Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Biyu era una ladra proveniente dal Regno della Terra che era finita nella prigione di altissima sicurezza "Roccia Bollente" dove ha conosciuto Suki.

Storia[]

Biyu arrestata

Biyu viene arrestata

Già prima, Biyu era una nota criminale che però riuscì sempre a cavarsela per non essere arrestata. La sua fortuna si esaurì però quando incontrò il figlio di un Generale famoso che si innamorò di lei e i due iniziarono una breve relazione. Alla ragazza questo affare d’amore non aveva molta importanza, ma la madre del ragazzo era molto contraria e tirò i suoi fili affinché Biyu venne arrestata e incarcerata nella prigione peggiore della Nazione del Fuoco, ovvero la Roccia Bollente. Più tardi, la ladra ammise che questo le aveva insegnato a non sottostimare mai la furia di una madre della Nazione del Fuoco.

Suki sola Suki incontra Biyu

Se non hai da mangiare, sgamma

Una volta arrivata, Biyu si adattò alle condizioni di vita molto severe e dure della prigione, seppur a grande malavoglia. Un giorno, si lamentò per l’ennesima volta del cibo scarsissimo della mensa, attirando l’attenzione di una nuova arrivata, Suki. Questa cercò di iniziare una conversazione presentandosi, ma Biyu non aveva molta voglia di chiacchierare e dichiarò che per farla parlare doveva riuscire a fare qualcosa per questo mangime chiamato cibo. Quando Suki dichiarò con un sorriso che forse potrà fare qualcosa, il suo interesse vene risvegliato e le due ragazze iniziarono a raccontarsi come erano finite qua alla Roccia Bollente. Il fatto che stava parlando con una Guerriera Kyoshi impressionò Biyu e la fece sentire come inferiore e mondana in confronto. Quando Suki dichiarò che le dispiaceva che avesse perso il ragazzo, la ladra ridacchiò dicendo che per lei non era stata nulla di serio. In quel momento, la Guerriera Kyoshi mise alcuni legumi nella zuppa per darle alcune calorie in più, la quale spiegò che la scarsità del cibo era un gesto arbitrario della prigione per impedire una rivolta tra i prigionieri tenendoli appena sopra la soglia del morire di fame.

Suki sola Suki Biyu raccolgono fava jpg

Quante ce ne sono!

Questo commento diede a Suki un'idea che, insieme a Biyu, iniziò a raccogliere i legumi selvaggi che crescevano in alcune parti della prigione per poi vedere a quanti erano arrivati. Biyu voleva già dividere il raccolto a metà tra di loro due per aver finalmente un pasto decente, ma Suki la fermò dicendo che dovevano cercare di far crescere le piante in segreto per poter dare del cibo anche agli altri prigionieri. La ladra non era molto convinta e obiettò che a lei non interessava aiutare gli altri, ma Suki ricambiò che sarebbe meglio organizzare gli altri prigionieri per tentare forse una fuga. Ancora non del tutto convinta, Biyu accettò di seguire questo piano ammettendo che in questo la Guerriera Kyoshi era “il capo”.

Nel corso delle due settimane seguenti, le due ragazze iniziarono a coltivare un piccolo giardino che era collegato con la lavanderia tramite uno stretto passaggio segreto. Inoltre, a loro due, si erano aggiunti altri alleati come Han e Qing che si stavano impegnando per aiutarle. Un giorno, il direttore della prigione fece una visita a sorpresa alla lavanderia mentre Suki e Biyu erano nel giardino, ma vennero allertate da Han, il che le permise di nascondersi tra il bucato. Di ritorno nel cortile, Biyu discusse con Suki di questo avvenimento, ammettendo di essere rimasta sorpresa della fedeltà dimostrata dagli altri prigionieri in confronto a loro. La Guerriera Kyoshi le spiegò che per lei la comunità era più importante che il vantaggio individuale ed era sicura che avrebbero una possibilità di fuga se solo rimanessero uniti.

Durante il pasto, una guardia beccò Qing mentre stava aggiungendo i chicchi alla sua zuppa che Suki gli aveva appena consegnato di nascosto. Ma prima che la guardia potesse controllare la scodella, gli altri prigionieri iniziarono una rivolta lanciandogli contro il cibo disgustoso. Purtroppo, la rivolta venne portato a termine dalle altre guardie che usarono il dominio del fuoco per spaventare i ribelli per arrestarli. Questo episodio fece perdere a Biyu la fiducia in questo piano azzardato e tradì Suki raccontando tutto quanto al direttore. Grazie a questo, venne premiata con vestiti e una cella migliori, inoltre ricevette anche dei pasti di qualità migliore. Senza pensare alle persone che aveva tradito e che probabilmente stavano soffrendo una punizione esemplare, Biyu divenne anche amica di alcune guardie e si gustò questi privilegi; a sua insaputa Suki la vide mentre veniva portata in una cella di isolamento che capì subito la ragione dietro a questo.

Biyu amichetta dei soldati

Amici, eh?

Due settimane più tardi, Suki venne rilasciata dalla sua cella di isolamento in uno stato pietoso e ricevette la conferma del tradimento di Biyu quando gli altri prigionieri le raccontarono dei suoi nuovi privilegi. Questa stava camminando per i piani alti della torre quando, all'improvviso, venne aggredita da una Suki arrabbiata e delusa. Con le spalle al muro, la ladra però non si sentì minimamente in colpa e spiegò con un sorriso che una ragazza doveva pensare a sopravvivere. Quando Suki volle sapere se davvero non le importava nulla degli altri e del loro piano di fuga, Biyu ripose che quel piano era stato quello di Suki, non suo, e che l’aveva assecondato solo perché all'inizio le era sembrato intelligente. Ma dopo quella rissa nella mensa, aveva capito che non aveva bisogno di queste cose, il che fece arrabbiare Suki ancora di più.

Biyu insulta Suki

Che sfacciata...

Disgustata, queste le chiese se davvero non provasse nessuna lealtà in confronto ai suoi compagni di disavventura, ma Biyu le rispose con un sogghigno arrogante che era questo la maggiore differenza tra loro due: mentre la Guerriera Kyoshi aveva bisogno di essere parte di una comunità, lei pensava solo a se stessa e come rendere la sua permanenza alla Roccia Bollente il più confortevole possibile. Le doveva comunque ringraziare per il fatto che, grazie al suo orto, ora era amica del direttore, la persona a cui appartiene questa prigione e, se dovesse scegliere tra Suki e il direttore, sceglierebbe lui ogni volta. A vedere la rabbia dei Suki salire sempre di più, Biyu la castigò con sadismo per aver anche solo pensato che fosse diventata amica sua, come le sue sorelle Guerriere Kyoshi, poi si apprestò a tornare nella sua cella tutta contenta di sé stessa. Questa mancanza di onore e lealtà spinse Suki a perdere il controllo su sé stessa e la aggredì nuovamente, prendendola per il collare e sollevandola da terra per minacciarla di scaraventarla giù dal ponte sul quale si stavano trovando. Spaventata da tale furia, Biyu chiese perdono e le implorò di lasciarla stare, così Suki la scaraventò a terra con forza e si allontanò disgustata. Una volta al sicuro, Biyu iniziò a ridacchiare chiedendole se quindi volesse solo spaventatala e la chiamò una vigliacca.

Non si sa dove Biyu sia finita in seguito, dato che, dopo la fine della guerra, Signore del Fuoco Zuko aveva ordinato di lasciare libero tutti i prigionieri di guerra. Inoltre, non si è vista durante la fuga di Suki e gli altri.

Personalità[]

Biyu era una donna opportunista, fredda e distaccata che si interessava solo del proprio vantaggio. Non provava quasi mai un segno di empatia verso qualcuno, per lei tutti erano solo "utili". Per questo era una ladra molto efficace e scaltra che non provava risentimenti per le sue vittime. La sola idea di provare un senso di comunità o curarsi di qualcun altro che non ere lei era ridicolo per Biyu e non lo nascose, per cui almeno era sincera in quel senso. Non conosceva la fedeltà e per un vantaggio avrebbe tradito chiunque o collaborato con il diavolo.

Advertisement