Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è un fumetto corto che si inserisce tra nelle avventure viste del secondo libro: Terra di La Leggenda di Aang e del terzo, Fuoco, che venne pubblicato in patria da “Nick Mag Presents: Avatar: The Last Airbender" nel 18 settembre dl 2007 e poi riproposto dalla dalla Dark Horse Comics in “The Lost Adventures”. Giunse in Italia all'interno della antologia “Le avventure perdute”, pubblicata nel febbraio del 2024 dalla Tunuè Comics.

Trama[]

Poco dopo la caduta di Ba Sing Se, il Team Avatar si è incontrato con i suoi alleati nella Baia del Camaleonte per riorganizzarsi. Sokka e Toph stanno chiacchierando su come Re Kuei abbia viziato il suo orso domestico Bosco prendendosi gioco dell’animale per poi dividersi per andare a dormire nelle rispettive tende. Purtroppo, ad attendere il guerriero è una sorpresa non ben gradita: Bosco sta dormendo beato nella sua tenda occupando quasi tutto lo spazio! Agitato, Sokka esige una spiegazione dal monarca che spiega, come se fosse ovvio e normale, che l’orso non sia abituato a dormire senza un tetto sopra la testa e che adorasse le lenzuola comode, per cui non c’era nulla da fare. A grande rabbia e frustrazione, il ragazzo è costretto a dividere la sua tenda con Bosco per tutta la notte.

La mattina seguente, Sokka vede come il Re della Terra esiliato sta leggendo a Bosco da una enciclopedia dove viene spiegato come vive un orso selvaggio, come per esempio la cosa del letargo. Sokka si avvicina curioso, ma quando vede di cosa parlasse quel libro, lo straccia e annuncia che insegnerà lui a Bosco come essere un orso vero.

La prima lezione tratta il cibo, cosi Sokka porta l’animale e il suo padrone a un alveolare di api scorpione appeso su un ramo. Perplesso, Kuei chiede come Bosco faccia a raggiungerli cosi in alto, cosi il guerriero spiega che erano a quello che servono le zampe dotate di artigli di un orso- ma quando le prende in mano, vede che Bosco ha fatto la manicure. Dato che l’orso non dimostra nessuna voglia di arrampicarsi sull'albero e preferisce dormire, Sokka tenta di spingerlo su a peso morto, fallendo clamorosamente. Il Re della Terra, annoiato, chiese se ci fossero altri tipi di cibo raggiungibili più facilmente. Sokka porta i due quindi a un fiume vicino pieno di pesci, ma a suo grande stupore e incredulità, Bosco tira fuori una canna da pesca e si sede sulla riva. Il guerriero si mette nuovamente a criticarlo ordinandogli di usare le sua zampe nude per pescare. Per dare una dimostrazione pratica, salta nel fiume per afferrare un pesce con le mani, ma finisce per cadere nell'acqua e emerge poi coperto di alghe schifose- Kuei nota felice che, grazie a le alghe, Sokka abbia catturato davvero tre pesci!

Prossima lezione, trovare riparo: Sokka porta Bosco e Kuei a una caverna spiegando che molto importante trovare un riparo quando si vive nella natura. Quando però entra nella caverna, viene cacciato fuori da un da un porcospino arrabbiato, spingendo il monarca a notare che si dovesse prima controllare che il riparo scelto sia libero.

Terza lezione: marcare il territorio. Sokka spiega che un orso dev’essere feroce e per scacciare rivali possedere un ruggito altrettanto feroce. Quando gli chiede di mostrargli il suo ruggito migliore, Kuei spiega sorridendo che Bosco non ruggisce, ma sappia fischiare molto bene. L’orso gli da subito una dimostrazione del suo talento, a grande delusione di Sokka.

Come ultima lezione viene l’autodifesa, così il guerriero si finge una scimmia-maiale grossa e arrabbiata che vuole rubargli il cibo e gli da un pugno sulla pancia. Questo pugnetto basta per metterlo al tappeto, cosi Sokka si dispera a grida al cielo che non sopravviverà nella natura.

Quando il trio torna all'accampamento, il sole sta già per tramontare e Sokka dichiara la giornata una perdita di tempo mentre Kuei cerca di consolarlo dichiarando di aver rimparato qualcosa. Con un’aria insolitamente seria e triste, spiega che ha capito di non sapere nulla di tante cose sul mondo e inizia a dubitare se possa essere un Re buono se sappia così poco- esattamente come Bosco sappia cosi poco su come essere un bravo orso. Improvvisamente, Kuei e Bosco si strappano via gli indumenti regali rivelando sotto vestiti da semplice vagabondo mentre Bosco è nudo con il suo pelo. Dopo aver dichiarato di voler vedere il mondo come un uomo umile, i due salutano un Sokka scombussolato e incredulo. Alcuni momenti dopo, il ragazzo si mette in testa la corona regale e con un sorriso strafottente chiede a Toph come suona “Re Sokka”, ricevendo la riposta che lei non lo chiamerà mai cosi.

Personaggi apparsi[]

  • Sokka
  • Toph
  • Re Kuei
  • Bosco

Trivia e note[]

  • Questo è il primo fumetto che corto che ha luogo dopo le avventure a Ba Sing Se, ovvero tra “Il Regno della Terra è sconfitto” e “Il risveglio”.
  • Venne rilasciato sulla rivista Nick Mag Presents: Avatar: The Last Airbender insieme a “Freestyle del fruttivendolo”, “Il ponte”, “Di nuovo a casa” e “Ora di ginnastica”.
  • Nello storyboard iniziale, Toph doveva comparire di più, ma questa idea venne scartata.
  • Anche se, tecnicamente, questo fumetto è collocato tra i due libro due e tre, nella edizione libreria viene categorizzata come “Libro Terra”.
  • Questa storia viene accennata da Sokka quando lo racconta a un Aang appena risvegliato.  
Advertisement