Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questa battaglia avvenne fuori dal muro esterno di Ba Sing Se nella primavera dell’anno 100 DG dove una trivella meccanica gigante, costruita dalla Nazione del Fuoco, cercava di trapanare un buco attraverso il muro leggendario della capitale per creare un varco per l’invasione. La trivella venne sabotata e distrutta dal Team Avatar, anche se era quasi riuscito nel suo intento.

Preludio[]

L2 E13 Muro esterno Ba Sing Se

Il muro di Ba Sing Se

Fin dall'inizio della Guerra dei Cent’anni, l’armata della Nazione del Fuoco ha cercato un modo per conquistare la capitale del Regno della Terra, ma finora tutti i tentativi erano falliti per via dell’impossibilita di oltrepassare le sue mura di difesa leggendarie. Gli invasori speravano che, una volta conquistata, il regno e la sua resistenza sarebbe crollato definitivamente e avrebbero vinto la guerra. Inoltre, in questo modo avrebbero derubato il nemico anche dell’ultimo baluardo di salvezze per migliaia di profughi venuti da tutto il regno, un ulteriore colpo basso per i ribelli. Grazie alle armi inventati dal Meccanico, l’armata costruì una macchina di nuovissima generazione per superare questo ostacolo immenso- non abbattendo il muro, ma perforandolo.

Sottoposto a rappresaglie la continua minaccia di subire punizioni, l’ingegnere collaborò con il ministro della guerra Qin per creare questa trivella gigante simile a un bruco di metallo che era quasi impossibile da distruggere e poteva scavare un tunnel largo venti metri anche nel muro di difesa ritenuto inespugnabile. Una volta aperta quella breccia, l’armata del fuoco avrebbe potuto invadere la capitale senza problemi e proseguire fino alla città vera e propria.

Battaglia[]

L2 E13 Azula Ty Lee Qin

Azula si prende il comando

Dopo mesi di lavori di costruzione, la macchina venne completata nella primavera dell’anno 100 DG e Qin notificò il governo e il Signore del Fuoco, il quale mandò una flotta di carri armati per trasportare l’immensa trivella fino al suo punto di operazione. La truppa oltrepassò il lago Occidentale senza essere visti, anche se non potevano impedire che qualcuno spargesse la voce che stavano tramando qualcosa di losco. Dopo essere arrivati davanti al muro di Ba Sing Se, Qin venne raggiunto da Azula che prese immediatamente il comando dell’operazione demeritando il ministro a suo assistente. La principessa poteva vedere la genialità dietro a questo progetto e lo vide come possibilità reale di poter porre fine al conflitto globale, ma anche di portare gloria a sé stessa. Una volta posizionato e eretta, la trivella iniziò il suo attacco, casualmente nello stesso momento in cui Aang e il Team Avatar stavano arrivando anche loro a Ba Sing Se per altri motivi.

L2 E13 Ty Lee sconfigge Team Terra

Ty Lee da sola batte venti soldati

L’armata del Regno della Terra situato sul muro non sapeva cosa stavano vedendo e come reagire a questa situazione inimmaginabile, dato che finora nessuno aveva mai dovuto combattere contro una macchina talmente grande. Come prima reazione, i soldati usarono la loro solita tecnica di difesa, ovvero far cadere macigni sul nemico, ma questo ebbe nessun effetto sulla spessa corazza esterna di metallo della macchina. Nonostante questo, il Generale Sung, il comandante delle unità di difesa del muro, non lo vide come una minaccia troppo grande e rimase confidente che la sua squadra di dominatori della terra d'élite, il Team Terra, potesse gestire la situazione. L’ufficiale rifiutò l’invito dell’Avatar di dargli una mano e mandò i suoi uomini alla carica, ma dovette osservare scioccato come i suoi soldati pregiati vennero sconfitti in modo imbarazzante da Ty Lee a Mai che li attaccarono di sorpresa. Ora che persino i suoi uomini migliori erano fuori servizio, finalmente la sua intelligenza vinse sula sua arroganza e chiese aiuto al Team Avatar.

L2 E13 Sokka piano

Ora possiamo agire!

Analizzando i danni causati dal blocco del Chi sui soldati, Sokka propose di utilizzare una tattica simile, ovvero attaccare i punti deboli della macchina per distruggerlo dall'interno. Mentre lui, Aang e Katara s'infiltrarono all'interno della trivella, Toph rimase fuori per la mancanza di terra da dominare, cercando di rallentare il suo avanzamento. Dopo aver rubato una pianta schematica del meccanismo da un meccanico, il gruppo prese di mira le travi di sostegno che collegavano lo strato interno della trivella con la sua corazza esterna e che erano lo scheletro di tutta la costruzione. I due dominatori dell’acqua iniziarono a tagliare una delle travi di metallo massicce, ma il processo si rivelò troppo lento per poter causare danni abbastanza grandi da disabilitare la trivella in tempo. Ricordandosi delle sue lezioni nel dominio della terra, Aang affermò che non dovevano tagliarlo del tutto, bastava circa la metà per indebolirli abbastanza, poi doveva solo dare un colpo decisivo alla macchina dall'esterno per farla crollare.

L2 E13 Qin nervoso

Azula sospetta già qualcosa

Il gruppo iniziò con il loro nuovo piano; nel frattempo però la ciurma trovò il meccanico ancora congelato contro il muro da cui avevano rubato lo schema, il che colse l’attenzione di Azula. Poco dopo li beccò in flagranti, spingendo gli intrusi a scappare, dato che non potevano tagliare le travi e combattere contro la Principessa, Mai e Ty Lee allo stesso tempo.

L2 E13 Katara blocca scarico

Katara tappa l'uscita

Alla fine, Aang si separò dai suoi amici per avviarsi verso il punto più alto della trivella e preparare il colpo finale. Katara e Sokka riuscirono ad uscire saltando nel condotto di fango che portava i frammento escavati verso la parte posteriore della macchina. Ty Lee li seguì decise mentre Mai si rifiutò di saltare nell'acqua sporca di fango non temendo la reazione di Azula. Una volta uscita, Katara tento di ostruire l’uscita dell’acqua di scarico per aumentare la pressione interna della macchina e aumentare il danno del colpo finale. Dato che l’acqua era talmente sporca di terriccio, Toph le poteva aiutare nell'impresa e insieme tapparono l’uscita dell’acqua di scarico, intrappolando Ty Lee.

L2 E13 Aang affronta Azula

Ang affronta Azula

Dopo essere uscito dal tetto della trivella, Aang dovette per prima cosa evadere ai macigni che i soldati del muro stavano lanciando sul nemico pensando che avesse un qualsiasi effetto. Mentre preparava il punto con cui voleva colpire la macchina incastrando un macigno scolpito a forma di cuneo nella breccia nel metallo creato con dominio dell’acqua, apparve però Azula che lo affrontò in una battaglia violenta. Inizialmente, la principessa era in netto vantaggio ed evitò ogni attacco dell’Avatar, non importava di che elemento, fino a lanciare una palla di fuoco potentissima che scaraventò Aang indietro e lo rese incosciente per alcuni secondi. Si riprese appena in tempo per poter contrattaccare usando un guanto di terra e, dopo uno scontro brutale, la spinse giù dalla macchina. Una volta da solo, Aang usò il dominio dell’aria per salire in verticale lungo il muro e prendere la rincorsa per poi lasciarsi cadere a tutta velocità sul cuneo incastrano ancora nella corazza. Azula, che si era salvata all'ultimo, cercò di impedirlo, ma fallì; Aang colpì il suo bersaglio con una forza immensa che si propagò per tutta la costruzione e scaraventò giù Azula, stavolta per davvero.

L2 E13 Trivella distrutta

Missione riuscita!

L’impatto colpì le travi danneggiati e l’intera struttura cedette allo stesso tempo come un castello di carte. Inoltre, la pressione aumentata nei condotti di scarica potenziò i danni, facendo esplodere la trivella che sputò fango ed olio per un raggio di alcuni decine di metri. Seppellì anche i lavoratori che erano rimasti del suo interno mentre Ty Lee e Azula sfuggirono inermi, ma sporchi di fango. L’unica che era rimasta pulita era Mai che dichiarò con una voce neutrale che avessero perso.

Conseguenze[]

La battaglia della trivelle finì quindi con una vittoria per il Regno della Terra e una sconfitta per la Nazione del Fuoco che, per l'ennesima volta, fallì a superare le mura di difesa di Ba Sing Se. Si deve però dire che, per un attimo, sembrava che avesse avuto successo, dato che la punta della macchina era spuntata dall'altra parte del muro. Purtroppo, questa vittoria durò solo per poco, dato che solo alcune settimane dopo, Azula avrebbe organizzato un colpo di stato che portava alla caduta del Regno della Terra.

Trivella distrutta

Ancora incastrata

Tuttavia, la trivella aveva causato danni abbastanza gravi da non poter essere riparati in breve tempo. Settimane dopo, la macchina era ancora incastrata nel suo buco anche se si potevano vedere i tentativi di riparazione. Questa lentezza si rivelò una fortuna per il Team Avatar che usò la trivella come prova eprom convincere il Re della Terra che la guerra fosse reale. Long Feng, che da anni aveva cercato di nascondergli questa verità come parte della sua cospirazione, cercò di spiegarlo come un “progetto di costruzione”, ma Re Kuei non gli credette e lo fece arrestare. In seguito a questo eventi, il Re iniziò un governo più attivo contro la Nazione del Fuoco, ma purtroppo la città cadde solo pochi giorni dopo.  

Advertisement