Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Azula era stata la principessa della Nazione del Fuoco alla fine della Guerra dei Cent'anni, sorella minore di Zuko e figlia di Signore del Fuoco Ozai e Ursa. Era stata l'antagonista più ostica del Team Avatar che ha cacciato Aang e i suoi amici per tutto il Regno della Terra, accompagnati dalle sua amiche più fidate, Mai e Ty Lee.

Azula é un genio del dominio del fuoco, famosa per le sua fiamme azzurre, ma anche una persona sadica, irascibile, permalosa e manipolativa, ossessionata dal potere. Inoltre è uno stratega eccezionale che è riuscita a progettare da sola l'invasione di Ba Sing Se in pochi giorni, cosa che neanche suo zio Iroh era riuscito in quasi due anni, era anche stata capace di bloccare l'invasione durante il giorno del sole nero.

Sotto la sua malizia e genialità nasconde una instabilità mentale che le sussurrò in continuazione che sua madre non la amava e che preferiva Zuko a lei. Era stata educata a non accontentarsi mai di qualcosa di imperfetto, doveva essere perfetta per essere degno dell'approvazione di suo padre. Queste instabilità erano rimaste sopite fino al tradimento delle sue uniche amiche vere, Mai e Ty Lee, per poi apparire in superficie proprio prima che sta stava per essere incoronata come Signore del Fuoco. La sua sconfitta per mano di Zuko e Katara la fece crollare completamente e impazzire.

In seguito a questo, Azula venne ricoverata in una facoltà psichiatrica, ma liberata per aiutare suo fratello nella sua ricerca della loro madre Ursa, scomparsa da anni. Ma dopo aver completato la missione, Azula fuggì e tornò in segreto alla Capitale del Fuoco. Aveva finalmente accettato che non diventerà mai Signora del Fuoco, così cambiò strategia e provò a manipolare Zuko per poter governare attraverso lui. Ma dopo che alcuni i suoi schemi fallirono, scomparve senza essere più rivista. Il suo destino finora è ignoto.

(in costruzione)

Storia[]

Gioventù[]

Prima infanzia[]

Azula nacque come secondogenita a Principe del Fuoco Ozai e sua moglie Ursa due anni dopo suo fratello Zuko, e ricevette il suo nome in onore del Signore del Fuoco reggente, Azulon. Crebbe in seguito circondato da ogni ricchezza, splendore e privilegio della famiglia reale della Nazione del Fuoco. Ben presto si rivelò una dominatrice del fuoco e una bambina con sia talento che una mente affilata e decisa, il che la rese la favorita di suo padre.

Ozai iniziò a educarla come sua erede già dalla più tenera età, introducendola presto ai suoi affari e la sua politica e spingendola a mai accontentarsi di qualcosa di imperfetto. Come discendente nobile, era ovvio che la bambina venne inscritta alla scuola più prestigiosa della nazione, la Accademia del Fuoco Imperiale per ragazze, dove incontrò Mai e Ty Lee, due figlie di altre famiglie nobili. Nonostante non erano dominatrici, li scelse come amiche perché possedevano capacità che a lei mancavano, così spese una parte della sua adolescenza imparando da loro.

Nonostante il favoritismo evidente di suo padre per la ragazza, inizialmente Azula e Zuko erano ancora uniti e spendevano tempo insieme, cosi quando giocarono a ripetere scene dello spettacolo teatrale “Amore fra Draghi” che avevano visto spesso durante le loro ferie sulle isole di Ember. Tuttavia questa sensazione di pace iniziò presto a deteriorare.

Relazioni turbate con Ursa e Zuko[]

Mentre si godeva il favoritismo di suo padre, Azula era della ferma convinzione che sua madre amava Zuko più di lei e questo sentimento di gelosia creò in lei un profondo senso di rivalità con lui e di sfida verso la madre. Ogni volta che vide suo fratello insieme a sua madre, non poté sopprime il desiderio di immischiarsi e di attirare l’attenzione di Ursa su di lei. Purtroppo questi tentativi, anziché essere premiati dal successo, finirono spesso in litighi.

Un esempio di questo avvenne nell'anno 94 DG, quando Azula, sentendosi messa da parte, bruciò un fiore e Zuko la tradì subito a loro madre. La donna sgridò la figlia per aver mancato di rispetto al giardino, ma Azula rispose solo che quel fiore se l’era meritato, dato che non gli piaceva. Per punizione di averla tradita, Azula bruciò il sedere di Zuko e lo chiamò un pettegolo. Ursa però lo vide e la mandò nella sua stanza, cosa che la bambina non accettò e si allontanò arrabbiata, sentendosi trattata ingiustamente.  Scene come queste divennero sempre più frequenti e fecero aumentare il senso di ostilità verso Zuko e Ursa.

Alcuni mesi più tardi, la famiglia si stava godendo il pranzo, dove la principessa raccontò a suo padre come abbia bruciato i pantaloni al maestro Kunyo che voleva costringerla ad imparare tecniche del dominio del fuoco usando una forma secondo lei antiquata. Ozai assecondò la sua opinione che quel maestro era un pazzo ad aver insistito così tanto sulle forme antiche e annunciò che lo avrebbe mandato nelle colonie per punizione. Pieno di una gioia sadica, Azula rise che ben gli stava e lo chiamò uno stupido. Quando Zuko voleva difendere il suo maestro venne immediatamente zittito bruscamente da suo padre che lo rimproverò per i suoi scarsi progressi nel dominio del fuoco e lo comparì con sua sorella e il suo talento naturale. Rivelò anche che aveva pensato di cacciarlo via da neonato, credendolo un non-dominatore; la faccia scioccata del bambino fece sogghignare sua sorella.

Azula sa manipolare chiunque- anche sua madre

Azula gioì a dimostrare i suoi talenti in combinazione con il suo senso del perfezionismo e la sua malizia. Un esempio di questo ebbe luogo un anno dopo quando stava giocando con le sue amiche Mai e Ty Lee nel giardino imperiale. Quando Ty Lee riuscì a mostrare delle acrobazie che alla principessa non erano riuscite, la spinse a terra gelosa e la derise.  Più tardi, quando vide Mai a nascondere la sua attrazione verso Zuko, Azula usò il suo talento di attrice per spingere sua madre a permettergli di giocare con loro. Durante il gioco piazzò una mela sulla testa di Mai e la incendiò, spronando il principe a spingerla nella fontana dietro per spegnerla. Alla posa imbarazzante dei due ragazzi bagnati fradici, Azula rise di crepapelle.

Scomparsa della madre[]

Brucia il regalo dello zio

Testimone della sua mente fredda e tattica, Azula desiderava già da bambina di avere sempre più potere e insinuò in continuazione che suo padre sarebbe un miglior Signore del Fuoco di Iroh, suo zio e primogenito di Azulon. Bruciò persino una bambola che questo gli aveva regalato durante il suo assedio a Ba Sing Se, diventando gelosa del coltello che invece aveva regalato a suo fratello. Poco dopo Iroh si ritirò dall'assedio in seguito alla morte di suo figlio Lu Ten, tragedia che Azula non turbò lontanamente, ma la spinse a chiamarlo un perdente e un debole. Non dimostrò neanche rispetto per il Signore del Fuoco Azulon quando, una sera, Ursa li chiamò per un’udienza con lui e Azula propose di chiamarlo solo “nonno”, dato che, secondo lei, non era neanche più il dominatore del fuoco potente che era stato.

Davanti al Signore del Fuoco

Seguì tuttavia la richiesta per l’udienza e, dopo che la famiglia si era radunata al cospetto del Signore del Fuoco, ripose correttamente alle sue domande di storia per poi per dare una dimostrazione impeccabile di un kata del dominio del fuoco. Dopo la fine sussurrò a suo fratello che non la raggiungerà mai, cosa che lo spinse a provarci anche lui, ma quando fallì, Azula sogghignò soddisfatta.  Quando Azulon ordinò a tutti tranne Ozai di lasciare la stanza, Azula prese la mano di Zuko e lo trascinò dietro le quinte per orecchiare in segreto alla conversazione. Osservarono come loro padre chiese che Iroh perdesse il suo diritto di primogenita, il che farebbe lui l’erede al trono. Quando Zuko fuggì davanti all'ira di Azulon per questa richiesta irrispettoso, la ragazzina invece rimase ad ascoltare sorridendo.

Ama maltrattare suo fratello

Più tardi entrò nella stanza di Zuko e gli raccontò con un sorriso sadico che aveva sentito tutto fino alla fine e che il nonno lo aveva condannato alla morte, dato che suo figlio doveva sperimentare lo stesso dolore di suo fratello, ovvero perdere il suo primogenito. Continuò a infierire sul bambino impaurito finché Ursa non la interruppe arrabbiata e la trascinò via di forza per avere una discussione privata.  La madre mise sua figlia sotto pressione, così Azula confessò quello che aveva sentito, in seguito le venne ordinato di andare nella sua stanza, il che fece con un sorriso malizioso.

Qualche giorno dopo, mentre Zuko stava giocando con il coltello ricevuto da suo zio, gli raccontò con freddezza assoluta che sua madre era sparita e che nonno Azulon era deceduto quella notte. Quella sera ebbe poi luogo la cerimonia di cremazione del vecchio sovrano e la incoronazione del nuovo Signore del Fuoco Ozai; durante entrambi gli eventi la principessa sorrise in modo entusiasta e soddisfatta.

Esilio del fratello[]

Dopo questo, la relazione tra i due fratelli degenerò ulteriormente, senza la protezione della madre, Zuko non aveva più protezione contro gli attacchi psicologici della sorella, inoltre Oazi continuò a favorirla pesantemente a sfavore del suo primogenito.

Gioisce del dolore di Zuko

Tre anni dopo infine si tenne l’Agni Kai tra Zuko e suo padre Ozai. Azula era tra gli spettatori insieme a Zhao e Iroh e osservò con una gioia maliziosa come loro padre bruciò la faccia di suo figlio in pubblico. In seguito all’esilio del Principe, Azula divenne così l’erede al trono della Nazione del Fuoco. Nonostante ciò continuò ad allenarsi instancabilmente nel suo dominio, nelle arti marziali, strategiche e politiche fino a ritenersi pronta di poter servire suo padre. Ormai il suo livello del dominio del fuoco era così avanzato che le sue fiamme erano diventata azzurre e poteva creare fulmini, il che aumentò ulteriormente la sua pericolosità.

Inverno 100 DG[]

Finalmente in azione!

Pochi giorni dopo l'attacco fallito dell'Ammiraglio Zhao alla Tribù dell'Acqua del Nord, Ozai la fece entrare nella sala imperiale. Mentre la ragazza s'inchinò rispettosa e in silenzio, il Signore del Fuoco notò che Zuko era un fallimento e Iroh un traditore. Così le affidò una missione molto importante: trovare e catturare suo fratello e zio, cosa che riempì Azula con una gioia sadica.

Primavera 100 DG (Libro: Terra)[]

(per l'articolo completo leggere "Azula- Libro Terra")

Azula rintracciò Zuko e Iroh e li raggiunse a bordo della sua nave che comandò usando minacce e paura a suo favore. Al cospetto di suo fratello, gli promise di poter tornare in patria con onore, ma in realtà era stata un trappola per catturarli come traditori. A smascherare il suo piano fu proprio il capitano della sua nave che, per sbaglio, chiamò i due ospiti "prigionieri", il che li spinse a ribellarsi e a fuggire. Per continuare l'inseguimento, Azula venne a trovare due amiche del tempo dell'accademia, Mai e Ty Lee, e li arruolò come assistenti nella sua missione.

Il primo scontro con il Team Avatar avvenne a Omashu dove Azula fallì a catturarli, ma prese di mira ora anche Aang come obiettivo secondario. In seguito la principessa inseguì sia lui che suo fratello usando a veicolo vari come carrarmati o lucertole-anguilla, più di una volta era a un passo della vittoria. Per un momento lasciò perdere entrambi per dedicarsi all'irruzione a Ba Sing Se usando il trapano gigante costruito da Qin, ma questo tentativo venne impedito dalla comparsa inaspettata del Team Avatar. Dopo questa amara sconfitta Azula, Mai e Ty Lee s'imbatterono nelle Guerriere di Kyoshi che stavano aiutando Appa e, dopo uno scontro breve, li catturò e si approprio dei loro vestiti. Si travestirono da Guerriere di Kyoshi e riuscirono così a infiltrarsi nella capitale del Regno della Terra.

Una volta a palazzo, Azula si accorse del momento perfetto per conquistare Ba Sing Se dall'interno e strinse un'alleanza con Long Feng, capo del Dai Li e attualmente in prigione per tradimento. Come capa reggente del Dai Li, Azula fece arrestare i Generali più alti del Regno della Terra e Il Re della Terra in persona per poi prenderlo in ostaggio per costringere Toph e Sokka alla resa. In seguito fece anche arrestare Zuko e Iroh, poi si oppose a Long Feng che dal canto suo era venuto per riprendersi il Dai Li e conseguentemente il trono, ma alla fine fu proprio l'uomo a doversi arrendere a lei. Rincontrò suo fratello poco dopo e riuscì a trascinarlo dalla sua parte con la promessa di poter tornare in patria come eroe onorevole, così Zuko si unì a Azula nella battaglia finale nelle catacombe dove Azula colpì Aang a tradimento mentre si trovava nello Stato dell'Avatar. Pensando che l'Avatar era morto per sempre, Azula procedette a consegnare Ba Sing Se alla Nazione del Fuoco per poi tornare a casa come vincitrice.

Estate 100 DG (Libro Fuoco)[]

(per l'articolo completo leggere "Azula - Libro Fuoco")

100- 102 DG (Fumetti)[]

Personalità[]

Abilità[]

Dominio del fuoco[]

Dominio del fulmine[]

Intelligenza[]

Altro[]

Trivia[]

  • Azula é la dominatrice del fuoco che si vede nella sigla di apertura. ma per nascondere la sua identità e per non dare sospetti, la sua fiamma é arancione
  • Nonostante sia la sorella minore, ama prendere in giro Zuko chiamandolo "piccolo Zuzu", nonostante questo odi questi nomignolo.
  • Azula finora é l'unico personaggio capace di creare fiamme blu
  • Finora é anche l'unica donna capace del dominio del fulmine e la prima persona che abbiamo visto con questo potere. Inoltre è una delle pochissime persone,a parte Mako e Zolt, capaci sia di generare fulmini che reindirizzarli
  • A parte un agente del Dai Li travestito da bidello, Azula é l'unica persona che era stata capace di mentire a Toph
  • Il suo nome deriva dalla parola "azul/azzurro/ azure in diverse lingue, in riferimento alle sua fiamme
  • Nella prima serie é l'unica dominatrice del fuoco femminile che si vede
  • La sua doppiatrice Grey DeLisle ha dato la voce anche a Kya (madre di Katara), Ta Min e la moglie di Roku. Nella versione italiana ha la stessa doppiatrice di Korra (Domitilla D'Amico)
  • I sintomi di Azula indicano un disturbo simile alla paranoia schizofrenica, caratterizzato da delusioni e allucinazioni ricorrenti in combinazione con un senso pesante di condanna e paranoia
  • Se Katara non fosse stata in grado di salvare Aang dopo essere stato colpito dal suo fulmine, Azula avrebbe spezzato il Ciclo degli Avatar
  • Azula é una dei pochi personaggi ad avere un tema musicale che si senta ogni volta quando entra in scena
  • Nonostante lei fosse un genio del dominio del fuoco, i suoi ultimi maestri, Lo e Li, non lo erano, ma in qualche modo li rispettava lo stesso
  • L'unica persona, a cui si é mai scusata, era Ty Lee dopo averla presa in giro
  • Anche se si era insediata a tradimento e non era mai stata coronata ufficialmente, Azula é una delle due sole Regine della Terra note e l'unica monarca senza discendenza nobile.
  • In origine nel terzo libro doveva essere fidanzata, ma quest'idea venne buttata
  • In origine si pensava di farle mettere un'armatura pesante a tema di fenice, ma anche questo venne buttato
  • Il suo stile di combattimento contiene elementi del Chāquán
  • L'editore dei fumetti Rachel Roberts vorrebbe inserirla anche nei fumetti di Korra, immaginandosi di aver seguito Zuko per tutti questi anni
  • L'apparenza fisica di Rangi é inspirata a Azula, anche se questa non é così fissata con i suoi capelli
Advertisement