Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Baatar è un architetto non-dominatore e il marito di Suyin Beifong, con la quale ha cinque figli: Baatar jr, Huan, Opal, Wing e Wei. Vive a Zaofu, che ha aiutato a costruire insieme alla moglie.

Storia[]

Gioventù[]

Suyin Beifong lo aveva assunto come l’architetto che l’avrebbe aiutata nella costruzione della sua città perfetta, Zaofu. Questa relazione puramente professionale divenne romantica, e dopo alcuni anni i due si sposarono ed ebbero cinque figli; il primogenito battezzato Baatar Jr. (anche lui un non-dominatore) seguì le orme del padre diventando anche lui architetto e ingegnere e li aiutò in diversi progetti. Huan, il secondogenito, divenne un artista, mentre i gemelli sportivi Wei e Wing inventarono un nuovo gioco per dominatori del metallo chiamato Disco volante” (in originale “power disc”). Come ultima ebbero l’unica figlia Opal, nata come non-dominatrice, che però dopo la Convergenza Armonica sviluppò le doti da dominatrice dell’aria.

171 DG[]

Baatar si scusa per dover rinunciare alla cena

Mentre Su tenne una cena di benvenuto per l'Avatar Korra e i suoi amici, Baatar si era assentato per lavoro, ma passò comunque accanto alla sala dei ricevimenti con le braccia piene di documenti e informò sua moglie che avrebbe cenato nel suo studio, dato che aveva trovato una soluzione per i problemi nella ricostruzione della stazione del tram. Su gli permise di fare così, e l’architetto rise dicendo che era la migliore.

Il giorno successivo Baatar, Wei e Wing divennero testimoni del duello violento tra Suyin e la sua sorellastra Lin. Lo seguì preoccupato ma per fortuna quel combattimento senza senso venne presto fermato da Opal. Più tardi la ragazza lo visitò in privato per convincere i suoi genitori a permetterle di viaggiare al Tempio dell’Aria Settentrionale per iniziare il suo allenamento nel dominio dell’aria sotto il maestro Tenzin, e le diedero la loro autorizzazione.

Alla cena di addio di Opal, Baatar ascoltò affascinato le lodi di sua moglie per sua figlia e alzò il bicchiere in suo onore. Quella sera la osservò triste quando salì su un’aeronave per partire per il Tempio dell’Aria del Nord.

174 DG[]

Invasione di Zaofu[]

Quando Kuvira posizionò la sua armata nella pianura davanti a Zaofu, Baatar usò uno dei treni di metallo per raggiungere un punto di osservazione elevato per giudicare meglio la situazione dall’alto. Preoccupato, chiese a sua moglie se doveva chiamare il presidente Raiko per richiedere l’aiuto delle Forze Unite, ma Suyin rispose che era inutile, tanto i rinforzi non sarebbero mai potuti arrivare in tempo.

Baatar si unì al resto della sua famiglia nell'incontro con Kuvira, Baatar Jr. e Bolin, dove cercò di far ragionare il suo primogenito, ma questo ormai si era distanziato troppo da lui per ascoltarlo. Cercò di ricordargli che Zaofu era la sua patria, ma la risposta di suo figlio lo ferì profondamente (rispose sorridente che non ci tornerà mai più) dato che si sentiva sempre condannato a vivere nell’ombra di suo padre.

Quella notte Baatar non riusciva a dormire e camminò nel giardino con aria nervosa e preoccupata. Venne raggiunto dall'Avatar Korra che volle sapere dove si trovava Suyin. Esitante, la informò che sua moglie e i gemelli si sono avviati per il campo militare per infiltrarvisi e porre fine a questa minaccia a modo loro. Mentre sua figlia Opal cercò di convincere Korra a mettersi in azione e affrontare finalmente Kuvira, il non-dominatore rimase in silenzio, ma venne scosso dallo shock della comunicazione che Suyin era stata arrestata per tentato omicidio. Volle sapere dall’Avatar cosa voleva fare, alla fine dovette rimanere indietro per proteggere Ikki e Meelo, mentre Korra, Opal e Jinora si peparono a negoziare con la dittatrice all’alba.

Baatar è deluso da suo figlio

Quella sera, quando Kuvira (dopo aver sconfitto Korra) marciò in città e ordinò a tutti di inchinarsi davanti a lei o verranno imprigionati, Baatar e Huan rimasero in piedi cocciuti, attirandosi l’ira di Baatar Jr. Il suo primogenito si avvicinò a lui arrabbiato e gli ordinò ancora una volta in preda alla furia di inchinarsi davanti a Kuvira, la “sovrana legittima” di Zaofu. Baatar si rifiutò ancora una volta ed espresse la sua profonda delusione, subendo il suo arresto senza battere ciglio.

Fuga dalla prigione[]

Insieme al resto della sua famiglia, Baatar venne portato in una caverna sotto una fattoria di Kuvira nei pressi di Zaofu. Tutti quanti vennero tenuti prigionieri in una cella di legno sospesa in aria con corde sopra una voragine apparentemente infinita.  

Baatar si blocca completamente

Venne allertato della presenza di Lin, Toph e Bolin, che erano venuti per liberarli, da Suyin e osservò preoccupato come la capa della polizia lanciò prima i suoi figli con i suoi cavi per essere poi presi al volo da Bolin. Quando era venuto il suo turno però, in panico Baatar si rifugiò in un angolo della cella, e implorò Lin di lasciarlo indietro. Ma la sua sorellastra ignorò la sua richiesta e lo prese alla caviglia per poi lanciarlo di peso verso la loro uscita. Ma quando venne catapultato in aria, non poteva trattenere le sue grida di terrore che allertarono le guardie e fecero scattare l’allarme generale. Ma la fuga fu comunque un successo, nonostante Baatar dopo l'atterraggio non avesse un bell'aspetto.

Leggermente scombussolato

Tutta la famiglia raggiunse la superficie dove Opal finalmente poté riabbracciare i suoi genitori. Dopo che Opal e Bolin si avviarono per salvare Zhu Li e Su, Wei e Wing si prepararono per distruggere il cannone ad energia spirituale di Kuvira, e lui e Huan rimasero indietro sotto la protezione di Toph. Per interrompere il silenzio imbarazzante, Baatar tentò di iniziare una conversazione e la chiamò “madre”, ma la donna sbuffò immediatamente dicendo di non chiamarla così. Più tardi si unì alla fuga per Città della Repubblica, accompagnando la sua famiglia, Bolin e Zhu Li.

Evacuazione di Città della Repubblica[]

Una settimana dopo, Baatar e Huan si unirono all’ultimo gruppo di cittadini per essere evacuati da Città della Repubblica, ma finirono per essere bloccati alla stazione, dato che un attacco di Kuvira in anticipo di una settimana aveva distrutto i binari. Stavano per essere sopraffatti dal panico collettivo, ma l’arrivo del principe Wu con due talpe tasso li salvò, così seguirono le creature che avevano scavato un passaggio sotterraneo per permettergli di uscire. Baatar rimase scioccato e sorpreso quando Wu iniziò a cantare e ballare con nuovo vigore, considerano che venivano minacciati da tre mecha nemici. In qualche modo però il canto stonato del principe portò le talpe-tasso ad attaccare i soldati e a schiacciare le loro armi.

Baatar e gli altri riuscirono a scappare dall'attacco di Kuvira e rimasero indenni, visto che alcune settimane dopo era ospite al matrimonio tra Varrick e Zhu Li all’Isola del Tempio dell’Aria, sedendosi insieme alla sua famiglia.

Udienza di Kuvira[]

Baatar era presente all’inizio dell’udienza di Kuvira a tre mesi dalla sua sconfitta, accompagnando sua moglie, Huan, Opal, Wing, Wei e la squadra Avatar. Dopo la prima audizione osservò come Suyin si confrontò con Kuvira per non essersi dichiarata colpevole.

Dopo essere ritornato a Zaofu, Baatar si unì alla sua famiglia, e a Korra e Kuvira per una cena dopo che questi erano scappati da Gaoling.

Baatar si unì al resto della sua famiglia anche quando, alcuni giorni dopo, ricominciò l’udienza di Kuvira e rimase sorpreso dalla sua nuova dichiarazione di colpevolezza. Si unì al raduno intorno a lei, quando apprese che, grazie a quello, sarà condannata agli arresti domiciliari nella villa dei Beifong a Zaofu.

Personalità e abilità[]

Baatar è una persona seria, decisa e devota al suo lavoro che cerca sempre di dare il meglio di sé, ma ogni tanto esagera e salta persino i pasti quando sta per terminare un progetto. Si preoccupa subito di tutto e preferisce osservare in silenzio. Non si conosce la sua discendenza, ma dato che è un non-dominatore ha sempre dato il meglio negli studi, conquistandosi una fama internazionale, grazie alla quale aveva conosciuto la giovane Suyin Beifong. Come sua moglie cerca di stimolare i suoi figli a cercare il proprio cammino, anche se con Opal e Baatar Jr, gli unici non-dominatori come lui, si è dimostrato più possessivo e severo.

Trivia[]

  • Baatar soffre di acrofobia, ha paura delle altezze
  • È la seconda persona conosciuta che ha un discendente con il suo nome: il primo fu Chang, il terzo Chow
Advertisement