Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement
"L'Avatar deve essere compassionevole verso tutte le persone e l'unico modo per farlo è vivere con loro. L'Avatar deve sperimentare tristezza, rabbia, gioia e felicità. Provare tutte queste emozioni ti aiuta a capire quanto sia preziosa la vita umana, quindi farai di tutto per proteggerla."
—L'Avatar Yangchen all'Avatar Aang.[src]
B2 E08 Wan Avatar missione

L'Avatar (降卋神通, Jiàng shì shéntōng), formato inizialmente quando Wan si fuse permanentemente con Raava durante la Convergenza Armonica del 9.829 PG, è l'incarnazione umana della luce e della pace attraverso la connessione con lo Spirito dell'Avatar. Essendo l'unico essere fisico con la capacità di dominare tutti e quattro gli elementi, è considerato dovere dell'Avatar padroneggiare le quattro arti del dominio e usare quel potere per mantenere l'equilibrio e la pace tra le quattro nazioni del mondo, così come tra l'umanità e gli spiriti. Alla morte, lo Spirito dell'Avatar fa sì che l'Avatar si reincarni nella nazione successiva, dettata dall'ordine ciclico : fuoco, aria, acqua e terra. Rispecchiando l'ordine in cui il primo Avatar, Wan, apprese gli elementi, questo è anche l'ordine tradizionale in cui ogni incarnazione deve padroneggiare gli elementi, a cominciare dall'arte del dominio della nazione di nascita dell'Avatar. Il ciclo di reincarnazione può essere interrotto solo se l'Avatar viene ucciso mentre si trova nello stato dell'Avatar, se Raava verrà rimossa dall'Avatar e gravemente ferita, o se lo Spirito dell'Avatar viene compromesso da un'infezione spirituale.

Come parte dello spirito, l'Avatar possiede una connessione innata con il Mondo degli Spiriti ed è più forte in quel regno, poiché è circondato da energia spirituale. L'Avatar ha utilizzato quella connessione con il mondo degli spiriti per essere il ponte tra i due mondi al fine di mantenere la pace tra loro e garantire l'armonia. Dopo la Convergenza Armonica nel 171 AG, tuttavia, l'Avatar Korra lasciò aperti i portali degli spiriti e rinunciò al suo ruolo di ponte tra i due mondi per permettere agli esseri umani e agli spiriti di vivere insieme in armonia. L'Avatar è anche in grado di richiamare ricordi di vite passate. Questa capacità, tuttavia, può essere danneggiata o addirittura completamente interrotta. L'Avatar Aang ha involontariamente indebolito la sua connessione con tutte le sue vite passate precedenti a l'Avatar Roku quando ha interrotto la sua relazione con l'Avatar della Nazione del Fuoco, sebbene sia riuscito a ripristinare la connessione. Quando Raava fu strappata dall'Avatar Korra da Vaatu e successivamente distrutta, il legame di Korra con le sue vite passate fu completamente interrotto nonostante il risveglio dello spirito della luce.

L'Avatar possiede anche la capacità di dominare l'energia stessa, sebbene pochi Avatar abbiano imparato questa tecnica, e ancora meno l'abbiano usata. Avatar Aang lo apprese dall'ultima tartaruga leone vivente e lo usò per rimuovere il dominio del fuoco del Re Fenice Ozai, ponendo fine alla Guerra dei Cent'anni. Successivamente lo usò per porre fine al regno del terrore di Yakone a Città della Repubblica privandolo del suo dominio dell'acqua. Anche a Korra è stata insegnata questa abilità dopo essersi collegata con Aang quando ha perso la capacità di piegarsi. Aang ha usato questa capacità per ripristinare la sua flessione e allo stesso modo ha fatto lo stesso con Lin Beifong e molte altre vittime della tecnica unica di Amon.

Dopo aver acquisito il controllo dello stato Avatar, dopo aver imparato a piegare i quattro elementi, un Avatar viene definito "pienamente realizzato".

Storia[]

"Siamo uniti per sempre."
Raava a Wan grazie alla loro fusione permanente.[1]
Il primo Avatar

Durante la Convergenza Armonica del 9.829 PG, Wan si legò permanentemente a Raava, diventando il primo Avatar.

Prima che Wan diventasse il primo Avatar, egli venne bandito nella Foresta degli Spiriti dalla tartaruga leone di fuoco dopo aver rubato il potere del fuoco. Nel corso dei due anni successivi al suo esilio, Wan fece amicizia con gli spiriti, imparò il dominio del fuoco e decise di viaggiare per il mondo per trovare le altre città delle tartarughe leone. Durante il suo viaggio, Wan incontrò Raava, lo spirito della luce e della pace, che combatteva contro Vaatu, lo spirito dell'oscurità e del caos. Ignaro dell'identità di Vaatu in quel momento, Wan venne ingannato dallo spirito oscuro nel separarlo da Raava, liberando l'oscurità e il caos nel mondo. Desiderando correggere il suo errore, Wan viaggiò con Raava alla ricerca di altre tartarughe leone allo scopo di acquisire gli elementi di aria, acqua e terra e imparare a dominarli. Circa un anno dopo, durante la lotta contro Vaatu al tempo della Convergenza Armonica, Wan si fuse permanentemente con Raava, diventando il primo Avatar e acquisendo la capacità di piegare tutti e quattro gli elementi contemporaneamente. Dopo aver sigillato lo spirito oscuro nell'Albero del Tempo, Wan supervisionò la partenza degli spiriti nel loro mondo e chiuse i due portali per il Mondo degli Spiriti, in modo che nessun essere umano potesse viaggiare fisicamente lì e rischiare la fuga di Vaatu. Wan ha assunto il compito di essere il ponte tra i due mondi, mantenendo l'equilibrio e la pace. Anni dopo, Raava assicurò a Wan morente che sarebbero rimasti insieme per tutta la sua vita, annunciando l'inizio del Ciclo dell'Avatar e assicurando la continuazione del ruolo dell'Avatar come pacificatore di entrambi i mondi.[1]

Lo spirito di Raava all'interno di Korra

Dopo essere stata gravemente ferita e di conseguenza aver perso la connessione con tutti gli Avatar del passato,Raava si fuse con Korra durante la Convergenza Armonica del 171 GNA.

Il Ciclo dell'Avatar continuò per diecimila anni. Il ciclo venne infine interrotto nella successiva Convergenza Armonica, quando l'Avatar Korra combatté Unalaq, che tentò di creare un nuovo mondo sotto l'influenza di Vaatu fondendosi con lo spirito per diventare il primo Avatar Oscuro. Durante la battaglia, Vaatu riuscì a raggiungere Unalaq e strappare Raava dal corpo di Korra. Durante la battaglia, Vaatu riuscì a raggiungere Unalaq e strappare Raava dal corpo di Korra. Unalaq causò un danno significativo allo spirito della luce, che interruppe la connessione di Korra con le sue vite passate e pose fine al Ciclo Avatar. Come mezzo per connettersi con l'energia cosmica dell'universo, Korra meditava sull'Albero del Tempo ed era in grado di piegare la propria energia per rilasciare una proiezione astrale di se stessa per combattere Unalaq. Con l'aiuto di Jinora, che ha accelerato la crescita di Raava all'interno di Vaatu, Korra è riuscita a estrarre lo spirito della luce dalla sua controparte oscura e sconfiggere Unalaq con la sua tecnica di pacificazione, purificando e dissipando l'Avatar Oscuro. Ritornando nel mondo degli spiriti, Korra e Raava usarono l'energia spirituale derivante dalla sovrapposizione dei portali degli spiriti per fondersi, pochi secondi prima della fine della Convergenza Armonica. Sebbene il suo Spirito Avatar fosse tornato in lei, Korra non poteva più connettersi con le sue vite passate e il Ciclo Avatar ricominciò con lei come la creatrice.[2] Dopo aver deciso di mantenere aperti i portali degli spiriti, Korra dichiarò che l'Avatar non sarebbe più stato il ponte tra i mondi, ma avrebbe continuato a usare lo spirito di luce di Raava per guidare il mondo verso la pace.[3]

Ciclo dell'Avatar[]

"Non ti preoccupare. Tu ed io resteremo legati per tutte le tue vite, e non ci arrenderemo mai."
Raava annuncia l'inizio del ciclo Avatar a Wan dopo la sua morte.[1]
Statue degli Avatar nel Tempio dell'Aria del Sud

Statue dell'Avatar viste nel Tempio dell'Aria del Sud.

Il Ciclo Avatar è basato sul passaggio delle quattro stagioni, che coincide con l'ordine in cui Wan ha appreso per la prima volta gli elementi; il fuoco è legato all'estate, l'aria all'autunno, l'acqua all'inverno, e la terra alla primavera.[4][1]

Quando un Avatar muore, il prossimo Avatar nascerà nella nazione successiva nel Ciclo dell'Avatar. Ad esempio, l'Avatar Yangchen, un Nomade dell'Aria, si è reincarnato nell'Avatar Kuruk della Tribù dell'Acqua del Nord, seguito dall'Avatar Kyoshi del Regno della Terra e dall'Avatar Roku della Nazione del Fuoco.

Il Ciclo dell'Avatar determina anche l'ordine in cui ciascun Avatar dovrebbe apprendere le quattro discipline del dominio. La nazione in cui nasce l'Avatar identifica il primo elemento da padroneggiare, spesso prima che il dominatore venga rivelato come Avatar. Ad esempio, un Avatar nato nella Tribù dell'Acqua impara prima il dominio dell'acqua, prima di tentare di padroneggiare le altre tre discipline rimanenti nell'ordine del ciclo: il dominio della terra, il dominio del fuoco, e infine il dominio dell'aria. Ci sono casi, tuttavia, di un Avatar che apprende gli elementi fuori sequenza. Kyoshi, avendo iniziato con la sua terra natale, si è allenata nel dominio del fuoco con la sua guardia del corpo e amica, Rangi, mentre contemporaneamente ha imparato il dominio dell'acqua dalla sua amica, Kirima. Tuttavia, per mantenere una parvenza di ordine nel modo in cui padroneggiava gli elementi, Rangi fece evocare a Kyoshi una brezza per avere almeno un assaggio del dominio dell'aria, prima di iniziare sul serio con il dominio dell'acqua. Allo stesso modo, a causa della sua situazione unica, Avatar Aang cercò di apprendere il fuoco come secondo elemento sotto la tutela di Jeong Jeong, che originariamente si oppose a causa del ciclo. Aang imparò a creare il fuoco, ma non aveva la maturità spirituale per controllarlo abbastanza bene, e dopo che l'accampamento di Jeong Jeong venne attaccato da Zhao, l'addestramento di Aang nel dominio del fuoco terminò. Alla fine imparò a dominare l'elemento sotto la tutela di Zuko, dopo aver imparato gli altri elementi nella loro sequenza corretta.[5][6] Allo stesso modo, Korra, nonostante fosse già in grado di dominare l'acqua, la terra e il fuoco all'età di quattro anni, venne attivamente scoraggiata ad affinare la sua abilità di dominare gli elementi da Katara fino a quando non riuscì a padroneggiare il dominio dell'acqua.[7]

Ogni Avatar ha un elemento particolare con il quale si stabilisce una bassa affinità, dettata dalla personalità di quell'Avatar. Questo elemento può essere difficile da apprendere, a volte rivelandosi impossibile da controllare finché non si trova di fronte a una situazione in cui l'Avatar è costretto a raggiungere l'interno e manifestare il potere. La disciplina del piegamento è spesso l'elemento opposto a quella della nazione natale dell'Avatar : l'Avatar Roku trovava particolarmente difficile padroneggiare il dominio dell'acqua, e il dominio della terra era difficile per l'Avatar Aang a causa della sua predisposizione ad impegnarsi indirettamente nel combattimento ed eludere i problemi il più spesso possibile.[8][9] Tuttavia, tale simmetria non è sempre vera; nonostante fosse una dominatrice dell'acqua nativa, Korra in realtà preferiva il suo elemento opposto e invece trovava padroneggiare il dominio dell'aria il più impegnativo a causa della sua natura sfacciata e diretta, contrariamente alla filosofia del dominio dell'aria di contemplazione, azione misurata ed evitamento del conflitto.[10]

Identificazione dell'Avatar[]

Kyoshi e le reliquie dell'Avatar

Kyoshi ha partecipato a un test per determinare se lei fosse l'Avatar, selezionando quattro giocattoli tra migliaia che appartenevano alle sue vite passate.

Ogni nazione ha un metodo tutto suo per riconoscere il nuovo Avatar.[11] Tra i Nomadi dell'Aria, ad esempio, ciò comportava la presentazione ai bambini di una selezione di giocattoli, e l'attesa mentre quel bambino avrebbe osservato gli oggetti che poi avrebbe selezionato esattamente, in quanto i quattro oggetti erano appartenuti agli Avatar del passato, questi erano conosciuti come le reliquie dell'Avatar. Gli Avatar della Terra erano tradizionalmente identificati dalla geomanzia direzionale, una serie di rituali progettati per vagliare la più grande e popolosa delle quattro nazioni nel modo più efficiente possibile. Una serie speciale di trigrammi ossei fu creata e interpretata dai maestri dominatori della terra, escludendo metà del Regno della Terra come luogo del neonato Avatar. Questo rituale è stato ripetuto nel territorio rimanente, con le possibili posizioni che si riducevano ogni volta della metà, finché i ricercatori non venivano portati alla porta del bambino Avatar della Terra.[12]

I metodi utilizzati da ciascuna nazione per identificare il prossimo Avatar non sono infallibili, tuttavia, poiché c'è stato almeno un caso in cui un individuo normale è stato erroneamente identificato come l'Avatar, infatti Yun, e non Kyoshi, venne nominato successore dell'Avatar Kuruk.[13] Tradizionalmente, al bambino viene raccontata la propria identità come Avatar nel giorno del suo sedicesimo compleanno, sebbene ad Avatar Yangchen sia stato detto all'età di undici anni, poiché aveva visioni estremamente forti di altri Avatar del passato,[14] ad Avatar Aang fu detto all'età di dodici anni, per il timore di un imminente guerra a causa della crescente aggressività della Nazione del Fuoco,[15] e ad Avatar Korra venne scoperta come Avatar dopo aver mostrato capacità di dominio oltre al suo dominio dell'acqua nativo senza un addestramento formale, quando aveva solo quattro anni.[16]

Avatar Conosciuti[]

Schiera degli Avatar

Aang nello Stato dell'Avatar guarda Roku, Kyoshi, Kuruk, Yangchen, Szeto, e gli altri Avatar del passato.

In ordine dal più vecchio al più attuale gli Avatar conosciuti:

"Team Avatar"[]

Nonostante il loro immenso potere, nessun Avatar può mantenere l'equilibrio e la pace nel mondo da solo. Di conseguenza, la maggior parte degli Avatar aveva un gruppo di compagni stretti, colloquialmente chiamati "Team Avatar", per aiutarli nelle loro missioni.[23] Nel corso del tempo, è diventata una tradizione che l'Avatar viaggiasse per il mondo con i suoi migliori amici dopo aver completato la formazione. Questo era considerato un grande onore, poter viaggiare con l'Avatar e influenzarli in un modo che nessun altro avrebbe potuto fare. Di solito, tali squadre erano composte dagli insegnanti e dai migliori amici del singolo Avatar.[24] Molti compagni dell'Avatar provenivano da circoli elevati o vennero elevati alla fama dall'Avatar.[20] L'Ordine del Loto Bianco ha tentato di influenzare vari Avatar attraverso i rispettivi team, poiché gli insegnanti e i protettori degli Avatar erano spesso membri segreti del Loto Bianco.[25]

I Team Avatar conosciuti in ordine dal più vecchio al più recente sono:

Riferimenti[]

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 Hedrick, Tim (writer) & Graham, Ian (director). (October 18, 2013). "Beginnings, Part 2". The Legend of Korra. Book Two: Spirits. Episode 8. Nickelodeon.
  2. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Core Book, Version 1.0, 2022, p. 80.
  3. Hamilton, Joshua (writer) & Heck, Colin (director). (November 22, 2013). "Darkness Falls". The Legend of Korra. Book Two: Spirits. Episode 13. Nickelodeon.
  4. Avatar Extras per "Il maestro del dominio del fuoco" su Nicktoons Network.
  5. Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (October 21, 2005). "The Deserter". Avatar - La Leggenda di Aang. Season 1. Episode 16. Nickelodeon.
  6. Ehasz, Elizabeth Welch, Hedrick, Tim (writers) & Spaulding, Ethan (director). (July 14, 2008). "The Western Air Temple". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 12. Nickelodeon.
  7. DiMartino, Michael Dante (writer), Campbell, Heather (artist), Ng, Killian (colorist), Heisler, Michael (letterer) "Friends for Life" (May 7, 2016), Dark Horse Comics.
  8. Ehasz, Elizabeth Welch (writer) & Spaulding, Ethan (director). (October 26, 2007). "The Avatar and the Fire Lord". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 6. Nickelodeon.
  9. Ehasz, Aaron (writer) & Spaulding, Ethan (director). (June 2, 2006). "Bitter Work". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 9. Nickelodeon.
  10. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim, Ryu, Ki Hyun (directors). (April 14, 2012). "A Leaf in the Wind". The Legend of Korra. Book One: Air. Episode 2. Nickelodeon.
  11. Avatar Legends: The Roleplaying Game. Core Book, Version 1.0, 2022, p. 17.
  12. Template:Citare Kyoshi
  13. Template:Citare Kyoshi
  14. Template:Citare Yangchen
  15. Ehasz, Aaron (writer) & MacMullan, Lauren (director). (June 3, 2005). "The Storm". Avatar - La Leggenda di Aang. Season 1. Episode 12. Nickelodeon.
  16. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim, Ryu, Ki Hyun (directors). (April 14, 2012). "Welcome to Republic City". The Legend of Korra. Book One: Air. Episode 1. Nickelodeon.
  17. Yee, F.C. (15 Marzo, 2020). Twitter:That Avatar has a different name that will be revealed. Twitter. Estratto il 2020-03-15.
  18. Template:Cita Kyoshi
  19. Yee, F.C. (11 Ottobre, 2019). Twitter:What I can say is that Yun is a dedicated Avatar scholar when he mentions this, so he's not necessarily going to refer to past Avatars in backward sequential order. He knows about lots of them.. Twitter. Estratto il 2020-03-15.
  20. 20,0 20,1 20,2 20,3 Template:Cita Yangchen
  21. 21,0 21,1 21,2 Template:Cita Yangchen
  22. 22,0 22,1 Template:Cita Yangchen
  23. Template:Cita Kyoshi
  24. Template:Cita Kyoshi
  25. Avatar: The Last Airbender: Legacy of the Fire Nation, pagina 20.
  26. {{{url}}} e {{{titolo}}}.
  27. Template:Cita l'episodio
  28. Template:Cita Kyoshi
  29. Template:Cita Kyoshi
  30. Template:Cite Kyoshi
  31. Template:Cita Kyoshi
  32. Template:Cita Kyoshi
  33. Template:Cita Kyoshi
  34. Template:Cita Yangchen
  35. Errore nelle note: Errore nell'uso del marcatore <ref>: non è stato indicato alcun testo per il marcatore R2
  36. Template:Cita Yangchen
  37. Template:Cita Yangchen
  38. 38,0 38,1 Template:Cita Yangchen
  39. Template:Cita Yangchen

Vedi anche[]

  • Avatar Oscuro
  • La politica nel Mondo di Avatar
  • Credenze spirituali nel Mondo di Avatar
Advertisement