Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement
Palude Nebbiosa Albero Banyan

L’antico Albero Banyano si erige nel centro della Palude Nebbiosa di cui radici si estendono per centinaia di chilometri in ogni direzione. Queste radici hanno creato una rete di germogli che a loro volta hanno dato origine alla fitta foresta che copre l'intera zona. L’albero e la palude vengono protetti dai dominatori della palude, in primis Huu, che ha affermato di aver raggiunto illuminazione sotto quell’albero.

Storia[]

Dopo essere stati abbattuti da un tornado formatosi all’improvviso, Aang, Sokka e Katara vennero separati da Appa e Momo e catapultati nel ben mezzo della palude. I tre ragazzi si misero alla ricerca dei loro compagni, ma le liane iniziarono a muoversi e alla fine li separarono durante la notte insonne. Mentre vagavano attraverso la foresta infinita, iniziarono anche ad avere allucinazioni del passato o del futuro, quando si risvegliarono, si ritrovarono sotto l’albero Banyano come se questo li avesse guidato fin qua.

L2 E04 albero banyano

Che magnificenza!

La visione logica e scientifica di Sokka gli impedì però di accettare questa teoria e continuò a volersi cercare una via di uscita usando la violenza contro le piante. Inaspettatamente, il trio venne attaccato dalle liane muoventi che persero la forma di un essere umanoide composto da piante con una maschera di legno al centro. Dopo una breve ma intensa battaglia, i tre ragazzi riuscirono a sconfiggere l’essere e scoprirono che in realtà era un essere umano che controllava le piante attraverso il dominio dell’acqua di nome Huu. Quando questo apprese che Aang era l’Avatar, cambiò atteggiamento e invitò i tre ragazzi a seguirlo fino alla base dell’albero gigante. Durante la camminata, spiegò anche che questa palude era sacra e abitata da essere mistici, inoltre affermava di aver ottenuto la illuminazione meditando proprio sotto all’albero. Continuando la spiegazione, raccontò che l'intera palude in realtà era un albero unico che per secoli si era esteso per chilometri e chilometri. Usò l’albero Banyano come esempio per spiegare la sua filosofia, ovvero che nel mondo tutto era connesso, fauna, flora e persino gli esseri umani.

Usando questa nuova conoscenza, Aang usò questa connessione dell’albero per setacciare la palude, poggiando la sua mano su una radice per poi concentrarsi. Fece un viaggio mentale attraverso il suo sistema di radici, finché non localizzò Appa e Momo.

L2 E04 Aang cerca Appa e Momo

Aang legge l'energia

Nell’anno 174 DG, Toph guidò Korra all’albero per aiutarla a lasciarsi indietro i suoi nemici e traumi del passato. Quando la donna del sud arrivò ai piedi dell’albero gigante, commentò quando sia bello, a  cosa Toph aggiunse la spiegazione che i suoi radici si estesero per centinai di chilometri in ogni direzione, connettendo l'intera palude. Deducendo che il problema centrale di Korra era quello di essersi lasciata disconnettere per troppo tempo dalle persone che l’amavano, era giunta alla conclusione che l’Avatar potrebbe utilizzare la connessione dell’albero per il suo bene. Come Aang lo fece decina di anni prima, Korra pose una mano su una radice e si concentrò. Dal palmo della sua mano emerse una raggio di energia dorata, attraverso il quale viaggiò per il sistema di radici e liane, localizzando Jinora, Ikki e Meelo che erano venuti qua per cercarla. Nello stesso momento, anche Jinora notò l’energia spirituale dell’albero, il che le permise di trovare Korra ai suoi piedi.

Poco più di una settimana dopo, Kuvira e la sua armata arrivarono alla palude in cerca di sostituiti delle liane spirituali ritrovate a Città della Repubblica per la sua nuova arma ad energia spirituale. Usando un rivelatore, Baatar Jr concluse che le radici l’albero Banyano era infuse di energia spirituale che era ancora più potente di quella di Città della Repubblica. Contenta di questa scoperta, Kuvira ordinò al sua battaglione di raccogliere le liane finché non erano esaurite e i suoi uomini iniziarono subito a maltrattare l’albero con seghe a catena e asce. Le liane tentarono di ribellarsi attaccando gli invasori, ma alla fine le macchine ebbero la meglio. La loro rabbia si trasmise fino ai loro simili a Città della Repubblica, dove le liane iniziarono a reagire con violenza contro le persone.

Riferimento reale[]

Nella realtà, gli alberi banyani sono fichi che crescono nelle regioni tropicali in tutto il mondo. Mentre alcune specie possono crescere da soli, altri hanno bisogno di un albero “oste” che alla fine rischiando di strangolare. Alberi più vecchi riescono a raggiungere la terra attraverso i suoi lunghi germogli che si attaccano poi ad altri alberi e si propagano, rimanendo sempre connessi con l’albero padre. Alcuni banyani hanno raggiunto una copertura di alcuni ettari e viene spesso usato come luogo d’incontro di un villaggio che offre ombra. Alberi banyani sono considerati sacri nella zona del sud dell'Asia come Sri Lanka, Bangladesh o Bali. Si dice che Buddha abbia raggiunto l’illuminazione meditando sotto una specie di fico banyano, l’albero Bondhi.

Gli alberi della mangrovia come il tipo Rhizophora crescono nella palude e sono famosi per la loro tenacia e il loro complesso sistema di radici.

Advertisement