Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Boulder (in inglese sempre con il prefisso THE Boulder) era stato un lottatore professionista di wrestling unito al dominio della terra che partecipava anche nei torneo organizzato da Xin Fu. Dopo la figuraccia subita in finale contro Toph alias Bandita Cieca, cambiò mestiere e si unì ai ribelli per combattere contro la Nazione del Fuoco durante l'invasione.

Si presentava sempre molto arrogante e sicuro di sé e parlando in un modo molto strano e primitivo, usando per sé spesso la terza persona. Fuori dal ring però si dimostrava più colto di quanto possa sembrare, ma continua spesso ad usare battute e base di terra/rocce. Il suo nome vero potrebbe essere diverso, ma non si scopre mai. Anche se non sembra dall'esterno, ha un cuore tenero.

Storia[]

Gioventù[]

(questo paragrafo appartiene al fumetto corto "Toph e The Boulder")

In un momento non definito della sua carriera da lottatore, Boulder prese in casa un gattodrillo che chiamò "Sassolino". Lui e la piccola creatura divennero una coppia affiatata e vissero insieme per alcuni anni in tranquillità. Boulder però tenne segreto il fatto di avere un animale domestico, dato che non combaciava con la sua immagine pubblica da lottatore duro e impavido che voleva trasmettere.

Nonostante andasse molto d'accordo con Sassolino, ogni tanto ebbe delle difficoltà e lo dovette portare dal veterinario. Ad ogni occasione, il gattodrillo diventava estremamente cocciuto e aggressivo, una volta riuscì persino a rendere incosciente il lottatore. D'ora in poi The Boulder evitava categoricamente di nominare il veterinario in sua presenza.

Sesto torneo di dominio della terra[]

Boulder posa

Sono il migliore!

Nell'anno 100 DG, Boulder era tra i partecipanti al sesto torneo di dominio della terra di Gaoling e affrontò vari avversari, tra cui l'Ippopotamo Cattivo, che sconfisse scaraventandolo dal ring con la sua tecnica speciale di "agitare la barca", ovvero catapultarlo via insieme al terreno sotto i suoi piedi. I suoi modi di fare appariscenti e esagerati attiravano molti fan, tra cui anche Sokka, Katara e Aang, ma solo il primo in senso positivo. La ragazza notò che il lottatore aveva delle buone mosse, ma Aang rispose che quel tipo "ascoltava solo i suoi muscoli", non avendo tutti i torti.

Boulder spaccata

Che dolor!

Con l'avanzamento del torneo, Boulder si diede da fare per intrattenere il pubblico sconfiggendo gli avversari con manovre esagerate e avanzò con facilità fino a conquistarsi il diritto di affrontare il campione in carica: la Bandita Cieca. Quando questa- che si rivelò una ragazzina veramente cieca- entrò nel ring, Boulder annunciò che si sentì in conflitto con il dover affrontarla, ma questa rispose insultandolo come un fifone e si prese gioco del suo nome da palcoscenico, il che gli permise di superare presto il suo conflitto interiore. Boulder si prese l'iniziativa e attaccò, ignorando il fatto che la sua avversaria stava attendendo proprio questo. Quando stava per poggiare un piede a terra, la ragazzina fece una fine mossa di dominio della terra e gli fece perdere l'equilibrio e fare una piroetta che terminò con una spaccata molto dolorosa. Il dolore lo rese impotente davanti al prossimo attacco che lo scaraventò fuori dal ring e contro gli spalti.

L2 E06 Xin Fu e Boulder

Gli racconta quello che aveva visto

Dopo aver visto come Aang aveva buttato fuori dal ring la campionessa, Boulder si consultò con Xin Fu e raccontò quello che aveva visto, sospettando una truffa. L'organizzatore del torneo gli diede ragione e si arrabbiò molto e gli chiese di aiutarlo a riprendersi i soldi persi. Il lottatore chiamò gli altri partecipanti al torneo e insieme a Xin Fu s'intrufolò nella casa dei Beifong per rapire Toph e Aang. Rilasciarono una lettere di riscatto firmato dai due lottatori dove richiedevano cinquecento monete d'oro.

Dopoché i genitori di Toph avevano pagato il riscatto, Xin Fu si rifiutava di liberare anche Aang perché volevano consegnarlo alla Nazione del Fuoco per intascare la taglia, così i suoi amici Sokka e Katara cercarono di salvarlo, ma vennero fermati da Boulder e i suoi compagni. Toph decise di far cadere la sua maschera e di combattere come Bandita Cieca e gli sfidò tutti quanti insieme se non liberavano l'Avatar subito. Boulder se la prese sul personale, ma non poteva impedire come i primi lottatori vennero sconfitti uno ad uno in una nube di polvere creata dalla ragazzina. Alla fine rimasero solo lui, l'Ippopotamo e Il cacciatore di taglie che si buttarono su di lei insieme, ma questa gli scaraventò via semplicemente facendo girare l'intera piattaforma del ring.

Soldato del Regno della Terra[]

L3 E10 Boulder Ippopotamo

Boulder ora combatte con loro!

Qualche mese più tardi Boulder rivide la bandita cieca durante i preparativi per l'invasione della Nazione del Fuoco durante l'eclissi insieme a Ippopotamo e altri dominatori della terra. La ragazza inizialmente si dimostrava antagonista e voleva sapere se erano venuti per la rivincita, ma Boulder chiarì subito che non combattevano più per gli spettatori, ma per il loro regno, il che fece sorridere Toph. Il lottatore ascoltò poi la conferenza di Hakoda per spiegare la tattica di invasione, facendo alcune domande.

Insieme agli altri dominatori della terra, Boulder aiutò prima nella propulsione dei carri armati, poi uscì per aiutare Toph e gli altri lanciando macigni sui nemici, distruggendo alcune torri. Riuscì a raggiungere la capitale, ma purtroppo il loro piano fallì e dopo la fine dell'eclissi il nemico tornò alla'attacco. Per permettere agli ragazzi di sfuggire, gli adulti si arresero e vennero catturati per essere sbattuti in prigione.

Alla fine della guerra, anche Boulder venne liberato e partecipò alle festività per l'incoronazione di Zuko come nuovo Signore del Fuoco.

Problemi con Sassolino[]

(questo paragrafo appartiene al fumetto corto "Toph e The Boulder")

Boulder Toph Pebble

Aiutami!

Qualche settimana dopo il gattodrillo di Boulder, Sassolino, iniziò a mostrare segni di una malattia, inoltre era diventato molto aggressivo ed estremamente affamato. Quando ricevette visita da parte di Toph, le rivelò i suoi timori, ma reagì con estrema paura quando la ragazza gli consigliò di portarlo da un veterinario. Ricordandosi dei tentativi passati di far visitare Sassolino dal veterinario, Boulder chiese a Toph di provare alternative, cosi lei gli consigliò di provare a cambiare mangime. Ma anche dopo aver mangiato tutto quello che i due gli portavano, Sassolino diventò sempre più furioso e impaziente. Scioccato per i costi sempre più esorbitanti, Boulder iniziò a disperarsi, così Toph propose di prendere del pesce fresco, cosi il lottatore andò subito a catturare un pesce nel fiume vicino. Dato che i risultati non erano soddisfacenti, dovettero comprarne da un vero pescatore.

Il gattodrillo buttò giù l'intero pesce senza problemi, ma la sua fame rimase. I due umani iniziavano a perdere la speranza, ma dopo alcuni momenti si accorsero che Sassolino era sparito. Grazie al senso simico Toph lo scovò sotto il letto di Boulder, dove ha appena partorito tre cuccioli: si, Sassolino era in realtà una femmina! In retrospettiva tutto faceva senso, la fame, l'aggressione... si stava preparando per nutrire i suoi piccoli. Il lottatore duro iniziò a piangere come un bambino, per salvarsi la faccia spiegò che era solo "allergico alle emozioni". Quando Toph voleva andarsene, Boulder voleva sapere se aveva intenzione di rivelare questo segreto al mondo del wrestling, rovinando la sua reputazione, ma la ragazza dichiarò che lo terrà segreto.

Qualche tempo dopo i due s'incontrarono in un altro torneo di dominio della terra, ma prima di iniziare la gara, Boulder annunciò un annuncio speciale. Dichiarò di essere stato troppo ossessionato con la sua immagine pubblica di uomo duro, ma è giunto alla conclusione di non vale la pena sentirsi in imbarazzo per la sua vera personalità, poi presentò a tutti i suoi ammiratori numero uno: Sassolino e i suoi cuccioli! Il gruppetto, che ha battezzato "I sassolini", erano per giunta vestiti con articoli da fan. Confidente della forza di questo aiuto, Boulder sfidò Toph, ma venne sconfitto con un colpo singolo.

Personalità[]

Sul ring, Boulder godeva presentare la sua personalità da wrestler, ovvero un uomo forte, arrogante e tenace che non aveva paura di nessuna sfida. Amava ricevere gli applausi dei suoi innumerevoli fan e fece di tutto per dare spettacolo facendo pose di vittoria esagerati e per sembrare più imponente si riferiva a sé stesso in terza persona. Aang commentò che a lui piaceva "ascoltare i suoi muscoli". Ogni tanto poteva sembra un po tonto e aveva difficoltà a capire allegorie.

In realtà era abbastanza intelligente e gentile con un cuore tenero per amici e il suo gattodrillo, ma si vergognò di mostrare questo suo lato. Era anche molto patriotico e non esitava di unirsi all'armata del Regno della Terra per aiutare nella invasione durante il Giorno del Sole Nero. La sua serietà dimostrata erano in netto contrasto con la sua figura da palco. Quando il suo gattodrillo Sassolino era in difficoltà, si dimostrava molto emozionale e preoccupato.

Abilità[]

Boulder era stato il più forte dei partecipanti al torneo del dominio della terra, usava uno stile più pratico e appariscente per sconfiggere tutti quanti con pochi colpi. Il suo stile era molto diretto e semplice, ma per questo molto potente. Purtroppo non poteva fare nulla contro Toph che lo sconfisse in pochi secondi e in un modo molto imbarazzante- una volta in finale e la seconda durante la schermaglia dopo la consegna del riscatto.

Comparsa[]

Avatar: La Leggenda di Aang[]

Libro due: Terra (土)[]

  • 206. "La bandita cieca"

Libro tre: Fuoco (火)[]

  • 310. "Il Giorno del Sole Nero, prima parte: L'invasione"
  • 311. "Il Giorno del Sole Nero, seconda parte: L'eclissi" (senza dialoghi)
  • 321. "La Cometa di Sozin, quarta parte: un Mondo nuovo" (senza dialoghi)

Avatar fumetti[]

  • Iss. #58. "Toph e The Boulder"
  • L'accademia del dominio del metallo di Toph Beifong (flashback)

Avatar games[]

  • Avatar: Generations

Trivia[]

  • Nella lettera di riscatto per Toph Boulder ha firmato con 大石塊 (Dà shí kuài), il che significa "Grande pezzo di roccia".
  • Lui è il dominatore della terra che vediamo nella sigla di apertura.
  • Il suo nome è un ovvio riferimento a Dwayne "The Rock" Johnson, un wrestler molto simile a lui in apparenza e statura, che ama parlare di sé nella terza persona. Secondo "Avatar extras" i creatori volevano convincere lui a dargli al sua voce, ma non ci riuscirono, ma al suo posto presero Mick Foley, anche lui un wrestler e grande amico di The Rock.
  • Il modo di riferirsi a sé stessi in terza persona ci chiama "Illeismo", cosa che Boulder fa più volte davanti al pubblico. Quando però parla con Xin Fu in privato, usa la prima persona. Significa che fa solo parte della sua "personalità da palco". Però, in "Toph e The Boulder", lo fa anche con Toph.
  • Nel doppiaggio originale Toph chiama Boulder (letteralmente "Il macigno") "The pepple" (il Sassolino"). Il suo gattino che compare in uno dei fumetti brevi, si chiama "Sassolino" proprio per questo.
  • Sulla sua schiena ha un tatuaggio di una talpa-tasso.
  • Boulder e i suoi avversari nel ring sono in realtà compagni e si conoscono molto bene, forse sono addirittura amici, ma degli incontri fanno finta di odiarsi a morte. Anche questo è preso dalla realtà del wrestling.

Riferimenti[]

  1. DiMartino, Michael Dante (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (November 30, 2007). "The Day of Black Sun, Part 1: The Invasion". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 10. Nickelodeon.
  2. ↑DiMartino, Michael Dante (writer) & Spaulding, Ethan (director). (May 5, 2006). "The Blind Bandit". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 6. Nickelodeon.
  3. From older Avatar: The Last Airbender official site, originally on Nick.com. Encyclopedia now broken, archived at The Lost Lore of Avatar Aang - Character: The Boulder.
  4. Goetter, Sara (writer & artist), Toph and The Boulder (2019), Dark Horse Comics.
  5. ↑ Ehasz, Aaron (writer) & Dos Santos, Joaquim (director). (November 30, 2007). "The Day of Black Sun, Part 2: The Eclipse". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 11. Nickelodeon.
  6. ↑ DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim (director). (July 19, 2008). "Sozin's Comet, Part 4: Avatar Aang". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 21. Nickelodeon.
  7. ↑ Avatar: The Last Airbender—The Art of the Animated Series, page 98.
Advertisement