Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

Il termine "Agni Kai" indica un duello tradizionale di dominatori del fuoco, di cui radici hanno centinaia di anni di storia. In questo duello si mette in palio il proprio onore e si vince bruciando l'avversario; può avere un effetto significativo sul livello di onore dei due duellanti. Gli Agni Kai sono un metodo molto usato per risolvere conflitti, ma sono anche una sorgente di divertimento per gli spettatori. Il palazzo imperiale della Nazione del Fuoco ha persino una sala dedicata soltanto a questi duelli.

Ogni dominatore del fuoco può sfidare un altro dominatore del fuoco, il che include un Signore del Fuoco- ma succede raramente, dato che i Signori del Fuoco sono spesso tra i più potenti dominatori del fuoco del mondo.

Protocollo[]

L1 E03 Zuko duello

Zuko all'Agni Kai contro Zhao

Se tra due dominatori del fuoco dovesse nascere un disputa abbastanza grande da non essere risolta tramite le parole, uno può sfidare l'altro a un Agni Kai. Se questo accetta la sfida, si stabilizza la data e il luogo del duello, generalmente molto vicini. Come luogo si preferisce usare una piazza ufficiale, ma va bene ogni campo aperto di una certa grandezza nei paraggi.

Il duello prevede che si entra senza armi e a petto nudo, ma questo si è visto valere solo per uomini, e sulle spalle indossano una veste cerimoniale. I due sfidanti entrano dalle parti opposte dell'arena e si voltano la schiena inginocchiati, quando si alzano, si voltano per guardare l'avversario e si tolgono la veste sulle spalle. L'inizio del duello viene decretato o da un gong o da un arbitro neutrale, dev'essere presente almeno questo come testimone. I due dominatori del fuoco si affrontano usando il dominio con lo scopo di conferire all'avversario una ferita da ustione, non importa dove. Una ferita al volto indica l'umiliazione maggiore.

Una volta finito il duello, la disputa iniziale si considera sistemata e continuare a ribadirla viene considerata un disonore.

Filosofia[]

L'Agni Kai è fa parte delle tradizioni arcaiche della Nazione del Fuoco, vecchia centinaia di anni, se non migliaia. Questo duello è considerato l'ultima riserva per placare una disputa grave che non si era riuscito a risolvere con metodi diplomatici. Se si arriva a questo, la questione era stata troppo importante e le soluzioni proposte non avevano soddisfatto le due parti. L'Agni Kai assume il ruolo di giudice e ha un certo potere penale, dato che il vincitore del duello vince anche la disputa. Inizialmente, non era un duello fino alla morte, dato che lo sconfitto generalmente ne usciva "solo" con un'ustione e il disonore di aver perso. Ma questo cambiò sotto Sozin dove risparmiare l'avversario divenne un segno di debolezza anziché di generosità o pietà.

Se la questione da risolvere era stata di una importanza notevole, il perdente a volte doveva radersi la testa a zero, in parte o totalmente- ma mai quella del codino- per aggiungere altro disonore. Zuko tenne questo taglio di capelli dopo aver perso contro suo padre Ozai per tre anni, probabilmente come giuramento fino alla cattura dell'Avatar,

Non si possono disputare Agni Kai durante certe festività, dato che ustionare persone durante le vacanze é considerato un'offesa spirituale. Per esempio sono vietati durante il festival di Szeto persino durante una violenta guerra tra case nobili.

Agni Kai noti[]

Durante l'era di Avatar Kuruk, nel mondo regnava la pace, così per passatempo questo cercò sempre persone da sfidare a duello, sia nel Mondo Materiale che quello degli Spiriti. La sua ricerca per dominatori del fuoco adatti a queste prove di forza divenne così disperata che finì a sfidare persino gente a caso che entrava nei negozi. Uno delle amiche di Kuruk di nome Hei-Ran divenne famosa per il numero di persone che aveva ucciso durante vari Agni Kai durante il suo tempo come direttrice dell'Accademia Imperiale del Fuoco per ragazze- sulla sua lista nera apparve anche suo cugino.

L1 E12 Zuko Agni Kai

Zuko si rifiuta di combattere

Centinai di anni più tardi, tre anni prima del risveglio di Avatar Aang dall'iceberg, il principe tredicenne Zuko assistette a una riunione di guerra insieme a suo padre, il Signore del Fuoco Ozai. Quando uno dei Generali suggerì una strategia che includeva il sacrificio di una divisione intera di novellini dell'armata per attirare soldati del Regno della Terra in una trappola; Zuko protestò contro questa idea, il che spinse Ozai a costringerlo a partecipare a un Agni Kai per sistemare la faccenda. Pensando che il ragazzo doveva affrontare il Generale anziano che aveva sfidato, Zuko accettò, ma questo si rivelò un errore: opponendosi al generale al cospetto del Signore del Fuoco non aveva messo in dubbio il suo onore, ma quello del Signore del Fuoco stesso. Zuko si rese conto della severità della sua situazione troppo tardi già nell'arena dell'Agni Kai e, trovandosi davanti a suo padre, s'inginocchiò all'istante dalla paura e implorò la sua pietà. Purtroppo ebbe l'effetto contrario, dato che il Signore del Fuoco lo prese un insulto ancora maggiore di rifiutarsi di combattere e colpì suo figlio al volto ustionando la parte sinistra del suo viso. Questo Agni Kai derubò il principe di tutto il suo onore in confronto di suo padre e dell'intera Nazione del Fuoco, e susseguentemente venne anche esiliato della sua patria condannato a dover partire alla ricerca per l'Avatar.

L1 E03 Zhao insulto

Zhao insulta Zuko per averlo risparmiato

Tra anni più tardi, Zuko sfidò il Comandante Zhao a un Agni Kai quando questo gli voleva strappare via la missione della cattura dell'Avatar e lo insultò per via del suo esilio. Il ragazzo era migliorato considerevolmente e riuscì non solo a tenere testa al maestro del fuoco esperto, ma addirittura a respingerlo e buttarlo a terra. Ma Zuko si rifiutò di dargli il colpo di grazia, ma si allontanò come il vincitore del duello, ma Zhao non lo accettò e tentò di attaccarlo alle spalle. Fortunatamente Iroh lo fermò e lo castigò per questo atteggiamento disonorevole.

Alcune settimane dopo Zuko iniziava a litigare con il suo primo ufficiale, il Tenente Jee, riguardo la sua ossessione di catturare l'Avatar e la sua scarsa considerazione della vita della sua ciurma. I due stavano per sfidarsi a un duello, ma fortunatamente Iroh s'intromise in tempo e li calmò.

Mezz'anno dopo, quando Azula prese il controllo del Dai Li e di Ba Sing Se, Zuko si confrontò con lei per porre fine a tutto e la sfidò a un Agni Kai. Purtroppo sua sorella lo derise e si rifiutò senza farsi troppo problemi, poi si allontanò per far arrestare Zuko dagli agenti del Dai Li.

L3 E20 Zuko Azula fiamme

Un Agni Kai potentissimo

L'Agni Kai più noto era però quello tra Zuko e sua sorella Azula avvenuto durante l'avvento del cometa di Sozin nell'estate dell'anno 100 DG. Il ragazzo interruppe la cerimonia di incoronazione della ragazza come Signore del Fuoco e la sfidò al duello per riprendersi il suo diritto di primogenita. In questo Agni Kai era in ballo la successione al trono della Nazione del Fuoco e i due fratelli non si risparmiarono, inoltre i loro poteri erano potenziati dalla cometa e in una prima fase sembravano alla pari e danneggiarono gli edifici intorno.

L3 E21 Zuko Katara osservono Azula

Zuko e Katara battono Azula

Azula iniziò pian piano a perdere colpi dato che in quei momenti la sua sanità mentale deteriorò fino a un punto da impedirle di rimanere calma concentrata, il che pose Zuko in una situazione di vantaggio. Il duello non giunse a una conclusione diretta, dato che Zuko s'intromise nell'attacco di Azula per proteggere Katara che era stata presa di mira dalla principessa. Il principe venne ferito da questo attacco, dato che la corrente elettrica si era avvicinata molto al suo cuore, e non poteva più proseguire. Katara prese il suo posto e portò a termine il duello incatenando Azula e conquistando il titolo di Signore del Fuoco che trasferì a Zuko. In un duello regolare, Azula avrebbe perso comunque per aver attaccato una persona estranea al duello.

Trivia[]

  • A Città della Repubblica esiste una triade mafiosa che si chiama "triade Agni Kai", composta soltanto da dominatori del fuoco.
  • Secondo la tradizione, un Agni Kai si tiene al tramonto.
  • Il termine "Agni Kai" è una combinazione tra due parole: agniḥ (अग्नि:), dal Sanscrito, che determina sia l'elemento fuoco che la divinità che lo rappresenta, e Kai (会, かい), dal Giapponese, che significa "incontro".
  • La parola Agni suona molti simile alla parola latina ignis (fuoco), questa similitudine deriva dalle origini comune delle lingue proto indogermaniche.
  • Nel film "l'ultimo dominatore dell'aria" Zuko usa il termine "Duello Agni Ki" che può essere scritto in Hindi come अग्नि की डूएल्, duello del fuoco.
  • Nei tre Agni Kai visti nel cartone, Zuko era presente in tutti e tre e ha sfidato Ozai, Zhao e Azula.
  • Gli indumenti tradizionali per duellanti maschili sono pantaloni scuri, una cintura e due bendaggi sulle braccia. Inoltre sono a petto nudo e a piedi nudi.
  • L'Uomo Combustione si è guadagnato una reputazione spaventosa grazie ai suoi Agni Kai iper-veloci.
  • Non é chiaro se era un caso o una scelta intenzionale, nel suo combattimento finale contro l'Avatar, Ozai indossa gli abiti di un Agni Kai.
Advertisement