Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

<<<< articolo principale su Asami

<<< libro tre

Modernizzare Città della Repubblica[]

B4 E01 Asami Raiko stazione

Asami taglia il fiocco della nuova stazione dei treni

Come promesso, Asami scrisse continuamente lettere a Korra, ancora in ricovero nella sua tribù, raccontando delle cose successe in città e di quanto lei stia mancando loro. Oramai si era rassegnata a non ricevere risposta, ma continuò a scriverle e alla fine, dopo anni, finalmente ricevette una sua lettera. Rispettò la richiesta di non dirlo agli altri. Verso la fine di quel periodo si comprò una macchina nuova che aveva il colore blu, un colore abbastanza insolito per lei.

Wu mako asami 01

Annioata da questo tizio nobile

Asami continuò anche il suo lavoro per Industrie del Futuro e aiutò nella modernizzazione della metropoli, specialmente della nuova stazione dei treni. Era l'ospite d'onore durante la cerimonia di apertura della nuova stazione e venne lodata da Raiko per i suoi sforzi a favore della città. Aveva costruito nuove strade accomodando le fastidiose liane spirituali e addirittura un parco dedicato all'Avatar Korra. Dopo aver tagliato il fiocco, venne avvicinata dal principe Wu che cercò di corteggiarla, ma Asami non volle saperne; alla richiesta se voleva mostrargli la nuova stazione in privato rispose che piuttosto voleva mandarlo via col prossimo treno. Chiese a Mako, che era diventato la guarda del corpo del successore al trono del Regno della Terra, come riusciva a sopportarlo e rise del suo commento che ogni sera batteva la testa contro il muro. Chiese anche di Bolin, che era entrato nell'esercito di Kuvira e annunciò con anticipazione che Korra dovrebbe tornare questa sera.

Gruppo delusione ritorno di Korra

Dove é finita Korra?

Felice di poter finalmente rivedere la sua migliore amica, Asami si unì alla cena sull'isola dell'aria insieme alla famiglia di Tenzin, in attesa della nave dal Polo Sud. Quando questa venne annunciata, il gruppo si radunò al porto per accogliere la famiglia dell'Avatar, ma Tonraq spiegò scombussolato ai presenti che Korra aveva lasciato la Tribù dell'Acqua del Sud quasi sei mesi fa. Asami si preoccupò molto del fatto che Korra era quindi sparita da mezzo anno e nessuno sapeva dove si trovava o come stava.

Qualche giorno dopo Asami divenne testimone dell'incoronazione di Wu e dell'usurpazione del potere da parte di Kuvira.

Affrontare il passato[]

Asami hiroshi 01

Al posto di rabbia prova solo tristezza

Poco dopo Asami andò per la prima volta a far visita a suo padre in carcere, dove nonostante il caloroso benvenuto gli disse dritto in faccia di non aver mai aperto le sue lettere e che voleva essere lasciata in pace, poi ammise che voleva farlo soffrire come lui l'aveva fatto soffrire lei. Detto ciò stava per andarsene, ma Hiroshi la implorò di fermarsi ed ascoltarlo, cosa che Asami fece a malavoglia. Alla sua rivelazione, che la considerava la cosa più bella che abbia mai creato, Asami non poté trattenere una lacrima, ma uscì dalla cella per prendere aria.

B4 E05 Asami Hiroshi Pai Sho

Decide di dargli una chance

Per schiarirsi le idee, visitò il parco di Korra e osservò un padre con una figlia giocavano a Pai Sho felici, e a questa visione venne travolta dalla nostalgia. Alla fine tornò da suo padre e ammise che la sua intenzione era stata quella di dare un taglio decisivo alla loro relazione, ma inaspettatamente ora non provava più rabbia nei suoi confronti, ma solo tristezza. Anche se non era sicura se poteva mai perdonarlo, almeno volle fare un tentativo. Solidificarono questo sentimento con una partita di Pai Sho.

Riunione con alti e bassi[]

Korrasami 23

Si fanno i complimenti a vicenda

Dopo aver saputo del vero ritorno di Korra alcuni giorni dopo, Asami andò a pranzo con lei e Mako. Essendo arrivata in anticipo, l'ingegnera attese l'Avatar nel pre-salotto leggendo un giornale, e al suo arrivo Korra chiese se avesse aspettato tanto. Asami rispose che erano stati soltanto tre anni e la abbracciò felice. Il suo complimento per la nuova acconciatura più corta fece arrossire Korra, dopodiché le due donne entrarono da Mako. La notizia che Wu era venuto insieme alla sua guardia del corpo fece annoiare Asami; quando il nobile chiese a Korra di entrare nello Stato Avatar per lui, Asami chiese se ne fosse nuovamente capace, rivelando che ne aveva saputo dalle lettere. Mako reagì con gelosia e si sentì tagliato fuori. Inoltre notò la strana atmosfera tra le due donne e chiese cosa stia succedendo.

Korrasami 10jpg

Inizia persino a litigare

Quando Asami rivelò di vedersi nuovamente con suo padre, con delicatezza, Korra espresse la sua diffidenza sulla sincerità dell'uomo, cosa che inaspettatamente fece arrabbiare Asami parecchio. Sbuffò dicendo che sapeva bene cos'era stato capace di fare e che Korra non era nella posizione di farle la predica, dato che era sparita per ben tre anni. Il litigio venne fortunatamente interrotto dalla richiesta di Wu di dover andare in bagno.

B4 E07 Korra Mako Asami

Wu é stato rapito?!

Wu ci mise così tanto tempo che i tre diventarono sospettosi; Mako controllò il bagno mentre le due donne aspettarono fuori. Korra venne attaccata mentre stava inseguendo degli uomini sospetti di aver rapito Wu, così i tre saltarono sull'auto di Asami e inseguirono il camion. Mako reagì con frustrazione perché Asami non seguiva le sue direzioni, ma la donna spiegò che conosceva le strade meglio di lui dato che le aveva costruite. Manovrò l'auto quindi accanto a quella inseguita su una strada più alta, permettendo a Korra di saltare giù per intercettare il camion.

Asami pronta libro 4

Pronta di nuovo all'azione!

Quando Wu non si trovò, Asami sospettò che dovevano aver scambiato il camion nel breve periodo in cui li avevano persi di vista. Osservò sorpresa e curiosa come Korra lo individuò tramite le liane spirituali, ma per fortuna la ragazza le spiegò subito che lo aveva imparato da Toph Beifong. Il gruppo raggiunse la stazione dei treni dove Asami indossò il suo fedele guanto elettrico e seguì i suoi amici. Notando che una ricerca alla cieca sarebbe stata inutile, seguì Korra che li guidò al treno in partenza per Omashu. Salirono a bordo e raggiunsero il compartimento dei bagagli, dove Asami dovette zittire i suoi amici che stavano litigando continuamente per poter sentire lo strano rumore proveniente da un grosso bagaglio. Era Wu! Ma appena dopo averlo liberato gli agenti di Kuvira li attaccarono e li circondarono, così Korra dovette aprire il tetto del treno e aiutare gli altri a salire. Sul tetto Asami sconfisse un agente ma stava per essere spinta giù da un dominatore del metallo, quando Korra la afferrò e insieme agli altri saltò giù dal treno in corsa.

B4 E07 Asami Korra Mako abbraccio

Wu, tu sei escluso

Dopo l'atterraggio Asami si spolverò e rise dicendo che era come nei bei vecchi tempi, a parte i litigi di prima. Quando Korra si scusò per la reazione di prima, Asami propose le sua scuse e notò sorridendo rispose che era naturale che dopo tre anni ci fossero dei disguidi. Mako, Asami e Korra si abbracciarono, tenendo Wu a debita distanza, l'erede dei Sato poi offrì al nobile di stare nella sua villa finché le acque non si fossero calmate.

Korra Asami parlano

Le offre il suo pieno sostegno

Dopo quell'avventura Asami tornò sull'isola dell'aria con Korra, trovandola immersa nei pensieri nel solito padiglione sul mare mentre le portava del tè. La donna della tribù dell'acqua le raccontò dei suoi timori circa l'inutilità dell'Avatar e il suo fallimento nel tentare di fermare Kuvira. Asami ribadì decisa che non era così, e per enfatizzare la sua opinione contraddisse ogni singolo punto in cui Korra minimizzò sé stessa e i suoi successi, affermando che le sue azioni avevano dato speranza alle persone. Diede peso alle cose buone, come il ritorno dei dominatori dell'aria e i cambiamenti che Korra aveva causato nel mondo. Ma quando Tenzin concordò con Korra che era anche stata la causa dell'evasione di Zaheer, cosa che l'aveva portata quasi alla morte, Asami rimase per un attimo scioccata, ma per fortuna il maestro dell'Aria chiarì subito che volesse dire che le il mondo sarà sempre in subbuglio e arriveranno sempre nuovi nemici, ma era importante che si riesce ad imparare qualcosa da esse. Korra ringraziò entrambi per averla tirata su di morale e promise di non arrendersi.

Alla difesa di Città della Repubblica[]

B4 E09 Varrick Asami

Avverte Varrick di non ingannarla mai più

Essendo una delle menti più brillanti della città, Asami fu chiamata da Raiko per unirsi a Varrick e trovare un modo per fermare la super-arma di Kuvira. All'inizio non era tanto contenta di dover collaborare con Varrick, dato il suo passato e la tendenza di cercare di essere sempre dalla parte più vantaggiosa, ma si arrese alle necessità, non senza minacciarlo di non tradirla mai più.

B4 E11 Team Avatar spavento

Scoprono l'arma segreta di Kuvira

Aveva già in mente l'idea dei nuovi velivoli corazzati che potevano volare liberamente in ogni direzione come i Colibrì, ma ci rimase male nel vedere che Varrick la aveva già battuta, anche se le dava il credito per l'idea di base. I prototipi Colibrì vennero messi in produzione nella fabbrica di Industrie del Futuro; quando l'attacco di Kuvira era previsto iniziasse fra due settimane, Asami affermò che per aumentare le chance di batterla dovevano trovare un modo per distruggere il cannone caricato dell'energia delle radici spirituali. Volò insieme alla Squadra Avatar per controllare la situazione e rimase scioccata dalla scoperta che Kuvira era in anticipo di una settimana e che aveva montato il cannone su un mecha gigante. Tornando in città Asami si sbrigò a finire almeno due prototipi, e dovette assistere impotente alla distruzione della flotta navale delle Forze Unite.

B4 E12 Varrick Asami

Deve collaborare con Varrick

Dopo il ritorno di Korra e il suo rapporto sul fatto che Raiko si era arreso, Asami pensò che potevano forse danneggiare il Mecha che portava il cannone; così il team seguì un'idea dell'Avatar e andò in missione segreta per catturare Baatar Jr. e portarlo nella fabbrica per fargli rivelare il punto debole del mecha. Asami assistette all'interrogazione e alla comunicazione con Kuvira, ma dovette scappare per salvarsi la pelle dopo che la nemica aveva rivolto il suo cannone contro il magazzino, distruggendolo. Riuscì a sopravvivere grazie agli sforzi di Bolin, ma gran parte dei Colibrì erano stati distrutti. Rimasero soltanto i prototipi nel garage e quelli erano ancora in fase di sperimentazione, Varrick e Asami ebbero gran difficoltà nel stabilizzarli.

B4 E12 Asami Hiroshi

Riceve le lodi del padre

Asami rimase sorpresa nel trovare suo padre davanti a lei, con il permesso di Lin, che si offrì di aiutarli. Ebbe l'idea di pensare come un virus e di aggiungere delle torce al plasma per tagliare la corazza di platino del colosso. Si misero subito al lavoro, ma il nemico era alle porte, così i dominatori affrontarono il Mecha per guadagnare minuti preziosi. Padre e figlia si misero al lavoro, riuscendo nell'intento, dopodiché Hiroshi si congratulò con Asami, lodandola per il design. Affermò che era stato bello lavorare di nuovo con lei e che la amava, sentimento che la donna condivise. I due salirono nel velivolo biposto: Asami era il pilota e Hiroshi manipolava la torcia.

B4 E12 Asami disperata

Disperata per la morte di Hiroshi

Asami manovrò il Colibrì con abilità nonostante i continui movimenti, ma dovette cambiare posto più volte. Quando Korra fermò il colosso con una montagna di ghiaccio, si pose sulla gamba del mecha e suo padre iniziò a tagliare il platino della corazza. Quando il braccio del mecha iniziò a rompere il ghiaccio, Asami gridò che dovevano scappare, ma Hiroshi rispose che ce l'aveva quasi fatta. La mano stava per schiacciarli, ma l'ingegnere prese la conscia decisione di finire il lavoro a tutti costi. All'ultimo istante salutò Asami e attivò il sistema di espulsione di emergenza, salvandole la vita, mentre lui stesso morì schiacciato dalla mano del colosso di Kuvira.

B4 E13 Korra congratulazioni

Finalmente é tutto finito

La donna atterrò nel ben mezzo dalle macerie, sotto shock, ma dovette correre al riparo poco dopo a causa di un'esplosione gigantesca causata dal sovra-caricamento del cannone nella foresta spirituale. Dopo che l'aria si era schiarita, Asami corse verso l'epicentro dell'esplosione, realizzando che era comparso un nuovo portale spirituale. Dato che non trovava tracce né di Korra né di Kuvira, aiutò gli altri nella ricerca; quando le due donne disperse comparvero dal portale, tirò un gran sospiro di sollievo. Dopo la resa di Kuvira posò una mano sulla spalla di Korra e si unì all'abbraccio di gruppo.

B4 E13 Korra Asami vacanza

Korra le offre di andare in vacanza insieme

Qualche settimana dopo Asami era ospite delle nozze di Varrick e Zhu Li dove si sedette tra Korra e Mako. Dopo la cerimonia attirò via Tenzin dall'Avatar con la notizia che Varrick voleva provare una tuta dei dominatori dell'aria, per parlare da sola con Korra. Le due donne si sedettero sulle scale e osservarono il cielo sopra Repubblica con il nuovo portale spirituale.

B4 E13 Asami Korra partenza

Un nuovo inizio

Korra la sorprese scusandosi per la sua assenza, ma lei affermò che non era necessario scusarsi per quello, dato che era contenta che fosse qui in questo momento. Non avrebbe potuto sopportare la perdita di suo padre e la sua nello stesso giorno, pensiero che le fece venire le lacrime agli occhi. Korra la abbracciò per consolarla, mentre Asami affermò che almeno aveva potuto perdonarlo prima della sua morte. Korra poi chiese cosa si potrebbe fare ora, alla quale Asami rispose che aveva bisogno di una vacanza. L'idea piacque alla donna dell'acqua del Sud che le offrì di portarla in qualunque posto desiderasse, ma Asami suggerì il mondo spirituale. Scapparono dalla festa e si cambiarono, mentre s'incamminarono verso il portale spirituale tenendosi per mano. Quando entrarono, si guardarono dritte negli occhi, segno che volevano iniziare una relazione.

>>> Asami Sato fumetti

Advertisement