ju

Quando divenne chiaro che Korra doveva urgentemente entrare nel Mondo Spirituale, Bumi accompagnò il gruppetto per alcune tappe di loro tentativi di meditazione. Verso sera orecchiò una discussione tra Tenzin e Korra e rimase scioccato dalla rivelazione che il maestro dell‘aria non era mai stato capace di raggiungere il Mondo Spirituale finora. Il fratellino sospirò della sua preoccupazione di essere un fallimento e una delusione, sia come guida spirituale che figlio dell’Avatar, Bumi gli diede il benvenuto nel club “Ho Deluso Papà” ridendo. Dopo che Jinora aveva dato ai suoi amici spiriti coniglio-libellula di mostrarsi, Bumi si affezionò subito a uno di loro che gli era atterrato sulla spalla. Decise di chiamarlo “Bum-Ju”, cioè “Bumi Junior”.

Più tardi arrivarono a un vecchio sito di meditazione indicato dagli spiriti, dove Bumi osservò come Tenzin eseguì una cerimonia di purificazione, ma si lamentò quando fece scappare i suoi amici spiriti. Il rituale attirò inoltre uno sciame di spiriti oscuri simili a pipistrelli che li attaccarono all’istante. Il non-dominatore dovette mettersi in salva finché Korra non usò la tecnica della guarigione spirituale per calmare gli spiriti.

Bumi attaccato dagli spiriti oscuri

Passò il resto della giornata ad aspettare fuori in attesa che Tenzin e Korra riuscirono ad entrare nel Mondo Spirituale. Dopo un po' iniziò ad annoiarsi e infastidì suo fratello con un ramo, chiedendogli se era già arrivato. Quando divenne chiaro che così non funzionava, e che era il destino di Jinora essere la guida dell’Avatar, Bumi e i suoi fratelli rimasero accanto alle due ragazze per proteggere i loro corpi fino al loro ritorno.

I tre fratelli proteggono Korra e Jinora

Ormai notte fonda, Bumi cercò di rassicurare suo fratello, preoccupato per sua figlia, che loro padre era entrato nel Mondo Spirituale in innumerevoli occasioni. Quando Tenzin ribadì che laggiù senza dominio erano indifesi, il non-dominatore se la prese, affermando che lui non era certo indifeso.  Il dominatore dell’aria non riuscì ad uscirne da questo dilemma, per fortuna Kya venne in suo aiuto, affermando che Bumi aveva dalla sua la sua personalità positiva. L’ex-militare sbuffò che lui preferiva pensare che erano invece i suoi riflessi simili a un gatto e il

suo intelletto, ma lasciò perdere la questione. Più tardi consigliò a tutti di riposarsi, Tenzin si offrì di fare il primo turno di guardia, ma prima di mettersi a dormire rassicurò che poteva svegliarlo in ogni momento, in caso succedesse qualcosa di “spirituale”, per esempio se i corpi di Korra e Jinora dovessero iniziare a galleggiare in aria o roba simile, o anche solo per avere compagnia.

Bumi fu svegliato la mattina seguente dal ritorno inaspettato di Korra, senza Jinora. Dopo aver consegnato il corpo senza anima di sua nipote, Bumi seguì gli altri a Città della Repubblica, dove divenne testimone dell’arresto di Varrick, la mancanza collaborazione di Raiko e del rilascio di Mako.

Assedio del Polo Sud[]

Nessuno gli crede...

A bordo della nave da guerra Zhu Li per tornare al polo Sud, Bumi passò il tempo suonando il suo flauto ed osservando gli allenamenti di Korra. Quando Tenzin suggerì di irrompere attraverso il blocco del portale del Sud usando forza bruta, l’ex-comandante delle Forze Unite obiettò, dato che erano in evidente inferiorità numerica e suggerì una tattica più fine. Ma quando spiegò la sua idea tramite il racconto come aveva sconfitto dei pirati con due uova, una piuma e una botte di molassa, suo fratello minore lo spinse da parte e la dichiarò come un’altra delle sue storielle pazze.

Bumi affronta lo spirito oscuro

Dopo aver ricevuto la chiamata di emergenza da parte dei ribelli, Bumi e gli altri raggiunsero il complesso del Loto Bianco, dove vennero accolti da Senna e consegnarono il corpo di Jinora a Katara. Ora era venuto il momento di decidere la tattica per raggiungere il portale, e ancora una volta Bumi iniziò a raccontare di un evento simile, dove aveva costruito una catapulta per passare sopra le difese di dominatori della sabbia per raggiungere un’oasi. Anche se venne zittito ancora una volta da Tenzin, la sua storia ispirò Asami a creare un piano d’attacco usando un aereo e il bisonte volante Oogi.

Bumi nota che allo spirito piace la musica

Mentre Asami, Mako e Bolin con l’aereo fungevano da distrazione, Bumi, Tenzin, Kya e Korra tentarono di usare il caos per entrare di nascosto nel portale su Oogi. Ma trovarono la strada bloccata da spiriti oscuri che li attaccarono all’istante. Il non-dominatore si occupò di uno spirito che aveva attaccato Oogi con le mani nudi, dichiarando che doveva schiantarsi, lo avrebbe portato con sé. E difatti il suo impeto lo fece cadere dal bisonte volante e i due finirono dritti nella neve sottostante. Continuarono il loro duello sulla terra bianca usando pugni e un coltello, ma senza alcun successo. In preda al panico tirò fuori l’ultimo oggetto che aveva ancora con sé, il suo flauto, che per qualche motivo attirò l’attenzione dello spirito. Notando questo, Bumi iniziò a suonare una melodia vivace, calmando lo spirito con essa. In quel momento fu raggiunto da Naga e Pabu che li avevano seguiti fin dal complesso, salutandoli come rinforzi ben graditi.

Non era questo il piano...

Bumi s’incamminò verso il campo militare intorno al portale del Sud, dove sorprese una guardia per rubagli i vestiti. Così travestito perlustrò il campo e credendo che tutti gli spirito potevano essere calmati tramite la musica, iniziò a suonare il suo flauto. Purtroppo il suo piano ebbe l’effetto contrario e li fece addirittura arrabbiare, così doveva scappare a gambe levate. Trovò rifugio in una delle armature corazzate accanto, ma gli spiriti entrarono nel motore e lo fecero andare in tilt. Nel disperato tentativo di riconquistarsi il controllo del mezzo impazzito, Bumi attivò un cavo di metallo che si agganciò alla torre di comunicazione in mezzo al campo, facendo girare il carrarmato intorno senza controllo e distruggendo gran parte del campo.

Bumi e Naga librano tutti

Dopo alcuni giri di pazzia gli spiriti raggiunsero il cockpit, così Bumi usò la leva per l’espulsione d’emergenza del sedile, slittando diritto verso la tenda dei prigionieri dove vennero tenuti i suoi amici. Sul suo corso travolse Eska e Desna e si fermò pochi centimetri davanti agli altri sorridendo, Naga infine sistemò i due gemelli. Quando i suoi amici uscirono e videro la vasta distruzione del campo militare, un Tenzin sbalordito chiese come ci era riuscito tutto da solo; Bumi iniziò a raccontare, ma si bloccò subito, brontolando che non gli avrebbe creduto comunque.

Bumi e gli altri si avviarono per portale a piedi, lui ei suoi fratelli raggiunsero il Mondo Spirituale per mettersi subito alla ricerca di Jinora insieme a Tenzin e Kya.

Alla ricerca di Jinora[]

Bumi chiama Jinora

Bumi tentò più volte di chiamare sua nipote, ma dovette riconoscere che questa tattica non avrebbe fruttato. Suggerì in seguito di trovare delle impronte per trovarla, ma Kya rigettò quest’idea all’istante, mettendo in dubbio il mero fatto che spiriti lasciassero delle impronte, questo renderebbe le sue doti da segugio inutili. Quando la donna tentò di localizzarla tramite la sua energia spirituale, fu il momento di Bumi di deriderla, dato che erano circondati da energia spirituale, trovandosi nel Mondo Spirituale. La loro discussione venne interrotta dal fratello minore che sospirò che avevano bisogno di una guida, ma purtroppo lo spirito che si era scelto si rivelò uno spirito ragno-scorpione maligno che li cacciò via, facendoli precipitare per un precipizio.

Bumi vede dei cannibali

Ora si erano persi davvero, così i tre fratelli vagarono per la foresta aliena fino a imbattersi nel vecchio Iroh che era stato avvertito da un ricercatore della sapienza (uno spirito volpe). Tenzin rifiutò suo aiuto per uscire dal Mondo degli Spiriti, raccontando che doveva prima trovare sua figlia, così l’anziano saggio lo avvertì non avventurarsi oltre, o finirà in un posto cove soltanto chi sé perso potrà trovarli. Mentre Bumi fallì di capire questo messaggio criptico, suo fratello ebbe un’idea, guidandoli indietro dallo spirito ragno-scorpione di prima. Tenzin lo provocò finché non vennero catturati e trascinati via per essere buttati nella Nebbia delle Anime Perdute.

All’interno di questa prigione senza sbarre, Bumi venne avvertito dei pericoli di questo spirito nebbia che faceva impazzire i prigionieri, proiettando le loro paure più grandi e intime. Dalla nebbia comparì Zhao che attaccò Tenzin, credendolo Aang, ma Bumi e Kya lo spinsero via e si allontanarono presto. Per impedire che vengano divisi, Tenzin li legò a sé, e così iniziarono la loro ricerca di Jinora.

La famiglia riunita

Ma col passare del tempo, la nebbia iniziò ad esercitare il suo effetto maligno sulla mente di Bumi che si sentì circondato da cannibali. In preda dal panico si slegò e corse via, perdendosi nella nebbia. Per fortuna Tenzin trovò la sua chiarezza mentale e lo guidò fuori dal raggio di azione della nebbia, salvandolo da questa prigione. Dopo essere uscito, Bumi si svegliò da questa trance, senza ricordarsi di quello che era successo, Kya li disse solo che al quanto pare Tenzin li aveva salvati. Il trio trovò l’uscita del Mondo Spirituale tramite uno spirito farfalla che li aveva lasciato Jinora.

Convergenza Armonica[]

Bumi si fa delle domande...

Quando i tre fratelli finalmente uscirono dal portale del Sud, trovarono nella neve Mako, Bolin e Korra privi di sensi e li riportarono indietro nel Mondo Spirituale per permettere a Kya di guarirli. Bumi ascoltò il racconto di Korra e osservò come Tenzin e la ragazza lasciarono il gruppo per entrare nell'Albero del Tempo. Con enorme stupore e perplessità vide poco dopo lo spirito di Korra, materializzandosi in forma di una versione gigantesca azzurra di sé stessa, uscire dall’albero e scomparire attraverso il cerchio luminosi in cielo. Stupefatto, chiese a suo fratello cosa diavolo le avesse detto.

Bumi e Bum-Ju riuniti

Tutto questo aveva lasciato il corpo fisico di Korra senza protezione, spingendo Bumi e gli altri a difendere l’Albero del Tempo dagli attacchi di branchi di spiriti oscuri che volevano fermare Korra dallo sconfiggere l’Avatar Oscuro. Nonostante gli sforzi combinati di tutti, il nemico li stava per sopraffare, ma per fortuna avevano resistito abbastanza da permettere a Korra di salvare il mondo e di ritornare nel suo corpo. Dato la sconfitta di Vaatu la sua energia negativa venne annullata, permettendo agli spiriti oscuri di tornare nella loro forma originale, tra di questi fu anche Bum-Ju che si riunì subito con Bumi che si scambiarono delle coccole.

Più tardi Bumi era presente sul palco alla dichiarazione dell’indipendenza della Tribù dell’Acqua del Sud e l’annuncio che l’Avatar avena deciso di tenere i portali degli spiriti aperti per permettere ai due mondi di essere nuovamente collegati.

Una scoperta inaspettata[]

Bumi sa dominare l'aria?!

Due settimane dopo questi eventi, Bumi stava inseguendo Bum-Ju per tutta l’isola per convincerlo a provare il maglione che gli aveva fatto. Durante la caccia Bumi si arrampicò su un ramo sopra un precipizio che prontamente si spezzò, facendo penzolare l’uomo pericolosamente sopra il barato. Chiamò aiuto a Bumi -Ju che cercò di tirarlo su prendendo il suo mantello, ma Bumi scivolò fuori dal suo indumento largo e cadde per qualche dozzina di metri nel vuoto. In preda al panico estese le braccia davanti a sé e si sorprese dalla imprevista scoperta che si era fermato a mezz’aria tramite il dominio dell’aria. Dopo alcuni secondo perse la concentrazione a cadde giù per l’ultimo metro, atterrando rovinosamente sulla spiaggia e lamentandosi che non poteva essere un sogno, dato che l’atterraggio faceva comunque male.

Non stava raccontando bugie

L’ex-militare ritornò di corsa al tempio e chiese a Ikki di chiamare Tenzin per lui. Cercò di spiegarsi e di convincere suo fratello e gli altri di saper improvvisamente dominare l’aria, ma dato che non era stato capace di ripetere l’azione davanti ai loro occhi, Tenzin lo ignorò e radunò tutti per la cena. Ma Bumi non si diede per vinto e continuò con i suoi tentativi anche a tavola, facendo innervosire tutti i presenti. Quando gridò che era riuscito a far muovere il tovagliolo, Kya sbuffò che ci aveva soltanto soffiato sopra. Bumi si ricordò che prima si era trovato in pericolo di vita, perciò chiese a Bolin di lanciargli addosso un masso, ma il dominatore della terra saggiamente si rifiutò. Meelo invece inaspettatamente gli lanciò addosso un piatto che Bumi fermò davvero a mezz’aria con il dominio dell’aria. Era vero!

Kya afferma di aver notato qualcosa già da tempo

Il giorno seguente Bumi cercò nuovamente di utilizzare il suo potere volontariamente tirando pugni in giro, ma senza successo. Korra e Tenzin proposero l’idea che la ragione per questo era forse stata la sua presenza nel Mondo Spirituale durante la Convergenza Armonica, mentre Ikki invece esclamò che forse zio Bumi era solo “a scoppio ritardatario”. Kya affermò che aver notato un cambio della sua aura già da molto, cosa che fece arrabbiare Bumi che le chiese perché non glielo aveva detto prima. Quando il gruppo apprese da Lin e Mako che lui non era l’unico nuovo dominatore dell’aria, Bumi si unì a suo fratello e la squadra Avatar nel loro viaggio alla loro ricerca per tentare di ricostruire la Nazione dell’Aria.

Fa vedere i suoi progressi

Il gruppo si mise in viaggio su un’aeronave di Industrie del Futuro e visitarono diversi villaggi dove erano stati avvistati candidati. Il primo fu quello del contadino Kuon, che però si rifiutò di unirsi a loro, dato che non voleva abbandonare terra e famiglia. Dopo altri continui fallimenti discussero su un eventuale cambio di strategia; quando Bumi suggerì di rapirli usando un sacco di patate, Bumi rise che era stato così che era finito nelle Forze Unite. Più tardi consolò suo fratello desolato che lui voleva sempre diventare un vero nomade dell’aria e aiutò a confabulare il piano per attirare eventuali candidati, dopo che la sua idea di decorare la tunica di Tenzin con medaglioni, si unì alla performance da strada. Dopo la presentazione maestrale di Tenzin e Korra era Bumi che mostrava cosa si poteva fare con solo poche settimane di allenamento.

A Ba Sing Se[]

Si accorge che Kai ha rubato il suo portafoglio

Dopo che un bambino orfano di nome Kai si era aggiunto al gruppo come primo membro della nuova Nazione dell’Aria, il gruppo continuò il suo viaggio per Ba Sing Se, durante il quale Bumi e Kai si esercitavano con Jinora. Nonostante l’esperienza enorme dell’ex-comandante, il ragazzino era presto stato capace di farlo cadere a terra usando il dominio dell’aria e quando si apprestò ad aiutarlo a rialzarsi per scherzo gli rubò anche il portafoglio. Appena poche ora dopo l’atterraggio, il gruppo si accorse che Kai se n’era svignata, Bumi si unì alla ricerca nella casa degli ospiti e d’intorni, ma non fu capace di trovarlo.

Mako e Bolin tornarono il giorno seguente con l’informazione che la Regina della Terra stava facendo catturare i dominatori dell’aria in città per costringerli ad arruolarsi nella sua armata. In un primo momento Bumi annotò che come monarca aveva ben il diritto di chiamare alle armi i suoi sudditi, ma con questo commenti si attirò gli sguardi arrabbiati dei suoi amici. Quando Mako propose di andare a cercare sotto il lago Laogai per i dominatori rapiti e Jinora annuì che potrebbe usare la sua proiezione spirituale per investigare senza essere vista, Bumi chiese se si trattava della stessa tecnica che aveva usato durante la Convergenza Armonica per trovare Korra.

Bumi presenta il suo piano

Dopo aver scoperto che le persone disperse si trovarono in una prigione direttamente sotto il tempio della regina, il gruppo discusse il piano d’azione. Bumi suggerì di infiltrarsi di notte con due squadre e con una terza fuori in attesa. Ma a questa idea ragionevole seguì una improbabile che avrebbe avuto bisogno di dodici tonnellate di esplosivo, un bulldozer di media grandezza e una talpa-tasso che conosceva il codice morse.  Al gruppo si unì anche Lin Beifong che era venuta per avvertire Korra della fuga da prigione di Zaheer, Ming-Hua, Ghazan e P’Li che la stavano cacciando, insistendo che doveva tornare a Città della Repubblica il più presto possibile. Ma quando Korra espresse la sua idea fissa che non se ne andrà senza i dominatori dell’aria in prigione, la capa della polizia decise di aiutarli nella missione di salvataggio.

Bumi aiuta i suoi amici

Una volta scesa la notte, il gruppo sconfisse facilmente due guardie e s’infiltrò nel tempio in due gruppi, Korra, Tenzin e Bumi andarono alla ricerca dei dominatori dell’aria, mentre Mako, Bolin e Jinora cercarono Kai. Una volta completata la prima parte del piano, Bumi chiamò Lin e Asami per venire a prenderli con le loro aeronavi, ma rimase rattristato dal fatto che nessuno capiva i suoi amati nomi in codice.

Raggiunsero la superficie, credendo che l’aria sia libera, ma vennero subito circondati da un’armata di agenti del Dai Li e la regina che ordinò di attaccarli quando Korra si rifiutò di consegnarle i “suoi” dominatori dell’aria. Mentre Tenzin, Korra e gli altri fermarono gli agenti con il dominio della terra, Bumi avvistò le aeronavi e segnalò al gruppo di scappare. Scalarono lo scaffale di costruzione del tempio e una volta raggiunto il dirigibile, lui diede a Lin il segnale di partire. Il gruppo riuscì a lasciare la città e di atterrare la mattina seguente su un terreno isolato di provincia.

Allenamento dei dominatori dell'aria[]

Bumi usa Bum-Ju per uno scherzo

Appena arrivati al Tempio dell'Aria Settentrionale, Tenzin iniziò a insegnare ai suoi allievi la storia dei nomadi dell'aria, presentandogli diverse biografie di guru famosi, ma come gli altri Bumi non mostrava tanto interesse in queste lezioni tediose. Per esempio, durante la storia di Tang Xu, noto per il suo digiuno, al posto di ascoltare preferì sdraiasi a terra pulendosi il naso. Per far ridere gli altri si mise Bum-Ju in testa e imitò la voce di uno spirito che si lamentava quanto sia noiosa la lezione, innervosendo suo fratello.

Consiglia a Tenzin di usare il "pugno di ferro".

Più tardi raccontò una delle sue storie e gli venne chiesto come mai lui era cosi interessante in confronto a suo fratello, Bumi rispose che era nato così. In quel momento venne avvicinato da Tenzin, dato che pensava che volesse nuovamente lamentarsi di lui reagì con leggera acidità, ma venne sorpreso dal fatto che era venuto per chiedere un suo consiglio su come gestire i nuovi dominatori dell'aria. Lusingato dal sentirsi apprezzato, rise che non aveva ricevuto il premio per la sua capacità di leader, consigliò a Tenzin di distruggerli e ricostruirli da zero con mano di ferro. Ai ringraziamenti sorrise che era stato un piacere essere d'aiuto.

Tenzin sgrida Bumi

La mattina seguente Bumi e i suoi compagni vennero svegliati bruscamente dal suono spacca-timpani del corno di Tenzin ancora prima dell'alba, ringhiò che suo fratello aveva preso il suo consiglio troppo alla lettera. Iniziavano la giornata con una camminata forzata di quindici chilometri, seguiti da una sessione di mediazione, durante la quale Bumi si lamentò del freddo e cercò di parlare con Tenzin, ma venne zittito bruscamente. Una volta tornati al tempio, l'ex- militare chiese se potevano tornare a letto, ma l'allenamento continuò senza tregua con un esercizio di equilibrio. Bumi cadde quasi subito, ma Tenzin, anziché avere riguardi, lo sgridò chiedendo con fervore se non ce la faceva a rialzasi, chiamandolo "soldato", frustrandolo parecchio.

Bumi ne ha abbastanza

Dopo una nozione riguardo i vantaggi di avere una testa rasate, cosa che Bumi si rifiutò di lasciarsi fare, si tornò all'allenamento con una corsa ad ostacoli che terminò in una scalata ripida. L'ex-non-dominatore era finito per ultimo e faticava moltissimo a risalire la parete rocciosa, cosi Tenzin lo avvertì che gli restavano soltanto trenta secondo, altrimenti doveva ricominciare tutto da capo.Disperato, Bumi alla fine cadde nel fango e, come promesso, venne mandato indietro, ma in quel momento la sua frustrazione e la rabbia presero il sopravvento e gridò che non aveva mai voluto essere un nomade dell'aria e che era troppo vecchio per tornare queste cose, voltando le spalle a suo fratello e abbandonando l'esercizio scocciato.

Bum Ju cerca di rallegrare il suo amico

Quando qualche ora più tardi Tenzin volle scusarsi con lui, Bumi si voltò e sbuffò che non aveva niente da dirgli. Al suo posto scaricò la sua frustrazione su Bum-Ju, spiegandogli che non era fatto per essere un nomade dell'aria, rifiutando le obiezioni dello spirito. In quel momento si avvicinò a loro un piccolo spirito uccellino che parlò con Bum-Ju che a sua volta parlò con lui. Dopo aver capito che lo aveva mandato Jinora e che si trovava nei guai, corse via dai suoi compagni, sapendo che senza Tenzin spettava a loro salvare la ragazza.dopo aver ordinato a Ikki e Meelo di radunare i bisonti dell'aria partirono per la missione di salvataggio.

Bumi incoraggia i suoi compagni

Bumi vide che un gruppo di bracconieri di bisonti dell'aria aveano catturato alcuni cuccioli e anche Kai e Jinora. Daw e Otaku gli avevano paura di affrontarli, ma Bumi li rassicurò che per per momenti come questi che si erano allenati, anche se per poco. Suggerì di puntare sul lavoro di squadra come durante la corsa ad ostacoli- rispondendo al commento di Otaku che stavolta non scapperà- ripetendo che come dominatori dell'aria dovevano rimanere uniti e lottare per salvare i loro compagni. Quando il gruppo attaccò i bracconieri, Bumi si prese il comando dell'azione e insieme riuscirono a respingere i criminali e portarli alla resa. Soltanto il loro capo riuscì a scappare con il camion con le gabbia che contenevano sia i cuccioli che Jinora.

Tenzin si congratula con Bumi

Dopo aver fermato anche lui, Bumi richiuse i bracconieri nelle loro gabbia e rise che c'erano in giro nuovi dominatori dell'aria che era meglio non infastidire i loro bisonti. A sui si avvicinò suo fratello che si congratulò per le sue doti di leader naturali e la sua connessione con gli spiriti che lo rendeva molto simile a loro padre. Dal suo canto anche Bumi chiese perdono per i suoi capricci, ammettendo che aveva pare di non essere degno di essere un vero nomade dell'aria; inoltre rivelò che, nonostante fosse figlio di Aang, non si è mai sentito connesso con loro. A questo Tenzin sorrise che non era così, ora ne faceva parte, facendo sorridere suo fratello maggiore.

L'attacco del Loto Rosso[]

Zaheer è in arrivo!

Qualche giorno dopo Bumi si stava allenando con alcuni dominatori dell'aria nel giardino del tempio, quando Tenzin e Meelo corsero da loro agitati per avvertirli che Zaheer e il Loto Rosso erano arrivati e che dovevano evacuare tutti immediatamente. Bumi si fece strada per la sala di mediazione interna, dove stavano meditando Kya e alcuni dominatori dell'aria femminili per passare aventi l'avvertimento. Ma non riuscirono a fare in tempo e ben presto il gruppo venne circondato da Zaheer e costretti alla resa, Ming-Hua e Ghazan e riportati nella sala. Il capo dei criminali spiegò il suo piano e che rimarranno illesi se collaboravano, servivano solo per ostaggi per costringere Avatar Korra alla resa. Dopoché Tenzin si rifiutò e attaccò i nemici, chiese a suo fratello di aiutarlo a tenere a bada il Loto Rosso per permettere agli altri di scappare.

le tecniche alternative di Bumi

Bumi si ritrovava faccia a faccia con Ghazan e si ritrovò immediatamente sulla difensiva nei vari tentativi di evitare gli attacchi di lava. Una volta si ritrovò circondato dalla lava e riuscì a scappare all'ultimo usando il dominio dell'aria. Dopo essere rimbalzato contro un muro, si portò alle spalle del suo nemico e gli saltò addosso per attaccare tirandogli i lunghi cappelli e mordendogli la spalla. Ovviamente questo fece arrabbiare Ghazan che lo scaraventò via con una colonna di terra. Bumi si rimise in piedi a fatica e si ritrovò spalla a spalla con sua sorella Kya, anche lei esausta, e le chiese se anche lei si stava divertendo quanto lui.

Bumi disperato

I due fratelli si ritrovarono nei guai quando Ming-Hua e Ghazan iniziarono a collaborare e li sommersero con attacchi combinati di acqua e terra fino a spingerli su un balcone del tempio. Un attacco del dominatore della terra li spinse infine oltre la ringhiera e giù per il dirupo, Bumi afferrò sua sorella e usò il suo dominio per spingerli brevemente indietro per permettergli di afferrare un appiglio nella roccia. La loro posizione però li presentò davanti a P'Li su un piatto d'argento e la dominatrice della combustione si preparò subito all'attacco. Intuendo il pericolo, Kya ordinò a Bumi di lasciarsi cadere, dato che riteneva la caduta meno pericolosa che essere colpiti dal raggio di combustione. Il dominatore dell'aria inizialmente si rifiutò, ma alla fine era costretto a lasciare la presa, appena in tempo prima di essere colpito. I due caddero per molti metri attraverso rocce, alberi e macigni per finire su un sentiero di montagna, feriti e incoscienti, ma vivi.

Kya e Bumi feriti

Bumi e Kya vennero trovati alle sentinelle del Loto Rosso e portati in una grotta a alcuni chilometri dal tempio, dove venivano incatenati a terra insieme agli altri. Dopo essere stati salvati dal team Avatar, Bumi venne sostenuto da Lin Beifong che commentò che non aveva un bell'aspetto, alla quale l'ex-marinaio si finse un duro e sorrise che era in grande forma, ma ogni piccolo movimento lo fece tossire. Dopo aver raggiunto l'uscita della grotta, Bumi venne posto accanto a una roccia, dalla quale poteva seguire il combattimento aereo tra Korra e Zaheer. Vedendo la sua abilità di volo, Bumi espresse la sua incredulità e il suo stupore. Dopo la sconfitta di Zaheer, Bumi osservò come Suyin estrae il veleno metallico dal corpo di Korra, salvandole la vita.

Bumi tornò a Città della Repubblica con tutti gli altri, dove ricevette le cure adeguate. Due settimane dopo però il suo braccio era ancora fasciato, ma prese comunque parte della cerimonia di nomina a maestra del dominio dell' aria di Jinora.

174 DG[]

Riunione con Korra[]

Il ritorno di Korra non è del tutto felice

Nei tre anni successivi, Bumi rimase sull'Isola del Tempio dell'Aria per continuare il suo allenamento nel dominio dell'aria e riuscì a riconquistarsi il suo fisico snello e atletico. Le sua abilità diventarono tali da permettergli di poter usare la nuova tuta alare. Al ritorno dei suoi nipoti dalla loro missione di riportare a casa Avatar Korra, si affrettò ad abbracciare la donna del sud e le rivelò quanto gli sia mancata a lui e a Bum-Ju. Quando suo fratello la spinse a raccontare cosa fosse successo a Zaofu, Bumi si lamentò con lui per aver rovinato questo momento felice. Dopo aver sentito delle azioni di Kuvira volle sapere di Bolin, ma Opal raccontò che non sapeva dove si trovava.

Alla difesa di Città della Repubblica[]

Osservano l'avanzamento di Kuvira

Alcune settimane più tardi, Città della Repubblica stava per essere attaccata dalle truppe dell'Impero della Terra sotto la guida della Grande Unificatrice, Kuvira, e Bumi si unì agli altri dominatori dell'aria per osservare l'avanzamento delle truppe nemiche dai tetti della città evacuata. Dopo aver visto come il mecha gigantesco di Kuvira aveva annientato le Forze Unite con il suo raggio ad energia spirituale, lui e gli altri si ritirarono alla fabbrica di Industrie del Futuro dove venivano assemblati i mecha Colibrì.

Bumi assiste all'interrogazione

Bumi venne scelto da Korra per far parte di una squadra speciale di dominatori dell'aria per rapire Baatar Jr di nascosto. Mentre Jinora e Kai sorvegliarono la zona sopra l'aeronave del vice-comandante di Kuvira, Bumi, Tenzin e Korra s'infiltravano nel velivolo. Il loro bersaglio venne presto sopraffatto e Bumi concluse la manovra buttandolo in un grande sacco per facilitare il suo trasporto fuori. I due fratelli portarono Baatar Jr alla fabbrica dagli altri, dove Suyin e Korra cercarono di convincerlo a collaborare con loro. L'Avatar riuscì a costringerlo a chiamare la sua fidanzata per chiederle di abbandonare i suoi piani di conquista, ma la dittatrice localizzò la sorgente del segnale radio e costrinse tutti, incluso Bumi, a scappare a gambe levate, dato che apriva il fuoco sulla fabbrica con il suo super-cannone.

Insieme per sconfiggere il colosso

Bumi riuscì a sopravvivere all'esplosione e uscì dalle macerie grazie a Bolin che alzò in pezzo enorme di cemento, poi aiutò Suyin a portare fuori un Baatar Jr incosciente. Mentre Asami e Varrick cercarono di rendere operabili i due prototipi rimasti alla torre di Industrie del Futuro, Bumi e gli altri dominatori affrontarono il colosso di Kuvira nel tentativo di fermarlo o di almeno rallentarlo per guadagnare tempo. Seguendo l'dea di Meelo i dominatori dell'aria si armarono di palloncini pieni di vernice che lanciarono addosso ai vetri del colosso per oscurarli la vista per il tempo necessario per Wei e Wing di legarli le gambe. Al segnale di Bolin i dominatori dell'aria lo colpirono con un getto d'aria a piena potenza per farlo cadere a terra. Purtroppo il mecha riuscì a mantenere la stabilità e spinse tutti a scappare quando presi di mira i dominatori dell'aria. Il raggio di energia per fortuna mancò il bersaglio, tuttavia bastava l'onda d'urto per scaraventarli in giro. Un po disorientato, Bumi si riprese e fece ritorno alla torre, dove si formulò un nuovo piano di azione: i dominatori dovevano distrarre il colosso per premettere ai due mecha Colibrì ad aprire un varco senza rimanere schiacciati. Quando Kuvira prese di mira Korra, Bumi e gli altri dominatori dell'aria si unirono in un tornado per spingere giù il braccio con il cannone e fargli sbagliare mira.

Nelle settimane dopo la sconfitta di Kuvira, Bumi lavorava al campo provvisorio dei profughi sotto la guida di Zhu Li per permettere alla persone di vivere il più confortevole possibile. Il suo addestramento sotto la tutela di Tenzin si volse al termine, la cosa migliore era che finalmente poteva fare a meno di dover studiare tutti questi monaci e guru.

Personalità[]

Secondo Katara, già da bambini Bumi era stato caotico, casinista e cocciuto, il Generale Iroh li descrive come “uno uomo selvaggio, ma il comandante più coraggioso che abbia mai incontrato”. Essendo cresciuto come l’unico non-dominatore dell’intera famiglia, crebbe sviluppando una personalità impertinente e testarda, determinato a provare al mondo che poteva fare qualunque cosa possa fare un dominatore. Divenne orgoglioso della sua forza e del suo intelletto che gli permisero di sorprendere gli avversari che lo sottostimavano, ma ogni tanto può essere molto irruente, infantile e sconsiderato, finendo anche nei guai. Nonostante tutto tiene alto il valore della famiglia e farebbe di tutto per proteggere i suoi cari e amici, dimostrando grande lealtà.

Bumi è famoso per il carattere estroverso e impavido, ama raccontare le sue storie di avventura, anche se ogni tanto è difficile distinguere verità dalla sua fantasia, lui stesso ammette che ogni tanto bisogna arricchire un po'. Ma dentro di sé si è sentito sempre in colpa per non essere nato dominatore dell’aria come lo avrebbe voluto papà, ma per rimediare a questo ha giurato di trasformare il mondo in un posto migliore con le risorse a sua disposizione. Però ogni tanto ricompare questa sua melanconia, per fortuna Kya lo capisce e lo conforta spesso.

Dopo aver sviluppato la capacità del dominio dell’aria sembra che sia rinato, lasciando questi dubbi alle spalle e lavorando sodo per imparare a padroneggiare questa nuova dote e aiutare Tenzin nella ricostruzione della Nazione dell’Aria.

Abilità[]

Dominio dell'aria[]

In seguito alla Convergenza Armonica dell'anno 171 DG, a gran sorpresa di tutti (e di sé stesso) Bumi sviluppò il dominio dell'aria. All'inizio si manifestò soltanto come riflesso in momenti di pericolo, ma tramite l'allenamento di qualche settimana è riuscito a imparare a generare getti d'aria consciamente. Con il continuare l'allenamento sotto la guida di suo fratello e Jinora perfezionò la sua tecnica fino ad essere capace di sorprendere Ghazan portandosi continuamente dietro al suo avversario. Dopo tre anni la sua abilità è aumentata fino a permettergli di usare la tuta alare e di volare liberamente, oppure creare un turbine d'aria e collaborare con altri dominatori.

Arti marziali[]

Grazie al suo addestramento delle Forze Unite, Bumi ha goduto di un addestramento nella lotta corpo a corpo notevole e si è sviluppato ad essere un leader carismatico e rinnovato, capace di mantenere alto il morale della truppa. È famoso per le sue strategie innovative e imprevedibili, ma le sue capacità vengono spesso oscurate dal suo apparente comportamento infantile. Porta a termine le sue missioni seguendo strategie non ortodosse e bizzarre fino a sembrare non vere alle orecchie dei ascoltatori, come per Tenzin che non gli crede più.

Grazie al suo passato da marinaio Bumi é capace leggere il codice morse e altri cripti, inoltre conosce tutti codici militari. Bumi si descrive di possedere riflessi pari a un gatto, inoltre è un buon pugile e lanciatore di coltelli. Inoltre è anche forte fisicamente, era stato capace di portare in spalla Mako e Bolin contemporaneamente.

Altro[]

Bumi é bravo a suonare il flauto, capace di calmare con esso spiriti sensibili alla musica. Anche se non ai livelli dei suoi fratelli, possiede una forte connessione con gli spiriti, cosa che lo ha portato a diventare subito amico di Bum-Ju e capire il loro linguaggio.

Trivia[]

  • Bumi ha preso il nome dall'amico d'infanzia di Aang Bumi, che poi era diventato Re della città di Omashu.
  • Possiede una certa somiglianza con il suo omonimo, entrambi erano stati bambini irrispettosi, impavidi e cocciuti che si servivano del loro intelletto e dell'astuzia per risolvere problemi, con stratagemmi poco ortodossi e pensando fuori agli schemi. Hanno in comune anche il loro senso dell'umorismo.
  • Il suo nome deriva dalla parola sanskrit bhūmiḥ (भूमिः) che vuol dire "terra" in senso di "terreno", anche se nel cinese questa parola con questo esatto significato non esiste.
  • Prima di sviluppare doti da dominatore dell'aria, Bumi era stato l'unico discendente non-dominatore da un dominatore dell'aria noto.
  • Inoltre era l'unico figlio della truppa originale di Aang che non era un dominatore.
  • Bumi è l'unico nuovo dominatore dell'aria discendente da un dominatore dell'aria naturale.
  • Alla sua comparsa era stato in perfetta forma fisica, ma nei sei mesi della pensione ha guadagnato peso. Ma nei tre anni successi è tornato ad essere snello.
Advertisement