Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Nel tardo 99 DG, il Principe esiliato Zuko attaccò un villaggio della Tribù dell’Acqua del Sud per catturare l’Avatar, comparso poco prima ed arrivato lì insieme a Sokka e Katara. Dopo una breve schermaglia, il Nomade dell’Aria si arrese e si consegnò al nemico per salvare il villaggio.

Preludio[]

Nell'anno zero, il Signore del Fuoco Sozin iniziò la sua campagna per la conquista del mondo che era entrata nella storia come la Guerra dei Cent’anni. Usando la potenza della Grande Cometa, l’armata del fuoco non solo cancellò i Nomadi dell’Aria dalla faccia della terra, ma assalì anche le Tribù dell’Acqua e invase il Regno della Terra. Sia il Nord che il Sud riuscirono a sopravvivere a questi primi attacchi senza maggiori perdite e si unirono per rispondere all'aggressione. Purtroppo, la potente flotta navale del fuoco sconfisse le flotte delle Tribù dell’Acqua, spingendo il Nord a ritirarsi al polo Nord lasciando i loro fratelli del Sud quasi indifesi e un balia del nemico.

Dato che Azulon, il successore di Sozin come Signore del Fuoco, riteneva il Polo Sud meno importante dal punto di vista strategico per via delle risorse limitate e la popolazione relativamente piccola, giunse alla conclusione che bastava eliminare tutti i dominatori dell’acqua per annullare qualsiasi minaccia proveniente dalla Tribù del Sud. Con questa strategia avrebbe eliminato un nemico senza sprecare troppe risorse, necessarie per la estenuante guerra contro il Regno della Terra. A tale obbiettivo, si decise di ricorrere a una serie di attacchi violenti che causarono danni ingenti in poco tempo per ritirarsi prima che il nemico possa rispondere. Cosi, la Nazione del Fuoco mandò delle navi da guerra nell'oceano antartico che funsero da base per le operazioni.

L3 E16 Katara Yon Rha

Yon Rha si lascia fuggire Katara

Dopo innumerevoli attacchi e razzie, la Tribù dell'Acqua del Sud aveva perso non solo tutti dominatori dell’acqua, ma anche una grande parte della popolazione civile, guerrieri e non. Le città vennero spopolate e i pochi sopravvissuti si sparpagliarono nella tundra vivendo in piccole povere comunità. A Baia del Lupo, la vecchia capitale, rimase sono un villaggio di neanche un centinaio di abitanti, capitanati da Hakoda, figlio di Kanna. Sua figlia Katara si dimostrò una dominatrice dell’acqua, ma la ricerca di una maestra per lei suscitò l'interesse della Nazione del Fuoco che voleva eliminare questa persona ad ogni costo. Nell’anno 96 DG, i Predatori Meridionali lanciarono il loro ultimo attacco al Sud con Yon Rha che si mise alla ricerca di dell’ultimo dominatore dell’acqua del Sud. Mentre i suoi uomini tennero occupati i guerrieri, lui andava ad interrogare le persone civili, arrivando anche nella tenda di Kya, madre di Katara. Per proteggere sua figlia, la donna la mandò via e mentì al soldato dicendo che fosse lei la persona ricercata. Yon Rha procedette ad ucciderla per poi lasciare la tribù soddisfatto, ignaro dell’inganno. In seguito a questo, i Hakoda e i guerrieri del villaggio partivano per aiutare il Regno della Terra nella guerra contro la Nazione del Fuoco, lasciando il villaggio nella mani di suo figlio Sokka, il maschio più grande.

Zuko cicatrice fresca

Zuko parte per il suo viaggio disperato

Allo stesso tempo, il Principe Zuko si era attirato l’ira di suo padre Ozai, il Signore del Fuoco, per aver mandato di rispetto a un Generale durante una riunione di guerra. Per estirpare questa colpa, lo obbligò ad affrontare a un Agni Kai, cosa che il ragazzo accettò pensando che dovesse affrontare il vecchio Generale che aveva offeso. Quando seppe che invece doveva combattere contro suo padre, rinunciò al duello e si mise in ginocchio davanti a lui implorando pietà; questo però si arrabbiò ancora di più e lo ustionò al volto e lo condannò all'esilio. L’unico modo in cui potesse sperare in un ritorno in patria e di riconquistarsi il suo onore perduto era quella di ritrovate l’Avatar, sparito da ormai quasi cento anni. Il ragazzo prese questa missione sul serio ed iniziò subito con la ricerca, conscio che era quasi impossibile. Al suo fianco ebbe solo suo zio e qualche soldato nolente, ma partì lo stesso per il suo viaggio.

Attacco[]

Risveglio dell’Avatar[]

L1 E01 Zuko vede luce

Questo dev'essere l'Avatar!

Nel tardo 99 DG, Sokka e Katara, durante una battuta di pesca, scoprirono per caso l’Avatar imprigionato in un iceberg e lo liberarono. All'insaputa di tutti, Zuko si stava trovando nelle vicinanze ed aveva visto per caso la luce emanata dal risveglio dell’Avatar; fremendo dall'agitazione e deciso come non mai, ordinò di fare rotta per quella posizione ignorando i consigli di suo zio.

L1 E01 Aang si risveglia

Chi è questo tipo?

Dopo una breve discussione, i due fratelli portarono Aang e Appa al villaggio per offrigli ospitalità e spiegargli cose fosse successo durante il tempo in cui era rimasto nell’iceberg. Kanna aveva identificato Aang subito come un dominatore dell’aria meravigliosi di questo fatto, dato che pensasse che non ce ne fossero ancora. Il Nomade dell’Aria dimostrò volentieri le sua abilità divertendo i bambini del villaggio e guadagnandosi l’approvazione del villaggio.

L1 E01 Zuko trova Aang

Eccolo...!

Il giorno dopo, Katara gli esaudì il suo desidero di slittare sui pinguini, ma durante la gara finirono davanti al relitto di una nave della Nazione del Fuoco incastrata nel ghiaccio da più sessant’anni. Aang si meravigliò di questo e, mentre i due iniziarono ad esplorare il relitto, si chiese quanto tempo fosse rimasto nell'iceberg. Sentendolo parlare come non sapesse che il mondo era soggiogato da una guerra sanguinosa da quasi un secolo, dedusse che doveva trattarsi di almeno cento anni. Questa rivelazione scioccò il Nomade dell’Aria che inizialmente non voleva crederci e la chiamò ridicola. Purtroppo, continuando la loro esplorazione, Aang rilasciò per sbaglio un faro segnaletico che s’innalzo in cielo esplodendo in una luce appariscente. Temendo di aver causato un danno, Katara e Aang scappando dal relitto per tornare al villaggio. E avevano avuto ragione, queste luci erano stati avvistati da Zuko che ora poteva seguirgli con facilità.

Arrivo al villaggio[]

L1 E02 Tribù contro Aang

Ad un tratto tutti sono contro di lui

Quando i due ragazzi tornarono al villaggio, accolsero Aang con antagonismo e disprezzo, credendolo una spia della Nazione del Fuoco mentre Katara si prese solo una sgridata da parte di sua nonna. Il Nomade dell’Aria cercò di difendere la sua nuova amica prendendosi la responsabilità dell’accaduto, ma Sokka gli ordinò di lasciare subito la tribù. Sua sorella non si arrese e propose ad Aang di accompagnarlo al Polo Nord per imparare il dominio dell’acqua insieme, ma alla fine ritirò la sua proposta per non lasciare la sua famiglia. Mentre Aang se ne andava, Katara sgridò sua nonna per questo atteggiamento ostile e il fatto che ora se ne stava andando via l’unica possibilità di diventare una maestra del dominio dell’acqua.

L1 E02 Zuko vestizione

Zuko si prepara

Sokka scattò all'azione per preparare le (povere) difese del villaggio per l’attacco eminente che tutti temevano. Non aveva torto, allo stesso istante Zuko si stava avvicinando alla costa e anche lui stava ultimando i preparativi per l’attacco. La sua nave venne avvistato da Aang che, contrariamente al suo annuncio, non si era allontanato molto e ora decise di tornare indietro.

L1 E02 atterraggio nave

Arriva Zuko!

Alcune ore dopo, Sokka avvistò la nave di Zuko che comparve dalla nebbia polare e che investì il ghiaccio sul quale era stato costruito il villaggio. Il solo peso della nave di metallo era sufficiente per abbattere il muro di difesa per permettere l’atterraggio comodo del suo equipaggio. L’unico che osava ribellarsi a loro fu Sokka, ma anche lui venne sconfitto in modo umiliante e finì con il volto nella neve. Senza perdere tempo, Zuko afferrò Kanna e, usandola come esempio per l'età presunta della persona ricercata, chiese se avevano visto l’Avatar. Il silenzio di tutti fa infuriare il principe che ripeté la sua domanda a voce più alta mentre Sokka tentò un nuovo assalto che finì nuovamente male. Tuttavia, il suo boomerang colpì lo straniero alla nuca, il che non fece altro che inasprire ulteriormente il suo umore.

L1 E02 Aang prigioniero

Aang si lascia catturare

Mentre stava per minacciare gli abitanti con la distruzione del loro villaggio, apparve Aang che scaraventò via Zuko che finì con la testa nella neve, guadagnandosi un ringraziamento brontoloso da parte di Sokka. Il principe lo fece circondare dai suoi uomini, ma Aang gli buttò addosso della neve con il dominio dell’aria, il che lo tradì subito come un dominatore dell’aria. Teso, incredulo e arrabbiato, Zuko gli chiese se per caso fosse quindi lui l’Avatar, il signore degli elementi, una domanda che scioccò tutte le persone presenti. Ringhiando dalla furia, il principe si lamentò del fatto che si era allenato per tutti questi anni solo per affrontare un bambino per poi lanciargli contro una serie di palle di fuoco. Aang li evitò con il suo dominio, ma doveva rendersi conto che stava mettendo in pericolo le persone dietro di lui e decise quindi di arrendersi e di venire con lui. Zuko accettò questo accordo e promise di lasciare in pace le persone civili se si lasciava arrestare senza fare resistenza. Prima di entrare nella nave, Aang consolò Katara che andava tutto bene e le chiese di occuparsi nel frattempo di Appa.

Missione di soccorso[]

L1 E02 Kanna saluta Sokka Katara

Kanna saluta i suoi nipoti

Dopo la partenza della nave da guerra, il villaggio si riprese dallo spavento ed iniziò con le riparazioni. Sokka sorprese sua sorelle con la proposta di andare a salvare Aang, dato che si era sacrificato per la loro tribù e le presentò una canoa pronta per la partenza. La comparsa improvvisa della nonna Kanna li fece spaventare, ma la donna non era venuta per fermarli, ma per dargli delle provviste e per augurargli ogni fortuna per il loro viaggio. Incoraggiò i suoi nipoti dicendo che aveva finalmente ritrovato la speranza e che fosse fiera che loro due aiutassero l’Avatar. Prima di partire, Katara espresse i suoi dubbi su come riusciranno a raggiungere la nave di Zuko con una semplice canoa- fortunatamente in quel momento apparve Appa.

L1 E02 Aang Vs Zuko

Aang prende in giro Zuko

Allo stesso tempo, Aang venne portato davanti a Zuko che ispezionò il suo bastone per dominatori dell’aria che voleva regalare a suo padre, il Signore del Fuoco. I soldati lo portarono sotto coperta, ma il ragazzo annunciò con un sorriso che poteva affrontarli anche con le mani legate, cosa che provò pochi secondi dopo. Appena liberatosi, si mise alla ricerca del suo bastone che però si trovava nella camera del principe. Quando aprì la sua porta, Zuko lo attaccò immediatamente con una palla di fuoco potente, dato che si era già aspettato un tattica del genere. Inizialmente, la strettezza della stanza misero in difficoltà il Nomade dell’Aria, ma con progredire del duello Zuko iniziava a diventare sempre più erratico e agitato, fino a non stare più dietro ad Aang. Questo lo umiliò e si riprese il suo bastone per poi continuare la sua fuga.

L1 E02 Zuko sorpreso

Cos'sè questo ?

Subito dopo essere uscito all’aria aperta, Aang tentò di spiccare il volo aprendo il suo aliante, ma Zuko riuscì ad afferralo a una gambe e di trascinarlo nuovamente giù. I due stavano per ricominciare il loro duello sulla nave quando videro apparire Katara e Sokka che erano riusciti a far decollare Appa e li avevano raggiunti. La sorpresa del Principe durava solo pochi secondi per poi continuare l’assalto con sempre più ferocia fino a spingere Aang sul bordo della nave. Alla fine, il ragazzo cade dell’acqua ghiacciato antartico.

L1 E02 Zuko non si arrende

Appena in tempo

Trovandosi sott'acqua, Aang sprigionò lo Stato dell’Avatar incoscientemente e tornò in superficie sulla punta di una tromba d’acqua da lui generata. Mentre Zuko poteva solo fissarlo incredulo, l’Avatar raccolse l’acqua del mare per creare un’onda gigante che investì la nave e spinse in acqua quasi tutti i soldati del fuoco. Attimi dopo questo scatto d’ira, Aang tornò normale e si accasciò sul pavimento di metallo della nave e quando Sokka e Katara lo volevano portare via, gli chiese di prendere il suo bastone. Il guerriero corse ad esaudire questa richiesta, ma in quel momento avvistò Zuko che si era appigliato alla catena dell’ancora e lo voleva fermare. Prendendosi la rivincita per il trattamento umiliante di ieri, Sokka lo spinse nuovamente in acqua.

L1 E02 Aang controattacco

Aang respinge l'attacco

Purtroppo, il principe non era l’unico ancora attivo e gli altri soldati si preparavano per l’attacco, tuttavia si bloccano quando vedono Katara mentre stava eseguano sie movimenti del dominio dell’acqua. Il suo primo tentativo di attacco però andò cosi male da suscitare le risate dei soldati che realizzarono di aver davanti a sé solo una principiante, ma nel secondo tentativo li ricoprì con uno strato di ghiaccio abbastanza spesso da permettergli la fuga. Finalmente anche Iroh si era svegliato per il trambusto cose per aiutare suo nipote ad abbattere il bisonte volante appena decollato. Aang però respinse la loro palle di fuoco immensa con il dominio dell’aria, facendola schiantare contro iceberg vicino. L’impatto lo fece sgretolare e cadere il ghiaccio sulla nave di Zuko che venne sepolta a metà; il principe deve lasciarli scappare, ma giurò di catturarlo in futuro.

Conseguenze[]

  • Questo attacco fu l’ultimo alla Tribù dell’Acqua del Sud ed era l’inizio della rivalità tra Zuko e Aang. Da allora, il principe avrebbe inseguito l’Avatar fino all’altra parte del mondo nella sua disperata missione per riconquistarsi il suo onore perduto.
  • La Nazione del Fuoco venne a sapere del ritorno dell’Avatar, la minaccia più grande per la loro compagna per la conquista del mondo, in più si venne a sapere che era un ragazzino di appena dodici anni, non un uomo secolare. Questa notizia si sparse su tutto il mondo, riaccendendo la speranza e la voglia di combattere nella popolazione occupata.
  • La nave di Zuko soffrì di danni così grandi da necessitare delle riparazioni nel porto più vicino, dove il Comandante Zhao venne a sapere della ricomparsa dell’Avatar. Ha sfidato il ragazzo a un Agni Kai per il diritto di continuare la missione di cattura, a subì una sconfitta bruciante. Da questo nacque una rivalità aspra e violenta che aveva ripercussioni sull'immediato futuro.  
Advertisement